Quanto deve essere spesso il muro a secco?

Di recente, un muro a secco con materiale di finitura davvero unico nel suo genere sta guadagnando sempre più popolarità. E questo non è sorprendente, perché con il suo aiuto puoi livellare pareti, progettare una superficie del soffitto, montare armadi e scaffali a muro e anche creare partizioni di qualsiasi geometria. Ogni struttura richiede non solo un’attenta progettazione, ma anche la corretta scelta del muro a secco.

Peculiarità

La versione classica del materiale è un foglio ottenuto per pressatura, costituito da un’anima in gesso e due strati di cartone, che ricopre lo strato principale su entrambi i lati. La modifica o le varietà del cartongesso dipendono dall’ambito della sua applicazione, che è fondamentale nello sviluppo dello spessore della lamiera.

Secondo la classificazione, lo spessore del prodotto determina il luogo di utilizzo.. Vista a parete il muro a secco è uno dei tipi più comuni di questo materiale. Rivestimento murale, la creazione di una partizione interna viene eseguita utilizzando questo particolare tipo. Lo spessore del foglio della parete dipende dai carichi imposti su di esso..

Se la partizione in costruzione svolgerà solo una funzione decorativa in futuro, non è necessario installare fogli densi, è possibile limitarsi a quelli meno spessi rispetto agli esemplari montati sul muro o destinati all’installazione in una partizione interna con un porta.

Vista del soffitto il muro a secco rispetto al muro ha uno spessore minore e c’è una semplice spiegazione. Il materiale, indipendentemente dal tipo di struttura, è fissato al telaio sospeso, pertanto, per evitare il crollo della struttura, il peso delle lastre dovrebbe essere inferiore a quello degli esemplari destinati a tramezzi e pareti di livellamento.

I tipi più sottili includono cartongesso ad arco. Si usa se si vuole realizzare una struttura con forme curve. A causa dello spessore più piccolo rispetto ai tipi di cartongesso a soffitto e parete, che gli consente di piegarsi, è possibile assemblare modelli con forme ondulate, a cupola o rotonde. Con l’aiuto di un cartongesso ad arco, puoi creare strutture anche con il raggio di curvatura più piccolo senza pieghe. Questo tipo differisce da tutti gli altri non solo per lo spessore, ma anche per la composizione, invece di un intercalare di carta ha strati di fibra di vetro, che danno forza al foglio e influiscono anche sul suo peso.

Ci sono altri parametri che caratterizzano il muro a secco e ne influenzano lo spessore. A seconda dei parametri climatici e delle funzioni assegnate alla progettazione, il GCR comprende vari componenti, grazie ai quali la lastra acquisisce resistenza a vari tipi di impatto.

Foglio resistente all’umidità contrassegnato come VGKL e ha una superficie verde. Viene utilizzato per strutture installate in ambienti con elevati livelli di umidità. La sua resistenza all’acqua è spiegata dalla presenza nella composizione di una soluzione impermeabilizzante, un’impregnazione impregnata che blocca il tasso di assorbimento dell’umidità e agenti antifungini che prevengono la comparsa di muffe. L’uso di VGKL in bagni, piscine, saune è anche giustificato dal fatto che ha uno spessore sufficiente che consente di piastrellare la superficie con piastrelle di ceramica o pietra artificiale.

Tipo di lamiera ignifuga, contrassegnata dai produttori come GKLO, è rosa. La composizione, oltre al gesso, comprende componenti come fibra di vetro e argilla, e c’è anche un liquido sotto forma di cristalli. Ogni componente ha il suo scopo. Il liquido cristallizzato impedisce la propagazione del fuoco e la fibra di vetro e l’argilla aiutano a mantenere la forma dopo che gli strati di cartone sono stati bruciati. La resistenza al fuoco di tale foglio è entro 45 minuti dal momento dell’accensione. Questo tipo di lamiera viene utilizzato se è necessario realizzare un pozzo di ventilazione, un condotto dell’aria, un portale per un camino o una scatola per cavi elettrici..

I fogli contrassegnati con GKLVO hanno tutte le qualità caratteristiche dei tipi resistenti all’umidità e al fuoco.

Appartiene a un tipo speciale foglio di fibra di gesso o pannello di fibra di gesso, caratterizzato da una maggiore resistenza. Oltre al gesso, contiene fibre di cellulosa, grazie alle quali è in grado di sopportare carichi di peso significativi. Un’altra caratteristica distintiva del prodotto fibroso è l’assenza di strati di cartone. Un tipo di normale foglio fibroso è GVLV, che può sopportare non solo carichi significativi, ma è anche resistente all’umidità.

