Massetto: sottigliezze del processo e caratteristiche tecnologiche

Massetto: sottigliezze del processo e caratteristiche tecnologiche

Non tutti sanno cos’è un massetto. È un elemento necessario della costruzione o delle riparazioni importanti e svolge una serie di funzioni importanti. Lo scopo principale del massetto è livellare il pavimento, dargli rigidità e nascondere le comunicazioni ingegneristiche. Per sistemi come il riscaldamento a pavimento, il massetto svolge anche una funzione protettiva. Oltre allo scopo principale, il massetto è necessario per aumentare l’isolamento della stanza. Previene la dispersione di calore attraverso i piani inferiori e aumenta il livello di comfort abitativo grazie alle proprietà di isolamento acustico.

Attrezzare un massetto è importante e necessario, ma la sua installazione è difficile e richiede alcune abilità. È importante conoscere le sottigliezze del processo e le caratteristiche della tecnologia del massetto umido, semisecco o asciutto, a seconda del tipo di massetto scelto.

Visualizzazioni

Il mercato delle costruzioni offre oggi diverse tipologie di massetti, convenzionalmente suddivisi in più categorie: per composizione dei componenti, per modalità di adesione, per modalità di posa, per finalità.

Per composizione del materiale

La composizione del materiale è direttamente influenzata dal tipo di massetto: umido, semisecco o asciutto. Allo stesso tempo, le miscele di livellamento con tecnologia autolivellante dovrebbero essere considerate insieme a quelle bagnate (liquide).

Il massetto bagnato è considerato un “classico senza età” nella costruzione. Risulta essere solido, solido e durevole grazie ai componenti nella composizione che aderiscono in modo affidabile con l’acqua e si induriscono nell’aria.

Ci sono molte opzioni per un massetto bagnato:

  • Cemento. Una miscela semplice e affidabile di cemento e sabbia fluviale, quando viene aggiunta acqua, forma una massa di consistenza che è conveniente per versare, si indurisce rapidamente e serve per molti anni. Per il prezzo, un tale massetto appartiene al più economico e in termini di prestazioni è uno dei più affidabili;
  • Calcestruzzo. Nella sua composizione è simile al cemento, poiché si basa su un legante sintetico e sabbia di fiume alluvionale che ha subito vari trattamenti. Può essere presente anche pietrisco. I massetti in calcestruzzo argilloso sono popolari;

  • Mosaico. In sostanza si tratta di un massetto cementizio senza pietrisco, ma con l’aggiunta di polimeri e cemento polimerico. Come componente decorativo, nella composizione vengono introdotte scaglie di marmo e granito, cemento argilloso espanso colorato e altre sostanze;
  • Anidrite. Ha una differenza fondamentale dalla trama di un massetto in calcestruzzo o cemento. L’anidride è un gesso “disidratato” e, dopo l’aggiunta successiva di liquido, si trasforma in una massa flessibile omogenea che assomiglia a un pavimento autolivellante piuttosto che a un massetto di cemento grezzo. Non richiede sforzi aggiuntivi per rinforzare e livellare la superficie del pavimento, ma non consente di realizzare lo spessore abbastanza grande. L’opzione migliore è 25-35 millimetri;

  • Asfalto. È costituito da un legante e una miscela secca di frazioni fini. Le caratteristiche prestazionali del massetto in asfalto sono in altezza, poiché è molto resistente all’usura (a differenza dello stesso gesso), si adatta bene all’isolamento acustico e termico e non contiene sostanze dannose per la salute;
  • Sintetico. Tale miscela implica la presenza di fibre sintetiche di plastica o metallo, che rafforzano il massetto. Componenti aggiuntivi lo rendono resistente come il cemento armato, ma meno pesante;
  • Mortaio o livellamento. Si tratta di miscele pronte a base di gesso con l’aggiunta di varie fibre, metalli e leganti..

Il pavimento autolivellante si distinguerà in una categoria separata. Viene utilizzato nei casi in cui la superficie del sottofondo non sia in uno stato deplorevole o come finitura su un massetto cementizio. Un massetto autolivellante è più adatto per l’uso indipendente senza l’aiuto di un professionista, dà un buon risultato, tuttavia, il costo è parecchie volte superiore a un massetto in cemento o cemento. La sua altezza massima è di 30 mm.

Un massetto semisecco adatto a lavori rapidi su una superficie del pavimento relativamente piana, ha per la maggior parte la stessa composizione. Diversi produttori differiscono solo per il tipo di plastificanti e le proporzioni dei componenti. Ce ne sono 4 in totale: sabbia grossolana, polvere di cemento, fibre di polipropilene, plastificanti. Quando si prepara l’impasto, viene aggiunta acqua, ma in una quantità inferiore rispetto a un massetto liquido.

Il massetto semisecco non richiede rinforzo e protezione aggiuntiva, poiché le fibre nella composizione sono progettate per aumentare la duttilità e la resistenza.

Massetto a secco: un modo più moderno.

È un’alternanza strato per strato di materiali:

  • Pellicola polimerica necessaria per proteggere da umidità e condensa.
  • Nastro smorzatore. Chiamato anche nastro per bordi.
  • Segnalatori luminosi e guide che regolano la distribuzione uniforme della sostanza sulla superficie del pavimento.
  • Strato di livellamento. Sostanza per riempimento a secco, di cui è composta la parte principale e lo spessore del massetto.
  • Materiale in fogli o pannelli che livella la superficie dello strato scorrevole.
  • Film protettivo in PVC che ricopre i teli di livellamento idrofobi;
  • Mastice, colla e viti autofilettanti per unire lamiere.

Nella composizione del massetto a secco, la sostanza per il riempimento a secco è diversa. La maggior parte dei suoi tipi non richiede un intervento professionale..

