Vernice epossidica: tipi e loro caratteristiche

Una ristrutturazione di successo è una ristrutturazione attentamente pianificata. E se si tratta di scegliere un colorante di alta qualità, il migliore sarà quello che sicuramente cadrà magnificamente sulla superficie e, soprattutto, manterrà un aspetto fresco per lungo tempo..

Al momento, la scelta dei vari coloranti è piuttosto ampia. E un certo posto in esso è occupato da vernici epossidiche..

Cos’è?

L’epossidico è a base di resina. Molti si chiedono cosa sia la stessa resina epossidica. Si scopre che nella traduzione dal greco questa parola significa “aspro”. In altre parole, la vernice epossidica può essere definita un agente ossidante..

Caratteristica

L’epossidico è un’opzione eccellente quando è necessario un rivestimento davvero resistente in grado di resistere a qualsiasi azione aggressiva, anche chimica.

Ciò è dimostrato da un’area di applicazione abbastanza ampia di questo tipo di coloranti: per la decorazione esterna in luoghi con condizioni climatiche sfavorevoli, per tutti i tipi di attrezzature, utilizzando alte temperature.

Naturalmente, se copri il pavimento con questa vernice, durerà molto più a lungo rispetto a dopo aver ricoperto con altri tipi di coloranti e le pareti resisteranno agli effetti di detergenti molto caustici.

Questo colore è perfetto per dipingere metallo, cemento e un’ampia varietà di altri substrati.. In parole povere, una sola composizione può facilmente elaborare un’intera stanza. Ciò semplificherà notevolmente il flusso di lavoro, perché non sarà necessario acquistare varie soluzioni, allungando così il lavoro a lungo: la vernice epossidica si adatterà bene a qualsiasi base.

Inoltre, ha altri vantaggi:

  • la tintura epossidica è abbastanza resistente all’aggressione chimica, non ingiallisce nel tempo, tuttavia, prima di applicarla, bisogna assolutamente preparare la base: pulirla, sgrassarla, asciugarla;
  • questo tipo di vernice ha un’eccellente proprietà: è molto resistente ai fenomeni atmosferici, il che significa che può tranquillamente coprire superfici in spazi aperti, tetti, pareti e puoi anche dipingere giunti metallici;
  • molti credono che il vantaggio principale sia che può essere utilizzato per dipingere il calcestruzzo fresco e umido. Quando si esegue un lavoro che deve essere svolto in tempo, questo vantaggio è utile;

  • la vernice epossidica è impermeabile, quindi può essere utilizzata per dipingere bagni e altre stanze con elevata umidità;
  • la composizione colorante ha proprietà di isolamento elettrico, nonché elevata resistenza al calore e resistenza al fuoco;
  • la vernice epossidica è in grado di autorigenerarsi (sotto carichi pesanti, il suo film può piegarsi, ma poi ritorna nella sua posizione originale);
  • oltre a quanto sopra, la resina epossidica impedirà la moltiplicazione dei batteri e sarà in grado di proteggere bene la superficie dalla corrosione e la superficie in legno dal decadimento. La tintura non permetterà ai parassiti di penetrare nella superficie.

Questa vernice ha anche degli svantaggi:

  • la vernice epossidica è molto resistente, mantiene i suoi colori brillanti anche dopo l’esposizione ad un ambiente aggressivo, ma questo è anche il suo principale svantaggio. Il fatto è che se hai bisogno di cambiare il colore della superficie in un altro, sarà molto difficile farlo in presenza di una tale proprietà;
  • questo colorante ha molti vantaggi, rispettivamente, questo influisce sul suo costo – è piuttosto alto;
  • c’è anche una sfumatura relativa alla vernice in polvere. Quando si utilizza questo tipo di colorante, è necessario essere preparati al fatto che potrebbe ingiallire se surriscaldato..

Composizione

Come accennato in precedenza, la vernice epossidica contiene resina. Ecco perché è così resistente.

