Caratteristiche dell’adesivo bicomponente

Quando si eseguono lavori di costruzione e riparazione, nonché per scopi domestici, è spesso necessaria una composizione adesiva di maggiore resistenza. Si tratta di un adesivo a base polimerica bicomponente, la cui capacità di fissaggio è dovuta alle peculiarità delle reazioni chimiche tra i due componenti di questa composizione..

Peculiarità

L’adesivo bicomponente è una composizione di composti di poliestere e un indurente, che vengono miscelati nelle proporzioni richieste prima dell’uso. Entrambi i componenti sono polimeri, ma dimostro la loro capacità di fissare in modo affidabile gli elementi solo se miscelati in un determinato rapporto. In genere, questo è 9: 1.

Dopo l’aggiunta al componente polimerico, la miscela viene accuratamente miscelata utilizzando un mixer da costruzione fino a che liscio, dopo di che deve essere utilizzato immediatamente.

Questo adesivo è caratterizzato da una migliore adesione a vari substrati. È adatto per la posa di parquet, ma anche laminati, parquet a blocchi, listoni per parquet e mosaici, e può essere utilizzato anche in fase di posa di pavimenti caldi, rivestimenti di sottofondi orizzontali e verticali..

L’assenza di acqua (che provoca la deformazione del pavimento in legno) e di solventi rende l’adesivo bicomponente sicuro per tutti i tipi di parquet e pavimenti. Inoltre, la composizione è elastica, quindi non ci sono danni al parquet quando si cambia la sua geometria durante i “salti” dei livelli di temperatura e umidità..

Il principio di funzionamento della composizione si basa sulle reazioni che si verificano quando si mescolano i componenti della colla. Questo, a sua volta, determina l’elasticità della composizione, l’assenza di restringimento e un tempo di presa ridotto della colla. L’essiccazione completa avviene entro 24-48 ore dall’applicazione. Dopo questo tempo, puoi procedere a ulteriori lavori di costruzione, se presenti..

La colla non teme l’umidità (non assorbe, non collassa, non perde le sue caratteristiche a contatto con l’acqua), è un dielettrico. La colla viene prodotta in un secchio di plastica (qui è contenuta l’emulsione) e un sacchetto di plastica incluso con un indurente sotto forma di polvere o liquido.

Visualizzazioni

A seconda delle caratteristiche della composizione, la colla bicomponente è dei seguenti tipi:

poliuretano

La composizione è a base di poliuretano, che fornisce la sua migliore elasticità (fino al 30-40%). Oltre all’elasticità, dimostra compatibilità ambientale (oggi è possibile trovare una modifica ipoallergenica in vendita), non emette un odore sgradevole durante l’applicazione e il processo di asciugatura. Elastico e irrestringibile, adatto a tutti i tipi di legno.

Epossi-poliuretano

Oltre al poliuretano, contiene resina epossidica, che riduce l’elasticità della miscela al 15-20%. Caratterizzato da un odore sgradevole e rilascio di tossine durante l’applicazione e l’essiccazione, pertanto il lavoro può essere svolto solo in ambienti ben aerati.

Adatto per piccole tavole di parquet fino a 15 cm di larghezza in legno sostenibile, così come elementi di fissaggio in compensato (ad esempio, sotto un pavimento caldo). In quest’ultimo caso, puoi rifiutarti di fissare con viti autofilettanti a causa delle migliorate caratteristiche di resistenza della colla..

La composizione tissotropica con l’aggiunta di resine epossidiche è adatta anche per lavori di rivestimento – posa di piastrelle e mosaici.

Acrilico

Composizione dispersa modificata bicomponente con un contenuto di liquido non superiore al 30%. Consiste in un attivatore che viene applicato direttamente sulla superficie e un adesivo che viene applicato sopra l’attivatore.

L’adesivo acrilico bicomponente non è adatto per l’uso in condizioni di bassa umidità e temperature negative. Pertanto, non è raccomandato per l’uso esterno..

Adesivo per cloruro di polivinile (PVC)

È caratterizzato da una fattibilità a lungo termine e, di regola, viene utilizzato in condizioni di fabbrica (ne viene prodotta una versione speciale – ZM, applicata con l’ausilio di attrezzature speciali), durante la riparazione e il rafforzamento delle strutture ingegneristiche.

epossidico

Adesivo universale multifunzionale trasparente, adatto per incollare piccole parti, elementi elettronici.