Varietà di massetto a secco per componenti:

  • Miscele a base di sabbia. Molto spesso sono costituiti da fiume alluvionale o sabbia di cava e cemento. A volte nella composizione sono presenti altri componenti per migliorare le proprietà di assorbimento e aumentare la resistenza all’usura della sostanza abrasiva. La sabbia che ha subito diversi procedimenti di lavorazione ed è esente da organismi viventi e impurità presenta una serie di vantaggi: non si “accascia” nel tempo, permette di svolgere il lavoro in modo rapido e pulito. È un prodotto ecologico di origine biologica.
  • Miscela di calcestruzzo. Con l’aggiunta di gesso, sabbia e argilla espansa.

  • Riempimento di scorie. Nonostante i pregiudizi esistenti sull’uso delle scorie in un’area residenziale, questo materiale è costituito esclusivamente da componenti naturali. Si adatta perfettamente al suo compito di massetto a secco e si distingue per il suo basso costo, poiché le scorie sono uno scarto di produzione. Ne esistono anche di diversi tipi:
  • Dominio. Proprietà molto simili alle miscele cementizie, ma meno idrofobe e più resistenti al gelo;
  • Lana minerale. Questa non è pura scoria. La lana minerale è ottenuta mediante trattamento termico di scorie di produzione metallurgica.

  • Carbone. Adatto per l’uso in tutti i tipi di massetti. Differisce per economicità e composizione ottimale;
  • Carburante. Viene conservato per 3 mesi in scanalature, per poi essere utilizzato per la posa di un massetto con elevate prestazioni isolanti..
  • Argilla espansa. Viene utilizzato nella sua forma pura, poiché questa argilla a basso punto di fusione dopo il trattamento termico ha già tutte le proprietà necessarie: peso ridotto, economicità, composizione organica, facilità di installazione.

  • perlite. Come argilla espansa si utilizzano grani di origine vulcanica, “rigonfiati” per calcinazione in fornace fino ad uno stato leggermente poroso.
  • Vermiculite. Combina le qualità dei due precedenti materiali porosi, ma costa un po’ di più.
  • Pannelli in cemento e fibra di legno. Sono resistenti, lisci, uniformi, non richiedono ulteriori sforzi durante l’installazione, non temono l’umidità, biostabili, non si congelano, pesano un po’, si montano facilmente, sono economici.

A proposito di adesione

È consuetudine distinguere 4 tipi di adesione del massetto alla base:

Limite

Questo tipo di massetto prende il nome dal fatto che la miscela liquida si lega o aderisce direttamente alla superficie del sottofondo senza utilizzare alcun materiale da costruzione di imbottitura. Il versamento risulta essere solido, forte, resistente all’usura, ma è irto di una serie di difficoltà..

Innanzitutto, è necessario aggiungere molta acqua per una buona adesione. Ciò crea il rischio che la miscela fuoriesca ai vicini. In secondo luogo, il massetto si restringe fortemente dopo l’evaporazione dell’umidità. Questo può ridurre significativamente la sua larghezza. Inoltre, l’acqua “allunga” la sostanza e, quando si indurisce, compaiono delle crepe sulla superficie. L’asciugatura non è uniforme e una parte del massetto può affondare più in profondità dell’altra. Un tale massetto è particolarmente pericoloso quando viene versato su un pavimento d’acqua riscaldato..

È richiesto alle seguenti condizioni:

  • Grandi differenze di altezza del pavimento;
  • Soffitti bassi, ad esempio, in “Krusciov”, che non consentono di alzare la linea del pavimento in alto;
  • La necessità di installare un rivestimento resistente all’usura e durevole.

Su un livello di rilascio o sottofondo

Dal nome è chiaro che questo massetto è privo di adesione (adesione) alla superficie del sottofondo nella stanza. Un sottile film polimerico si trova tra uno strato di una miscela liquida o un riempimento secco. È necessario in ambienti umidi e quando c’è rischio di condensa. Inoltre, il sottofondo aiuta a proteggere il pavimento in legno dal “risucchio” di umidità dal massetto liquido. Se il liquido evapora da esso a una velocità accelerata, il massetto si spezzerà e il pavimento in legno potrebbe iniziare a marcire.

“Galleggiante”

Tale massetto è intrinsecamente vicino a un massetto a secco multistrato ed è una versione modificata del versamento o del riempimento su un substrato. La differenza fondamentale è che oltre al film a prova di umidità viene installato anche uno strato di materiale isolante, che impedisce la dispersione di calore e aumenta la protezione dal rumore nella stanza. Tale massetto, a causa del numero di strati, aumenta di spessore da 30 a 40-50 mm..

Motivi per l’uso:

  1. Scarse prestazioni del pavimento;
  2. Sistema di riscaldamento a pavimento;
  3. Piano terra di un condominio con o senza piano seminterrato;
  4. Per ulteriori finiture, è richiesto il pavimento più uniforme;
  5. Il budget è limitato;
  6. La finitura sarà morbida: linoleum, moquette, laminato.

Prefabbricato o livellato

In un design di questo tipo, non ci sono affatto elementi fluidi e liquidi. È costituito da strati o materiali in rotolo che forniscono protezione contro l’umidità, il rumore, il freddo e sono montati con adesivi in ​​piastre solide.

Un massetto prefabbricato è necessario nei casi in cui il sottofondo sia sufficientemente asciutto e livellato e i lavori di installazione debbano essere eseguiti rapidamente.

Per metodo di stile

Anche in questo caso viene utilizzata la consueta suddivisione delle varietà in massetti solidi (umidi), semisecchi e livellanti..

Il solido viene livellato a mano, per il semi-secco è necessaria una macchina speciale per impastare e compattare il materiale e le miscele di livellamento vengono livellate sotto il proprio peso senza ulteriori manipolazioni.

Su appuntamento

Il massetto è un rivestimento multifunzionale.