Ma ci sono altri componenti, che devono necessariamente essere conformi a GOST:

  • diluente. Questo componente è necessario per una migliore e più rapida connessione e dissoluzione dei restanti componenti;
  • pigmenti. Sono necessari per ottenere il colore desiderato;
  • fibra di vetro. Questo componente migliora la resistenza al calore;
  • indurente. Grazie a questo componente, il colorante si asciuga più volte più velocemente;
  • leganti. Aiutano a migliorare la viscosità della vernice.

Visualizzazioni

Le vernici epossidiche sono divise in diversi tipi:

  • bicomponente;
  • aerosol;
  • polvere.

La vernice bicomponente è considerata la più comune nella vita di tutti i giorni. Oltre alle imprese industriali, viene spesso utilizzato a casa. Consiste di due componenti, devono essere accuratamente miscelati prima di iniziare il lavoro..

L’aerosol è considerato il più resistente, non teme la corrosione..

Inoltre, può resistere facilmente agli effetti di un ambiente aggressivo, compresi i fenomeni atmosferici. Questa vernice ha un’eccellente capacità: può auto-pulirsi. Qualsiasi substrato sarà molto più resistente ai graffi dopo il rivestimento con aerosol, darà anche alla superficie un bellissimo aspetto lucido.

La vernice in polvere è ancora più utilizzata nell’industria, perché ha caratteristiche piuttosto elevate. A casa, viene usato molto raramente, perché sono necessarie camere di riscaldamento per solidificare il rivestimento..

Tali coloranti possono essere suddivisi in due sottotipi:

  1. Poliestere. Queste vernici hanno la massima resistenza all’usura, migliorano la protezione superficiale contro l’attrito..
  2. Epossipoliestere. Queste composizioni coloranti hanno un prezzo piuttosto basso, mentre proprietà di bassa resistenza all’abrasione, ma sono abbastanza resistenti ai raggi ultravioletti e alle alte temperature..

Ambito di applicazione

I seguenti substrati possono essere rivestiti con resina epossidica:

  • calcestruzzo;
  • metallo;
  • piastrelle, bagni, ceramiche;
  • plastica;
  • Malta.

Considera alcune aree di applicazione.

La vernice epossidica è uno dei migliori materiali per la verniciatura del calcestruzzo. Il calcestruzzo è una base abbastanza affidabile e forte, ma senza la necessaria elaborazione sembra molto brutta, inoltre, è completamente instabile per alcune influenze esterne, come umidità, sostanze chimiche e altre. La vernice epossidica per pavimenti in calcestruzzo è composta da due componenti, prima dell’applicazione, questi componenti devono essere diluiti nelle proporzioni richieste. Dopo l’indurimento, la vernice creerà un film sufficientemente forte sulla superficie., proteggerà bene il massetto da fattori esterni, eliminerà i difetti sulla superficie, allo stesso tempo gli darà un bellissimo aspetto decorativo.

Epoxy contiene uno smalto bicomponente anticorrosivo, quindi è l’opzione migliore per strutture in metallo e cemento armato. La vernice forma uno strato spesso e resistente agli urti, resistente ai rischi chimici. È abbastanza possibile per lei dipingere una superficie non preparata, ruggine senza un primer preliminare.

Spesso gli esperti consigliano esattamente composizioni coloranti epossidiche per il rivestimento di piastrelle in ceramica e vasche da bagno, in quanto creano un rivestimento molto resistente. Inoltre, la vernice è impermeabile: lo smalto aderirà perfettamente alla base e la proteggerà dall’umidità. Si asciuga abbastanza velocemente.

Tuttavia, prima di iniziare la verniciatura, è necessario adescare accuratamente la superficie da verniciare..

