Intonaco di finitura: tipi e caratteristiche dell’applicazione

Intonaco di finitura: tipi e caratteristiche dell'applicazione

Dipingere pareti e applicare altri rivestimenti su di esse richiede una preparazione speciale (allineamento, eliminazione dei difetti). Spesso viene utilizzata una composizione di gesso per questo scopo. Ma l’intonaco di finitura merita una considerazione speciale, è lei che completa la preparazione per la finitura finale. Inoltre, a volte tali formulazioni possono fungere da rivestimento di finitura. In ogni caso, è necessario conoscere le caratteristiche chiave dell’utilizzo degli intonaci di finitura, almeno per un controllo sicuro del lavoro degli specialisti..

Peculiarità

La preparazione delle superfici intonacate per l’incollaggio di vari pannelli e carte da parati è stata inizialmente la fase più dispendiosa in termini di tempo e molto importante. Ma l’esperienza mostra che con la dovuta diligenza è possibile eseguire correttamente tutto il lavoro, senza nemmeno rivolgersi a professionisti.. La finitura è un tipo di superficie che consente di:

  • dipingere le pareti;
  • coprirli con calce;
  • usa carta da parati liquida.

Se inizi immediatamente a finire sul terreno e sulla maggior parte dell’intonaco, il suo restringimento e la granulometria significativa non daranno un buon risultato. Questo non è sorprendente; potresti anche provare ad incollare la carta da parati su carta vetrata a grana media. La curvatura e l’irregolarità delle pareti si troveranno invariabilmente.

L’intonaco finale crea uno sfondo quasi perfettamente piatto, soprattutto quando si utilizzano rulli per pittura a pelo lungo.

altri metodi

L’intonacatura di finitura, va notato, ha alternative. Questa è l’applicazione di più mani di primer sulle parti meno riuscite del rivestimento. Inoltre, tagliando manualmente i punti sporgenti usando carta vetrata. Questo metodo aiuta se la regolazione non è stata effettuata durante il livellamento dello strato di intonaco principale. Il problema è che anche con un’attenta esecuzione di ogni operazione, potrebbero esserci ancora ritiri o sollevamenti irregolari, potrebbero verificarsi deviazioni dalla geometria.. Pertanto, l’intonacatura finale è d’obbligo..

Composizione

Se puoi dedicare molte ore (giorni) alla lavorazione delle pareti e c’è l’intenzione di provare i tuoi talenti creativi, puoi provare a scegliere tu stesso la miscela di intonaco di finitura. Si seleziona variando le proporzioni:

  • sabbia da rocce di quarzo (ben setacciata e sempre la frazione più piccola);
  • legante cemento Portland M400;
  • Colla vinilica (dovrebbe essercene pochissima).

Ma va tenuto presente che tali combinazioni consentono di ottenere solo superfici uniformi e massimamente lisce, principalmente sporgenti come rivestimento per una finitura più perfetta. Se il compito è ottenere un aspetto originale, vengono utilizzati riempitivi speciali.

    L’effetto opalescente e il motivo marmoreo si formano a causa dell’introduzione di vetro smerigliato, polvere di calcite e tutti i tipi di pigmenti. Quando esiste già un’azienda di cui ti puoi fidare, dovresti acquistare da essa composti di finitura o superfinitura già pronti, nonché la quantità richiesta di primer a base acrilica. Un tale passo sarà sicuramente più affidabile degli esperimenti spontanei. Anche i fai-da-te esperti non possono ottenere lo stesso successo dei tecnologi qualificati..

    Applicazione della composizione

    È del tutto possibile applicare un materiale di finitura alla massa essiccata e parzialmente indurita dell’intonaco principale. Ma prima di ciò, devi assolutamente verificare con la regola. Sì, uno strumento del genere è stato utilizzato per molto tempo nella pittura e nella decorazione dell’artigianato, eppure è più affidabile, più pratico di qualsiasi cosa creata successivamente dagli ingegneri. Non è necessario utilizzare un pennarello per contrassegnare le aree che sollevano determinate domande: qualsiasi matita è sufficiente.

    Le colline più grandi vengono accuratamente rimosse con strumenti non troppo affilati o smeriglio a grana media; dopo tale manipolazione, è necessario un ulteriore controllo.