Ambito di applicazione

L’adesivo bicomponente è adatto in quei casi in cui è necessario fornire una migliore adesione di varie superfici: legno e cemento, metalli, pelle, vetro, ecc. Per l’incollaggio di materiali non porosi (eccetto quelli sintetici) è bene il composto epossipoliuretanico adatto.

Questa colla ha una maggiore resistenza quando viene aggiunta polvere di metallo.. In termini di qualità, inizia a somigliare alla “saldatura a freddo”. Se aggiunto alla composizione della fibra di vetro, anche le sue caratteristiche di resistenza e resistenza alle vibrazioni sono notevolmente aumentate. Ciò consente l’utilizzo della colla epossipoliuretanica anche per la riparazione di meccanismi e macchine. È adatto per alluminio, ghisa, ferro, ma non può essere posato su superfici zincate e rame.

L’assenza di acqua e solventi nella composizione, nonché la resistenza all’abrasione, la tissotropia (nessun ritiro delle cuciture) lo rendono ottimale per l’incollaggio di pavimenti in legno, in particolare, per la posa di parquet, listoni di parquet massiccio e mosaici di parquet. Consente inoltre di fissare saldamente il compensato al cemento e ad altre superfici senza l’uso di elementi di fissaggio (chiodi, viti).

Le composizioni bicomponenti resistono bene all’esposizione alle alte temperature, quindi vengono utilizzate quando si organizza un sistema a pavimento caldo. Esiste anche una varietà di composti poliuretanici bicomponenti che vengono utilizzati come sigillanti. Con il loro aiuto, è possibile eliminare le cuciture minori. Il rapporto tra emulsione e indurente in un tale prodotto è 1: 1.

A causa della forza del legame, che garantisce l’uso di un adesivo bicomponente, Viene utilizzato per la posa di piastrelle e mosaici, comprese piastrelle in ceramica pesante. L’installazione delle piastrelle può essere eseguita sia su basi dirette orizzontalmente che verticalmente. L’adesivo per piastrelle di solito ha una viscosità leggermente superiore..

La resistenza e le proprietà adesive dei composti bicomponenti sono così elevate che vengono utilizzati per unire la pietra, naturale o artificiale. Come sapete, questo materiale si distingue per il suo peso elevato e la superficie porosa. Il prodotto bicomponente è comunque adatto anche per incollare marmi, graniti.

Gli oggetti in vetro rotti possono facilmente tornare alla loro forma precedente grazie alla colla epossidica. Questa composizione è trasparente, quindi le tracce di riparazione rimarranno impercettibili..

Infine, i composti bicomponenti, per la loro forza, resistenza all’umidità e sicurezza, vengono utilizzati nella riparazione delle scarpe.. Nei calzolai, vengono utilizzati principalmente per incollare suole, tacchi e altri elementi. Tale colla è adatta anche per la riparazione di accessori in pelle e camoscio..

Nonostante l’ampio campo di applicazione della colla bicomponente, non può essere utilizzata in luoghi con elevata umidità (in tali luoghi, in linea di principio, la posa del parquet è illogica). Se esiste la possibilità di un aumento capillare dell’umidità, questo adesivo può essere utilizzato solo a condizione di una barriera al vapore di alta qualità.

Non utilizzare la colla in ambienti con elevata umidità dell’aria e con temperature negative. A questo proposito, non è consigliabile lavorare in ambienti in cui non sono ancora state installate finestre e porte, nonché a temperature negative all’esterno della finestra (sono possibili forti “salti” durante la ventilazione).

Produttori

Tra i marchi più famosi di composizione bicomponente, ci sono Uzin MK 92 S. In termini di caratteristiche tecniche, non è inferiore alla versione di “Poxipol”, la cui caratteristica è l’incredibile velocità di adesione: afferra anche sott’acqua.

Per l’incollaggio di superfici pesanti (metallo, titanio, cemento), il mercato delle costruzioni offre la composizione “Universal 302”. Un punto importante: questo prodotto non è adatto per superfici a base di zinco, rame, poliolefine, celluloidi.

Per substrati in metallo leggero, plastica e legno, è possibile utilizzare la colla universale “Interbond”. Uno dei componenti della composizione è prodotto sotto forma di pasta viscosa, il secondo ha una forma di rilascio di aerosol. Ciascuno dei componenti viene applicato su una delle superfici da incollare, dopodiché vengono applicati l’uno all’altro.

