Preparazione del pavimento per linoleum

Preparazione del pavimento per linoleum

Linoleum è un rivestimento per pavimenti versatile adatto sia per uso domestico che commerciale ed è molto apprezzato dal grande pubblico. Una popolarità così grande (e in costante crescita) è dovuta al suo basso costo, alla ricca selezione di modelli e alla facilità di installazione..

Tipi di linoleum

Il linoleum è prodotto in due versioni: omogenea ed eterogenea. La principale differenza tra le specie è il numero di strati in base a cosa differiscono per tutte le altre caratteristiche:

  • La versione omogenea del rivestimento in linoleum è costituita da uno strato, completamente monogenico e colorato su tutto lo spessore, che non supera i 3 mm.
  • L’aspetto eterogeneo è costituito da diversi strati: il telaio in fibra di vetro rende il prodotto veramente durevole e ne aumenta le capacità operative.

Uno strato di PVC viene applicato al telaio in fibra di vetro, decorato con una varietà di stampe (forme o motivi geometrici). E già in cima, l’intera struttura è ricoperta di poliuretano (film trasparente), che protegge la stampa dall’abrasione e, in generale, il rivestimento dall’usura. Lo spessore del materiale eterogeneo può raggiungere gli 8 millimetri (più è spesso il film protettivo, più forte e resistente è il rivestimento).

Per aumentare le capacità di isolamento acustico e smorzamento (ammorbidimento), la schiuma di polivinilcloruro viene applicata sopra la fibra di vetro e sopra viene applicato uno strato decorato.

Raramente si vede in commercio una specie omogenea – a causa della minima richiesta sul mercato, non viene quasi mai prodotta, perché è inferiore a quella eterogenea in quasi tutte le caratteristiche, mentre la differenza di prezzo è molto insignificante. In base alla resistenza all’usura, il linoleum è suddiviso nelle seguenti classi:

  • Famiglia – 21-23.
  • Semi-commerciale – 31-34.
  • Commerciale – 41-43.

Alcuni tipi hanno caratteristiche e funzioni aggiuntive:

  • anti scivolo;
  • antistatico;
  • che assorbe gli urti;
  • insonorizzato, ecc..

Come puoi vedere, il linoleum non ti limita in alcun modo nella scelta di un materiale con le proprietà aggiuntive desiderate. Naturalmente, le funzionalità aggiuntive aumentano il costo del prodotto, quindi la loro scelta dipende principalmente dalle specifiche della stanza e dal budget..

Peculiarità

Rivestire i pavimenti con linoleum è abbastanza semplice, soprattutto per i semplici tipi domestici. Per l’installazione di tipi commerciali, si consiglia comunque di rivolgersi all’aiuto di professionisti: potrebbero essere necessarie attrezzature speciali per la loro installazione, soprattutto se è necessario coprire una vasta area. Le caratteristiche della preparazione del pavimento per linoleum dipendono dal tipo di area da rivestire e dal rivestimento stesso. Ci sono però alcune regole generali:

  • Purificare il territorio.
  • Livellamento della superficie.
  • Rafforzare le fondamenta.
  • Un’altra condizione importante è che la superficie deve essere asciutta prima dell’installazione..

Come preparare diversi rivestimenti?

Il linoleum può essere posato su qualsiasi superficie, anche se si consiglia di preparare con cura la base affinché duri a lungo. Le caratteristiche della preparazione della superficie per l’installazione variano a seconda del tipo. Di seguito sono riportati suggerimenti e trucchi degli esperti su come preparare diversi tipi di rivestimenti:

  • La preparazione di un pavimento in legno o parquet comporta il livellamento della superficie pedalando e riempiendo tutti gli spazi vuoti con stucco per legno (lo stucco polimerico è una scelta eccellente: è elastico, ecologico e si asciuga rapidamente senza restringersi).
  • Nel caso del parquet è importante anche sostituire le doghe usurate e fissarle. Se le condizioni del pavimento sono tutt’altro che ideali, ma allo stesso tempo sei limitato nei fondi o nel tempo, è meglio rivestire il parquet con fibra di legno o truciolare con materiale (dopo aver pulito, disinfettato e asciugato il pavimento in legno).
  • La preparazione della base in calcestruzzo comprende i seguenti passaggi: pulizia, livellamento e colata del massetto con malta cementizia.

