Proprietà della colla epossidica e regole per il suo utilizzo

Proprietà della colla epossidica e regole per il suo utilizzo

Uno degli adesivi più utilizzati può essere giustamente chiamato epossidico. È ampiamente utilizzato sia nella vita di tutti i giorni che nell’industria. La chiave della sua popolarità risiede nella sua elevata adesione con la stragrande maggioranza dei materiali da costruzione, durata dell’adesione e resistenza speciale della composizione indurita..

Peculiarità

La colla epossidica è un composto molto richiesto tra i lavoratori dell’industria e i bricolage. Nonostante il moderno mercato delle costruzioni offra costantemente ai consumatori opzioni per giunti più resistenti, la domanda di resina epossidica non sta diminuendo: è ancora ampiamente utilizzata dove è necessario incollare materiali rigidi..

Come suggerisce il nome, il componente principale della sostanza è la resina epossidica, a cui viene aggiunto un indurente. Per la prima volta, la resina epossidica è apparsa sul mercato negli anni ’40 del secolo scorso. Da allora, la tecnologia per la produzione della colla ha subito notevoli cambiamenti, sono state sviluppate moderne tecniche di incollaggio e materiali davvero unici..

Nel segmento delle costruzioni, è possibile trovare una varietà di opzioni per composizioni epossidiche che funzionano in un intervallo di temperatura significativo e consentono di ottenere una connessione con maggiore resistenza e durata..

Entrambi i componenti sono classificati come polimeri a basso peso molecolare, quando vengono combinate, inizia il processo di polimerizzazione completa, in altre parole, le piccole molecole si combinano in quelle più grandi. In questo caso, la polimerizzazione avviene simultaneamente durante l’intera composizione, quindi possiamo tranquillamente affermare che la colla allo stato indurito è un’unica enorme molecola polimerica. In questo caso, la resina funge da sostanza formante massa e l’indurente è responsabile del passaggio della reazione del polimero.

È molto importante che entrambe le sostanze reagiscano rigorosamente prima della produzione dell’adesivo, poiché l’indurimento della resina epossidica è un processo irreversibile che non può essere interrotto e la resina non può essere riportata allo stato originale..

Nell’industria, la polimerizzazione può essere accelerata o rallentata. Nel primo caso si aumenta la temperatura, nel secondo invece si abbassa e si riduce anche la concentrazione dell’indurente..

Di- e poliammine e amminoammidi sono solitamente utilizzate come indurente principale., inoltre, l’effetto desiderato può essere ottenuto aggiungendo modificatori (gomme o resine organosiliciche), anidridi di vari acidi organici, alcune tecnologie prevedono la connessione della resina con complessi di soluzioni acide di Lewis con eteri, nonché ammine.

Il contenuto di ammine primarie o secondarie nella struttura della colla di solito non supera il 7-20% del volume totale della resina e la quota di ammine terziarie è molto inferiore, non più del 5%. Se si utilizzano concentrazioni più elevate di questi componenti, ciò può causare una reazione chimica, a seguito della quale si formano poliesteri dalla resina epossidica..

Le caratteristiche richieste per l’utilizzo come efficace composizione adesiva si possono ottenere utilizzando anidride maleica o ftalica, tutti gli altri reagenti vengono introdotti nella colla in quantità non superiore a 0,85 moli per ogni mole di resina epossidica prelevata.

A volte vengono aggiunti coloranti alla colla.

L’adesivo epossidico ha una migliore adesione alla maggior parte dei tipi di superfici. Aderisce perfettamente su superfici in metallo, plastica, porcellana, ma anche gesso, vetro, legno e ceramica. A causa della consistenza liquefatta e del tipo uniforme di solidificazione, questa composizione viene spesso utilizzata per impregnare tutti i tipi di riempitivi (segatura, trucioli di metallo, tessuto di vetro, carta, ecc.), nonché per le riparazioni nella vita quotidiana, la costruzione di automobili e aerei , modellismo e altri settori..

Una caratteristica distintiva della colla epossidica è la sua resistenza all’acqua, quindi la soluzione è ampiamente utilizzata nell’impermeabilizzazione.

La colla è considerata un eccellente dielettrico, il che porta al suo utilizzo nell’ingegneria elettrica.. È interessante notare che alla fine dell’indurimento, la colla può essere sottoposta a ulteriori lavorazioni, vale a dire: molatura e verniciatura, può essere forata e persino segata. Se necessario, i pigmenti vengono introdotti nella colla prima dell’indurimento, ciò consente di conferire allo strato indurito le proprietà necessarie. La produzione di composti epossidici viene effettuata in conformità con il GOST 10587-84 . stabilito.