È necessario in tali situazioni:

  • Livellamento della superficie del pavimento. Nella costruzione di qualsiasi edificio vengono utilizzati pavimenti in legno o cemento armato. Nonostante la natura massiccia della loro produzione, non sono assolutamente identici. Una piastra da un’altra può differire in vari gradi di spessore, larghezza e lunghezza. Inoltre, questi indicatori a volte differiscono quando si misura la stessa lastra in punti diversi. Di conseguenza, la sovrapposizione presenta giunture, depressioni e irregolarità evidenti che non cadranno su nessun tipo di finitura. Qualsiasi tecnologia è adatta per livellare il sottofondo, sia che si tratti di colata, a base di calcestruzzo, o di riempimento a secco di argilla espansa. Le sfumature della scelta dipendono dalla posizione della stanza e dal suo microclima.
  • Crea una superficie inclinata. Questa opzione è meno comune. In genere, è necessario un pavimento inclinato in grandi docce e stanze con scarico. A causa dell’elevata umidità e delle caratteristiche del massetto inclinato, per tali lavori possono essere utilizzate solo miscele liquide..

  • Preparazione della superficie per l’installazione del rivestimento del pavimento. Anche qui si parla di livellamento, ma con finalità diverse: in modo che il laminato appoggi perfettamente, in modo che non ci siano pieghe sul linoleum, in modo da ridurre il consumo di colla quando si finisce con le piastrelle.
  • La necessità di bloccare utenze e impianti di riscaldamento. Tutti i tipi di massetti sono rilevanti qui, ad eccezione della squadra nazionale. Un pavimento liquido è più adatto per un pavimento ad acqua, una miscela livellante per un pavimento in pellicola. In questo caso, il massetto livella contemporaneamente la superficie sopra l’impianto di riscaldamento e protegge l’impianto stesso da umidità e danni..

  • Aumentare l’isolamento termico nella stanza. Questo uso del massetto è importante per case di campagna, cottage estivi, appartamenti al piano terra, che sono più freddi di altri a causa della loro vicinanza al suolo..
  • Migliorare l’isolamento acustico degli interni. Il massetto non salva dai vicini sopra e dal lato, ma i suoni dal basso non sono affatto udibili. E i vicini non si lamentano dei bambini saltellanti, degli animali domestici che corrono per l’appartamento e del riassetto prematuro dei mobili..

Vantaggi e svantaggi

Ogni tipo di massetto ha le sue caratteristiche, vantaggi e svantaggi..

Pro di un massetto bagnato:

  • In grado di livellare qualsiasi pavimento, anche se la sua superficie è in pessime condizioni;
  • Adatto per creare superfici inclinate in lavelli, docce e garage. Necessario nei locali per l’organizzazione dello scarico;
  • Massetto solido, affidabile, resistente all’usura, ampiamente utilizzato anche in ambienti industriali;
  • I materiali non sono molto costosi;
  • Può essere utilizzato per livellare il pavimento lungo il contorno posato del pavimento caldo;
  • Crea un ottimo strato fonoassorbente;
  • Alcune varietà possono servire sia come finitura ruvida che come finitura allo stesso tempo.

Contro di un massetto bagnato:

  • La sua installazione è lunga e complicata, non può essere eseguita senza l’aiuto di professionisti;
  • È necessaria una tecnica speciale per miscelare la miscela e livellare la superficie;
  • Il lavoro è sporco, c’è il rischio che la miscela fuoriesca ai vicini;
  • Il massetto in calcestruzzo o cemento è molto pesante, dando un grande carico sul pavimento;
  • Freddo in sé;
  • Tempo per l’asciugatura completa del massetto – 28 giorni;
  • Può restringersi dopo l’evaporazione dell’umidità, causando crepe sulla superficie e rischio di danni al riscaldamento a pavimento sotto il massetto.

Un tipo separato di massetto liquido: miscele livellanti o pavimento autolivellante.

I suoi vantaggi:

  • Pesa meno di un massetto in cemento;
  • Facile da usare, non richiede interventi specialistici. Per livellare la superficie del pavimento è sufficiente seguire le istruzioni del produttore;
  • Non lascia sporco e polvere, non abbastanza spesso da fuoriuscire ai vicini;
  • Non è richiesta alcuna tecnica di impasto speciale;
  • La miscela è autolivellante, cioè assume la forma desiderata sotto il peso del proprio peso;
  • Serve allo stesso tempo come rivestimento decorativo, può essere modellato;

  • Asciuga più volte più velocemente;
  • La base ideale per qualsiasi tipo di finitura del pavimento;
  • Protegge il riscaldamento a pavimento elettrico ea infrarossi;
  • Promuove un aumento dell’isolamento termico e acustico in casa;
  • Non ha paura dell’umidità.

I suoi svantaggi:

  • La superficie del pavimento deve essere relativamente piana e pulita. La miscela non affronta casi difficili;
  • L’altezza massima dello strato è di 30 millimetri. Questo non è sempre sufficiente per un massetto;
  • Elevato consumo di materiale ad un prezzo molto elevato.

Il massetto semisecco merita attenzione per i suoi vantaggi:

  • Una piccola quantità d’acqua risolve il problema delle perdite di miscela ai vicini. Semplicemente non accadono;
  • Riducendo il liquido nella composizione di 3-4 volte si riduce anche il tempo di asciugatura del massetto;
  • Praticamente non si restringe;
  • Non si screpola dopo l’essiccazione;
  • È più economico degli analoghi liquidi;

  • Forte e affidabile;
  • Si combina con il contorno del riscaldamento a pavimento;
  • Aumenta il livello di comfort interno;
  • Composto da componenti ecocompatibili.

