Come pulire le piastrelle del pavimento dopo la ristrutturazione?

Al completamento della riparazione nell’appartamento, puoi tirare un sospiro di sollievo – sembra così a molti, ma questo non è del tutto vero. La pulizia e la pulizia dei locali dopo i lavori di ristrutturazione non è meno importante e fastidiosa, ma molti non sanno come lavare il primer dalle piastrelle sul pavimento. Questo sarà discusso nel nostro articolo..

Caratteristiche della superficie

Per rimuovere tutto lo sporco dalle piastrelle sul pavimento, è necessario tenere conto di alcune sfumature e caratteristiche. In primo luogo, è necessario scegliere i detersivi giusti, in secondo luogo, è necessario tenere conto del tipo di superficie da pulire e, in terzo luogo, il lavaggio e la pulizia devono essere eseguiti in modo tempestivo, quindi non ci saranno difficoltà.

La prima cosa da fare è rimuovere la polvere dalle piastrelle con una spazzola o un aspirapolvere.. Questo deve essere fatto immediatamente, poiché la piastrella assorbe molto rapidamente l’umidità e con essa tutto lo sporco. Questa è la preparazione di un nuovo pavimento piastrellato per un’accurata pulizia a umido..

Con particolare trepidazione, gli acquirenti utilizzano piastrelle in gres porcellanato per pavimenti, che sono molto resistenti ai danni sia meccanici che chimici, ma non è così facile prendersene cura. Quando si pulisce un rivestimento di questo tipo è severamente vietato lavare la superficie con detergenti abrasivi e spazzole con superfici abrasive.

Affinché un pavimento rivestito in gres possa durare a lungo, deve essere periodicamente ricoperto con protettivi a base di cere naturali..

Tipi di contaminazione

La perfetta pulizia di un pavimento in piastrelle dopo la ristrutturazione dipende dalla corretta identificazione del tipo di contaminazione.

Anche se durante la ristrutturazione sono state prese tutte le misure preventive per evitare che le piastrelle del pavimento si sporcassero, la pulizia del pavimento è inevitabile.. Tra le tipologie di inquinamento più comuni, si segnalano le seguenti:

  • tracce di colla;
  • Malta cementizia;
  • traccia di malta;
  • primer;
  • stucco, calce, gesso;
  • vernice (acrilico, olio, emulsione);
  • schiuma di montaggio;
  • sigillante;
  • resina, cera.

La colla, o piccole tracce di essa, può essere lavata via con una soluzione contenente acqua e aceto o acqua e ammoniaca. La superficie contaminata viene abbondantemente bagnata con una soluzione, quindi viene pulita con un pennello o un raschietto, ma è meglio rimuovere i resti di colla dalla piastrella con una spugna di schiuma umida durante la riparazione.

Se tutti i tentativi di pulire le macchie di colla non hanno avuto successo, puoi provare un metodo difficile, ma efficace: rimuovere la piastrella e immergerla in una soluzione preparata – zucchero e acqua, puoi anche usare la bevanda gassata “Coca-Cola “.

Cemento, malta, intonaco possono essere lavati via con semplice acqua se le macchie sono fresche. Per la malta epossidica, è necessario utilizzare uno speciale solvente epossidico. I detergenti per water vengono spesso utilizzati per rimuovere la contaminazione da cemento..

Per quanto riguarda la stuccatura, allora con questo tipo di inquinamento dovrai strofinarti la testa, poiché viene eliminato contemporaneamente con due metodi: chimico e meccanico. Il metodo chimico prevede l’uso di speciali prodotti a base acida e il metodo meccanico prevede l’uso di un coltello da ufficio o di carta vetrata.

Stucco e polvere da costruzione possono essere facilmente rimossi con una soluzione a base di normale sapone da bucato o un qualche tipo di detergente per vetri.

Per evitare aloni sul pavimento, è necessario cambiare frequentemente l’acqua e risciacquare più volte la superficie..

Il sigillante siliconico o la vernice possono essere semplicemente puliti dalla piastrella o con solvente acetone.