Se hai bisogno di dipingere la plastica, ad esempio fibra di vetro o fibra di carbonio, si consiglia anche di utilizzare queste vernici su tali substrati, perché hanno eccellenti proprietà adesive. Il colorante può essere utilizzato come materiale primario su molti tipi di plastica. Ma va tenuto presente che lo strato epossidico è completamente anelastico e con esso non è possibile utilizzare un plastificante..

Le vernici epossidiche funzionano bene per le superfici intonacate. Il loro vantaggio è che puoi coprire i muri con loro senza molta preparazione. Proteggeranno perfettamente la base, fisseranno perfettamente lo strato di intonaco. Inoltre, è necessario tenere conto del fatto che la vernice si asciuga abbastanza rapidamente, sono sufficienti tre, massimo quattro ore, ma comunque l’asciugatura finale non arriverà prima di una settimana..

Come scegliere?

Per scegliere la giusta vernice epossidica, è necessario considerare alcuni punti:

  • su quale tipo di superficie verrà applicata la vernice. Ad esempio, se è necessario verniciare strutture metalliche o in cemento armato, la vernice epossidica aerosol è migliore rispetto, ad esempio, alla vernice a polvere, poiché è altamente resistente alla corrosione;
  • dove sarà la superficie. In altre parole, non dimenticare l’impatto dell’ambiente e dei fenomeni atmosferici. Non utilizzerai la vernice in polvere in casa se non hai a disposizione camere di riscaldamento, puoi tranquillamente usare invece la vernice bicomponente;
  • è inoltre necessario determinare a quali carichi sarà soggetta la superficie. Poiché, ad esempio, pareti, pavimenti e persino il soffitto di locali come garage, officina, locale caldaia sono spesso soggetti a gravi danni e all’esposizione a sostanze chimiche;
  • è necessario calcolare l’area di copertura per acquistare immediatamente la quantità di vernice richiesta.

Termini di utilizzo

Se hai calcolato correttamente l’area di copertura, sarai in grado di trovare gli strumenti giusti per un lavoro di qualità. Se la superficie è abbastanza grande, il rullo sarà molto comodo per il lavoro. Con questo strumento, sarai in grado di applicare la vernice in modo uniforme senza gocciolare. Per una superficie con una piccola area, così come per dipingere piccoli dettagli, è meglio usare un pennello..

Quando si applica la vernice epossidica, è importante seguire una serie di regole specifiche in modo che il proprio lavoro sia di alta qualità:

  • La superficie deve essere sgrassata. Rimuovere le tracce di grasso e prodotti oleosi da esso. La superficie può essere pulita con detergenti o solventi..
  • È desiderabile macinare la superficie. Se il volume della superficie è piccolo, può essere fatto a mano usando carta vetrata. Su grandi superfici serviranno già le smerigliatrici.
  • Lo strato inferiore della superficie può essere cosparso di sabbia fine, dopo che lo strato si è indurito, la sabbia in eccesso deve essere rimossa, quindi applicare un nuovo strato.

              La maggior parte delle vernici, comprese quelle epossidiche, può causare allergie, ustioni alla pelle e rendere difficile la respirazione.. Pertanto, è importante osservare le seguenti regole di sicurezza durante il lavoro:

              • in nessun caso dovresti usare piatti destinati al cibo nel lavoro con la vernice;
              • lavorare con vernici epossidiche con guanti e tuta. E quando si leviga la superficie curata, è necessario indossare occhiali e un respiratore;
              • conservare la vernice epossidica in un contenitore chiuso. La temperatura di conservazione non deve essere superiore a 40 ° C. Periodo di validità: non più di 12 mesi;
              • se improvvisamente la vernice epossidica viene a contatto con la pelle, è necessario lavarla immediatamente con acqua fredda e sapone o pulire il punto in cui entra la vernice con alcool denaturato;
              • lavorare con vernici epossidiche in una stanza ventilata.

              Per informazioni su come dipingere il pavimento del garage con vernice epossidica, vedere il prossimo video..