Caratteristiche dell’intonacatura

Caratteristiche dell'intonacatura

Qualsiasi revisione importante in un appartamento o in una casa deve affrontare il processo di intonacatura delle pareti. Il gesso consente di eliminare efficacemente eventuali irregolarità e difetti superficiali. Tuttavia, per l’elaborazione indipendente di alta qualità di pareti o soffitti, sono necessarie conoscenze teoriche, esperienza pratica e aderenza alla sequenza delle fasi di lavoro..

Peculiarità

Prima di intonacare le superfici, è necessario definire chiaramente lo scopo. Miscele per diversi tipi di finiture differiscono per composizione e proprietà. I lavori di intonacatura possono essere eseguiti all’interno e all’esterno della casa. A seconda di ciò, i produttori offrono diverse opzioni per le soluzioni..

Per aumentare la durata e garantire un rivestimento di alta qualità, è necessario seguire le regole per l’applicazione della miscela e la preparazione delle superfici..

Temperatura e umidità

Le condizioni di temperatura e il grado di umidità sono fattori importanti.. Gli esperti consigliano di eseguire lavori interni a una temperatura compresa tra 15 e 25 gradi, per garantire la plasticità della soluzione. Se è necessario eseguire lavori all’aperto al caldo, si consiglia di inumidire ulteriormente la superficie spruzzandola con acqua. Ciò impedirà all’intonaco di rompersi..

Materiale della parete

Le sfumature delle basi per intonaco di materiali diversi sono diverse. I produttori tengono conto di queste caratteristiche e offrono un vasto assortimento di materiali per intonaco, che hanno istruzioni che indicano proporzioni e raccomandazioni per l’uso..

Mattone

Tipicamente, in questi casi, viene utilizzata una miscela a base di cemento. Le proporzioni sono selezionate individualmente. Molto spesso, vengono prese 3 o 4 parti di sabbia per una parte di cemento, che deve essere setacciata per la pulizia. La composizione viene versata con acqua in modo che la consistenza sia densa e plastica.

Per aumentare la plasticità e la resistenza all’umidità, la soluzione viene aggiunta alla calce.. Per lavori all’aperto, questo additivo è necessario. In questo caso, vengono prese 1 o 2 parti di pasta di calce e da 5 a 7 parti di sabbia per 1 parte di cemento. Il processo di miscelazione è estremamente importante. Per prima cosa si mescolano le parti asciutte (cemento e sabbia), solo dopo si aggiunge la calce diluita con acqua.

Gli esperti sconsigliano di applicare uno strato superiore a 3 cm su un muro di mattoni.

Per rinforzarlo, è meglio usare una rete metallica come rinforzo. Poiché il mattone di rivestimento ha i lati lisci, è difficile applicare l’intonaco su di esso. Per aumentare l’adesione alla superficie, si consiglia di preprimere la base con composti speciali. E usa anche una rete di rinforzo.

Fondazioni in calcestruzzo

Il problema principale con le superfici in calcestruzzo durante l’intonacatura è la levigatezza. Pertanto, prima del lavoro, è necessario pretrattarli con composizioni di terreno a base di quarzo. Ciò aggiungerà ruvidità e migliorerà l’adesione.. Quando si lavora con il calcestruzzo, viene utilizzato intonaco a base di cemento. Il suo utilizzo è più appropriato in presenza di rugosità, poiché non è richiesta alcuna azione aggiuntiva, tranne l’applicazione di un primer..

In questi casi si possono utilizzare intonaci tradizionali in gesso..

Se la superficie del calcestruzzo è liscia, gli esperti consigliano di utilizzare una miscela di gesso e calce. Di solito contiene 1 parte di gesso a 3/4 parte di calce. Tale soluzione si asciuga rapidamente, quindi, quando si lavora, è necessario inumidire la superficie e non mescolare immediatamente un grande volume.

La sequenza di miscelazione è importante. Innanzitutto, gesso e calce vengono diluiti con acqua separatamente l’uno dall’altro, quindi la miscela di calce viene versata in un intonaco di gesso e impastata fino a renderla omogenea.

I professionisti prestano attenzione al fatto che la lavorazione di eventuali supporti in calcestruzzo deve essere necessariamente preceduta dal processo di applicazione di un primer a penetrazione profonda..

Calcestruzzo aerato

Il gas e il calcestruzzo espanso sono i materiali più semplici per l’intonacatura. La fase preliminare è l’adescamento delle pareti con composti a penetrazione profonda. Tali superfici possono essere intonacate con qualsiasi miscela: cemento, gesso, calce. Se necessario, utilizzare una rete di rinforzo in fibra di vetro “serpyanka”.

Superfici in legno

L’intonacatura delle basi in legno è un processo ad alta intensità di lavoro.

  • Prima di tutto, è necessario trattare il legno con antisettici, che escluderanno la comparsa di funghi e muffe..
  • Nella seconda fase di preparazione, vengono infilate sulla superficie delle piccole stecche di legno a forma di rete di ciottoli. È invece consentito utilizzare una maglia di catena metallica con uno spessore di 3 mm o più. Gli esperti sottolineano che deve essere fissato utilizzando guide speciali (non al muro stesso).

