Porte coupé: come scegliere quella giusta?

Porte coupé: come scegliere quella giusta?

L’installazione delle porte degli scomparti è riconosciuta come uno dei modi più ergonomici e razionali di suddivisione in zone dello spazio abitativo. Grazie al loro meccanismo semplice e affidabile, sono un complemento d’arredo funzionale e pratico. Le porte degli scomparti interni si sono innamorate non solo dei proprietari di appartamenti e case, ma anche dei produttori, grazie ai quali la loro gamma si distingue per una varietà di prodotti con vari design e meccanismi di movimento, ognuno dei quali ha determinate caratteristiche e differenze..

Caratteristiche e vantaggi

Le porte scorrevoli sono un’ottima soluzione sia per piccoli appartamenti che per spaziose case private. Questi prodotti sono in grado di fungere da porta interna a tutti gli effetti, ma possono anche essere una partizione aggiuntiva per la suddivisione in zone. La particolarità di queste strutture risiede nella disposizione del meccanismo del loro movimento.. I prodotti hanno una serie di vantaggi:

  • Consente di organizzare le porte senza soglie;
  • Facile da usare
  • Consentono di utilizzare lo spazio in modo ergonomico;
  • Sicuro da usare;
  • Garantire l’assenza di danni e graffi dalle porte sul pavimento e sulle pareti;
  • Hanno una lunga durata;
  • Facile da riparare e sostituire parti del meccanismo di movimento dell’anta.

In generale, le caratteristiche delle porte scorrevoli contengono contemporaneamente i loro vantaggi, ma hanno anche uno scarso isolamento acustico. Inoltre, il costo di una coupé è leggermente superiore a quello delle porte classiche, tuttavia, funzionalità, originalità del design, praticità ed ergonomia superano notevolmente a favore dei modelli scorrevoli. I componenti base delle porte scorrevoli sono i seguenti:

  • fascia;
  • Scatola;
  • Meccanismo movimento anta.

Inoltre, potrebbero esserci elementi hardware e morsetti per anta, altrimenti sono chiamati limitatori di movimento. I fermi sono necessari in modo che la porta non esca dalle scanalature e non si sposti oltre le guide. I raccordi per porte scorrevoli possono essere assenti, ma vale la pena notare che differisce in modo significativo dalle solite maniglie delle porte..

Non tutti i tipi di porte dei vani possono essere dotati di maniglie sporgenti, molto spesso sono nascoste, cioè sono incorporate nella tela in modo da non interferire con il movimento delle ante. Le maniglie possono essere di qualsiasi forma e dimensione.

L’opinione che le porte scorrevoli sospese non prevedano la presenza di serrature è fondamentalmente errata. Naturalmente, non tutti i modelli sono forniti con questo pezzo di raccordi., ma esistono e sono anche presentati in diverse varianti:

  • indipendente, quando un pulsante o un chiavistello bloccano il movimento delle alette;
  • serratura a tutti gli effetti, simile a quelle installate per le porte a battente convenzionali.

Sistema di design

Tutte le porte scorrevoli possono essere suddivise in due gruppi, classificati in base alla tipologia costruttiva. Questa classificazione è alla base della progettazione e dell’esecuzione dei prodotti. Il primo design è scorrevole in parallelo e il secondo è pieghevole e scorrevole. Tra di loro, questi gruppi, come segue dai loro nomi, differiscono nel modo in cui si muovono le ante. Inoltre, possono essere dotati di vari meccanismi di movimento, si differenziano per tecnologia di installazione e tipo di costruzione.. Considera ciascuno dei sistemi separatamente:

  • Il sistema di scorrimento parallelo può essere costituito da una o più ante. Il principio della loro apertura e chiusura consiste nel movimento parallelo alla superficie delle pareti, cioè si allontanano lungo piani verticali.
  • Un sistema di piegatura scorrevole può includere allo stesso modo nel suo design da una a più foglie, il cui principio di movimento ricorda una fisarmonica.