    Vengono segnati i bordi delle depressioni più profonde e i frammenti più curvi della parete, quindi applicati sopra una composizione a base acrilica. L’errore grossolano è tagliare parti significative dell’intonaco principale con lame di cazzuola o righelli d’acciaio. Tale consiglio è dato da maestri laici che seguono il percorso di minor resistenza. L’unico risultato di tali sforzi è il brutto aspetto del materiale incrinato..

    Lavorare con alcuni tipi di miscele

    L’intonaco di finitura per la pittura o per la carta da parati viene spalmato sulle pareti con uno strato uniformemente sottile (0,2-0,5 cm), quindi viene inoltre stirato con una cazzuola. Se non viene utilizzato un materiale liscio, ma un “bostrico”, inizialmente lavorano con una piccola area (circa 1 mq, con precisione visiva), su cui si ottiene il rilievo desiderato. Il primo strumento in questo caso è una cazzuola. Per la sagomatura finale si consiglia l’utilizzo di una spatola da costruzione in plastica. Tutte queste manipolazioni vengono eseguite con le tue mani in modo facile e sicuro, devi solo conoscere il processo e non aver paura.

    Se il compito è imitare l’aspetto del tessuto, della pietra naturale o di altri materiali, non è necessario pensare di completare l’opera in una volta sola. Si scompone necessariamente in due operazioni complementari.

    Innanzitutto, la miscela copre il muro e il rilievo viene creato utilizzando gli strumenti. Successivamente, il rivestimento viene asciugato naturalmente senza rafforzarlo con asciugacapelli e altri dispositivi per un giorno esatto. Quindi occupano il secondo strato, che ha necessariamente un colore diverso dal primo..

    Quando si lavora con gli stucchi veneziani, ci possono essere da 2 a 4 metodi di lavoro, questo è determinato dall’esatto tipo di miscela e dagli effetti target. Innanzitutto, la massa viene distribuita lungo le pareti e questo dovrebbe essere fatto con tratti brevi, senza intoppi. Non appena sono trascorsi 120 minuti, la composizione dovrebbe essere allungata e dovrebbe essere formato il suo rilievo. Successivamente, lavorano con il secondo strato, anch’esso estratto, ottenendo la traslucenza della base.. Quando è stato eseguito il numero richiesto di manipolazioni, il muro dovrebbe asciugarsi per 24 ore.

    Una borsa standard di “Prospectors” con un uso attento è sufficiente per 20 m²; Per quanto riguarda i punti deboli del rivestimento, il più importante è associato a una bassa vitalità dopo la preparazione. Di conseguenza, dovrai fare un po’ di lavoro o formare una grande squadra. La finitura KR è una miscela polimerica, la tara tipica varia da 3 a 20 kg, quindi non è difficile scegliere la porzione ottimale per risolvere un compito specifico.

    Come nel caso precedente, tutto ciò che viene preparato dovrà essere applicato immediatamente o gettato in discarica. Copertura 1 mq. m di superficie possono essere 500-2500 g di impasto, il valore esatto è determinato dallo spessore degli strati.

    Non importa se si decide di sostituire o meno la composizione della fabbrica con una fatta da sé: i principi del lavoro rimangono invariati.

    Avrai sicuramente bisogno di spatole di tutte le dimensioni (per lavori fini e ruvidi), nonché una spatola speciale per manipolare gli angoli. La composizione viene miscelata con un trapano con un ugello speciale e la geometria del rivestimento viene verificata con i livelli dell’edificio. Non puoi fare a meno degli stracci che non sono necessari in casa (lavano l’impasto caduto in punti non adatti alla finitura) e della carta vetrata (per correggere gli errori). Importante: se prima del lavoro, inumidisci leggermente le pareti con acqua usando gli stessi stracci, l’adesione aumenterà e il contenuto di polvere diminuirà..

    Quando si lavora con pareti in cui vengono utilizzati cartongesso, blocchi di cemento o con una base in mattoni, l’applicazione della miscela dal basso verso l’alto è la soluzione più pratica. Si consiglia di tenere lo strumento ad angolo acuto rispetto al piano della parete e di non estrarlo. Questo approccio garantisce una superficie piana.

    Quando il muro è completamente asciutto, viene strofinato e strutturato. Questo completa il lavoro con intonaco di finitura di fabbrica o artigianale..

    Nel video qui sotto, guarda il processo di applicazione dell’intonaco di finitura..