Poiché il legno ha una struttura fibrosa, qualsiasi tipo di malta andrà bene per l’intonacatura. La versione classica è a base di cemento, ma sono accettabili composizioni cemento-calce e calce-gesso.

Tipi di gesso

Prima di eseguire riparazioni in casa, è necessario armarsi di conoscenze sui tipi di intonaco. Per posizione, le composizioni di facciate vengono utilizzate per lavori all’aperto. I mix interni sono destinati alla decorazione d’interni. I materiali per intonaco variano nello scopo.

Tradizionale

Questi sono intonaci ordinari, sono destinati al livellamento delle pareti. Il compito principale è preparare la base per ulteriori decorazioni con carta da parati, piastrelle o pannelli. Di conseguenza, è necessario ottenere uno strato che resista all’influenza di vari fattori..

In base alla composizione, si possono distinguere diversi tipi:

  • Cemento-sabbia. La versione classica, che si è affermata in molti anni di pratica applicativa. Ugualmente adatto per uso interno ed esterno. Una composizione relativamente economica, se adeguatamente preparata e applicata, durerà per molti anni. L’unico inconveniente è l’umidità dell’intonaco..
  • cemento-calce. Si basa su una composizione cemento-calce, che è integrata con calce e additivi sintetici. La malta di calce fornisce plasticità, additivi sintetici – forza e resistenza a varie influenze. Tipicamente applicabile per substrati di facciata.

  • Lime-sabbia l’intonaco si è affermato come decorazione d’interni, poiché la composizione è meno resistente.
  • Lime-gesso universale, adatto a qualsiasi tipo di supporto, ad eccezione del calcestruzzo. Inoltre, ha un alto coefficiente di resistenza all’umidità.

  • Mortaio più spesso usato come una versione grezza della decorazione murale. Non è adatto per esterni e ambienti con elevata umidità, non sono consigliati per livellare supporti in gesso.
  • Mix di gesso adatto per livellare superfici in interni. Con il suo aiuto, puoi ottenere una base perfettamente piatta. Lo svantaggio è il basso grado di resistenza all’umidità.

Specializzato

L’intonaco speciale ha funzioni protettive. Viene utilizzato come isolamento termico, acustico e dall’umidità. Funge da schermo contro vari tipi di radiazioni. Esistono diversi tipi popolari di cerotti specializzati..

Isolamento termico

L’isolamento termico è il tipo più comune utilizzato per lavori esterni ed interni. È pratico, sicuro e funzionale. La composizione consente al materiale di adattarsi bene a substrati con qualsiasi superficie. La caratteristica principale della soluzione è la viscosità.

I filler con una struttura porosa aiutano a trattenere il calore.. Per questo, vengono utilizzati diversi materiali:

  • Vetro schiuma, che è sabbia di quarzo schiumata sotto l’influenza dell’alta temperatura. Il materiale è caratterizzato da incombustibilità, basso assorbimento d’acqua, resistenza al ritiro.
  • Vermiculite ottenuto in modo simile dalla mica. È resistente al calore, ma l’elevata igroscopicità riduce la domanda dei consumatori.
  • perlite formato dalla cottura di vetro vulcanico. La porosità consente al materiale di ridurre i livelli di rumore nella stanza e trattenere il calore. Ha lo stesso svantaggio della vermiculite e quindi richiede un rivestimento protettivo.
  • Polistirene espanso contiene tutti i vantaggi dei materiali sopra descritti, è resistente all’umidità. Tuttavia, è infiammabile, quindi il suo uso è limitato..
  • Segatura – l’opzione più economica, ecologica ed efficiente.

È meglio usarli solo per lavori interni..

    Il composto isolante termico viene utilizzato come strato aggiuntivo, che si consiglia di applicare con uno spessore non superiore a 50 mm. Altrimenti, la miscela scivolerà dalla base sotto il suo stesso peso. L’intonaco caldo può fornire un buon isolamento durante l’intonacatura delle pareti all’interno e all’esterno..

    Acustico

    L’intonaco fonoassorbente viene spesso utilizzato per trattare le pareti di grandi laboratori e sale da concerto. Contiene additivi speciali (argilla espansa, pomice, scorie). Per gli interni privati, la soluzione è anche appropriata, soprattutto quando si rifinisce con marmo o piastrelle, poiché ridurrà l’eco della stanza.

    Una condizione importante è il rispetto di alcune regole. Ad esempio, le superfici devono essere prima primerizzate in più strati, non ci dovrebbero essere differenze di temperatura durante l’asciugatura. Poiché le superfici trattate con intonaco acustico non possono essere tinteggiate, vengono ricoperte con tessuto o ricoperte con griglie decorative.

    Impermeabilizzazione

    La miscela impermeabilizzante è destinata all’uso in ambienti umidi (bagni, docce, balconi e scantinati). Contiene una base astringente (es. cemento), riempitivo e vari additivi minerali o sintetici.

    Protezione dai raggi X

    La varietà protettiva ai raggi X è caratterizzata dalla presenza di concentrato di barite, che può sostituire lo schermo di piombo. Lo strato non deve presentare giunti, pertanto va applicato una sola volta fino a 50 mm di spessore. È importante osservare un regime di temperatura di almeno 15 gradi.

