Calce spenta: pro e contro

La calce spenta è il componente principale di vari rivestimenti, miscele e soluzioni, che conferisce loro elevate caratteristiche prestazionali. Il materiale più unico, conosciuto fin dall’antichità, è disponibile in preparazione, si conserva a lungo, ha proprietà disinfettanti, è ampiamente utilizzato nell’industria, in casa, prezioso per il giardino e l’orto.

Un’ampia gamma di applicazioni della calce è anche dovuta al suo basso costo.

Cos’è?

La calce è un prodotto industriale utilizzato nella metallurgia, nell’edilizia, nell’industria della cellulosa e della carta, chimica e per scopi agricoli. In notevoli volumi e con notevoli benefici, viene impiegato nella risoluzione di problematiche ambientali (trattamento di acque reflue e gas nocivi).

Nei paesi europei, il suo consumo raggiunge gli 80 kg per persona all’anno.. La produzione totale del prodotto nel mondo raggiunge i 300 milioni di tonnellate all’anno. In Russia vengono prodotte fino a 10 milioni di tonnellate di calce ogni anno, di cui 4 milioni per l’edilizia. Si ottiene cuocendo fino al massimo rilascio di anidride carbonica dalle rocce di calcio e magnesio. I carbonati sono usati come materie prime: calcare, gesso, roccia conchiglia e altri materiali.

Peculiarità

La calce spenta (fluff) o idrossido di calcio (Ca (OH) 2) è un composto chimico a struttura polverosa di colore biancastro, leggermente solubile in acqua, con caratteristiche qualità astringenti e plastiche. Come risultato dell’idro-tempra, interagisce attivamente con gli acidi nelle reazioni di neutralizzazione.

Le particelle di calcio nella composizione della sostanza trattengono bene l’acqua, quindi queste miscele non si congelano rapidamente come il cemento. Questo è esattamente il vantaggio principale delle malte di calce: il tempo di presa consente di livellare qualitativamente la superficie con uno strato liscio e sottile. Inoltre, il prodotto aderisce perfettamente alle strutture in mattoni e cemento, che fornisce la resistenza necessaria dopo l’indurimento..

Se l’idrossido non viene utilizzato per un lungo periodo di tempo, il processo inverso, che si verifica con l’assorbimento di CO2, porta la composizione allo stato solido. In vendita, si trova più spesso lanugine o lime..

Vantaggi e svantaggi

Il principale vantaggio del prodotto, forse, può essere attribuito alla vasta portata del suo utilizzo e al basso costo di produzione. Inoltre, durante la produzione di molte opere con esso, non ci sono praticamente sprechi, il che porta indubbi benefici economici..

Il prodotto assorbe perfettamente l’umidità, il che gli consente di essere efficacemente utilizzato come componente a tutti gli effetti nella preparazione di soluzioni e miscele con caratteristiche di resistenza migliorate. Il processo di idratazione avviene violentemente, con abbondante rilascio di calore (reazione esotermica), che assicura una solidificazione uniforme della composizione e un ulteriore indurimento della sua superficie.

Più in generale, considereremo i vantaggi e gli svantaggi usando l’esempio di un intonaco di calce ampiamente utilizzato con calce spenta nella composizione:

  • indubbie qualità di isolamento termico: l’intonaco consente di riscaldarsi nei locali e quindi di risparmiare sul riscaldamento;
  • sicurezza antincendio: non brucia e non supporta la combustione;
  • comodo da lavorare, poiché è di plastica e non si congela rapidamente, cioè semplifica il flusso di lavoro;
  • igiene – la base alcalina contrasta la comparsa di muffe e funghi;
  • permeabilità al vapore – previene l’accumulo di umidità;
  • resistenza meccanica: la superficie dell’intonaco non si incrina anche quando vengono piantati chiodi.

Svantaggi:

  • Durata della solidificazione. Se applicato a strati sulla parete (è necessario attendere che lo strato precedente si sia asciugato), il tempo di riparazione aumenta notevolmente.
  • Il tempo per l’autospegnimento della calce è di circa due settimane o più..
  • L’intonaco di calce non è raccomandato per l’uso in luoghi con elevata umidità. Ad esempio, in bagno è meglio usare una malta bastarda..

Specifiche

La preparazione della calce è regolata in dettaglio dagli standard statali. Strutturalmente il prodotto è costituito da sostanze carbonatiche, additivi mineralizzati (altoforno o scorie elettrotermofosforiche, sabbie di quarzo e altre inclusioni). Ogni additivo ha le sue regole. Qualsiasi componente della composizione influisce in modo noto sulle qualità fisiche del prodotto, di conseguenza, il suo consumo per 1 mq. m.