Ma ha anche una serie di svantaggi:

  • Il rivestimento è idrorepellente. Vietato l’uso in aree umide;
  • È meglio far fronte al livellamento di un pavimento relativamente liscio in un nuovo edificio piuttosto che quando si reinstalla un massetto su una superficie del pavimento molto irregolare in una vecchia casa;
  • Per l’installazione è necessaria un’attrezzatura speciale;
  • L’altezza minima è di 40 millimetri. Per le stanze con soffitti bassi, questo è fondamentale..

La tecnologia del massetto a secco sta guadagnando sempre più fan grazie a un impressionante elenco di vantaggi:

  • Si manifesta bene in esercizio in varie tipologie di locali, dai soggiorni di un appartamento agli annessi in campagna. Ciò è ottenuto grazie al fatto che il riempimento a secco è poroso e resistente al gelo;
  • Il più leggero di tutti i tipi di massetto. Il peso contenuto dell’intera struttura consente l’utilizzo del massetto anche su pavimenti deboli;
  • Più adatto per livellare pavimenti in legno;
  • Affronta i tipi di pavimenti più difficili;
  • Nel processo di lavoro, non compaiono polvere e sporco in eccesso;

  • Puoi fare il massetto con le tue mani;
  • La miscela non si congela, quindi la procedura può essere interrotta e ricominciata;
  • I componenti sono di origine naturale, innocui anche in vivaio;
  • Può essere facilmente abbinato a diverse tipologie di sistemi di riscaldamento a pavimento;
  • Non è necessaria alcuna attrezzatura speciale, solo beacon e guide inclusi nel kit dal produttore;

  • Quasi non si deposita, non si spezza;
  • Massimizza il livello di isolamento acustico e previene la dispersione di calore;
  • Tempo di asciugatura e restringimento – fino a 4 giorni, quindi puoi continuare la riparazione;
  • Il materiale del foglio superiore rende la superficie del sottopavimento perfettamente piana;
  • Vita utile – più di 20 anni.

Anche la tecnologia non è priva di inconvenienti:

  • Il riempimento a secco non è una formazione monolitica. Con uno strato insufficientemente denso, le particelle abrasive più grandi salgono verso l’alto e quelle piccole si depositano verso il basso, il che fa “restringere” il massetto;
  • Se combinato con un pavimento di acqua calda, c’è il rischio che i tubi si restringano e si scaldino troppo, questo porterà al loro spostamento, poiché non dà una fissazione rigida;
  • Quando si utilizzano pavimenti senza strato stabilizzante (moquette e morbido), carichi puntuali significativi possono rendere il massetto irregolare;

  • Su superfici terrose, richiede uno strato aggiuntivo di isolamento;
  • Le particelle abrasive si consumano;
  • Molti tipi di riempimento a secco sono idrofobici;
  • La materia organica è un ottimo terreno fertile per funghi e batteri. Se il massetto si bagna, possono comparire problemi nel tempo..

Fattori che influenzano la scelta

La scelta di un massetto idoneo è regolata da una serie di condizioni. Innanzitutto è importante la tipologia dei locali: casa o appartamento privato, al primo piano, oppure dal secondo in su, in casa bisogna coibentare i pavimenti o nel ripostiglio.

Per i primi piani è adatto qualsiasi tipo di massetto, se galleggiante, poiché questo pavimento è il più freddo e i rischi di condensa sotto il pavimento sono qui maggiori. Calcestruzzo e massetto cementizio, riempitivi in ​​argilla espansa e varianti di vermiculite e calcestruzzo in polistirene si comportano bene durante il funzionamento.

Il film in PVC funziona meglio come impermeabilizzazione e la lana minerale può fungere da riscaldatore..

Successivamente, è necessario valutare il tipo di sovrapposizione. Le lastre in calcestruzzo convivono facilmente con calcestruzzo, cemento, argilla espansa, scorie varie e plastificanti. Ma le tavole sono più capricciose nella scelta del materiale per il massetto. Le miscele liquide a base di cemento, calcestruzzo e acqua possono essere troppo pesanti per loro e saturare la fibra di legno con l’umidità. Un tale massetto si asciugherà per molto tempo..

Influisce sulla scelta dello scopo del massetto. Se si tratta solo di livellare il pavimento, puoi limitarti al cemento. Il riempimento è adatto per l’isolamento. L’isolamento acustico migliorerà in ognuno di questi casi.

Un ruolo importante è giocato dalle condizioni operative dei piani. I costrutti forti resisteranno alla massa di un massetto liquido e semiliquido, ma per i deboli è meglio scegliere un massetto asciutto o una miscela sfusa.

Non fa male tenere conto della differenza massima nell’altezza del pavimento. Il massetto in calcestruzzo è in grado di livellare fino a 50 millimetri, il resto ha meno indicatori. Il pavimento più uniforme senza gravi difetti ha un massetto riempito a secco e diversi tipi di rinterro, una piastra prefabbricata, gesso a rapida essiccazione e una malta sfusa.

Quando si scelgono stanze per vari scopi funzionali (cucina, area ricreativa, bagno e altri), uno dei criteri principali è la resistenza all’umidità. Il leader tra i tipi è un massetto solido, al secondo posto è un massetto asciutto ed è più suscettibile a un microclima umido, il che significa che un massetto asciutto è meno adatto. L’eccezione sono le lastre in cemento e fibra di legno. Tali lastre non sono idrofobiche..

Un motivo meno comune per favorire l’uno o l’altro sono le risorse di tempo. Se la riparazione è urgente, l’opzione migliore è un massetto prefabbricato in materiale lastra. Se c’è un tempo da una settimana a una mezzaluna, è importante utilizzare un massetto semisecco e asciutto. Quando la scadenza non è ravvicinata, puoi dedicare del tempo all’installazione a umido. Ci vorrà un mese o più, tenendo conto del tempo di completa asciugatura..

