Caratteristiche della scelta del cavo per il riscaldamento a pavimento

Caratteristiche della scelta del cavo per il riscaldamento a pavimento

A tutti coloro che decidono di realizzare il riscaldamento elettrico in casa un giorno verranno poste molte domande, una delle quali è relativa alle specifiche della scelta di un cavo per un pavimento caldo.

Peculiarità

Il riscaldamento a pavimento elettrico è un tipo moderno di sistema di riscaldamento residenziale. Questa struttura è costituita da tappetini riscaldanti e speciali regolatori installati sotto il pavimento o tra gli strati di massetto cementizio..

I vantaggi dello schema includono:

  • uniformità di distribuzione del calore lungo l’altezza dell’edificio;
  • nessun disturbo della circolazione sotto forma di flussi convettivi – movimento di calore nell’aria;
  • semplicità e chiarezza di autoassemblaggio del sistema;
  • installazione professionale di bilancio;
  • salvare l’area utilizzabile dello spazio riscaldato;

  • non c’è bisogno di attrezzature aggiuntive;
  • la capacità di montare sotto qualsiasi rivestimento del pavimento;
  • maggiore comfort e praticità;
  • compatibilità ambientale;
  • la possibilità di utilizzo da parte di persone che soffrono di vari tipi di allergie, asma bronchiale.

Gli svantaggi del riscaldamento elettrico sono:

  • costo elevato di 1 kW di energia elettrica;
  • creare un campo elettromagnetico all’interno della stanza riscaldata;
  • competenze obbligatorie nella gestione dei termoregolatori;
  • la complessità della diagnostica e della riparazione del sistema;
  • l’esistenza di limiti di altezza per gli edifici riscaldati;
  • la necessità di migliorare la sicurezza elettrica attraverso la messa a terra.

Tuttavia, con una progettazione razionale e una corretta installazione, tutte queste carenze vengono eliminate da sole, quindi questo sistema sta diventando sempre più popolare tra i consumatori..

Il principale elemento attivo del riscaldamento a pavimento elettrico è il cavo scaldante. L’efficienza dell’intero meccanismo di riscaldamento dipende dalla sua qualità e dalle sue caratteristiche, pertanto è necessario scegliere con cura e responsabilità un cavo scaldante per questi scopi..

Visualizzazioni

Prima di fare la scelta finale, è necessario familiarizzare con tutti i tipi di cavi scaldanti. Ci sono i seguenti tipi.

Cavo resistivo

Crea la stessa temperatura nella sua lunghezza ed è suddiviso in varietà:

  • Single core. Questa specie è all’altezza del suo nome. È costituito da un nucleo riscaldante, rinforzato con una guaina in filo o lamina. Il processo di collegamento di un tale cavo richiede la convergenza di entrambe le sue estremità in un unico punto, ovvero collegandole al termoregolatore. Un cavo unipolare presenta una serie di vantaggi, vale a dire:
  1. temperatura massima di riscaldamento;
  2. basso consumo energetico;
  3. prezzo abbordabile.

  • Due core. Consiste, rispettivamente, di due nuclei, anch’essi circondati da una pellicola protettiva. Non è necessario alcun ritorno per collegare un cavo a due conduttori. Il circuito viene chiuso collegando un manicotto speciale all’estremità libera del filo. I suoi vantaggi includono:
  1. facilità di installazione;
  2. la possibilità di formare un percorso di qualsiasi forma e lunghezza;
  3. connessione unidirezionale;
  4. campo elettromagnetico costante.

Autoregolante

Tale cavo si basa su due nuclei conduttivi a contatto con una matrice polimerica semiconduttrice, che regola il riscaldamento del sistema in base alla temperatura ambiente. La matrice è isolata in due strati e protetta da una treccia di schermatura situata tra gli strati. I vantaggi di un filo autoregolante sono i seguenti:

  1. versatilità;
  2. durata;
  3. la possibilità di selezionare autonomamente la temperatura nella stanza;
  4. resistenza ai danni;
  5. affidabilità.

Tappetini elettrici

Per rendere più facile e conveniente l’installazione di un pavimento caldo, nonché per ridurre al minimo i costi finanziari, si consiglia di utilizzare speciali tappetini elettrici riscaldanti. A loro volta si suddividono in:

  1. cavo;
  2. carbonio;
  3. film.

Diamo un’occhiata più da vicino a ciascun tipo:

  • Cavo (cablato) mat È un dispositivo flessibile piatto costituito da un filo unipolare attaccato a una rete metallica a forma di serpente. Questi tappetini sono ideali per finiture piastrellate e piastrellate..
  • Tappetino in carbonio o fibra di carbonio è una struttura di resistenze autoregolanti autoregolanti fisse parallele che emettono radiazione infrarossa, che è la fonte di calore in tali circuiti.
  • Film mat, infatti funziona come un carbone.