La calce viva ad aria è prodotta in tre gradi (1, 2, 3); polvere di calce viva – due varietà; idratato, senza additivi e con essi, si divide in primo e secondo grado.

La dispersione del primo e del terzo tipo deve soddisfare condizioni speciali: durante il setaccio dei campioni di materiale attraverso un setaccio (rete n. 02, n. 008, GOST 6613), devono passare rispettivamente almeno il 98 e l’85% dell’intero campione.

La velocità e il completamento completo della reazione di tempra, la quantità di rifiuti e il livello della qualità finale del materiale dipendono da numerosi fattori, tra cui la qualità del grado, il livello di capacità di reagire con reazioni chimiche, i parametri frazionari di le materie prime, la velocità e la qualità di miscelazione dei componenti della miscela, i volumi di acqua utilizzati, lo stato di temperatura dei reagenti, i metodi di spegnimento, gli elementi di lavorazione e il tempo di tenuta del prodotto. Il certificato di conformità di un prodotto include informazioni sul suo grado, quantità di impurità e condizioni.

Dal punto di vista dell’ecologia, la calce è un materiale ecologico che disinfetta bene i locali, resiste allo sviluppo di funghi e influisce negativamente sui batteri nocivi. L’imbiancatura dei locali facilita la penetrazione dell’aria in essi (la superficie “respira”). Il lime non è pericoloso per chi soffre di allergie.

Visualizzazioni

I risultati di cottura dipendono in gran parte dalla tecnologia utilizzata, che permette di distinguere una serie di tipologie di calce:

  • Grumo di calce viva – “bollito”.
  • Macinato bruciato (farina) – consistenza polverosa secca ottenuta durante la macinazione del primo.
  • La calce spenta (idrossido), o lanugine, è un prodotto in polvere finemente disperso prodotto durante l’estinzione della calce in blocchi (“acqua bollente”) con un volume fisso di acqua. La composizione principale è Ca (OH) 2. Contro il materiale a calce viva, la percentuale di umidità nell’idrossido dovrebbe essere dal 60 al 70%. Di solito il fluff viene venduto confezionato.
  • Pasta di lime (pasta) – derivata dalla tempra di materie prime (“acqua bollente”) con grandi volumi d’acqua. La consistenza è simile all’impasto. Il consumo di acqua è circa 3,5 volte superiore rispetto alla produzione di lanugine.
  • Il latte di calce è una consistenza densa di tonalità chiare, ottenuta mescolando con acqua in un rapporto di 1: 10. Viene utilizzato nella lavorazione di locali, facciate, annessi, nel giardinaggio.

Maggiore è il livello di qualità della materia prima, maggiore è la percentuale di CaO nel prodotto, e quindi la resa di Ca (OH) 2 nel processo di tempra. La bassa qualità delle materie prime è associata ad un aumento della quantità di CO2 in essa contenuta, che si verifica a causa della sua combustione insufficiente e della formazione di carbonato di calcio (CaCO3), i cui pezzi sono facili da rilevare in base al peso – sono più pesanti di pezzi completamente bruciati. Con la crescita del carbonato di calcio, i rifiuti aumentano. Il più piccolo volume di rifiuti ha un prodotto del primo grado e moderato – del secondo..

Di idrati di calcare, viene spesso utilizzata la cosiddetta calce appena spenta, che viene utilizzata entro e non oltre sei ore dopo la cottura. Si usa per la preparazione del latte di lime.

Come inorganico viscoso in combinazione con fibre di amianto, la calce acquisisce qualità specifiche, formando una serie di derivati ​​​​preziosi (cartone di amianto, carta di amianto). In base alla sua destinazione d’uso, alla composizione vengono aggiunti vari componenti.

La calce è classificata secondo diversi criteri (segni).

Per il periodo di tempo trascorso per l’estinzione:

  • estinzione rapida – entro 8-10 minuti;
  • smorzamento medio – circa 25 minuti;
  • spegnimento lento – più di 30 minuti.

La prima e la seconda si sono diffuse nei settori metallurgico ed edile, nell’industria chimica (produzione di fibre), nelle attività agricole (calcinatura del suolo), in medicina..

Per tipi di indurimento:

  • indurente ad aria, serve per garantire la durezza delle malte edili in ambiente aperto;
  • tempra idraulica – utilizzata per formare miscele ad alta resistenza, spesso per lavori in acqua (ponti, fondazioni portuali, ecc.).