Anche la capacità finanziaria è importante. Il preventivo dovrebbe tenere conto del fatto che in caso di lavoro “umido”, sarà necessario acquistare o noleggiare un dispositivo, un’attrezzatura speciale e assumere lavoratori. Più i costi del materiale. Con un massetto semisecco, i costi sono simili. Un massetto a secco non implica tali difficoltà, il lavoro può essere svolto in modo indipendente, ma i materiali sono forniti al mercato da un marchio monopolista e un set completo costerà una somma tonda.

Naturalmente, è necessario prestare attenzione ai vantaggi e agli svantaggi, alla forza, alle caratteristiche prestazionali nella documentazione e alla disponibilità della documentazione stessa.

Un attento studio del problema ti salverà da errori di scelta e possibili problemi in futuro..

Caratteristiche del processo

Le caratteristiche distintive delle tecnologie sono nel loro nome. Di conseguenza, un massetto bagnato in un appartamento implica lavorare con formulazioni liquide e colate, e uno semisecco e asciutto – con sostanze friabili.

Il getto di un massetto continuo a base di varie combinazioni cemento-calcestruzzo-gesso, sabbia e fibre avviene in più fasi:

  • Lavori di smontaggio. Implicano una pulizia accurata della superficie ruvida. Deve essere rimosso dai detriti di costruzione e le crepe devono essere sigillate con stucco. Non all’ideale assoluto, ma più pulito è il pavimento, migliore è la presa..

  • Trattamento di sovrapposizione con primer. Il primer aumenta la biostabilità e migliora l’adesione tra pavimento e massetto;
  • Segnare i muri. Qui viene utilizzato un livello laser in modo che le linee siano rigorosamente orizzontali e la superficie del massetto sia il più uniforme possibile..

  • Se necessario, posa di film impermeabilizzante in PVC. Può anche essere carta bituminosa o altro materiale in fogli che si sovrappone fino a 25 centimetri. I bordi dovrebbero adattarsi al muro. L’impermeabilizzazione è necessaria in ambienti umidi e freddi e può anche proteggere dalla fuoriuscita di miscela liquida al piano inferiore.
  • Installazione del nastro di smorzamento. Viene incollato sul bordo inferiore del muro lungo l’intera altezza dello strato di livellamento prima di essere versato. Il nastro perimetrale fissa il materiale impermeabilizzante.
  • Installazione di materiali di isolamento termico, se necessario.

  • Installazione di beacon. I fari sono come una rete metallica con un grande passo. Sono una guida per il calcolo dello spessore, da essi viene rimossa l’eccedenza e la superficie viene livellata..
  • Preparazione della soluzione. La scelta del metodo dipende dal tempo, dalle competenze e dalle capacità finanziarie..
  • Riempire. Inizia correttamente dal muro di fronte alla porta. La soluzione è disposta in porzioni e allineata con i fari. Dopo il versamento, deve essere lasciato per 4 settimane fino a quando non si asciuga completamente..

La tecnologia del pavimento autolivellante è un po’ più semplice, ma adatta solo alle superfici più uniformi.

Include i seguenti passaggi:

  • Pulizia e sgrassaggio della superficie del pavimento. Non devono esserci polvere, tracce di vernice, macchie di grasso e altre imperfezioni che interferiscano con l’adesione di alta qualità della miscela al pavimento..
  • Primer. È adatto anche il contatto con il calcestruzzo. Queste sostanze conferiscono al sottofondo una superficie ruvida per una buona adesione e proteggono dalla comparsa di funghi e microrganismi..
  • Creazione di un clima interno adatto. La stanza è isolata dalle correnti d’aria, la temperatura confortevole per la solidificazione della miscela è di 5-25 gradi.
  • Diluizione della miscela in un grande contenitore utilizzando acqua e una betoniera. La consistenza deve essere uniforme, senza grumi, non troppo liquida.
  • Applicare la miscela sulla superficie del pavimento. Questo viene fatto con un rullo dell’ago a manico lungo e una spatola. L’impasto viene versato in porzioni e “srotolato”, quindi assume autonomamente la forma desiderata.
  • Periodo di asciugatura – fino a 2-3 giorni.

La tecnologia del massetto semisecco, come altri tipi, può essere con o senza rinforzo. Il rinforzo prevede l’installazione di una rete per irrigidire il massetto. È possibile inoltre eseguire l’installazione di strati aggiuntivi per stabilizzare l’impasto, impermeabilizzazione e isolamento acustico..

Ci sono diverse caratteristiche distintive nel processo di lavoro. Si consiglia di eseguire i primi passaggi nella stessa sequenza di un massetto umido: preparazione della superficie, primerizzazione, rinforzo (se necessario), installazione di un nastro damper, preparazione della malta.

Per preparare e servire la soluzione è necessaria una tecnica speciale, quindi è difficile eseguire un massetto semisecco senza la partecipazione di professionisti..

Quando la soluzione è pronta, devi iniziare subito a posarla. Il primo strato è di 15-20 mm, quindi su di esso viene posizionata una rete di rinforzo. È ottimale saldare insieme frammenti di rete, ma è anche possibile utilizzare il filo. Quindi vengono versati altri 20-40 mm di soluzione. Se contiene fibre, non è necessario il rinforzo.

Quindi la superficie della soluzione viene livellata lungo i beacon. Ciò richiede beacon, guide o fogli di cartongesso, un livello laser e uno strumento chiamato regola..

La fase successiva è la stuccatura della malta. Si verifica nel momento in cui la miscela “afferra” un po ‘e i profili possono essere rimossi da essa. Le tracce dei profili vengono riempite con malta, quindi l’intera superficie viene levigata con una mola da costruzione.

Anche la manutenzione del massetto fa parte del processo. Non basta lasciarlo acceso per qualche giorno finché non si asciuga completamente. Poiché non contiene troppa acqua, evapora molto rapidamente e il massetto potrebbe indurirsi in modo errato. Per prevenire l’evaporazione accelerata, è ricoperto di polietilene sulla parte superiore o si crea un microclima umido nella stanza. Il massetto si asciuga da 4 giorni.