Vantaggi e svantaggi

La combinazione di tutti i componenti inclusi nella colla si traduce in una composizione con parametri prestazionali estremamente elevati..

Tra i vantaggi della colla, se ne possono notare diversi.

  • Resistenza alle alte temperature: la colla può resistere al calore fino a 250 gradi senza modificare le sue caratteristiche personalizzate.
  • Resistenza al gelo: la composizione non perde le sue proprietà di consumo durante le gelate regolari fino a -20 gradi. L’adesione può anche resistere a brevi cali di temperatura una tantum a un livello inferiore, pertanto la colla è ampiamente utilizzata per la riparazione e l’installazione di strutture esterne..
  • La cucitura della colla non collassa sotto l’influenza di condizioni meteorologiche avverse, mantiene la sua forza a contatto con sostanze aggressive della gamma benzina e olio.
  • Resistenza all’umidità: l’incollaggio fornisce la massima tenuta e allo stesso tempo non perde le sue caratteristiche fisiche e tecniche sotto l’influenza dell’umidità.
  • Elevata adesione alla stragrande maggioranza dei materiali utilizzati nei lavori di costruzione e finitura e nella vita di tutti i giorni. L’epossidico può persino legare il ferro al cemento, per non parlare di superfici “poco impegnative” come compensato, plastica, vetro, ecc..
  • La colla non si decompone con l’esposizione regolare a tutti i tipi di detergenti e altri prodotti chimici domestici.
  • Allo stato congelato, la composizione è tuttavia alquanto elastica, per cui, in caso di spostamento di parti, la connessione non si rompe..
  • L’adesivo è resistente alle crepe e al ritiro superficiale.

    Tuttavia, il roster ha anche i suoi svantaggi..

    • Per cominciare, dovresti ricordare che la colla epossidica è categoricamente inaccettabile da usare per creare e riparare cose che in qualsiasi modo possono entrare in contatto con il cibo, poiché anche una piccola quantità di sostanze se ingerita può portare ad avvelenamento.
    • La resina epossidica non aderisce a polietilene, teflon e silicone, inoltre, la composizione agisce su queste sostanze in modo distruttivo, modificandone la struttura, la forma e le dimensioni.
    • La colla si indurisce molto rapidamente – molti considerano questo un vantaggio, tuttavia, in alcune situazioni, tale proprietà è vista più come un difetto, poiché in caso di deformazioni ed errori nell’unione delle parti, non sarà più possibile apportare modifiche . Pertanto, uno specialista con una vasta esperienza dovrebbe lavorare con la colla, che è in grado di fare tutto come richiesto la prima volta..
    • Se la colla viene a contatto con la pelle, sarà abbastanza problematico lavarla. Pertanto, si consiglia di utilizzare guanti protettivi quando si lavora con la resina: questa misura ridurrà al minimo il rischio di contatto della resina con le coperture esterne delle mani umane..

    Visualizzazioni

    L’adesivo a base epossidica può essere classificato secondo tre parametri fondamentali: la sua composizione, consistenza finale e possibilità di indurimento..

    Per struttura

    Secondo questo parametro, la colla è divisa in mono e bicomponente:

    • Resina epossidica monocomponente ha una struttura trasparente, contiene una resina liquida o un solvente resinoso. La miscela è confezionata in piccoli tubi e non richiede alcuna preparazione speciale prima dell’uso. La colla monocomponente è ampiamente utilizzata per l’incollaggio efficace di piccole parti, nonché per la sigillatura affidabile di giunti di tubi dell’acqua e tutti i tipi di spazi vuoti.

    La maggior parte dei tipi di adesivi non richiede il preriscaldamento per polimerizzare in modo efficace, ma alcuni marchi “si fissano” solo se esposti a temperature elevate.

    • Adesivo bicomponente – Questo è il tipo di adesivo più comune. Questa colla è in vendita sotto forma di un pacchetto di due tubi: il primo contiene la resina stessa e il secondo contiene un indurente allo stato liquido o in polvere. Prima dell’uso, entrambi i componenti vengono versati insieme e miscelati con una piccola spatola: la composizione preparata deve essere applicata sulla superficie per 60-120 secondi, altrimenti la composizione si indurirà e le proprietà adesive necessarie andranno completamente perse.

    Per coerenza

    La colla epossidica è in vendita sotto forma di pasta o allo stato liquido:

    • Colla liquida, di norma, viene spremuto da un tubo, il suo vantaggio è la sua economia e la capacità di applicare in un punto, questo consente di incollare piccole parti. Tale composizione può essere prodotta anche in siringhe..

    Inoltre, la composizione viene venduta pronta per l’uso, il che significa che non richiede alcun lavoro preparatorio preliminare, questo consente di risparmiare tempo e fatica del maestro..