Per la dimensione delle frazioni:

  • grumoso – venduto alla rinfusa;
  • schiacciato;
  • polveroso.

Inoltre, la calce è suddivisa in:

  • aria, che si divide in 3 sottogruppi: dolomite, calcio, magnesiaco;
  • idraulico, contenente circa il 20% di alite e belite, utilizzato sia in aria che sott’acqua;
  • cloro (sbiancamento);
  • soda – composti di soda e idrati utilizzati per assorbire i gas nocivi (attrezzatura respiratoria e subacquea).

Cemento, gesso e argilla vengono utilizzati come leganti per la formazione di impasti di vario scopo..

Per motivi di sicurezza, la calce viene trasportata chiusa.

Ambito di applicazione

Il campo di applicazione degli idrossidi è davvero enorme..

Sono stati utilizzati per la preparazione di impasti speciali e murature fin dall’antichità.. Ricetta tradizionale: tre o quattro parti di sabbia vengono mescolate a una parte della miscela di lanugine e acqua. Nel processo viene rilasciata acqua, il che è un aspetto negativo, poiché l’elevata umidità viene trattenuta a lungo negli ambienti costruiti con l’uso di tale materiale. Pertanto, cemento come elemento legante e calce spostata nei cantieri..

La calce viene anche utilizzata per la produzione di materiali silicati, il cui processo di indurimento è accelerato, poiché la miscela di ossidi di calcio e quarziti non è influenzata dall’acqua, ma dal vapore riscaldato a 190 ° C con una pressione di 15 atm. Per fare ciò, utilizzare dispositivi speciali chiamati autoclavi..

La calce è anche usata:

  1. nel processo di addolcimento dell’acqua;
  2. nella produzione di candeggina;
  3. quando si ricevono fertilizzanti e si neutralizzano i terreni acidificati;
  4. nel processo di causticazione dei carbonati;
  5. nella concia delle pelli;
  6. per ottenere altri composti chimici, nelle reazioni di neutralizzazione dei composti acidi (industriali, acque reflue);
  7. come additivo alimentare (E526);
  8. identificare la CO2, interagendo con la quale diventa torbida;
  9. come mezzo per disinfettare i tessuti dentali in medicina;
  10. per la messa a terra di apparecchiature in terreni con un livello di resistenza eccessivo (riduce il grado di resistività del suolo);
  11. il latte di calce viene utilizzato per la fabbricazione di fungicidi;
  12. per spaventare i roditori aggiungendo al terreno;
  13. in muratura, in particolare a forno, in quanto fornisce un’ottima adesione alla struttura in mattoni o cemento armato;
  14. per la finitura del legno mediante rete di intonaco (tegole);
  15. per l’isolamento di alta qualità delle pareti del pollaio.

Un argomento separato è l’uso della lanugine per la coltivazione del suolo..

Viene utilizzato principalmente per correggere le condizioni del suolo..

Il dosaggio del farmaco dipende da 2 aspetti:

  • la composizione del terreno e il grado della sua acidità;
  • il tipo e la profondità di collocamento dei fondi sul sito.

Il livello di un grado sovrastimato di acidità del suolo è identificato dai seguenti segni:

  • la presenza di uno strato di cenere biancastra sul terreno;
  • crescita insoddisfacente del trifoglio sul terreno;
  • muschi molto cresciuti, acetosella, rosmarino selvatico, whitewort e altre piante che amano un ambiente acido.

Per identificare più accuratamente il livello di acidità del suolo, i suoi campioni vengono portati in uno speciale laboratorio chimico o pHmetri e vengono utilizzati mezzi indicativi noti.

I terreni si distinguono in base al livello di pH:

  • fortemente acido – pH 4;
  • moderatamente acido – pH 4-5;
  • leggermente acido – pH 5-6,5;
  • neutro – pH 6,5-7;
  • leggermente alcalino – pH 7-8;
  • medio alcalino – pH 8-8,5;
  • fortemente alcalino – pH 8,6 o più.

I terreni neutri e inferiori non sono soggetti a lavorazione.

È importante tenere conto del fatto che per ogni specifica coltura agricola e tipo di terreno, i volumi ei parametri del fertilizzante applicato differiscono..

Come allevare?

Non è difficile preparare la composizione target della sostanza..