La resina o la cera che si deposita sulle piastrelle può essere rimossa con un diluente nitro. Anche l’acetone o la trementina aiuteranno in questo caso..

Il primer viene rimosso con speciali solventi a base di acetone, quindi le piastrelle devono essere ben pulite con un raschietto o una spazzola. Puoi anche acquistare un lavaggio speciale nei negozi, puoi usare l’essenza di aceto. La miscela di primer è molto appiccicosa, quindi è meglio rimuoverla immediatamente, perché poi dovrai lavorare sodo per eliminarla..

Se, tuttavia, il primer è riuscito ad asciugarsi sulla piastrella, deve essere inumidito con liquido e coperto con un panno umido e lasciato per alcuni minuti..

Per prima cosa la schiuma di poliuretano viene accuratamente tagliata con un coltello e i residui, dopo averli ammollati con acqua o acetone, vengono rimossi con una spugna o una spazzola rigida.

Come scegliere il miglior rimedio?

Le piastrelle del pavimento brillano dopo il lavaggio solo se vengono utilizzati i detergenti corretti per pulirle.. Quando si sceglie un detergente e un detergente, è necessario tenere conto di tutte le sfumature del materiale di finitura:

  • la composizione delle piastrelle;
  • tipo di superficie della piastrella (opaca, lucida);
  • il tipo di sporco e quanti anni hanno le macchie di sporco.

Esistono anche detersivi universali per la pulizia delle piastrelle.. I più comuni e conosciuti sono:

  • “Silente”. Rimuove perfettamente molti tipi di macchie sulle superfici in ceramica ed è adatto per l’uso in qualsiasi stanza.
  • “Cenerentola”. Un prodotto economico che può rimuovere facilmente le aloni sulle piastrelle dopo un lavaggio di base.
  • “Selena”. Strumento universale, adatto per la fase finale della pulizia delle superfici.
  • Amway. Un prodotto costoso in grado di gestire quasi tutti i tipi di inquinamento.
  • “Signor vero”. Detergente universale utilizzabile in bagno, in cucina. Affronta perfettamente le macchie leggere sui pavimenti in gres porcellanato.

Uno strumento innovativo nella lotta contro i vari tipi di contaminazione delle piastrelle per pavimento è spugna di melamina.

È meglio lavare le piastrelle in PVC dopo la riparazione con prodotti speciali e non con quelli universali. Questi includono fondi a base di componenti alcalini e acidi..

Qualunque sia il prodotto scelto, dovrebbe essere testato su una piccola area della piastrella. Se non danneggia il rivestimento, puoi iniziare a pulire il pavimento..

Come pulire correttamente??

Pulire le piastrelle del pavimento dopo la ristrutturazione è un gioco da ragazzi se si seguono determinate regole..

Le piastrelle di ceramica possono essere lucidate, semilucide e non lucidate. Inoltre, la superficie può essere goffrata e satinata. Ciascuna delle superfici può reagire in modo diverso alla composizione chimica del prodotto. Anche con le riparazioni più attente, il pavimento dovrà comunque essere lavato.

Alcuni modi per pulire un pavimento di piastrelle dopo la ristrutturazione usando mezzi improvvisati:

  • Applichiamo un detergente per water sulle aree sporche delle piastrelle. Questo dovrebbe essere fatto in più fasi fino a raggiungere il risultato desiderato..
  • Coprire le macchie di sporco con sale da cucina e inumidire con acqua semplice.
  • Applicare acido cloridrico al 5% sulle aree sporche.
  • Spruzzare le macchie con il detergente per vetri.
  • Riempi le aree più sporche del pavimento con il dentifricio, quindi cospargilo con acqua e usa una spazzola rigida per pulire tutto.
  • Una soluzione acquosa con l’aggiunta di ammoniaca (1 litro d’acqua + 1 cucchiaio. L. Alcool). Spruzzare delicatamente sulle piastrelle e dopo un po’ risciacquare abbondantemente con acqua pulita.