    Resistente agli acidi

    L’intonaco resistente agli acidi viene utilizzato quando è necessario proteggere le superfici dagli effetti di vari prodotti chimici. La soluzione contiene vetro di potassio, farina di pietra e sabbia di quarzite. Lo strato principale è ricoperto sopra con ulteriore sabbia cementizia per protezione, lavorazione mediante stiratura.

    Decorativo

    L’intonaco decorativo, di regola, è un materiale di finitura e funge da decorazione all’interno. Il gesso può essere strutturale, strutturato e veneziano. Quest’ultimo tipo viene utilizzato solo per la decorazione d’interni. La composizione della miscela strutturale è caratterizzata dalla presenza di silicati o acrilici, nonché altri additivi che aggiungono volume alle superfici..

    Per gli stessi scopi, ci sono diversi modi di applicare l’intonaco..

    Una caratteristica distintiva della composizione testurizzata è la plasticità. Consente di creare disegni, simulare vari materiali. L’arredamento realizzato con tale intonaco non è solo esteticamente gradevole, ma consente anche di nascondere le imperfezioni delle pareti. I designer aggiungono una varietà di fibre tessili e vegetali, scaglie di pietra, perline di vetro, paillettes e molto altro alle miscele testurizzate..

    Gli esperti consigliano su base obbligatoria di eseguire un trattamento preliminare delle basi decorate con antisettici. È importante coprire lo strato di intonaco sopra con composti protettivi in ​​modo che non si formino muffe e funghi.

    Per l’effetto della trama “pelliccia”, “bostrico”, “intonaco veneziano”, è possibile acquistare strumenti speciali. La varietà veneziana di intonaco è unica. Imita il marmo per la polvere di marmo che ne fa parte. Il costo di un tale rivestimento di finitura non è alla portata di tutti, ma questo intonaco sembra lussuoso e sorprendente. La parte superiore è ricoperta di cera per donare lucentezza, enfatizzare la profondità e proteggere dai danni. Puoi preparare una tale composizione da uno stucco.

    Per componente di colla

    A seconda del componente legante, le miscele di gesso sono suddivise in diverse varietà:

    • Acrilico contiene resina acrilica, che conferisce plasticità alla massa. Questa proprietà determina la levigatezza e la resistenza del rivestimento. Lo svantaggio è il basso grado di permeabilità al vapore e l’esposizione alla luce ultravioletta..
    • Minerale è a base di cemento. Pertanto, nel tempo, la resistenza del rivestimento aumenta. I vantaggi includono il costo relativamente basso e l’immunità alla luce solare, gli svantaggi – bassa resistenza alle sollecitazioni meccaniche.

    • Silicone caratterizzato da un’eccellente resistenza all’umidità e plasticità, che è fornita dalla resina sintetica. Può essere dipinto in diversi colori, si possono ottenere diverse trame..
    • Silicato contiene vetro liquido, quindi è durevole, ignifugo e resistente all’umidità elevata. Ha la durata più lunga, raggiungendo i 50 anni.

    Metodi di allineamento del muro

    Il compito principale dell’intonaco è livellare le superfici. Per fare ciò, devi prima misurare la curvatura usando un livello di edificio. Se la differenza è inferiore a un centimetro, puoi usare uno stucco. È meglio eliminare deviazioni significative con l’intonaco..

    Di norma, ci sono due modi per livellare i muri..

    Con i fari

    Se le irregolarità sono significative e la superficie è ampia, non puoi fare a meno dei beacon. Permettono di vedere lo spessore dello strato di intonaco da applicare. Innanzitutto, è necessario contrassegnare il luogo dell’intonacatura. Quindi è necessario installare le prime parti del faro vicino al soffitto e vicino al pavimento, ad esempio avvitare le viti autofilettanti.

    Le corde sono tirate tra di loro. La distanza tra la base e il cavo è arbitraria (la cosa principale è che non si toccano). Più avanti lungo il cavo, la guida è fissata verticalmente usando gesso di Parigi per questo. Di solito, i primi profili vengono posizionati negli angoli, quelli intermedi – paralleli tra loro con un passo fino a 1,5 m, a seconda delle dimensioni della regola.

    Il controllo della verticalità viene effettuato tramite filo a piombo. L’intonaco viene applicato gradualmente da faro a faro. Dopo che la malta si è indurita, i profili dei fari vengono rimossi. I vuoti risultanti sono riempiti con intonaco. Successivamente, l’intera superficie viene lucidata, ottenendo levigatezza.

    Senza fari

    Questo metodo è più semplice del precedente, poiché elimina i passaggi preparatori per l’installazione dei beacon. Inoltre, l’intonaco viene applicato in uno strato sottile, che consente di risparmiare materiale. ma questo metodo è appropriato solo se ci sono lievi irregolarità:

    • Nella fase iniziale, la superficie viene innescata, grandi buche, graffi e scheggiature vengono stuccate.