Per fare ciò, è necessario sapere che si distinguono diverse soluzioni di calce:

  • gesso-calce. Prende entro 5-10 minuti. Pertanto, è realizzato in piccoli volumi e applicato immediatamente sulla superficie. Il tempo di indurimento finale va da un giorno a due. Il rivestimento è resistente e facile da maneggiare. Cornici e altri elementi in legno sono rifiniti con questa soluzione..
  • cemento-calce. La malta è altamente durevole e resistente all’umidità. Utilizzato in scantinati e bagni. Utilizzare cemento M400 (per resistenza) o M200. La miscela viene preparata in ragione di 1 parte di cemento e calce a 3 parti di sabbia.
  • Argilla-calce. È usato meno spesso, ma ha eccellenti proprietà di resistenza. È importante considerare che l’argilla è un materiale economico ed ecologico. Utilizzato principalmente per lavorare con oggetti di argilla.

Per trasformare le materie prime di calce in gesso, deve essere estinto. L’intera procedura di tranciatura richiede in media 36 ore. Tuttavia, il grassello di calce deve essere stagionato fino a 15 giorni. Nel processo di estinzione, si raccomanda di rispettare le regole di sicurezza, poiché la reazione è pronunciata esotermica..

Indossare occhiali protettivi, guanti, stivali e indumenti ruvidi.

I contenitori sono solitamente utilizzati in metallo. Durante la reazione, la miscela cresce di volume di circa 3 volte, cosa importante da tenere in considerazione quando si sceglie un contenitore adatto.

Rapporto:

  • per lanugine – 1 kg per 1 litro d’acqua;
  • per impasto – per 1 kg 0,5 l.

Durante il processo, la materia prima viene riempita con acqua fredda. Alla fine della procedura, la miscela risultante viene miscelata e lasciata riposare. Successivamente, il prodotto viene passato attraverso un setaccio.

Quindi iniziano a produrre malta per intonaco, ad esempio a base di cemento. Le proporzioni di miscelazione variano a seconda del tipo di soluzione e dello scopo del suo utilizzo..

La malta cementizia per intonaci soddisfa molti tipi di lavori. Per la sua fabbricazione viene solitamente utilizzato cemento M400-500, nonché sabbia setacciata di frazioni medie. È facile realizzare una consistenza plastica per lavori di finitura: 25 kg di cemento, 14 kg di calce, 230 kg di sabbia, 60 litri di acqua. Per una soluzione più duratura, le proporzioni sono leggermente diverse: 25 kg di cemento, 7 kg di calce, 175 kg di sabbia, 55 litri di acqua.

Per l’elasticità, l’adesione produttiva e l’aumento della resistenza all’umidità, le soluzioni vengono migliorate aggiungendo sapone liquido (0,2 l per 20 l di miscela) o colla vinilica (0,5 l per 20 l di miscela).

Quindi, l’intera procedura si presenta così: cemento e calce vengono posti in un certo volume d’acqua, mescolati, viene aggiunta sabbia.

Dopo la formazione di una consistenza omogenea, il liquido rimanente viene drenato e la soluzione viene nuovamente miscelata.

Sottigliezze d’uso

Il prodotto è efficace anche quando si eseguono riparazioni, ad esempio, per l’imbiancatura delle pareti. In questi casi, per lo spegnimento viene spesso utilizzato un idrante, un dispositivo per lo spegnimento automatico della calce e l’ottenimento di calce idrata (lanugine). La composizione richiesta viene preparata in anticipo, uno o due giorni prima delle operazioni principali. Per ottenere toni ricchi e chiari di lanugine diluita, si osserva un rapporto di 1: 1. Una soluzione accuratamente miscelata viene applicata al materiale con un pennello o usando una pistola a spruzzo in 2-3 strati.

Il fluff viene spesso aggiunto a varie formulazioni.. Quindi, aggiunto al cemento, forma una consistenza viscosa che non si screpola anche dopo l’essiccazione..

La calce spenta con la sua caratteristica resistenza al fuoco viene utilizzata per rivestire gli elementi in legno delle case in 1-3 strati. Ciò elimina i processi di decomposizione e migliora la qualità del legno..

La calce è una sostanza caustica, quindi, quando si lavora con essa, è importante rispettare le misure di sicurezza:

  • lavorare con occhiali e guanti speciali;
  • durante il processo di estinzione, dovresti stare lontano dal contenitore dove sta avvenendo la reazione, poiché quest’ultimo è così attivo che puoi bruciarti da schizzi volanti;
  • proteggere l’apparato respiratorio con una maschera di garza di cotone;
  • in caso di contatto con la pelle, è necessario rimuovere le gocce con un batuffolo di cotone imbevuto di olio vegetale e posizionare sulla parte lesa un impacco di garza precedentemente trattata con aceto al 5%;
  • se la miscela viene a contatto con gli occhi, sciacquarli immediatamente con acqua e, se necessario, consultare un medico.