Tornando ai meccanismi di movimento dell’anta, possiamo dire che la loro tipologia è influenzata dalle dimensioni, dal peso e dalle caratteristiche costruttive del prodotto. Il sistema di movimento delle porte del vano consiste nel fatto che speciali rulli scorrono lungo le guide, garantendo così un movimento regolare delle ante. I meccanismi possono differire per il materiale utilizzato per la loro fabbricazione, il metodo di fissaggio e il numero di rulli o slitte..

Le rotaie di guida del meccanismo del vano possono essere posizionate sopra o sotto, o immediatamente sopra e sotto, e la loro posizione in un certo piano è di grande importanza. Ad esempio, le strutture incernierate con due guide sono le più robuste e durevoli. È più probabile che si possano trovare due guide in strutture massicce..

Il meccanismo più comune sono le guide dal basso, è disponibile per i proprietari di locali residenziali solo con soffitti inaffidabili (cartongesso, tensione) e pareti, ma è importante tenere conto del fatto che la loro capacità di martellare porta al fatto che si sporcano facilmente all’interno, ma difficili da pulire. I meccanismi di binario solo superiore prevedono la posizione dei binari sul soffitto o sulla porta. Nel sistema scorrevole-ribaltabile del movimento delle ante è prevista esclusivamente l’installazione di binari di guida per i carrelli (da non confondere con i rulli) sopra l’anta.

Per il numero di guide e la loro forma, si distinguono:

  • Corsia singola;
  • A due corsie;
  • Dritto;
  • Curvo (per ante curve).

Si prega di notare che per porte di peso inferiore a 60 kg, è sufficiente un meccanismo a rullo con sospensione superiore.

Al fine di garantire un funzionamento lungo e sicuro con un aumento del peso del sistema, si consiglia di installare rulli aggiuntivi, gli stessi saranno necessari per ante larghe (più di 1 m).

Oltre alle tipologie di cui sopra, le porte possono avere un meccanismo di movimento manuale o automatico. I meccanismi manuali richiedono un impatto fisico diretto sulle ante, ovvero l’utente deve afferrare la maniglia e spostarla nella direzione necessaria per aprire o chiudere le ante. I meccanismi delle porte automatiche per principio di funzionamento sono piuttosto complessi, i loro sensori reagiscono al movimento o all’avvicinamento. Attivano le ante in modo tale che speciali elementi scorrevoli muovono le ante..

È comodo e pratico, ma molto costoso e non sempre necessario nei locali residenziali..

Visualizzazioni

A loro volta, le porte con sistema di scorrimento parallelo possono essere classificate in base al numero di ante della struttura.. Sono dei seguenti tipi:

  • foglia singola;
  • Bivalve;
  • Tricuspide;
  • Costruzioni con un gran numero di foglie.

Un altro criterio di classificazione è “Parcheggio”. Questo fattore dipende da quante sezioni del muro occupano le ante una volta aperte. Esistono sistemi di parcheggio singolo e doppio. Secondo il metodo di movimento dei lembi, le strutture sono suddivise in quanto segue:

  • Porte del vano standard. Meccanismo di tipo classico, dove le ante si muovono lungo i binari di guida lungo la parete, mentre il numero dei pannelli non è importante.
  • Porte a cassetta. Le guide per le porte a cassetta integrate nel muro consentono alle ante della porta di nascondersi in ulteriori nicchie del muro a secco (astucci per matite) durante l’apertura, altrimenti il ​​principio di funzionamento è simile alle porte scorrevoli convenzionali.
  • Porte radiali. Questo tipo di costruzione ha un’insolita forma arrotondata, altrimenti il ​​principio del loro movimento può essere simile sia alle porte del vano che alle porte a cassetta..
  • Porte a cascata. Sono sempre costituiti da almeno due foglie, di cui una può essere immobile, e può muoversi secondo altre parti. Questo tipo di costruzione ha una caratteristica: ogni porta ha il proprio binario di guida e, quando è aperta, l’anta deve essere montata su un lato dell’apertura..
  • Apertura delle porte. Il meccanismo di movimento di questo tipo ha due guide, come le porte a cascata, ma la sua particolarità è che si trova all’interno del vano porta, e una volta aperto ne lascia solo una metà libera per il passaggio.