    • Successivamente, applica la soluzione in tre fasi, lasciando asciugare ogni strato. Il primo viene lanciato con una cazzuola. Il suo spessore dipende dal tipo di materiale con cui è realizzata la base. La regola aiuta a correggere le irregolarità, la cazzuola aiuterà ad allungare l’intonaco lungo l’intera parete. Il secondo strato viene applicato con cura con una spatola larga, il suo spessore non deve superare gli 8 mm. Il suo compito è il massimo allineamento. La terza fase finale è progettata per ottenere la levigatezza. Il suo spessore è di 1-2 mm. Meglio applicarlo su una seconda mano leggermente umida..

    Allinea gli angoli

    L’intonacatura degli angoli è un processo complesso che non è soggetto a tutti. Invece dei fari, puoi usare una superficie tagliata di un muro perpendicolare e un quadrato o una regola. Prima di iniziare il lavoro, è importante che l’area principale delle pareti sia già stata elaborata e preparata..

    Gli angoli stessi devono essere innescati con una soluzione a penetrazione profonda.

    Interno

    In questo caso, ci sono due casi di intonacatura: con l’allineamento di entrambe le superfici o una. Nel secondo, viene elaborata una parete dell’angolo interno. La soluzione viene applicata nel solito modo, dopo di che viene allungata con una regola dall’angolo lungo la base. Quindi strofinare l’angolo su e giù con una spatola angolare. Come rinforzo, puoi utilizzare una rete di rinforzo o uno speciale profilo metallico forato.

    Esterno

    Gli angoli esterni sono intonacati allo stesso modo. Il metodo non è molto diverso dal precedente. I produttori di materiali da costruzione offrono di facilitare il compito utilizzando un profilo metallico perforato, che ti permetterà di ottenere un angolo esterno uniforme e affidabile. Attaccalo al cemento o all’intonaco. È possibile utilizzare il metodo senza elementi ausiliari. In questo caso, prima viene intonacata una parete e poi l’altra. È importante assicurarsi che la superficie sia livellata..

    Strumenti e materiali necessari

    Prima dell’intonacatura, è necessario preparare tutti gli strumenti e i materiali che saranno necessari nella fase preparatoria, durante il lavoro e durante la finitura. Puoi elencare i più comunemente usati.

    Questi includono:

    • Malta;
    • stucco;
    • soluzione del suolo;
    • fari di diverse dimensioni;
    • profilo forato angolare;
    • rete di rinforzo;
    • perforatore e attacco mixer per la miscelazione;
    • aereo;

    • Bulgaro;
    • varie grattugie;
    • forbici per metallo per tagliare i fari;
    • set di cacciaviti;
    • livello dell’edificio;
    • filo a piombo;
    • regola;
    • cazzuola.

    • diverse spatole;
    • tasselli, viti, viti;
    • rullo e pennello per l’applicazione di un primer;
    • contenitori per diluizione e miscelazione;
    • metro a nastro, matita o gesso per segnare;
    • guanti protettivi;
    • copricapo.

    Marcature murali e primer

    Prima di iniziare a lavorare con l’intonaco, devi segnare le pareti.

    markup

    Nella fase iniziale, viene eseguita la preparazione. Dovrebbe essere eseguito esaminando le pareti usando un livello dell’edificio e un filo a piombo. Allo stesso modo, vengono rilevate deviazioni, che sono contrassegnate da un indicatore. In caso di urti significativi superiori a 3 cm, è meglio tagliarli con una smerigliatrice. Stucco per recessi.

    Dopo il completamento dei lavori preparatori, iniziano il markup per l’installazione dei beacon.

    Iniziano con i beacon estremi (ad angolo):

    • Per fare ciò, ritirati dall’angolo di 30 cm in ogni direzione.
    • Viene tracciata una linea verticale dall’alto verso il basso, da cui viene tracciata la successiva linea parallela a una distanza di 1,5-1,6 m (e così via fino alla fine della superficie). La distanza tra i beacon dovrebbe essere tale che sia conveniente lavorare con la regola.
    • Per uno strumento con una lunghezza di 2 metri, viene posata una larghezza di circa 1,5 metri.
    • Dovresti fare un passo indietro di 15 cm dal pavimento e dal soffitto per installare le viti autofilettanti. Saranno decisive per i fari. Per prima cosa, tira le corde orizzontali vicino al pavimento e al soffitto.
    • All’intersezione dei cavi con segni verticali, è necessario avvitare i tasselli. Saranno necessari per installare i beacon.

    Primer

    L’adescamento è una fase preparatoria obbligatoria prima dell’intonacatura delle superfici. Questo processo aumenta l’adesione tra l’impasto di intonaco e il supporto, rimuove la polvere e riduce l’assorbimento di umidità dalla malta. Inoltre, il primer funge da antisettico, migliora la ventilazione delle pareti, prolunga la vita del rivestimento..

    I produttori nelle istruzioni per il prodotto descrivono in dettaglio come diluire il primer, come applicarlo e per quali materiali è adatto. Per superfici particolarmente lisce e porose vengono utilizzate mescole a penetrazione profonda. È meglio applicare il primer in più strati, lasciando asciugare il precedente entro poche ore. Quando si applica la finitura, è meglio lasciare la base durante la notte (circa 10 ore).