    • Impasto è una massa plastica che ricorda la semplice plastilina nella trama. Per usarlo nel lavoro, dovresti tagliare un piccolo pezzo, impastarlo e inumidirlo un po ‘con acqua normale a temperatura ambiente, diluendolo alla consistenza di una densa panna acida. La composizione preparata deve essere applicata alla base da incollare..

    Per tipo di stagionatura

    Secondo questo parametro, tutti i tipi di colla differiscono in tre opzioni: la loro differenza è dovuta ai parametri dell’indurente di base nella struttura della colla:

    • Miscele che comprendono una resina diluita, poliammide alifatica e vari plastificanti possono raggiungere il completo indurimento abbastanza rapidamente, possono essere essiccate entro 1-3 giorni ad una temperatura di circa 20 gradi. Allo stesso tempo, la strutturazione di tali composizioni richiede molto più tempo. Per aumentare i parametri di resistenza, si consiglia a tali marchi di colla di sottoporli ulteriormente a un leggero trattamento termico. A proposito, i punti di adesione, che si congelano senza l’influenza delle temperature, si distinguono per una maggiore resistenza agli effetti delle soluzioni acido-base..

    Tuttavia, la loro resistenza si deteriora in modo significativo con l’esposizione prolungata all’umidità, questo è particolarmente vero quando si tratta di incollare legno e altri materiali idrofili..

        • Le versioni modificate della resina epossidica hanno un intervallo di temperatura di solidificazione da +60 a 120 gradi, sono utilizzate per unire metalli, sono caratterizzate da resistenza agli urti e anche una maggiore resistenza a oli, benzina, combustibili liquidi e altri solventi organici.
        • Composizione ad alta temperatura, resistente al calore, extra forte: questa categoria include adesivi, per i quali sono necessarie temperature massime per indurire: da +140 a 300 gradi. Tali composti si distinguono per l’isolamento elettrico e i parametri resistenti al calore..

        Produttori

        Tra i marchi più popolari di adesivi epossidici che sono molto richiesti dai consumatori, ce ne sono alcuni.

        Momento

        “Moment”: questa colla epossidica può essere trovata in qualsiasi negozio di ferramenta e ferramenta a un prezzo molto conveniente. Tale composizione è realizzata in piccoli tubi, il cui peso non supera i 50 ml, nonché in confezioni sfuse: tali adesivi possono essere utilizzati molte volte.

        La colla Moment può essere utilizzata per incollare un’ampia varietà di substrati., è realizzato in più versioni: “secondo” – azione istantanea e “standard” – il cui periodo di indurimento è di circa un giorno. E infatti, e in un altro caso, la presa è forte e durevole.

        Dopo aver aperto il tubo, la colla deve essere conservata a una temperatura non superiore a 25 gradi.

        Contatto

        La colla “Contact” è la seconda composizione epossidica più popolare, ottimale per la riparazione di prodotti che operano in condizioni di elevata umidità, ad esempio per la sigillatura affidabile di giunti di fognature e tubi dell’acqua in un bagno o in cucina, nonché per il fissaggio di ripiani leggeri in una doccia.

        Tale colla si indurisce abbastanza rapidamente – in un paio di minuti..

        Saldatura a freddo

        Saldatura a freddo: questo sottotipo di colla epossidica incolla le superfici metalliche in pochi secondi e il grado di adesione nella sua affidabilità non è in alcun modo inferiore alla forza del trattamento termico. A contatto con la colla gli angoli delle lamiere non sono soggetti a deformazione, inoltre, grazie alla colla, è possibile unire tra loro leghe non soggette a saldatura.

        EPD

        L’EDP è un altro popolare grado epossidico utilizzato su un’ampia varietà di superfici, dalla porcellana al metallo. Le recensioni dei consumatori distinguono inequivocabilmente questo tipo di colla come ottimale in termini di prezzo – qualità e versatile in termini di portata. Questa colla ha trovato applicazione nella vita di tutti i giorni, così come per la riparazione di veicoli, l’eliminazione di crepe in tutti i tipi di impianti idraulici, modellismo e simili..

        Gli utenti notano anche l’alta qualità dei composti epossidici Klass e Ultima..

        Ambito di applicazione

        Versatilità degli adesivi epossidici adesione eccezionale a un’ampia varietà di substrati lo causa utilizzare in un’ampia varietà di industrie e segmenti industriali.