Le strutture con sistema scorrevole-ripiegabile si dividono in due tipologie:

  • Porte a soffietto.
  • Porte a soffietto.

Il principio di movimento di questi tipi di porte a scomparti è intuitivo dal nome. Per le particolarità della piegatura, queste porte sono le più compatte e senza pretese da usare e mantenere, occupano il minimo spazio, anche se coprono la maggior parte del vano della porta. L’unico inconveniente di questi prodotti è problemi con l’isolamento acustico e dagli odori, che è rilevante quando si tratta della zona cucina. Ma come elemento decorativo o elemento di zonizzazione, sono insostituibili..

Appuntamento

Le porte scorrevoli sono caratterizzate dal massimo livello di funzionalità e versatilità, in modo che possano essere utilizzate indipendentemente dallo scopo della stanza.. Ci sono diverse situazioni in cui è semplicemente impossibile fare a meno di una porta del vano:

  • La presenza di una porta non standard, dove è assolutamente impossibile installare una porta classica;
  • Piccole aree dei locali o mancanza di spazio libero;
  • La necessità di suddividere lo spazio senza perdere l’area di lavoro, danneggiando il design degli interni, dividendo così la stanza in due zone;

  • Le caratteristiche della disposizione e della disposizione dei mobili richiedono la sua posizione lungo le pareti, quindi una porta scorrevole è una soluzione ideale, soprattutto a cassetta, poiché non occupa affatto lo spazio delle stanze;
  • Se vuoi decorare l’interno della stanza in modo originale, dovresti scegliere strutture scorrevoli radiali, angolari o in vetro. Diversificano perfettamente l’interno;
  • La necessità di nascondere una nicchia con un’area aggiuntiva o sistemi di archiviazione;
  • Dubbi del proprietario sulla scelta tra una parete divisoria e una porta piena.

In ogni stanza, le porte dello scomparto saranno un’aggiunta eccellente all’interno, che si tratti di un ingresso stretto in cui è possibile installare solo una porta dello scomparto, una parete divisoria della cucina che la separa dalla sala, una porta segreta della dispensa, spogliatoio o area di lavoro, interno alla camera da letto, soggiorno o sul balcone.

Non ci sono restrizioni di installazione, la cosa principale è la presenza di una porta, il corretto riempimento del meccanismo e il desiderio del proprietario dell’abitazione di completare lo spazio con un prodotto ultramoderno, comodo da usare e insolito.

Dimensioni (modifica)

Prima di decidere la dimensione stimata della struttura della porta scorrevole, è necessario misurare completamente la stanza, mentre si redige un piano approssimativo tenendo conto della disposizione dei mobili e degli elementi aggiuntivi sotto forma di prese e interruttori, schemi elettrici e simili . Sono questi dettagli che si trovano più spesso alle porte e possono interferire con il movimento delle ante o generalmente impedire l’installazione del prodotto.

Solo allora è possibile calcolare le dimensioni della porta. Si consiglia di eseguire questa operazione in più punti per verificare il risultato e, in caso di geometria errata, apportare correzioni e allineare l’apertura. Dopo questi passaggi, puoi iniziare a calcolare la lunghezza delle guide; se ce ne sono diversi, quindi per la parte superiore e per la parte inferiore, i calcoli dovrebbero essere fatti separatamente, ma alla fine è sempre lo stesso. Le porte coupé non tollerano le porte inclinate.

Il prossimo è il calcolo delle dimensioni delle ante. C’è una semplice formula per calcolare l’altezza: devi sottrarre 4 cm dall’altezza del portone. Per calcolare la larghezza devi decidere esattamente il tipo di meccanismo di movimento e il numero di ante, ma c’è anche un formula qui: la larghezza della porta più 2,6 cm moltiplicata per il numero di alette. Il numero risultante deve essere diviso per il numero di foglie. 2,6 cm è l’errore per l’attraversamento delle ante.