L’unica differenza è che le aste in carbonio sono ulteriormente protette con una pellicola di plastica..

Specifiche

Indipendentemente dal tipo, i cavi scaldanti sono caratterizzati da una serie di indicatori principali:

  • Materiale di base. In base alla loro composizione, i fili si dividono in:
  1. alluminio (più adatto per installazioni fisse);
  2. rame (flessibile ma pesante);
  3. alluminio-rame (l’opzione più conveniente ed economica).

Va ricordato che la sua resistenza dipende dal materiale del cavo..

  • Il numero e lo spessore dei fili nel nucleo. Questo indicatore è direttamente proporzionale alla flessibilità del filo, cioè più fili sottili, più elastico è il cavo..
  • Materiale isolante. Al fine di proteggere la fibra del cavo da danni meccanici, oltre a prevenire perdite, tutti i fili sono rinforzati e divisi per tipo di isolamento in:
  1. blindato;
  2. resistente al calore;
  3. impermeabile;
  4. protetto dalla pressione e così via.

  • Intervallo di temperatura di esercizio (resistenza al calore). Più alto è questo indicatore, maggiore è la temperatura di riscaldamento del cavo senza perdere le sue proprietà originali..
  • Sezione trasversale o area di interruzione di un conduttore percorso da corrente. Per i fili unipolari, la sezione trasversale è determinata dalla formula per l’area di un cerchio (il prodotto del quadrato del raggio e il numero Pi – 3,14). Per i cavi a due conduttori, la sezione trasversale è la somma delle aree della sezione trasversale di entrambi i conduttori. Secondo le “Regole di installazione elettrica”, la dimensione della sezione viene selezionata tenendo conto dei carichi pianificati (come la potenza attuale, ad esempio) utilizzando tabelle speciali o valori medi.
  • Tutta la vita. In media, oscilla entro 20-25 anni. Dopo aver studiato le caratteristiche di base dei cavi elettrici, possiamo concludere che per un pavimento caldo, dovresti scegliere fili resistenti al calore in rame o alluminio-rame con una sezione trasversale di almeno 1,5-2,5 mm2, che ti consentano di accendere il termostato per la temperatura massima di riscaldamento.

Montaggio

Il pavimento elettrico viene posato secondo il seguente algoritmo:

  • Stesura di un progetto e calcolo delle aree. Per prima cosa è necessario disegnare un piano per ogni stanza in cui è pianificata l’installazione dell’impianto di riscaldamento. Successivamente, viene eseguito un calcolo separato dell’area totale della stanza (Stotale). Più avanti sul piano, viene segnata la disposizione dei mobili, viene calcolata l’area occupata da esso (Sм). Sulla base di questi dati, è possibile calcolare l’area di pavimentazione diretta (Sу) utilizzando una semplice formula: Sу = Totale – Sм

La superficie riscaldata dovrebbe occupare dal 50 all’80% dell’area totale della stanza, altrimenti l’uso di pavimenti riscaldati non è pratico.

  • Calcolo della potenza di riscaldamento. Nelle fasi preliminari dell’installazione, è necessario calcolare la potenza del dispositivo di riscaldamento elettrico. C’è una formula per questo: Ptr = Pp * 1.3, dove Pp è la potenza di dispersione termica, Ptr è la potenza del termostato. Cioè, la potenza del dispositivo di riscaldamento dovrebbe essere calcolata con un margine del 30%..

  • Scelta di cavo resistivo o tappetino riscaldante. I fili sono selezionati tenendo conto della potenza e del tipo di stanza. Questo può essere fatto utilizzando tabelle di assortimento speciali prodotte da vari produttori. La scelta del tappetino si basa anche sulla capacità e sulla portata..
  • Calcolo della quantità richiesta di elemento riscaldante. Per un pavimento in cavo, è necessario determinare la fase di posa, ovvero la distanza tra i contorni cablati. I calcoli vengono effettuati secondo la formula: x = Sу * 100 / Dkab, dove Sу – area di posa dei cavi, Dkab – lunghezza del cavo.

Per calcolare l’ultima variabile, ovvero la lunghezza del cavo, è meglio utilizzare i calcolatori integrati nei cantieri. Non sono necessarie formule per determinare il numero richiesto di tappetini riscaldanti. Basta conoscere l’area di posa.

  • Calcolo dell’impianto elettrico del riscaldamento a pavimento. Questa fase, che include la raccolta di tecniche e permessi per l’installazione, nonché una valutazione dello stato del cablaggio elettrico, è meglio lasciata ai professionisti..
  • Selezione termostato. Andando al negozio per il dispositivo più importante in questo schema, è consigliabile seguire semplici consigli:
  1. ascoltare i consigli dei consulenti;
  2. prendere in considerazione gli indicatori di corrente di carico;
  3. dare la preferenza ai modelli con un sensore di temperatura se si prevede di utilizzare il sistema di riscaldamento a pavimento solo come fonte di calore aggiuntiva;
  4. acquistare un controller multiplex con sensori remoti se il riscaldamento elettrico verrà effettuato contemporaneamente in più stanze.