Se gli strumenti a portata di mano non affrontano lo sporco, la pulizia dovrebbe essere eseguita con mezzi speciali..

Per molti, le piastrelle in gres porcellanato rimangono problematiche, poiché è problematico lavarle in modo che dopo la completa asciugatura non compaiano aloni. Per mantenere un pavimento così privo di aloni, dovresti provare un detergente per il bagno di alta qualità. Innanzitutto, immergiamo il pavimento con un prodotto, quindi lo laviamo accuratamente con acqua pulita..

Lucido

Le piastrelle lucide richiedono una cura speciale. Se parliamo di metodi artigianali per pulire il pavimento, puoi usare gesso e carta comune. La carta viene strofinata con il gesso e le aree sporche della piastrella vengono pulite con esso.

Le piastrelle lucide possono essere facilmente pulite con i normali detergenti per vetri e specchi., la cosa principale è che questo prodotto dovrebbe essere sotto forma di gel o pasta, ma non in polvere, altrimenti la superficie potrebbe danneggiarsi.

Per rendere la superficie del pavimento lucida dopo la pulizia, può essere trattata con un agente speciale, di cui ce ne sono molti nei negozi, oppure puoi usare un normale aceto.

opaco

I pavimenti opachi devono essere puliti con prodotti privi di grassi organici e acidi. Ciò è dovuto al fatto che la superficie di un tale rivestimento per pavimenti ha una struttura ruvida e acidi e grassi possono distruggerla, riducendo così la vita del rivestimento..

Non esistono detergenti speciali per piastrelle con superficie opaca, ma esistono diversi modi per pulirlo da ogni tipo di sporco, compreso lo sporco ostinato:

  • Soluzione di sapone. Dopo averlo lavorato, è necessario risciacquare più volte il pavimento con acqua e asciugarlo con un panno in microfibra.
  • Spugna melamina, che può rimuovere delicatamente lo sporco ostinato dalla superficie opaca del pavimento senza graffiarlo.
  • Una soluzione acquosa con aggiunta di ammoniaca. Applicare, lasciare riposare per 10-15 minuti e pulire con un asciugamano o un tovagliolo puliti.

A volte si usa il feltro ordinario per rimuovere aloni e macchie di sapone, ma questo è molto efficace per pulire le piastrelle di colore chiaro. Uno strumento indispensabile per le piastrelle opache è il mastice..

bianco

Le piastrelle del pavimento bianche con tutti i tipi di sporco sono un problema che richiede una soluzione immediata, poiché è abbastanza difficile pulire le piastrelle bianche dopo il passare del tempo. Le piastrelle bianche sul pavimento necessitano di una manutenzione sistematica.

A casa, se le piastrelle bianche sono sporche, puoi usare il normale cloro. Pulire il pavimento con la candeggina non è difficile. Per fare questo, è sufficiente acquistare una spazzola rigida con un lungo manico..

Se è necessario lavare le piastrelle bianche sul pavimento dopo le riparazioni, sarebbe utile utilizzare il cherosene, quindi risciacquare e asciugare accuratamente.

Suggerimenti per la cura

Un pavimento piastrellato è molto più facile da mantenere rispetto al parquet o al laminato, ma è comunque necessario prendersene cura, inoltre, regolarmente, altrimenti polvere e sporco radicati possono rovinare l’aspetto del rivestimento.

Se lo sporco è grande e forte e non può essere rimosso in alcun modo e tutti i metodi di pulizia sono stati provati a casa, allora dovresti ricorrere a prodotti chimici domestici per la pavimentazione. Devi sceglierlo per una superficie specifica e usarlo rigorosamente secondo le istruzioni.

La cura delle piastrelle del pavimento include la cura delle fughe delle piastrelle, l’uso di agenti profilattici e l’uso di agenti protettivi per i pavimenti piastrellati..

Per informazioni su come lavare correttamente le piastrelle in gres porcellanato dopo la ristrutturazione e nella vita di tutti i giorni, guarda il prossimo video.