Come al solito, ogni mobile ha le sue dimensioni di design. Di solito sono divisi in europei e domestici. Dimensioni generalmente accettate dai produttori russi: 2 m – altezza massima, larghezza fino a 0,9 m, tenendo conto dello spessore della parete non superiore a 7 cm.

Esiste un’alta probabilità di avere una porta non standard in un’area residenziale, quindi ogni proprietario ha l’opportunità di ordinare la progettazione e la produzione di porte su misura in base a parametri individuali. Ciò aumenterà il costo del prodotto, ma lo renderà un’aggiunta ideale all’interno.. I prodotti realizzati secondo i singoli progetti sono considerati fuori standard.

La natura non standard di tali modelli può risiedere non solo nel loro design, ma anche nella larghezza o altezza della struttura. Non possono essere più larghi di 0,5 m e sono costituiti da un’anta. Tali porte interne sono molto strette e non del tutto convenienti per l’uso regolare, ma come un mobile decorativo o una porta segreta per uno spogliatoio o una dispensa, sono abbastanza in grado di scendere..

Un’opzione di design più interessante sono le porte larghe più di 2 m.Sono costituiti da un gran numero di tele, ognuna delle quali può essere completamente indipendente dalle altre.

Le porte scorrevoli larghe hanno una struttura piuttosto pesante, pertanto possono richiedere non solo l’installazione di rulli o carrelli aggiuntivi, ma anche il rafforzamento della struttura portante della parete o del soffitto.

Materiali in tela

Il materiale con cui sono realizzate le porte scorrevoli può essere variato. Le varianti sbalordiscono l’immaginazione con le loro prestazioni e il loro combinatorialismo. È il materiale che è uno dei fattori più importanti che influenzano la qualità e l’affidabilità della struttura, in secondo luogo è l’assemblaggio. Non dobbiamo dimenticare che il costo di un prodotto dipende direttamente da cosa è stato realizzato.. Dovrebbero essere considerati alcuni dei materiali più comuni per le porte degli scomparti:

  • Legno naturale. I prodotti più costosi sono realizzati in legno massello naturale di varie specie. Il legno può diventare sia il materiale principale per la facciata che fungere da inserti decorativi in ​​combinazione con altri materiali..
  • MDF o compensato. I pannelli di questo materiale sono considerati i più richiesti nel mercato dell’arredamento grazie alla loro “flessibilità” i pannelli MDF sono facili da lavorare sia in termini di verniciatura che in termini di fresatura.

  • Truciolare o truciolare. Il più economico di tutti i materiali disponibili, a basso impatto ambientale, ma allo stesso tempo durevole e affidabile nel funzionamento. È presentato in un gran numero di disegni per l’imitazione delle specie di legno.
  • plexiglas. Nonostante l’uso insolito del vetro, viene spesso utilizzato non solo per il design della facciata, ma anche per la fabbricazione delle porte stesse. Un aspetto importante è l’uso nella produzione di solo vetro antiurto con protezione aggiuntiva contro le schegge. Nelle sue prestazioni può essere plexiglass colorato e opaco, con spolvero decorativo, rivestimento lucido e così via..

  • Plastica. Le ante delle porte in plastica stanno lentamente ma inesorabilmente diventando un ricordo del passato, ma questo materiale viene utilizzato per realizzare rulli e carrelli per meccanismi di movimento.
  • Metallo (acciaio, alluminio, rame). Questi materiali vengono utilizzati per la progettazione della facciata e del profilo, nonché, principalmente, per la produzione di binari di guida. Con essi possono essere realizzati accessori, inserti decorativi e così via..
  • Rattan e bambù. Molto raramente, le ante realizzate con questi materiali si trovano in case o appartamenti, molto più spesso vengono utilizzate come inserti decorativi..

