Dipingere un pavimento in cemento: come farlo nel modo giusto?

Il pavimento in cemento è abbastanza affidabile e durevole. Raramente viene verniciato per migliorarne l’aspetto: più spesso è fatto per proteggere la superficie. La ragione di ciò sono le influenze meccaniche e climatiche. È importante scegliere la vernice giusta per dipingere il calcestruzzo e aderire alla tecnologia di verniciatura.

Caratteristiche e caratteristiche

Lo strato superiore di un pavimento in cemento è particolarmente esposto all’ambiente. Il calcestruzzo pulito nel tempo inizia a esfoliare, sbriciolarsi, creare molta polvere. Le proprietà decorative della superficie sono fortemente influenzate e allo stesso tempo la tua salute è minata.. La colorazione del calcestruzzo migliora la resistenza del pavimento all’umidità e alle sollecitazioni, previene la distruzione dello strato superiore.

La vernice deve essere selezionata in modo speciale, i requisiti includono:

  • resistenza alle sollecitazioni meccaniche;
  • durata del funzionamento;
  • resistenza a temperature estreme, umidità e condizioni climatiche;
  • buona adesione su una superficie porosa in calcestruzzo;
  • qualità decorative.

La vernice migliora le qualità chiave del pavimento in cemento. Può essere progettato per uso esterno e interno. La differenza sta nella resistenza a vari fattori avversi. Tutti i coloranti sono prodotti secondo gli standard stabiliti. GOST elenca le sostanze che formano un rivestimento protettivo.

Tipi di vernice

Inizialmente, i professionisti hanno individuato esclusivamente sospensioni su resine epossidiche per la verniciatura di superfici in calcestruzzo. Si credeva che questi strumenti fossero migliori di altri. Ci sono molte più opzioni oggi sul mercato delle costruzioni. Oggi i produttori offrono varie formulazioni con le proprie caratteristiche e svantaggi. Designiamo alcune delle migliori varietà.

Acrilico

La vernice è a base di resine acriliche, pigmenti organici, inorganici. Acrilati e poliacrilati con vari componenti aggiuntivi formano un film protettivo. I componenti esteri complessi forniscono una rapida asciugatura e resistenza all’umidità elevata. Gli esperti raccomandano l’uso della vernice acrilica in garage, scantinati, balconi. La composizione è adatta per dipingere una piccola stanza. La varietà è resistente ai prodotti chimici non aggressivi e all’esposizione a breve termine all’umidità.

La ricca tavolozza dei colori è disponibile nelle versioni matt e lucide. Il solvente per la vernice acrilica è l’acqua. Applicalo in 2 strati, asciuga per 48 ore. Si applica su una piccola superficie con un rullo o con un pennello, per ambienti di grandi dimensioni vengono utilizzati spruzzatori speciali. La composizione è ecologica.

Silicone acrilico

Lo smalto resistente all’usura contiene copolimeri acrilici e resine a base di silicone. Il materiale bicomponente unisce le virtù delle varietà acriliche e siliconiche. La composizione aiuta a prevenire lo sviluppo di microrganismi dannosi per la salute. Le resine acriliche sono altamente adesive e aderiscono bene al calcestruzzo.

Le resine siliconiche contengono silicio e conferiscono durata alla vernice. Lo smalto è elettrostatico e impedisce l’accumulo di polvere. L’unico inconveniente dello smalto acrilico-silicone è la scarsa tavolozza dei colori..

Lo smalto resistente all’usura viene applicato in 2 o più strati. Attendere almeno 3 ore tra l’applicazione di ogni strato successivo..

epossidico

Questa vernice è bicomponente. Una caratteristica del materiale è la necessità di miscelare prima di applicare i due componenti fino a quando la struttura non è completamente omogenea. Nonostante il piccolo numero di colori nella tavolozza, il rivestimento è abbastanza resistente alle sollecitazioni meccaniche e si distingue per la sua lunga durata. La vernice viene solitamente utilizzata negli impianti industriali e in aree aperte..