  • Progettazione del cablaggio elettrico. Per motivi di sicurezza e ulteriore funzionamento ininterrotto del sistema, è meglio affidare questo lavoro a un elettricista..
  • Isolamento termico sottopavimento, ad esempio lana minerale.
  • Fissaggio del cavo o stendere il tappeto. Il processo non è particolarmente difficile.
  • Installazione di termostato e sensori. Questo passaggio è il più cruciale di tutti. Se non sei sicuro delle tue capacità, affida il lavoro a un professionista.
  • Collegamento del sistema. Un cavo unipolare è collegato collegando due estremità al dispositivo e un cavo bipolare – uno. Per chiudere un tale circuito, viene utilizzato un manicotto terminale, con il quale deve essere collegata l’estremità libera. A questo punto è il momento di tagliare, accorciare o allungare il cavo, adattandolo alla misura desiderata..

Puoi tagliare il cavo da solo usando strumenti adatti.

  • Controllo del sistema. Tenuto entro mezz’ora.
  • Riempire. Se si sceglie la piastrella come rivestimento del pavimento, il massetto in calcestruzzo può essere sostituito con adesivo per piastrelle.
  • Allineamento. Il principio di funzionamento è distribuire la soluzione.
  • Asciugatura. Lo strato della miscela versata dovrebbe asciugarsi. Per accelerare il processo, si consiglia di aprire la porta sulla strada.
  • Posa del rivestimento decorativo di finitura. Resta solo da posare il materiale scelto come pavimentazione.

Come riparare?

Se il sistema di riscaldamento a pavimento elettrico ha smesso di funzionare, è necessario trovare la causa del malfunzionamento. Di regola, ce ne sono tre:

  • mancanza di alimentazione;
  • guasto del termostato;
  • cavo rotto o danneggiato.

Per eseguire la diagnostica, avrai bisogno di un indicatore di cacciavite o di un multimetro. Con l’aiuto di questi dispositivi, viene determinata la presenza di fasi di tensione, vengono misurate le fluttuazioni di resistenza e vengono rilevate le rotture dei cavi. Se non c’è alimentazione, contattare uno specialista. In caso di guasto, si consiglia di sostituire il regolatore. Se il filo è rotto, puoi ripararlo da solo. La tecnologia per riparare un cavo perforato è la seguente:

  • diseccitare il sistema;
  • rimuovere il rivestimento del pavimento;
  • smantellare il massetto in calcestruzzo nell’area danneggiata;
  • trovare una pausa;

  • pulire le estremità delle vene penzolanti;
  • collegali con le maniche usando una pinza a pressare (puoi anche saldare);
  • isolare il giunto con un manicotto termoretraibile e versare il calcestruzzo;
  • controllare il funzionamento del sistema;
  • ripristinare il massetto e la finitura.

Produttori

È stato compilato un elenco che rappresenta i 5 principali marchi popolari di riscaldamento a pavimento elettrico:

  • L’azienda danese è in testa Devi. L’alta qualità dei suoi prodotti non è l’unico vantaggio. L’azienda soddisfa con un prezzo accessibile, facilità di servizio e durata dei sistemi. Le recensioni dei prodotti sono completamente positive. I consumatori non hanno registrato un solo caso di guasto della struttura dovuto a difetti.
  • marchio coreano Caeo produce tappetini per pellicole a infrarossi. I suoi prodotti sono molto più costosi, ma hanno specifiche impressionanti..

  • I principali produttori nazionali sono aziende concorrenti “Teplolux” e “Comfort nazionale”, produzione di sistemi di riscaldamento di alta qualità.
  • Ditta Ensto (Finlandia) ppresenta sul mercato un prodotto più adatto al clima russo. I sistemi sono appositamente progettati per l’uso in luoghi con condizioni sfavorevoli: per ambienti con elevata umidità, per eccessivamente secchi, non riscaldati, altri problemi.
  • Società topan è specializzata nella produzione di cavi affidabili ed economici, il più famoso dei quali è TOP-3UTP10PR-GY.

Esempi e opzioni di successo

Il pavimento che mantiene una temperatura confortevole del piede è l’incarnazione del moderno concetto di comfort domestico. Oggi non è affatto necessario che il pavimento funga da sfondo grigio..

I rivestimenti per pavimenti insoliti ed eleganti possono essere utilizzati come accento.

Anche i fan del classico stile conservatore possono trovare opzioni a loro piacimento. Ovunque installi un sistema di riscaldamento a pavimento elettrico: in cucina, in bagno o nella stanza dei bambini, questa stanza diventerà il tuo posto preferito in casa..

Puoi scoprire come scegliere la giusta lunghezza del cavo scaldante nel seguente video..