Colori

Quando si sceglie il colore degli elementi della porta, i futuri proprietari hanno molte domande a cui è piuttosto difficile rispondere. Ecco perché i designer hanno sviluppato alcuni semplici concetti per i colori, le sfumature per le porte e l’effetto che daranno alla stanza:

  • Prodotti di colore chiaro. Porte bianche e prodotti in colori pastello sono ideali per interni classici e in alcuni casi antichi. Grazie alla loro gamma di luce, sono in grado di espandere visivamente lo spazio, soprattutto se il loro colore è monocromatico rispetto alle pareti, cioè coincidono.
  • Porte in colori scuri. Le tonalità del nero e del legno conferiscono agli interni una pienezza di colori e profondità, possono essere combinati con la finitura del pavimento, battiscopa o mobili, sia nel colore che nella trama, mentre contrastano con le pareti o, al contrario, si fondono con esse.
  • Toni naturali. Tonalità eccezionalmente legnose dalla betulla più chiara o dal rovere sbiancato al ricco wengé, aggiungono lusso agli interni e sono in perfetta armonia con le facciate dei mobili.
  • Struttura di vetro. Le porte in vetro non sono semplicemente incluse in un gruppo separato. È difficile combinarli con la decorazione del pavimento o delle pareti, ma allo stesso tempo risuonano idealmente con l’arredamento della stanza e la sua trama e gamma di colori..

Pertanto, ci sono tre modi principali per scegliere un concetto di colore:

  • Il principio di combinazione con il pavimento;
  • Abbinare il colore degli oggetti interni;
  • Combinazione con decorazione murale;
  • Combinazione di più metodi.

Progettazione della facciata

Le porte scorrevoli sono diverse non solo nelle loro caratteristiche di design, ma anche nello stile e nel design. Varie tecniche e materiali vengono utilizzati per decorarli:

  • Inserti in tessuto e pelle combinati;
  • Istruzioni di vetro smerigliato;
  • Superfici specchiate con vetrate o sfaccettature;
  • Vetro dipinto o decorato;
  • Stampa di sabbiatura;
  • Stampa fotografica;
  • Adesivi in ​​vinile;
  • Pittura su legno;
  • Facciate con fresatura;
  • Accessori di varie forme e dimensioni, come manici in legno intagliato;
  • Combinazione di inserti di materiali diversi e così via.

È importante che il design delle porte si fonda armoniosamente con l’interno e non sembri estraneo. Per fare ciò, è necessario prendere in considerazione non solo la combinazione di colori, ma anche la decorazione in combinazione con soluzioni strutturate. È necessario decidere l’appartenenza della porta del vano: o sarà un oggetto interno in una stanza particolare o un elemento di decorazione. A seconda di ciò, viene scelto il design del design..

La cosa principale è non aver paura di sperimentare, affidandosi ai propri gusti e ai consigli dei designer..

Stili contemporanei

La scelta dello stile, del design e della combinazione di colori dipende dagli interni e dalle preferenze di gusto del proprietario. In generale, per un design armonioso, vale la pena aderire ai canoni di base dell’una o dell’altra direzione nell’interior design.. Alcuni esempi dovrebbero essere considerati:

  • Gli stili caratterizzati da un pronunciato ascetismo, come high-tech, moderno, minimalismo e techno, saranno perfettamente integrati da strutture laconiche in metallo e vetro, possibilmente in plastica. Più semplice è il disegno geometrico, meglio è.

È preferibile utilizzare trame lisce, rivestimenti opachi o lucidi delle tele e assenza quasi completa di decorazioni.

  • Gli stili loft e retrò richiedono materiali naturali con un effetto invecchiato, preferibilmente senza elementi e inserti aggiuntivi, integrati da ornamenti o dipinti a mano.
  • Stili romantici come Provence e Country. Per la prima direzione, le porte sono selezionate in colori chiari da materiali naturali o che imitano il legno con un effetto antico e motivi raffinati. Anche il Paese predilige il legno, ma senza verniciatura e trattamenti artificiali. Alla ricerca di un aspetto del legno pulito e incontaminato con un motivo distinto in colori caldi.