Lo smalto epossidico è resistente all’umidità. La composizione non si deteriora dall’esposizione a sostanze chimiche aggressive. La buona adesione al calcestruzzo e l’invariabilità delle proprietà decorative nel tempo rendono la vernice attraente per il consumatore. Applicare la composizione di almeno 2 strati con un intervallo di 12 ore.

Alchidiuretano

Questa vernice è più spesso utilizzata per la decorazione d’interni. Lo smalto ha una superficie lucida, che non si cancella né si graffia durante l’uso. La vernice si indurisce in appena un paio d’ore. I produttori indicano una durata di servizio impressionante – fino a 15 anni.

Vinile

Questa vernice durerà circa 7 anni. È sufficiente applicare la composizione in uno strato e attendere la completa asciugatura entro 2 ore. La spesa è piuttosto piccola, quindi la copertura costerà una piccola somma. Il materiale è particolarmente ecologico e viene utilizzato in locali residenziali.

Gomma

La vernice ha proprietà uniche. La superficie si asciuga in pochi minuti. I produttori garantiscono che il rivestimento ti delizierà per almeno 10 anni. I materiali in gomma possono essere maneggiati con tempo caldo e freddo. Questa vernice tollera facilmente temperature da -50 a +60 gradi Celsius..

Dopo l’essiccazione, si forma una pellicola polimerica. La resistenza dello strato consente alla superficie di resistere a sollecitazioni meccaniche sistematiche di varia intensità. La vernice di gomma proteggerà il calcestruzzo da crepe e rotture. L’aggiunta di pigmenti alla composizione consente di creare un’ampia tavolozza di colori.

La mescola di gomma non rappresenta un pericolo per la salute. I componenti principali sono dispersione acquosa e acrilica. È l’ultimo elemento che crea una pellicola protettiva che impedisce lo sbiadimento del colore durante il funzionamento. La superficie verniciata è in grado di respingere polvere e umidità, il calcestruzzo ha accesso all’ossigeno.

poliuretano

Prima di utilizzare questa vernice, è necessario mescolare i due componenti fino a completa omogeneità. Il materiale resistente all’usura è adatto per lavori di finitura interni ed esterni. La vernice si asciuga a lungo (entro 2 settimane). Il rivestimento è inodore, quindi durante il periodo di asciugatura non causerà problemi inutili.

Nella prima fase di essiccazione, l’umidità esce dalla miscela, dopo di che inizia la fase di indurimento. Nella seconda metà dell’essiccazione, la vernice poliuretanica acquisisce un’elevata resistenza alle sollecitazioni meccaniche. Il pavimento autolivellante viene utilizzato come finitura su massetti cementizi. La vernice è utilizzata in locali residenziali e industriali. Il pavimento realizzato con questo materiale si è dimostrato efficace in officine di riparazione auto, garage e locali tecnici. Popolarità grazie all’elevata resistenza alle influenze meccaniche, chimiche e climatiche.

Quale scegliere?

La verniciatura dei pavimenti è un’attività responsabile. Quando si sceglie un materiale di verniciatura, è necessario considerare i seguenti fattori:

  • tipo di locale (residenziale, tecnico);
  • l’intervallo di temperatura a cui può essere applicata la vernice;
  • la natura dell’impatto sul pavimento (ad esempio chimico, climatico, shock);
  • intensità di varie influenze (costanti o periodiche, basse o alte).

Raccomandazioni chiave per la scelta della vernice:

  • Si consiglia di utilizzare formulazioni a base d’acqua in un appartamento o in un edificio residenziale. La vernice acrilica è considerata una buona opzione..
  • Nelle stanze sul retro vengono utilizzati composti acrilici o epossidici. La scelta esatta dipende dall’intensità del carico.
  • I locali commerciali sono soggetti a carichi pesanti. Optare per la vernice epossidica, che dovrebbe essere applicata in 2 mani.
  • Nelle saune, nei bagni e nelle stanze con elevata umidità, utilizzare composti epossidici o poliuretanici. Applicare la vernice in 2 mani.
  • È meglio dipingere il massetto con vernice alchidica o epossidica. Sono ideali per la rimozione della polvere, non scivolano, non si deteriorano da influenze chimiche di varia intensità.
  • Lo smalto siliconico acrilico può essere utilizzato sull’ingresso. Proteggerà il pavimento dalla polvere, la scala sembrerà più ben curata. Puoi anche usare smalti alchidico-uretanici, hanno una durata piuttosto lunga..