La tecnologia del massetto prefabbricato o a secco è fondamentalmente diversa dai tipi precedenti. Consiste in un gran numero di strati, ognuno dei quali è importante e necessario e influisce sulla qualità del pavimento..

L’avanzamento del lavoro viene eseguito nella sequenza consigliata dal produttore:

  • Lavoro preparatorio. La superficie del pavimento viene asciugata, depolverizzata, trattata con una soluzione di mastice in luoghi con crepe e difetti pronunciati. I giunti tra i soffitti e alla giunzione delle pareti con il soffitto devono essere sigillati con un materiale morbido, ad esempio lana minerale.
  • Primer. Questo passaggio è necessario quando si lavora con materiali sfusi, poiché sono di origine naturale e sono più suscettibili alla comparsa di organismi viventi e funghi..
  • Strato di livellamento. Non sempre richiesto, ma solo nei casi in cui la sovrapposizione è in pessime condizioni. Differenze di altezza, trucioli e aree problematiche che il riempimento a secco non è in grado di livellare vengono trattati con malta cementizia o una miscela per pavimenti autolivellanti. Uno strato uniforme indurito necessita di una preparazione secondaria: rimozione della polvere, primer.

  • Determinazione dell’altezza del massetto mediante laser o livello dell’acqua.
  • Installazione di materiali impermeabilizzanti e barriera al vapore per quegli ambienti in cui è impossibile influenzare l’alto livello di umidità. Per una base in calcestruzzo, blocco, cemento, viene utilizzato uno strato di pellicola, posato con una sovrapposizione e sovrapposto al muro. Per un pavimento in legno, è più adatta carta bituminosa o carta paraffinata. Una parte del materiale isolante che si estende sulla parete per tutta l’altezza del futuro massetto viene incollata con nastro perimetrale. Questo tiene contemporaneamente i fogli e protegge le pareti dalle crepe..
  • Isolamento termico e isolamento acustico. Include l’installazione di materiale in fogli, ma non è sempre necessaria. Lo stesso strato di riempimento secco è un agente isolante..

  • Installazione di fari e barriere all’uscita dalla stanza (a tutte le porte, se la stanza è di passaggio). Il rinterro ha “fluidità”, quindi, al confine dei locali, vengono installati davanzali temporanei in base al livello dell’altezza del massetto. I beacon e le guide sono installati secondo lo schema.
  • Riempimento. Non esistono regole rigide per la posa di materiale abrasivo, ma è importante osservare la densità consigliata dal produttore per metro quadrato e livellarla contemporaneamente al riempimento del materiale. Nella progettazione dei beacon, è previsto un binario per questo, che “cammina” lungo le guide e livella lo strato superiore del massetto.
  • Installazione di sovrapposizione. La particolarità del riempimento a secco è che deve essere ricoperto dall’alto con materiale in fogli in 1 o 2 strati al fine di ridurre i carichi puntuali e il cedimento della sostanza. Strati di fogli di fibra di gesso sono interconnessi con mastice e viti. Le cuciture vengono strofinate su una superficie liscia. Quindi è necessario lasciare il massetto per il ritiro naturale. Tempo di asciugatura da 3 a 5 giorni circa.

Materiali e strumenti

Tutto l’inventario necessario e i materiali utilizzati possono essere suddivisi in due gruppi: universale (necessario per qualsiasi tipo di lavoro) e specializzato (per un tipo specifico di massetto).

Materiali e strumenti versatili:

  • Dispositivi per lo smantellamento di vecchi materiali di finitura. Il set stesso può essere diverso, da un chiodo per la rimozione di un pavimento in assi a un distruttore di vernice e vernice B52. Potrebbe anche essere necessaria una spatola per rimuovere la vecchia vernice, i pennelli e un asciugacapelli. Le piastrelle di solito devono essere tagliate o rimosse in parti. Ciò richiede un trapano a percussione, uno scalpello o ganci metallici. In un edificio nuovo, privato o condominiale, le cose sono più facili. Dai pavimenti, è sufficiente rimuovere i detriti, spolverare il piano di lavoro con un aspirapolvere o un normale aspirapolvere e lavarlo con acqua e sapone.
  • Non dimenticare le precauzioni di sicurezza. I lavori di installazione si svolgono in ambienti polverosi e sporchi e piccoli frammenti di piastrelle o soluzione di vernice possono danneggiare la pelle delle mani, pertanto è necessaria l’attrezzatura di lavoro: abiti chiusi, scarpe con tacco alto, guanti di gomma e cotone, un respiratore e occhiali di plastica.

  • Composti di primer. Per i pavimenti in cemento, il contatto con il calcestruzzo è eccellente, per quelli in legno: un primer universale e un liquido per la lavorazione del legno. Il primer si applica con un pennello (meglio di uno sintetico, assorbe meno prodotto) o con un rullo.
  • Uno dei primi strumenti necessari è il livello dell’edificio. I livelli possono essere di diverso tipo: pallone, acqua, laser. Il più preciso è il livello laser, ma nelle mani di un professionista, la lampadina può essere abbastanza precisa..
  • Lo strumento associato è un profilo metallico o un faro in gesso. Può anche essere in legno. Un’opzione alternativa per un faro acquistato sono i fari di sabbia di cemento, realizzati indipendentemente e posizionati attorno al perimetro della stanza. Ma questa opzione, per risparmiare denaro, è adatta solo a coloro che hanno più tempo per aspettare che si asciughino. Durata approssimativa – 3 giorni.