I tipi elencati di cartongesso appartengono ai gruppi principali, più richiesti e più utilizzati. Ma ci sono altri tipi in cui lo spessore è di particolare importanza, poiché l’ambito della loro applicazione è specifico. Come parte di tali fogli, ci sono livelli aggiuntivi che ne determinano lo scopo. Isolanti acustici, isolanti termici, assorbitori di onde elettromagnetiche, nonché prodotti con funzione di protezione dal vento utilizzati per il rivestimento di edifici, hanno una struttura densa e hanno un indicatore di spessore più elevato rispetto alle lastre convenzionali.

Vantaggi e svantaggi

I fogli di cartongesso occupano una posizione di leadership tra gli altri materiali di finitura non a caso, hanno molte qualità positive, grazie alle quali hanno guadagnato la loro popolarità.

È abbastanza semplice lavorare con loro, una persona senza particolari competenze professionali può gestire l’installazione di una struttura convenzionale. È facile da tagliare e avvitare al telaio, l’importante è fare correttamente i segni preliminari. Grazie a varie tipologie di lamiere è possibile assemblare non solo scatole semplici nella forma, livellare pareti e soffitti, ma anche costruisci bellissime pareti divisorie con archi, monta soffitti a due e talvolta a tre livelli, usando per questo esemplari di diverso spessore.

Le lastre in cartongesso, indipendentemente dall’ambito di applicazione, hanno un peso ridotto e quindi le strutture erette da esse non esercitano pressione sui pavimenti se l’installazione viene eseguita in un appartamento e non hanno un effetto negativo sulla fondazione se la struttura è installata in una casa privata.

Indipendentemente dai componenti che compongono il cartongesso, questo materiale è ignifugo, perché la base di qualsiasi lastra è il gesso, e non appartiene a materiali combustibili, anzi, contribuisce all’attenuazione di una fiamma libera e non diffonderlo su altri materiali. La sicurezza antincendio è l’argomento principale a favore della costruzione di pareti divisorie ignifughe nei locali.

Qualsiasi tipo di cartongesso, indipendentemente dallo spessore e dallo scopo, appartiene a materiali di finitura ecocompatibili, non contiene componenti dannosi per la salute umana, il che significa che le strutture in cartongesso possono essere montate in qualsiasi stanza.

Ma questo materiale ha anche i suoi svantaggi. A causa del fatto che il gesso è la base del muro a secco, la sua forza non è così grande come vorremmo. Non funzionerà per utilizzare la superficie del foglio per appendere oggetti con una massa impressionante. Scaffali in legno massello con molti libri, pensili, schermi al plasma e altri oggetti che pesano più di 10 kg di solito richiedono, elementi di fissaggio speciali e se il peso dell’oggetto è superiore a 35 kg, il fissaggio è possibile solo su materiali più durevoli.

Non dimenticare che il gesso, che è la base di qualsiasi foglio, ha un alto grado di idrofobicità, quindi c’è sempre il rischio di perdere la sua forma a causa dell’ammollo..

Anche le lastre resistenti all’umidità, a contatto diretto e prolungato con l’acqua, possono perdere la loro rigidità, per non parlare dei normali pannelli in cartongesso, quindi tutti i tipi di strutture realizzate con cartongesso dovrebbero essere al chiuso.

Dimensioni (modifica)

L’ambito di applicazione del muro a secco è molto ampio. Dato questo fatto, i produttori producono fogli di diversi spessori, larghezze e lunghezze. Quando si acquistano fogli, è necessario tenere conto di tutti i parametri e selezionare il materiale in base alla posizione della struttura futura.

I fogli di cartongesso non differiscono in una varietà speciale in larghezza e lunghezza. La lunghezza dei fogli prodotti dai produttori oggi è compresa tra 2-4 M. Tale corsa è dovuta alla differenza di altezza dei soffitti nelle case. L’altezza di 2,5 m è considerata standard, ma i prodotti con una lunghezza di 2,7 e 3 m non sono meno popolari e richiesti. Meno spesso in vendita ci sono esemplari con una lunghezza di 3,5-4 m, di norma sono realizzati su ordinazione..

Esistono due tipi di fogli in larghezza: 0,6 e 1,2 m.La larghezza meno popolare e richiesta è 0,6 m.Il secondo valore di 1,2 m viene trovato e utilizzato più spesso, quindi è considerato lo standard.

La diffusione in spessore delle lastre di cartongesso è nell’intervallo di 6-24 mm, ma ci sono anche prodotti più densi, utilizzati principalmente per la finitura dei pavimenti, il loro spessore raggiunge i 50 mm (massimo). I provini più sottili hanno uno spessore di parete di 6-6,5 mm (valore minimo), vengono utilizzati per costruire strutture con curve sulla superficie del soffitto.

Per le pareti vengono utilizzati fogli con uno spessore di 12-16 mm e per il soffitto sono sufficienti 9,5 mm. Lo spessore ottimale per la costruzione del muro a secco è considerato uno spessore di 12,5 mm..

L’uso di lastre di diverso spessore, a seconda della posizione, ha senso, perché più è spesso, più peso ha, il che significa che più alta è la struttura, più sottili saranno necessarie per l’installazione.