    Montare i fari

    L’installazione dei beacon può essere eseguita solo dopo che lo strato di terreno si è asciugato. Per livellare superfici orizzontali o verticali, è necessario regolare lo spessore dello strato di intonaco. Ciò è particolarmente vero con irregolarità significative. Per tali scopi, vengono utilizzati i beacon..

    Sono diversi:

    • Realizzato in metallo. I fari metallici sono profili metallici zincati perforati. Secondo lo standard, la lunghezza è di 3 metri, la profondità va da 3,6 a 10 mm. Fissare i fari al muro con le viti. I profili Beacon sono progettati per controllare lo spessore dell’intonaco applicato. Dopo l’intonacatura, vengono rimossi..
    • Dal gesso. I fari in gesso differiscono da quelli in metallo in quanto non devono essere rimossi dopo aver intonacato la superficie. Pertanto, si ritiene che questo metodo sia più economico. Le parti del faro in gesso possono essere realizzate a mano. Di conseguenza, sulla superficie si forma una verticale di intonaco, che funge da faro..
    • Fatto di plastica. I fari di plastica sono analoghi a quelli di metallo. Il materiale per loro è plastica ad alta resistenza. Il processo di fissaggio è simile all’installazione di profili metallici zincati. Il principale svantaggio di tali fari è la fragilità, quindi non dovresti colpirli duramente con la regola quando intonaca la superficie..

    Installazione di segnalatori luminosi in metallo e plastica

    Quando si segna la superficie vicino al pavimento e al soffitto, le viti sono avvitate. Prima di installare i beacon è necessario verificare e controllare la verticalità delle linee ottenute utilizzando un filo a piombo. Nel processo di marcatura, è necessario tirare le corde di guida verticalmente, orizzontalmente e diagonalmente. Sotto ciascuno di essi, è necessario disegnare un profilo beacon. Se i lampeggianti aderiscono al livello, le viti devono essere reinstallate..

    Successivamente, il profilo viene tagliato alla lunghezza richiesta. Per fare ciò, vengono tolti 10 cm dalla distanza tra i tasselli estremi, quindi il faro si ritirerà dalle viti autofilettanti superiore e inferiore di 5 cm, quindi è necessario preparare una soluzione di gesso per l’installazione dei fari. Gli esperti prestano attenzione al fatto che la consistenza dell’intonaco finito dovrebbe essere più sottile del solito, ma non dovrebbe drenare dalla spatola..

    La miscela viene applicata al supporto lungo la linea verticale marcata. Il profilo del faro viene premuto nell’intonaco a filo con le teste delle viti. L’uniformità dell’installazione deve essere verificata utilizzando un livello dell’edificio e una regola lunga. Se necessario, devi correggere.

    Dopo essersi assicurati che il faro sia installato correttamente, le viti devono essere rimosse. Allo stesso modo, i beacon vengono installati lungo l’intera superficie preparata per l’intonacatura. La distanza tra loro dovrebbe essere tale che la regola, quando si allinea, cammini contemporaneamente lungo due profili vicini. In genere, rimangono circa 1,5 metri.

    Fissaggio del gesso

    La sequenza di azioni per il fissaggio dei fari in gesso è la seguente:

    • Innanzitutto, i tasselli vengono installati sulla superficie a una distanza di 15 cm dal pavimento e dal soffitto.
    • Avvitare le viti in modo che i cappucci si trovino all’altezza desiderata. Per livellare è meglio usare una livella.
    • Sulle viti è installata una barra piatta in metallo o legno..
    • Tenendo il profilo, gettare l’intonaco nello spazio tra la tavola e il muro.
    • La soluzione di intonaco in eccesso viene rimossa con una cazzuola, dopodiché viene rimosso il profilo.
    • Pertanto, tutti i restanti beacon sono installati..

    Dopo che il gesso è completamente asciutto, puoi iniziare a intonacare.

    Preparazione della soluzione

    A seconda del materiale della parete, la composizione dell’intonaco può variare. Di recente, i produttori hanno offerto miscele di gesso già pronte con istruzioni dettagliate per la preparazione, l’uso e le condizioni di conservazione. Se l’intonaco non viene preparato dai singoli componenti, ma viene acquistato un prodotto semilavorato, è meglio seguire le raccomandazioni dei produttori. Se la miscela viene preparata da sola, è necessario selezionare correttamente la quantità di componenti necessari..

    Elenchiamo le formulazioni più popolari:

    • Cemento. L’opzione più semplice consiste in 1 parte di cemento e 3 parti di sabbia. La sabbia deve essere pulita e setacciata. Maggiore è la sua frazione, più duro è l’intonaco. Per la finitura, è meglio usare una miscela di sabbia fine. Rende l’intonaco più plastico.
    • Lime. La soluzione è preparata da 1 parte di farina di lime e 3 parti di sabbia.
    • cemento-calce. Più affidabile perché il cemento fornisce durata e la calce fornisce duttilità. In questo caso la composizione del componente è la seguente: 1 parte di calce e cemento, 5 parti di sabbia.
    • Lime il materiale con aggiunta di gesso è costituito da 1 parte di polvere di gesso e 3 parti di pasta di calce.