  • Se è necessario installare strati aggiuntivi, l’elenco dei materiali e degli strumenti viene riempito con fogli e fogli isolanti. PVC, carta bituminosa e altri strati impermeabilizzanti vengono acquistati in rotoli in base alla superficie più il 25% per i sormonti. Sono collegati tra loro con nastro di montaggio. Gli strati isolanti sono anche fogli o lastre. Un coltello da costruzione affilato viene utilizzato per tagliare il materiale in frammenti..
  • Un elemento richiesto è uno smorzatore o un nastro per bordi. È più facile da tagliare con le forbici, quindi è meglio farne scorta in anticipo..

  • Regola di alluminio. È uno strumento leggero, resistente e maneggevole necessario per stendere e livellare una miscela liquida o semi-secca. Un tale dispositivo è economico, ma meglio di qualsiasi altro strumento fa fronte al livellamento della superficie del massetto..
  • Cazzuola o cazzuola per gesso. È necessario levigare la superficie del massetto per ottenere la massima levigatezza..

Oltre alla pazienza (i massetti si asciugano per circa un mese), saranno necessari materiali e strumenti specializzati per le varietà bagnate e semisecche:

  • Impasto pronto in forma liquida e una pompa per calcestruzzo per la sua consegna, impasto secco pronto e componenti acquosi o secchi per la miscelazione e la diluizione con acqua;
  • Capacità da 30 litri di volume, misurino per acqua;
  • Macinino;
  • Miscelatore da costruzione. Viene utilizzato anche un trapano con un ugello per la miscelazione di sostanze liquide..

Accessori per pavimenti autolivellanti:

  • Calcolatrice per calcoli matematici per determinare con precisione il consumo di una sostanza per metro quadrato. Se, nel caso del cemento, il valore esatto non è critico, allora il pavimento autolivellante è troppo costoso per pagare in eccesso i chilogrammi in più della miscela;
  • Contenitore con pareti alte;
  • Trapano elettrico con attacco miscelatore;
  • Spatola dentata da 50 a 100 cm di larghezza per livellare la superficie del massetto;
  • Rullo ad aghi con manico lungo. Contemporaneamente aiuta a distribuire la composizione sulla superficie del pavimento e perfora le bolle formate nella miscela..

Il set richiesto di strumenti aggiuntivi per l’installazione di un massetto a secco:

  • Materiale per la lavorazione dei giunti: fibra di legno, lana minerale, nastro di montaggio;
  • Materiale di riempimento. Uno dei più comuni è il calcestruzzo argilloso espanso. Ti consente di evitare spese inutili per i materiali per l’installazione di isolamento termico e isolamento acustico nella stanza. Il consumo approssimativo di materiale è di 40 litri per metro quadrato e il peso del massetto è 3 volte inferiore a quello bagnato o semisecco;
  • Materiale in fogli per livellare la superficie. Di solito è fibra di gesso;

  • Mastice o colla per incollare strati di fibra di gesso;
  • Spatola per rimuovere il mastice in eccesso;
  • Trapano e viti.

Quale dovrebbe essere lo spessore?

Il livellamento del pavimento non avviene ad occhio. Lo spessore e la densità del massetto sono calcolati in base alle condizioni del pavimento e al risultato desiderato. Vale anche la pena considerare il tipo di stanza, il suolo, la presenza di un contorno del pavimento riscaldato e il suo tipo, i carichi massimi sulla superficie del pavimento.

Non esiste un massetto di altezza inferiore a 20 millimetri. Questo è il valore minimo per miscele livellanti e autolivellanti, adatte a diverse tipologie di locali e abbinate a un riscaldamento a pavimento elettrico fino a 5 mm..

L’altezza minima che può essere riempita con miscele liquide è di 3 mm. Altrimenti, si romperà. Per ambienti con carichi elevati e traffico elevato è necessario uno strato superiore a 40 mm. È meglio rinforzare un tale massetto, quindi la sua altezza sarà compresa tra 5 e 7 cm, aggiungendo anche centimetri e isolamento aggiuntivo. E se il film in PVC è solo 1 mm, il calcestruzzo in polistirene è molto più spesso.

Un massetto inferiore a 4 cm sarà di breve durata e fragile

Lo spessore del massetto per livellare la superficie sopra il contorno del pavimento riscaldato ad acqua può arrivare fino a 10 cm, in questo caso è consentito utilizzare massetti bagnati e semisecchi solo se i pavimenti sono in ottime condizioni. Se la loro valutazione operativa è in dubbio, è pericoloso riempire un tale pavimento con cemento, cemento sabbiato o gesso. Vale la pena dare la preferenza alla versione secca. Il riempimento leggero pesa 3 volte di meno, quindi il suo strato può raggiungere i 10-15 cm L’eccezione è il pavimento nel “Krusciov”. Negli edifici di questo tipo, il soffitto è raramente abbastanza alto, quindi dovresti limitarti allo spessore minimo del massetto..

Preparazione della superficie

La fase preparatoria del lavoro sul dispositivo massetto è importante. Un materiale da costruzione universale – penoplex – aiuta a ridurre il numero di azioni per l’isolamento, l’adescamento, il livellamento e la protezione dall’umidità della superficie di lavoro. Penoplex si chiama polistirene cellulare, che è di diversi tipi: per tetti, pareti, pavimenti, spazi esterni.

Tutte le varietà hanno vantaggi simili:

  • Basso peso;
  • struttura porosa;
  • Maggiore forza;
  • Resistente all’umidità;
  • Prevenzione della perdita di calore nella stanza;
  • Lunga durata.

L’installazione di schiuma sul piano di lavoro semplifica il getto del massetto o la formazione di uno strato sfuso, poiché il sottofondo diventa il più uniforme e adatto alla posa possibile.

Sistema di segnalazione e rinforzo

Si tratta di due procedure indipendenti l’una dall’altra. Ma se il rinforzo non è sempre necessario, l’installazione di beacon è una fase obbligatoria nel dispositivo di qualsiasi tipo di massetto..