Come riempire correttamente?

Affinché il rivestimento su una base di cemento duri a lungo, è necessario tenere conto di tutte le sfumature e le sottigliezze della lavorazione: il versamento del massetto non tollera la disattenzione e la fretta. Seguendo i consigli degli esperti e seguendo attentamente tutti i loro consigli, puoi completare facilmente ed efficacemente tutto il lavoro preparatorio con le tue mani.

A proposito, se decidi di riempirlo da solo, è meglio scegliere miscele già pronte autolivellanti, poiché è piuttosto difficile per un profano lavorare con una malta di cemento-sabbia. Inoltre, un pavimento autolivellante in un appartamento si asciuga molto più velocemente di un massetto di cemento..

I composti autolivellanti disponibili sul mercato differiscono solo leggermente nella composizione: gli ingredienti principali sono cemento, sabbia di quarzo e plastificanti speciali, che conferiscono elasticità alla composizione e contribuiscono a una migliore diffusione sul pavimento. Quindi puoi scegliere qualsiasi miscela tu voglia, ad esempio concentrandoti sul prezzo.

Per calcolare quanta miscela hai bisogno, hai bisogno lo spessore richiesto del rivestimento in millimetri moltiplicato per i metri quadrati dell’area. Moltiplica il numero risultante per un fattore di 1,8. L’importo totale indicherà la quantità richiesta di miscela in chilogrammi. Ad esempio, per una stanza di 20 mq. me lo spessore dello strato richiesto di 4 cm, moltiplicare per 40 mm. per 20 e moltiplica la quantità risultante per 1,8 – avrai bisogno di 144 kg della miscela finita.

Quando si utilizza una miscela autolivellante, la temperatura ambiente deve essere compresa tra 10 e 30 gradi Celsius con un’umidità non superiore al 60 percento. A seconda dello spessore del riempimento, potrebbero essere necessari da un paio di giorni a due settimane per asciugare. La distribuzione e il livellamento della miscela applicata viene eseguita utilizzando la regola.

che allineare?

Quando si eseguono riparazioni con le proprie mani, è importante mostrare la massima attenzione ai dettagli in modo da non dover ripetere tutto in seguito (che sarà associato a costi aggiuntivi e perdita di tempo). Nonostante tutta l’attrattiva dell’utilizzo di un pavimento autolivellante, se la base in cemento è troppo irregolare, con molte buche e altri svantaggi, dovrai utilizzare un massetto in cemento.

Per prepararlo, avrai bisogno di cemento e sabbia in un rapporto di 3 a 1, rispettivamente, e una piccola quantità di ghiaia fine o argilla espansa (sempre, per garantire una migliore adesione del rivestimento alla base).

Dopo il versamento, il pavimento deve essere coperto con pellicola trasparente e lasciato asciugare per alcuni giorni. Affinché il pavimento si asciughi in modo uniforme, dovrebbe essere controllato regolarmente e, se necessario, inumidito spruzzando localmente..

Se, dopo l’asciugatura, trovi piccole irregolarità o scheggiature, puoi utilizzare la colla per piastrelle per un ulteriore livellamento. Piccoli difetti dovrebbero essere livellati con una cazzuola, e su difetti più grandi, la colla può essere versata direttamente dal secchio.

Trattamento

Dopo il livellamento e l’asciugatura, il pavimento in cemento deve essere adescato. Il trattamento di primer previene la comparsa di muffe e funghi, l’essiccazione e la distruzione della base in calcestruzzo. Il primer è:

  • Solubile in acqua.
  • Biologico.
  • poliuretano.

La forma solubile in acqua viene utilizzata più spesso: basso costo, asciugatura rapida, facilità di applicazione ed eccellente funzionalità determinano la sua popolarità. L’unico inconveniente è l’incapacità di penetrare in profondità nel calcestruzzo, tuttavia, per un pavimento colato di alta qualità, questo non importa: il primer farà perfettamente il suo lavoro.