Un mezzo per finire le opere in calcestruzzo deve essere scelto con molta attenzione..

Ricorda che puoi migliorare le proprietà decorative del pavimento con glitter o flock. Le linee guida principali nella scelta dovrebbero essere la resistenza alle influenze esterne e la durata.

Calcolo dei consumi

I seguenti fattori influenzano il consumo di vernice:

  • Visualizza;
  • potere occulto;
  • Colore.

L’indicatore standard per il calcestruzzo è 210-250 g di vernice per 1 metro quadrato. Questo è approssimativamente il consumo di vernice quando si copre il pavimento con uno strato. L’indicatore medio non può essere lo stesso per tutti. Di norma, i produttori indicano sulla confezione quanta composizione è necessaria per coprire 1 mq. m piano.

Il potere coprente della vernice è indicato sulla confezione. Considera che il produttore indica l’indicatore in condizioni ideali. In realtà, più vernice andrà via.

La qualità della preparazione del calcestruzzo per la verniciatura è di grande importanza. Esegui la procedura nel modo più accurato ed efficiente possibile, questo farà risparmiare vernice.

Preparazione

Il processo di preparazione della superficie in calcestruzzo deve essere eseguito con particolare cura. La qualità dell’ulteriore colorazione dipende da questo. Dopo aver posato il calcestruzzo, dovrebbero passare almeno 3 mesi, la temperatura ambiente in questo momento non dovrebbe essere superiore a 20 gradi. Se non hai molto tempo, aspetta almeno 30 giorni. Prima di applicare la vernice, il contenuto di umidità del calcestruzzo non deve superare il 5%.

Puoi scoprire il livello di umidità di un pavimento in cemento usando un dispositivo speciale o un involucro di plastica. Posizionalo su una piccola area di cemento e fissa i bordi. Attendere 24 ore, rimuovere il nastro e valutare la condensa. La sua stessa presenza suggerisce che il pavimento non è ancora pronto per la verniciatura. Per l’asciugatura forzata, puoi usare un riscaldatore.

Se il calcestruzzo è in uso da molto tempo e decidi di dipingerlo, devi valutare le condizioni generali del rivestimento. Controllare il pavimento per scheggiature, crepe e grasso. Trattare i danni meccanici con una soluzione di riparazione speciale, rimuovere il grasso con solvente.

Tutta la polvere deve essere rimossa dal calcestruzzo essiccato. Per una migliore tenacità, il pavimento in cemento viene sabbiato.

Tecnologia di lavoro

La riparazione viene eseguita in quattro fasi. È importante seguire correttamente tutte le raccomandazioni. La stretta osservanza delle istruzioni garantirà una copertura di qualità e ti aiuterà a evitare spese inutili. Puoi dipingere il cemento in questo modo:

Preparazione del pavimento

La rimozione di polvere e grasso è già stata effettuata, ma la preparazione non finisce qui. Spesso i vecchi pavimenti in cemento richiedono la levigatura. La levigatezza della superficie è la chiave del successo. Trattare il pavimento con un repellente per la polvere. Quindi, in futuro, la polvere non interferirà con i lavori di riparazione..

Lavori di adescamento

Si consiglia di adescare il calcestruzzo prima della verniciatura. Scegli un prodotto in base alla vernice scelta. Leggere le istruzioni per una corretta preparazione e applicazione del primer. Il rullo di schiuma aiuterà a innescare uniformemente l’intero pavimento. Molti esperti aggiungono sabbia di quarzo al primer al ritmo di 0,1 della massa totale, dopo l’elaborazione con una tale miscela, il pavimento non scivola.