Il rinforzo è, infatti, un rivestimento di una rete metallica nel corpo del massetto, che protegge l’impianto di riscaldamento dalla gravità dello strato di livellamento del pavimento, non gli consente di fessurarsi e aumenta la resistenza.

È necessario quando il massetto è galleggiante (fatto quando il pavimento è vicino al suolo), non c’è fibra nella composizione e lo spessore dello strato supera i 4 cm. Negli altri casi, la procedura può essere evitata.

I fari sono installati direttamente sulla rete di rinforzo. Ci sono due tipi: reiki e benchmark.

Reiki, a sua volta, è diviso in diversi tipi:

  • Fatto di legno. Questo è un tipo di beacon economico e facile da usare che ha diverse caratteristiche. In primo luogo, deve essere ben immerso nell’acqua prima dell’uso in modo che l’albero non assorba l’umidità dal massetto stesso e, in secondo luogo, l’albero deve essere rimosso, altrimenti marcirà all’interno dello strato di cemento nel corso degli anni;
  • Dal profilo. Il “beacon in gesso” è adatto per colata o riempimento di massetti fino a 30 millimetri. Con uno spessore maggiore, semplicemente si piegherà sotto il peso del massetto e cesserà di svolgere la sua funzione;

  • Fuori dal tubo. Possono essere rotondi, rettangolari, quadrati. Utilizzato per la posa in grandi aree per massetti di grosso spessore;
  • Dalla soluzione. La base del faro è costituita da un filo di acciaio, che è trattenuto da viti autofilettanti. Una soluzione viene applicata sopra il filo, che successivamente diventa una linea guida in linea retta;
  • Da una soluzione sotto forma di diapositiva. Tali punti di riferimento sono posizionati lungo l’intero perimetro del pavimento alla stessa altezza. La larghezza tra di loro non deve superare la larghezza della riga di alluminio. Cioè, il minimo è 50 cm, il massimo è 100.

Preparazione della soluzione

Esistono 3 modi comprovati per ottenere una soluzione:

  • Consegna della miscela pronta su ordinazione o farlo da professionisti prima di iniziare il lavoro. In questo caso, la miscela viene preparata fuori casa. Tutti i componenti sfusi e l’acqua vengono miscelati in attrezzature per l’edilizia, che combinano la funzione di una betoniera e una pompa per calcestruzzo. La miscela pronta viene alimentata attraverso tubi di grande diametro fino all’altezza del terzo piano. Questo elimina la necessità di portare a casa contenitori pesanti con la miscela, rende il lavoro più pulito e la miscela si indurisce più lentamente. Ma questo è il metodo più costoso e che richiede tempo. È necessario pagare per i servizi della squadra di costruzione e il noleggio dell’attrezzatura.
  • Acquisto di mix secco. Più economico della prima opzione, ma per la sua preparazione avrai bisogno di un grande contenitore e un mixer da costruzione. La miscela deve essere mescolata di tanto in tanto, poiché si indurisce rapidamente. Per allungare leggermente il tempo in cui rimarrà liquido, aiuterà una pellicola che ricopre la parte superiore del contenitore con la soluzione. Nella forma finita, viene acquistata una miscela per un massetto liquido e una miscela pressata a secco. Anche in sacchi venduti riempimento a secco da argilla espansa, calcestruzzo polistirene espanso, varie miscele con calcestruzzo espanso, ma non hanno bisogno di essere diluiti con acqua.
  • Acquista tutti i componenti separatamente e preparando la soluzione con le tue mani. Questa è l’opzione più economica e più difficile, poiché non è necessario calcolare male i componenti per la composizione, il loro rapporto e il volume totale della massa. La parte più difficile qui è scegliere sabbia pulita e rinforzo in fibra. Ma con la giusta combinazione, un tale massetto non differisce in termini di qualità dalla miscela di fabbrica..

Riempire

Il riempimento viene eseguito manualmente nella maggior parte dei casi. Un impasto ancora umido va livellato con un rullo (se si tratta di un pavimento autolivellante) o con un righello di alluminio, quindi strofinato con una spatola di montaggio. Per i massetti semisecchi sono previste macchine speciali.

In un appartamento, una casa di campagna o un cottage è necessario un massetto di alta qualità in modo che nel prossimo futuro questa complessa procedura non debba essere ripetuta durante le riparazioni.

Con la superficie del pavimento più uniforme, diversi compiti sono semplificati:

  • Il livello del pavimento diventa un punto di riferimento per contrassegnare vari oggetti, ad esempio prese e interruttori;
  • La finitura è semplificata. Laminato, parquet, piastrelle, pavimenti morbidi si adattano perfettamente a un massetto piano;
  • I mobili e gli elettrodomestici ne valgono esattamente la pena;
  • Nel caso di un pavimento autolivellante il massetto è già una finitura decorativa.

Suggerimenti per la cura

La cura del massetto si riduce a una procedura importante: non lasciarlo asciugare, altrimenti la superficie si spezzerà.

Per fare ciò, è importante seguire diverse regole:

  • Non creare correnti d’aria nella stanza;
  • Osservare il regime di temperatura da 5 a 25 gradi;
  • Non sollecitare il massetto;
  • Versalo di tanto in tanto con acqua;
  • Coprire con pellicola trasparente.

Recensioni

Il massetto è unanimemente riconosciuto come parte integrante della struttura della stanza. Tra i vantaggi, gli utenti notano che il pavimento diventa molto uniforme, il materiale di finitura cade facilmente su di esso, i rumori sono attutiti, diventa più caldo e più confortevole nella stanza.

Ci sono anche recensioni negative. Tra questi ci sono la laboriosità del lavoro, l’alto costo di alcuni materiali, la freddezza del pavimento in cemento..

Come realizzare correttamente un massetto di cemento-sabbia, vedi sotto.