        • Nella costruzione, questa composizione viene utilizzata per fissare ponti in cemento armato, nonché pannelli a tre strati, la colla viene utilizzata per fissare pannelli in ceramica, unire calcestruzzo con vari metalli e simili..
        • Nell’ingegneria meccanica, la colla funge da partecipante obbligatorio al ciclo tecnologico nella produzione di utensili abrasivi, nonché per le attrezzature tecniche, il fissaggio delle pastiglie dei freni e la produzione di elementi in plastica per rivestimenti metallici. La colla trova largo impiego per riparare un serbatoio di benzina, oltre che per eseguire lavori di carrozzeria, eliminando difetti al cambio ed eventuali pelli.
        • Nell’industria aeronautica: utilizzando la colla, diventa possibile formare giunti saldati con colla durante la creazione di aeromobili, nonché per creare pannelli solari e formare una protezione termica esterna e interna.
        • Nella costruzione navale, gli adesivi vengono utilizzati per assemblare dispositivi per il nuoto in fibra di vetro, nonché per formare gruppi di rinforzo con carichi maggiori e creare una barriera impermeabile. Gli adesivi vengono utilizzati per realizzare rivestimenti per scafi di barche e yacht con rinforzo in fibra di vetro.
        • Inoltre, la resina epossidica viene utilizzata nell’ingegneria radio ed elettrica, nella produzione di vetro e in altre industrie come mezzo per l’impregnazione. L’uso di resine aumenta significativamente la resistenza del materiale e la qualità dell’adesione e crea anche protezione dall’umidità.

        Le resine ad alto punto di fusione sono utilizzate come impermeabilizzazione affidabile di pareti e pavimenti in ambienti con elevata umidità, come piscine, bagni e docce, nonché in scantinati e cantine.

        La colla è davvero indispensabile per la ristrutturazione e la decorazione, Poiché le resine ottengono rilievo e mantengono perfettamente la loro forma una volta solidificate, possono essere carteggiate, segate e tagliate, in modo da poter dare alla composizione la forma e la consistenza desiderate. Uso anche la colla nel ricamo.

        La ragione di tale popolarità della resina epossidica è ovvia: è una conseguenza della versatilità della colla, della sua disponibilità nell’uso, della facilità d’uso e dell’elevata efficienza..

        quanto si asciuga??

        Separatamente, vale la pena soffermarsi sul regime di temperatura, che resiste alla colla epossidica e mantiene le sue caratteristiche fisiche e tecniche. Anche per il normale lavoro con il materiale, dovrebbe essere riscaldato, la temperatura di utilizzo è di circa 70 gradi.

        La temperatura massima consentita per la colla epossidica è di 250 gradi, e il minimo è a -20. Tale resistenza al calore e al gelo è diventata uno dei motivi principali per cui una composizione a base di resine epossidiche viene utilizzata non solo nella vita di tutti i giorni, ma anche nell’edilizia, nell’industria, nella modellistica aeronautica e navale..

        Di solito, la resina epossidica si asciuga per circa un giorno, ma la velocità di indurimento dipende in gran parte dalla correttezza della tecnologia di preparazione della colla. Prima di iniziare il lavoro, è molto importante capire bene come diluire la resina e tutti i componenti aggiuntivi disponibili nella sua struttura in modo che la composizione risultante soddisfi tutti gli standard tecnici richiesti.

        Di norma, la resina è piuttosto densa, quindi non è facile mescolarla con l’indurente., per prima cosa, metti il ​​tubo in un contenitore di acqua calda, assicurandoti che il liquido non venga a contatto con la resina. Dopo il riscaldamento, puoi iniziare a sciogliere la colla – mentre le proporzioni di resina e indurente utilizzate, di norma, sono indicate sulla confezione e sono 5 a 1 per alcuni prodotti e 10 a 1 per altri.

        Se le proporzioni consigliate non vengono osservate, il periodo di indurimento aumenta in modo significativo e la forza di adesione, al contrario, diminuisce..

        Consigli

        Qualsiasi contatto con resine epossidiche deve seguire le norme di sicurezza. Le precauzioni standard saranno l’uso di maschere protettive con filtri al carbone per tenere fuori i vapori pericolosi..

        Si consiglia alle persone con una maggiore sensibilità della pelle di indossare guanti di gomma, tuttavia, possono essere indossati in ogni caso, poiché la colla che si deposita sulla pelle viene pulita con grande difficoltà.

        Tutti i lavori devono essere eseguiti all’aperto o in un’area ben ventilata..

          Non lasciare la colla aperta, poiché emette sostanze volatili che possono danneggiare la salute di bambini e adulti..

          Evita di metterti la colla negli occhi. Se ciò accade, cerca un aiuto medico qualificato, poiché è impossibile lavare via la colla dall’occhio da solo..

          La colla non deve essere utilizzata per riparare i prodotti che entreranno in contatto con il cibo, altrimenti resine e solventi entreranno nel corpo, il che spesso porta all’avvelenamento.

          Il seguente video ti dirà di più sull’uso della colla epossidica..