Come scegliere?

Per scegliere il muro a secco giusto, prima di tutto vengono presi in considerazione il suo scopo e il carico pianificato su di esso..

Se è necessario installare una struttura in bagno, è meglio acquistare fogli resistenti all’umidità (GKLV). Lo spessore del prodotto deve essere selezionato in base alla posizione. Per nicchie e pareti divisorie, i fogli da 12,5 mm a 15 mm sono i più adatti e, per la superficie del soffitto, fogli di spessore non superiore a 9,5 mm con una resistenza simile all’umidità. Non dovresti riassicurarti utilizzando prodotti con uno spessore superiore a 9,5 mm per la superficie del soffitto, poiché esiste la possibilità di crollo della struttura installata, poiché i fogli con uno spessore di 12,5 mm hanno un peso maggiore. Inoltre, il loro costo è leggermente più alto, il che significa che molto più denaro verrà speso per l’acquisto di materiale e, in caso di crollo, verrà sprecato..

Per creare un soffitto a due livelli con curve e archi, vale la pena acquistare uno speciale muro a secco ad arco sottile e per scatole con forme semplici è adatto un soffitto regolare.

Per lavori all’aperto e in ambienti con un alto grado di umidità, le lastre in gessofibra resistenti all’umidità (GVLV) sono più adatte.

Quando si selezionano i fogli per spessore, è necessario prestare attenzione al bordo del materiale. Diversi tipi di bordatura vengono prodotti dai produttori per un motivo.. La successiva lavorazione dei giunti dipende dal tipo di bordo che ha la lastra.

I casi con un bordo dritto sono necessari se il rivestimento della struttura è concepito come uno a due strati e vengono utilizzati come strato interno, dove non è necessario incollare e stuccare i giunti. I prodotti con un bordo assottigliato vengono acquistati se si prevede di utilizzare in futuro nastro rinforzato sui giunti. Per lastre con bordo arrotondato di larghezza 5 mm, non è necessario l’uso di nastro rinforzato in corrispondenza dei giunti se non si prevede di applicare stucco su tutta la superficie del foglio.

Quando si selezionano i fogli, è importante non solo tener conto del loro scopo e posizione, ma anche calcolare correttamente il loro consumo. Conoscendo l’area della struttura della guaina, non sarà affatto difficile farlo..

Una parete divisoria in cartongesso di 5x 2,5 m ha un’area di 12,5 m² e l’area di un foglio standard di 1,2 x 2,5 m è di 3 m². Per formare una partizione, il telaio è rivestito su entrambi i lati, il che significa che l’area coperta dai teli raddoppia e diventa pari a 25 m². Il numero di fogli necessari è calcolato come segue: 25: 3×1,2 (fattore di correzione). Il numero risultante viene arrotondato per eccesso, nel nostro caso saranno necessari 10 fogli.

Se la struttura deve essere rivestita in due strati, la dimensione dell’area della struttura deve essere moltiplicata per 4. Per le superfici del soffitto, il consumo viene calcolato allo stesso modo e per il montaggio dei lati situati attorno al perimetro, alcuni in più cm si aggiungono, di regola, 10-12 per ogni larghezza del foglio.

Suggerimenti e trucchi

La scelta del cartongesso di alta qualità dovrebbe essere affrontata in modo molto approfondito ed estremamente deliberato..

Concentrandosi sui parametri quando si acquistano i fogli, è necessario conoscere esattamente non solo la quantità di materiale, ma anche tenere conto delle dimensioni della stanza in cui è montata la struttura. In stanze piccole con soffitti bassi e una piccola area, è molto difficile lavorare con fogli di grandi dimensioni. È meglio acquistare prodotti con dimensioni standard, soprattutto se la struttura da installare non ha una specificità pronunciata. Inoltre, il costo di tali fogli è molto inferiore a quello delle copie di grandi dimensioni..

Per lo stesso motivo, non dovresti spendere soldi per prodotti con proprietà specifiche, se non ce n’è motivo. Il materiale ignifugo e resistente all’umidità è più costoso del solito e il rivestimento della struttura, che si trova in un luogo asciutto e lontano dal fuoco e dall’acqua, non darà nulla se non spese inutili. È meglio acquistare un normale cartongesso con uno spessore corrispondente alla posizione.

Dovresti acquistare cartongesso da aziende comprovate e consolidate specializzate in materiali da costruzione e che forniscono una lunga garanzia, soggetta a standard operativi.

Non dovresti acquistare materiale in mercati spontanei, c’è il rischio di un acquisto che non soddisfa le caratteristiche tecniche dichiarate e le condizioni di conservazione in tali luoghi, di regola, vengono violate, il che porta invariabilmente a una diminuzione della qualità del prodotto, che , a sua volta, influisce sulla vita utile di intere costruzioni.

Per la partizione dello spessore più piccolo: 50 mm e l’installazione di cartongesso, vedere il seguente video.