Suggerimenti e trucchi

È necessario imbiancare gli alberi in autunno e in primavera, questa procedura li protegge dal congelamento e dai parassiti.

Gli esperti raccomandano la seguente composizione per l’uso:

  • 10 litri di acqua;
  • 2,5 kg di lanugine;
  • 0,1 kg di colla per legno;
  • 0,5 kg di solfato di rame;
  • una manciata di elleboro essiccato (spaventa le lepri).

I componenti devono essere miscelati fino a che liscio. Quindi riposare per 4-5 ore. La composizione viene applicata agli alberi con un pennello o una spugna. È meglio applicare più strati..

Un’altra ricetta utile:

  • aggiungere 2 kg di carne schiacciata, 1,5 kg di argilla e 0,3 kg di solfato di rame in un secchio d’acqua (8-10 l);
  • quando si mescola, si ottiene una composizione viscosa, come la panna acida;
  • la sostanza viene applicata sul legno senza sbavature;
  • lo strato applicato dovrebbe essere di 3-4 mm.

Il fluff viene spesso utilizzato per decontaminare gli attrezzi da giardino. Viene utilizzato prodotto appena spento. Le materie prime in grumi vengono diluite con acqua (1: 1).

Il latte viene preparato dalla lanugine risultante (miscela 10-20%):

  • 1 kg di materie prime richiede 1 litro d’acqua;
  • diluire l’intermedio raffreddato con 9 litri di acqua;
  • usa il latte come indicato.

L’imbiancatura a calce è appropriata in ambienti con elevata umidità.

Tuttavia, non dovrebbe essere utilizzato in aree di stoccaggio di verdure con un contenuto di umidità del 10-20%..

Se la composizione è destinata alla muratura, dovrebbe essere conservata in una fossa per almeno mezzo mese. Se l’impasto è destinato alla preparazione della malta di gesso, il periodo è di circa 1 mese.

Per sostituire la calce, i costruttori usano spesso i suoi analoghi (“Azolit”, “Cemplas”, Zetesol), che sono tipici plastificanti con varie qualità specifiche. Per questo motivo la scelta di un particolare plastificante viene effettuata tenendo conto delle specifiche condizioni d’uso..

Aggiungendo calce alla segatura, si ottiene un ottimo isolamento che non è soggetto al processo di decomposizione. La segatura preparata per questo scopo viene mescolata con lanugine (10% della massa di segatura). Il materiale risultante viene accuratamente miscelato in un contenitore, dopodiché i vuoti vengono riempiti con esso..

I materiali solidi sono anche preparati da segatura e calce. Ciò richiede il 10% di calce, il 5% di gesso e segatura. La miscela secca viene mescolata e diluita con acqua fino ad ottenere una consistenza densa, che viene immediatamente applicata. La consistenza si prepara in piccoli volumi, poiché il gesso indurisce rapidamente.

La candeggina è ampiamente utilizzata per purificare l’acqua, che evita varie epidemie.. Nell’acqua, il cloro in combinazione con altre sostanze può causare intossicazione. Per ridurre gli effetti sull’organismo è importante bere acqua filtrata, utilizzando preventivamente carbone vegetale o altri filtri efficaci.

Prima dell’imbiancatura, l’area trattata deve essere accuratamente pulita da vari residui: macchie di grasso, efflorescenze, sporco e macchie di ruggine..

In precedenza, la superficie viene intonacata e innescata, le depressioni e i rigonfiamenti vengono livellati. Gli elementi non elaborati sono coperti.

                      L’imbiancatura viene eseguita in 2-3 strati. Lo strato successivo si stende in modo più affidabile quando il precedente non è completamente asciutto, ma leggermente umido. In questo caso, l’adesione del rivestimento è migliorata. Prima di iniziare l’imbiancatura, è utile inumidire la superficie.

                      Esistono diversi tipi di pistole a spruzzo in vendita: pneumatiche, elettriche e manuali. Il manuale è l’opzione migliore per le piccole aree. Gli elettrici sono usati per grandi aree, spruzzano il materiale in modo più uniforme.

                      Se aggiungi un pizzico di blu normale al latte di lime, il suo colore diventerà bianco come la neve. L’imbiancatura non macchia i vestiti e le mani se aggiungi un po’ di salgemma (100 g per 10 l) al latte. Diluire il sale correttamente in un contenitore separato..

                      Per come estinguere la calce, guarda il prossimo video.