Anche il prodotto “Akfix 705” è caratterizzato da un’interessante consistenza.. La sua unicità sta nel fatto che la colla non scorre verso il basso, e quindi è molto conveniente per attaccare rivestimenti e altri materiali su superfici orizzontali. Adatto per rivestimenti in plastica e legno, pelle e gomma.

Gli adesivi Loctite bicomponenti sono rappresentati da formulazioni in zionacrilato, completamente sicure dal punto di vista ambientale. La gamma comprende mescole speciali per riparazioni estetiche, fissaggio di prodotti in gomma, isolamento di cavi elettrici.

L’adesivo 3M ha una maggiore resistenza e una migliore adesione, resistenza agli effetti delle alte temperature e alle vibrazioni. Per le sue caratteristiche tecniche trova applicazione in ambito industriale, anche se, se necessario, può essere utilizzato anche per esigenze domestiche..

Per le superfici metalliche è possibile utilizzare l’adesivo poliuretanico bicomponente Scotchkote, che è in grado di indurire anche a basse temperature. Una caratteristica distintiva della composizione è anche l’effetto anticorrosivo che fornisce..

Quando si sceglie una composizione specifica, si dovrebbe tenere conto del tipo di lavoro (se è necessario incollare 2 parti, installare un sistema a pavimento, rivestimento o altri tipi di lavoro), nonché i tipi di materiali da incollare, la loro omogeneità o consistenza diversa.

Suggerimenti e trucchi

L’incollaggio del parquet su uno strato bicomponente non è una procedura eccessivamente complicata. Di solito, le istruzioni allegate al prodotto spiegano la sequenza di lavoro in modo sufficientemente dettagliato..

Una speciale preparazione della superficie può prevenire una diminuzione dell’adesione dell’adesivo. I supporti devono essere puliti e asciutti. Se ci sono crepe e irregolarità su di essi, dovrebbero essere eliminati..

Per migliorare l’adesione del materiale, è possibile pre-applicare in 2 strati una composizione di primer. Quest’ultimo dovrebbe avere il tempo di asciugare completamente, dopo di che puoi iniziare a fissare il parquet.

È importante preparare adeguatamente la colla: un indurente viene inserito nella composizione polimerica viscosa, dopo di che viene impastata l’intera miscela. Non aggiungere acqua, solventi o altri liquidi..

Alcune formulazioni non necessitano di essere premiscelate quando si incollano due elementi.. In questo caso, viene applicata un’emulsione su una metà e un indurente sulla seconda parte. La reazione chimica inizia dopo che le parti vengono premute l’una contro l’altra..

Il pot life dovrebbe essere considerato quando si determina la quantità della miscela da miscelare. In media dura dai 45 ai 90 minuti (è necessario cercare maggiori dettagli sulla confezione), quindi è necessario diluire quanta più colla è possibile utilizzare in questo periodo.

Non tentare di “rianimare” la formulazione oltre il suo pot life aggiungendo solventi, polimeri o acqua. Questo lo renderà inutilizzabile..

La colla finita viene applicata con una spatola dentata alla base di lavoro.. Meglio farlo in piccoli quadrati. Dopo che il parquet è stato completamente posato in quest’area, puoi iniziare ad applicare la colla sul “quadrato” successivo, ecc..

Quando si posano elementi in legno, va ricordato che sono soggetti a variazioni di temperatura nella geometria, pertanto le assi del parquet sono montate con uno spazio di 1-2 mm. Quando si installa il parquet, si consiglia di battere le lamelle. Questo elimina il rischio di vuoti sottostanti..

Questa composizione super forte e forte si asciuga per 24 ore, dopo questo tempo puoi iniziare a carteggiare il pavimento e applicare vernici sulla sua superficie.

Se la colla viene a contatto con superfici estranee, rimuoverla immediatamente con un panno e pulire la superficie. Dopo l’indurimento, dovrai rimuovere le macchie con un solvente.

In caso di contatto con la pelle, sciacquare immediatamente la zona interessata sotto l’acqua corrente. In caso di reazioni allergiche, oltre al contatto della colla sulle mucose, è necessario consultare un medico il prima possibile. L’uso di guanti e una maschera protettiva durante il lavoro consente di prevenire tali situazioni..

Non dovresti rifiutare di usare la colla epossi-poliuretanica a causa del contenuto di componenti non sicuri in essa contenuti. La tossicità della composizione bicomponente si manifesta esclusivamente al momento dell’applicazione, volatilizzandosi completamente man mano che si asciuga.

Per le caratteristiche della colla bicomponente, vedere il seguente video.