Il primer organico penetra molto più in profondità e moltiplica la resistenza del substrato. Sarà una scelta eccellente per substrati sfusi e di bassa qualità se, per motivi finanziari, decidi di non riempirlo. Tra gli svantaggi si notano l’alto costo e la complessità della tecnologia di utilizzo..

La versione in poliuretano è la più resistente: si consiglia di utilizzarla in ambienti con carichi elevati sotto linoleum commerciale. Lo svantaggio è il prezzo piuttosto alto..

Tecnologia di posa

Il linoleum può essere installato con la colla, senza utilizzarlo, o con nastro biadesivo. La scelta dell’adesivo dipende dal materiale da installare:

  • Ad esempio, per l’installazione di linoleum domestico e semi-commerciale con supporto in schiuma e pile, è adatta la normale colla acrilica. L’acrilico “Universale” è adatto a tutti i tipi di rivestimento. Per pavimenti domestici con supporto in tessuto, scegli un adesivo assorbente.
  • Acrilico o poliuretano “rinforzato” adatto per linoleum commerciale (comprese le piastrelle).
  • Oltre a questo breve elenco, esistono diversi altri tipi di colla acrilica con caratteristiche specifiche (resistente al gelo, dissipante le correnti, ecc.).

Esistono due modi per incollare il rivestimento:

  • Coprire la base con uno strato di colla e lasciarla asciugare (lo spessore dello strato e il tempo di asciugatura dipendono dal produttore e dal tipo di colla, solitamente indicato nelle istruzioni del prodotto).
  • Arrotolare un rotolo semipiegato (spiegare metà su una parte asciutta del pavimento) stenderlo dal centro della stanza alle pareti e ripassarlo subito con un rullo largo per spianare e togliere i residui d’aria.
  • Arrotolare la parte spalmabile in un rotolo e attaccarlo allo stesso modo.
  • Piegare a metà il linoleum steso, applicare la colla sulla parte piegata, lasciarlo asciugare per un po’ e adagiarlo sul pavimento. Arrotolarlo con un rullo dal centro verso i bordi e passare alla seconda metà..
  • Dopo la posa, le parti in eccesso sulle pareti vengono tagliate con uno speciale coltello affilato (puoi usare una cancelleria, un coltello da rasoio).

Quando si installa senza l’uso di colla, il rivestimento viene fissato con battiscopa. Per il linoleum, le strisce in PVC o laminato sono perfette e le strisce di plastica possono essere scelte sia piatte che volumetriche: il vantaggio dei battiscopa volumetrici è che i fili possono essere trattenuti nelle loro cavità interne. Il metodo del plinto è consigliato per coprire una piccola superficie (in stanze inferiori a 20 mq), se non vengono utilizzati più di 2 pezzi di linoleum.

Il processo di installazione e installazione più semplice è con doppio nastro. Per fare ciò, il nastro biadesivo viene incollato al pavimento con una rete (senza rimuovere lo strato protettivo superiore) e il linoleum viene applicato gradualmente sulla parte superiore. Allo stesso tempo, è anche l’opzione più inaffidabile e a breve termine..

Quanto dovrebbe mentire prima di installare il battiscopa?

Prima di posare con qualsiasi metodo, il linoleum deve prima sdraiarsi in uno stato piegato da 6 a 12 ore (la temperatura nella stanza non deve essere inferiore a +18 gradi). Quindi il rotolo deve essere spiegato e il linoleum ha il tempo di raddrizzarsi, in media, il processo richiede da 12 ore a 3 giorni (a seconda dello spessore e del tipo di rivestimento).

Dopo il raddrizzamento, viene posato sul pavimento, dove dovrebbe giacere per circa un giorno (quando si installa con battiscopa, il materiale dovrebbe giacere per almeno 3 giorni). E solo dopo il completo raddrizzamento e restringimento puoi iniziare la posa.

Per una lezione illustrativa sulla preparazione di un pavimento per linoleum, vedere il seguente video.