  • È meglio attrezzare le stanze decorate in stile ecologico con prodotti in legno naturale intarsiati con tessuti o pelle.
  • Anche i classici e gli stili tradizionali saranno felici con prodotti realizzati con materiali naturali con pittura, accessori originali e insoliti, ad esempio maniglie forgiate.
  • Gli stili asiatici ed etnici sono più adatti per legno o MDF in colori vivaci, intarsiati con tessuti, vetro, bambù o rattan (direzione est).

Come scegliere quello giusto?

L’acquisto di qualsiasi mobile o elemento di arredo d’interni è sempre un’occupazione responsabile. Nessuno vuole acquistare un prodotto che non si adatta alla composizione del design o sarà di breve durata o pericoloso da usare. Per affrontare con competenza la scelta delle porte scorrevoli, vale la pena considerare in dettaglio caratteristiche richieste per ciascuno dei suoi elementi:

  • Tela. Il principio è semplice, è l’elemento della porta più grande in termini di dimensioni, quindi vale la pena iniziare con esso. In primo luogo, è importante scegliere un materiale dell’anta adatto all’interno della stanza, nonché conveniente per il budget pianificato..
  • Scatola. È importante tenere conto della qualità e della forza, nonché del rispetto del design delle tele..
  • Meccanismo di movimento dell’anta. Questo è uno dei parametri più importanti nella scelta, perché ogni tipo di questi meccanismi ha le sue caratteristiche. È indispensabile tenere conto della disponibilità di spazio libero per il movimento delle ante, del sistema di movimento preferito, della larghezza e dell’altezza della porta.

Si prega di notare che al momento dell’acquisto, è necessario verificare la qualità della produzione di rulli, carrelli e guide.

Le rotelle dovrebbero essere realizzate in plastica resistente con un rivestimento in gomma e le guide dovrebbero essere in alluminio o acciaio. Il primo metallo è più estetico, mentre il secondo è più resistente. Il peso delle tele, il loro numero sono presi in considerazione. In uno showroom di mobili o altro negozio specializzato, è importante controllare più volte il funzionamento del meccanismo di movimento della porta, tenere conto della presenza di rumori, cigolii.

La porta dovrebbe muoversi agevolmente, senza penzolare o staccarsi dalle guide. Le tele stesse devono essere esaminate per deformazioni, scheggiature e altri danni..

Solo dopo che tutte queste azioni sono state eseguite, al futuro proprietario è piaciuto il design e lo stile e il design della porta si è adattato perfettamente alle misure esistenti, è possibile effettuare un acquisto. La fase successiva è la consegna, l’installazione e il montaggio. Certo, il design delle porte dei vani è semplice, ma è comunque meglio affidare la sua installazione a professionisti che garantiscono la qualità.

Dopo aver installato la porta e assicurato le rifiniture sotto forma di ferramenta, è necessario controllare attentamente il funzionamento del meccanismo, lo stato del cassonetto e delle ante, assicurandosi con una livella che la porta sia a livello, come la sua guide.

Se tutto è in ordine e il design funziona senza errori, è sicuro dire che la scelta è stata fatta correttamente.

Bellissime opzioni all’interno

Le porte scorrevoli in plexiglass trasparente nel corridoio aggiungono un tocco di modernità e leggerezza agli interni classici grazie a illuminazione e divisori.

Le porte scorrevoli complanari bianche e nere si inseriscono perfettamente nella composizione ideologica di un moderno interno minimalista.

Design delle porte senza telaio con inserti in policarbonato e divisori in legno chiaro, abbinati alla facciata del mobile e alla struttura del pavimento.

Porte basculanti scorrevoli con meccanismo a ribalta in una combinazione insolita con dettagli interni classici in uno stile ultra moderno.

Il soggiorno in stile Art Nouveau è completato da triple porte interne scorrevoli con bordo in legno, ulteriori inserti in vetro.

Le porte scorrevoli a doppio cassetto a libro, incassate nel muro, fungono da porte interne e sono un’ottima barriera a odori e suoni.

Le porte scorrevoli a cassetta sembrano una parte del design dell’armadio grazie alla trama, al colore e al design perfettamente abbinati delle facciate.

Vedi sotto per ulteriori dettagli.