    La malta cementizia asciuga rapidamente e deve essere utilizzata entro 30-60 minuti. Le varietà di gesso si asciugano più velocemente di altre (fino a 30 minuti). Pertanto, è necessario prima valutare le proprie capacità e diluire la quantità richiesta.

    impastare

    Per mescolare intonaco di alta qualità, è necessario rispettare una determinata sequenza. Nella fase iniziale, tutti i componenti vengono miscelati a secco. L’acqua viene prima versata nel contenitore di miscelazione. È meglio usarlo bevendo, non tecnico. Nel liquido si versano da 6 a 8 cazzuole dell’impasto preparato nella prima fase. La soluzione deve essere miscelata utilizzando uno speciale miscelatore da costruzione o un trapano con un ugello simile.

    Successivamente, il resto della miscela viene versato gradualmente, mentre il processo di miscelazione non si interrompe. La procedura continua fino a quando il gesso raggiunge la consistenza omogenea desiderata. La miscela di gesso risultante viene lasciata in infusione per circa 3-5 minuti, dopodiché viene nuovamente miscelata. In questa fase è possibile regolare la composizione e il grado di densità.

    Da un lotto, dovresti ottenere tutto il materiale necessario per l’intonacatura entro 30 minuti..

    intonacatura

    Puoi applicare la miscela di gesso alla base in diversi modi. Ogni metodo ha le sue caratteristiche.

    Modo manuale

    Esistono due modi principali per applicare l’intonaco al supporto:

    • Professionale. Questo metodo è più spesso utilizzato da finisher esperti. Consiste nel gettare una soluzione sulla superficie, stendendola con il righello.
    • Non professionale. Per i costruttori alle prime armi, il secondo metodo è più adatto, quando la miscela viene applicata alla base con una spatola larga e quindi lisciata con una cazzuola.

    La tecnologia di intonacatura fai-da-te si basa su tre fasi:

    • spruzzi. Per la prima fase, è importante miscelare correttamente la soluzione. Dovrebbe essere più liquido rispetto agli strati successivi. Lo spessore dovrebbe corrispondere al tipo di materiale con cui è realizzata la base. Mattoni e cemento sono adatti fino a 5 mm e per le superfici in legno è meglio realizzare uno strato di 10 mm, poiché al termine del lavoro le tegole devono essere completamente coperte. Gli esperti raccomandano di gettare l’intonaco, perché sotto l’azione dell’impatto, le particelle della soluzione penetrano più in profondità nella base, riempiendo meglio i vuoti. Dopo aver lanciato la soluzione sul muro, dovrebbe essere livellata. Se si formano bolle durante l’applicazione, l’intonaco deve essere rimosso in questo punto, quindi riapplicato e levigato. Altrimenti, la riparazione rischia di finire in pezzi di malta essiccata caduti nei punti dei vuoti formati. La finitura iniziale non richiede una perfetta levigatezza.

    • Strato di terra. Qui avrai bisogno di una composizione pastosa più densa. In questa fase, è estremamente importante controllare l’uniformità dell’intonacatura durante il processo. La miscela di intonaco viene applicata con una spatola larga, stesa con un righello e con una cazzuola. Lo spessore massimo consentito del secondo strato non deve superare i 20 mm. Di norma, questa limitazione si applica alle basi in legno. Per altri, l’indicatore è ancora meno.

      • Nakryvnoy. La terza fase è quella finale. In questo caso, viene preparata una miscela con una consistenza che ricorda la panna acida densa. Levigherà le ultime imperfezioni dello strato di terreno e otterrà una superficie perfettamente liscia. Per ottenere una struttura uniforme e plastica, tutti i componenti vengono setacciati attraverso un setaccio. Non è necessario lasciare asciugare completamente il secondo strato, è meglio inumidirlo ulteriormente con un rullo leggermente umido prima dell’applicazione. Lo spessore della finitura non deve essere superiore a 2 mm.

      Il livellamento viene eseguito con una mezza cazzuola con movimento circolare o ondulato..

        La tecnologia per applicare l’intonaco su materiali diversi può differire leggermente da quella standard. Pertanto, è necessario seguire le istruzioni dei produttori quando si acquistano miscele già pronte o ottenere consigli preliminari da specialisti. Ad esempio, molti edifici a più piani sono isolati all’esterno con penoplex. Tuttavia, la resistenza meccanica e la resistenza all’umidità non ne sono caratteristiche. Meglio proteggerlo con il gesso. Tuttavia, l’uso di malte cementizie in questo caso è controindicato, poiché distruggono il penoplex. In questo caso, è necessario scegliere miscele specializzate..

        Spesso, durante la decorazione degli interni, si scopre che i pavimenti sono in cartongesso. Prima di intonacare, è necessario prima pulire il rivestimento con carta vetrata. Quindi dovresti applicare un primer a penetrazione profonda e solo allora puoi iniziare a rifinire la base con l’intonaco. La cosa principale è che tutti gli strati siano il più sottili possibile..