Il primer viene applicato al calcestruzzo in 1-2 strati. Come strumento principale è possibile utilizzare un rullo, un pennello o uno spray. Quando si esegue un lavoro l’umidità nella stanza non deve essere superiore all’85% e la temperatura nell’intervallo da +5 a +40.

È preferibile un primer a penetrazione profonda..

Tintura

La scelta della vernice dipende esclusivamente dalle tue preferenze. Gli strumenti possono essere i seguenti: spray, rulli, pennelli. Il consumo dello spruzzatore aiuta a risparmiare tempo e vernice. Tuttavia, l’uso di uno strumento manuale non può essere evitato, ad esempio, un pennello dovrebbe essere usato quando si elaborano angoli e aree difficili da raggiungere.

Per dipingere con vernice acrilica o gli smalti considerati, è preferibile utilizzare un rullo largo con un piccolo pelo. Tale strumento consente di applicare uno strato uniforme in un tempo abbastanza breve. Per un maggiore comfort, al rullo viene aggiunto un lungo manico. Le aree difficili da raggiungere vengono trattate con una spazzola.

Preparare la composizione colorante secondo le istruzioni del produttore. Applicare tratti al calcestruzzo in direzioni diverse. Stendere la vernice in modo uniforme sul supporto.

Non applicare uno strato troppo spesso, è meglio realizzarne diversi sottili. Applicare ogni strato successivo dopo che il precedente si è completamente asciugato..

Asciugatura

La fase finale e cruciale del lavoro. La vernice deve essere lasciata asciugare. Seguire le istruzioni per il processo corretto. Contiene i dati per un tipo e un tipo di rivestimento specifici. Raccomandazioni standard:

  • l’intervallo di temperatura dovrebbe essere compreso tra +18 e +20 gradi;
  • umidità ammessa fino al 70%.

Il tempo di asciugatura varia a seconda del tipo di composizione colorante. Il tempo può variare da 1 ora a 2 settimane. È importante tenere conto delle condizioni iniziali..

La vernice su calcestruzzo fresco impiegherà più tempo ad asciugare, potrebbero essere necessari circa 7 giorni per mostrare resistenza alle influenze meccaniche e climatiche.

Consigli utili da professionisti

Dipingere un pavimento in cemento presuppone la massima concentrazione e precisione. Il corretto processo di verniciatura migliora le proprietà del calcestruzzo. I professionisti danno ai principianti i seguenti consigli:

  • Il pavimento in cemento deve essere accuratamente pulito prima della verniciatura. Dopo il lavaggio, è importante lasciare asciugare il calcestruzzo o farlo asciugare con forza. Il lavoro preliminare influisce sul risultato finale.
  • Aggiungi sabbia di quarzo al primer per pavimenti in cemento. Questa miscela eviterà che scivoli dopo l’essiccazione. Le composizioni speciali (guarnizioni) sono importanti quando si prepara il calcestruzzo. Sono in grado di migliorare gli indicatori di forza e liberare la superficie dalla polvere..

  • Dopo l’adescamento, puoi facilmente verificare se il pavimento è pronto per la verniciatura. Per farlo, toccalo con il palmo della mano. Se il pavimento non si attacca, puoi procedere con ulteriori lavori..
  • Assicurati che la temperatura del calcestruzzo durante la verniciatura sia di almeno +5 gradi e che la temperatura dell’aria sia di almeno +10 gradi.
  • A condizione che venga osservato il regime di temperatura e umidità, è possibile camminare sul pavimento entro 24 ore dalla verniciatura. Dopo 3 giorni, è già possibile esporre il rivestimento a sollecitazioni meccaniche (ad esempio, per mettere mobili). L’indurimento completo avviene in circa una settimana..

Imparerai di più su come dipingere correttamente un pavimento di cemento nel seguente video..