        Applicazione della macchina

        Con una grande quantità di lavoro, le aziende utilizzano attrezzature specializzate per l’intonacatura delle pareti, che consente di accelerare il processo e migliorare la qualità. Il principio di funzionamento di tale tecnica è lo stesso per tutti. Innanzitutto, gli ingredienti vengono posti in un apposito scomparto, il cui volume può raggiungere fino a 75 kg. La camera è collegata all’alimentazione, avviene la miscelazione automatica.

        La miscela di intonaco viene applicata mediante aria compressa alla base.. La distanza del getto può variare. Gli esperti consigliano di spostarsi dall’alto verso il basso in strisce, facendole sovrapporre. Lo spessore dello strato può essere regolato. Il livellamento finale viene eseguito manualmente utilizzando un righello o una spatola..

        I principali vantaggi di questo metodo:

        • velocità di lavoro;
        • riduzione dei costi per intonaco (riduzione dei consumi);
        • riduzione del costo del lavoro per i lavoratori;
        • migliorare la qualità della miscela (grazie alla miscelazione della macchina, si ottiene una struttura più omogenea);
        • migliore adesione grazie alla spruzzatura a pressione;
        • ridurre il costo di ulteriori lavori di preparazione e finitura (il processo è limitato a due invece di tre fasi).

        L’applicazione dell’intonaco a macchina viene eseguita con una composizione speciale che, oltre alla base, include additivi e indurenti speciali.

        Assicurano un impasto omogeneo e prevengono la fessurazione dopo l’essiccazione..

        Applicazione in rete

        Il rinforzo consente l’applicazione di uno strato di intonaco più spesso e ne prolunga la durata. L’intonacatura di superfici lisce aumenta il rischio che l’intonaco possa cadere dal muro dopo l’essiccazione. Pertanto, tali basi sono rinforzate in primo luogo. La rete di rinforzo aumenterà l’adesione dell’intonaco alla superficie.

        Se si deve applicare uno strato sottile, è meglio utilizzare una rete in fibra di vetro. Per spessori fino a 2 cm, il metallo è adatto.

        La rete è premontata sulla base. Nel caso di utilizzo di fibra di vetro, gli elementi di fissaggio vengono eseguiti attorno al perimetro utilizzando gesso o un sottile strato di intonaco. L’installazione inizia sempre dall’alto. La rete non dovrebbe cedere da nessuna parte. Il resto del processo di intonacatura è simile al metodo manuale sopra descritto..

        stucco

        Dopo che l’ultimo strato di finitura dell’intonaco si è asciugato, iniziare il processo di stuccatura. È progettato per eliminare piccoli difetti, livellando e levigando la superficie. Per fare ciò, utilizzare varie grattugie, diverse per dimensioni e materiali di fabbricazione:

        • Molto spesso vengono utilizzati galleggianti in legno, poiché sono adatti per malte cementizie e di gesso. I principali svantaggi di tali prodotti sono la rapida abrasione e deformazione. I vantaggi includono il basso costo e la possibilità di realizzarli da soli da qualsiasi blocco di legno.
        • Un frattazzo di plastica è appropriato quando si stuccano piccole aree. Gli esperti li usano per ottenere superfici in rilievo. Per essere in grado di usare, hai bisogno di abilità.
        • Il galleggiante in poliuretano è leggero, resistente e facile da usare. È adatto a qualsiasi intonaco, ha un basso grado di abrasione. L’unico inconveniente è il prezzo elevato.

        • La grattugia in schiuma ha molti vantaggi (economicità, leggerezza, praticità). Tuttavia, tutti sono coperti dall’unico aspetto negativo: la fragilità. Pertanto, viene utilizzato principalmente per la levigatura di finitura..
        • I galleggianti in spugna sono realizzati con una varietà di materiali, comprese le versioni in gomma e lattice. Più spesso utilizzato come strumento per modellare una superficie strutturata.
        • Le grattugie metalliche sono necessarie per compattare lo strato di intonaco, per ottenere una superficie liscia per la verniciatura.

        La tecnologia è la seguente. La spatola viene premuta contro la superficie e viene azionata con un movimento circolare sulla superficie in senso antiorario. Questo metodo è chiamato “rotondo”. Consente di compattare gli strati di intonaco, ma in questo caso è impossibile ottenere una perfetta levigatezza..

        Se in cima si intende una finitura decorativa sotto forma di piastrelle, pannelli, la stuccatura in questa fase può essere interrotta.

        Per eliminare tracce di movimenti circolari, eseguire delle passate dritte su e giù.. Questo metodo è chiamato “ramp-up”. Gli esperti prestano attenzione al fatto che la stuccatura viene necessariamente eseguita su base bagnata. In questo caso, la grattugia deve essere pulita e uniforme. Irregolarità nella spatola o briciole aderenti possono causare graffi. Se la superficie si asciuga rapidamente, l’inumidimento con uno spray migliorerà la procedura di levigatura..

        Se è necessario ottenere una superficie perfettamente liscia (ad esempio per la verniciatura), prendere un frattazzo ricoperto di feltro o feltro e levigare la base. Se la stuccatura viene eseguita nel processo di applicazione dell’intonaco decorativo, è necessario formare un certo rilievo. In questo caso, sono appropriate istruzioni dettagliate su come rendere la trama sulla base. La specifica completa è sempre applicata ai produttori di intonaci decorativi..

        Ci sono 2 modi principali per formare un modello:

        • Quando applicato. Su una superficie precedentemente preparata con una spatola, viene applicata una malta di gesso in ordine casuale. Un fattore importante è lo spessore e l’uniformità dello strato. Non è richiesto alcun allineamento aggiuntivo. Dopo l’applicazione è necessario attendere che la soluzione si rapprenda in modo tale da non attaccarsi alla grattugia (circa 20 minuti). Quindi, con una cazzuola imbevuta d’acqua, lisciare senza pressione in un senso. Inumidisci periodicamente la grattugia.

        • Dopo che lo strato di intonaco si è asciugato. L’intonaco decorativo viene applicato alla base con uno spessore di 2-3 mm. Con l’aiuto di una regola di metallo, vengono distribuiti su tutta l’area, eliminando contemporaneamente tutte le transizioni e i difetti. Quindi la superficie viene lasciata riposare per 15-20 minuti. I galleggianti di plastica sono usati per la stuccatura. Uno schema chiaro e bello apparirà solo se esegui movimenti in una direzione. Inoltre, possono essere qualsiasi: circolare, verticale, diagonale, ondulato. La grattugia deve essere inumidita durante la spatolatura e pulita dallo sporco aderente. Dopo la stuccatura, il rivestimento viene carteggiato con una spatola di gommapiuma.

        Consigli

        Per ottenere il risultato atteso, un principiante deve seguire i consigli dei professionisti. Di solito, il percorso per portare a termine il lavoro correttamente si basa su diversi componenti. A questi includono:

        • soluzione di gesso di alta qualità;
        • corretta preparazione dell’impasto;
        • rispetto delle condizioni di conservazione per tutti i componenti della composizione.

        • È importante all’inizio del lavoro determinare lo scopo dell’intonacatura. Puoi semplicemente livellare le pareti per poi finire con piastrelle o altri materiali di finitura. A volte è necessario ottenere la massima levigatezza (ad esempio, quando si preparano le pareti per la verniciatura).
        • Prima di iniziare il lavoro, la superficie deve essere pulita e innescata. Le giunzioni profonde con pannelli di miele devono essere schiumate.
        • Nel processo di intonacatura, la temperatura è importante., così come l’umidità interna. I lavori possono essere eseguiti a temperature da 15 a 20 gradi in presenza di aria secca all’interno della casa. Nei climi caldi, dovrai idratare costantemente lo strato di intonaco. Altrimenti, si asciugherà rapidamente e si spezzerà..

        • Il cemento è considerato un componente versatile dell’intonaco. Viene utilizzato per lavori interni all’aperto. Se i proprietari non sono sicuri o non sanno quale opzione scegliere, è meglio iniziare con un intonaco a base di cemento..
        • I muri di mattoni sono intonacati a seconda delle circostanze. Per i lavori all’aperto, è meglio usare il cemento, per la decorazione d’interni è consentito l’uso di malte di gesso. Il mattone di rivestimento dovrebbe essere rinforzato in quanto è troppo liscio.
        • Le composizioni cementizie non sono adatte per Penoplex, poiché lo corrodono.

        • Le pareti in legno sono pre-rivestite con scandole prima dell’intonacatura.
        • Per livellare le superfici, è meglio usare il metodo del faro per applicare l’intonaco..
        • Se è necessario uno spesso strato di intonaco, viene applicato in diversi approcci, lasciando asciugare ogni strato precedente..
        • I rivestimenti monostrato vengono livellati subito dopo l’intonacatura.

        • Quando si intonaca una superficie in calcestruzzo o mattoni, l’adesione della composizione alla base avviene non solo meccanicamente, ma anche a causa di una reazione chimica. Tuttavia, il gesso non ha la seconda proprietà. È fissato meccanicamente al muro. Se le aree trattate sono esposte a vibrazioni o urti, c’è il rischio che l’intonaco di gesso cada. Per dare la trama di base usando l’intonaco, puoi usare vari riempitivi (fibre sintetiche o naturali, scaglie di pietra, vetro, perline, segatura).
        • Se hai bisogno di ottenere disegni tridimensionali, è più facile usare uno stencil.

        Ci sono requisiti tecnici per lo spessore:

        • Per intonaci monostrato di qualsiasi composizione (eccetto gesso), è consentito uno spessore fino a 20 mm. Per intonaco – fino a 15 mm.
        • Quando si forma un intonaco multistrato senza additivi sintetici, c’è una dipendenza dal tipo di materiale di base.
        • “Spruzzi” per superfici in mattoni e cemento è di 5 mm, per legno – fino a 9-10 mm.
        • Il “terreno” a base di cemento è consentito fino a 5 mm, per malte di calce e gesso – fino a 7 mm.
        • Lo strato “di copertura” di intonaco ordinario può avere uno spessore fino a 2 mm, per opzioni decorative – fino a 7 mm.

        Per quello che devi sapere sul calcolo dei lavori di intonacatura, guarda il prossimo video.