Caratteristiche dell’installazione di un pavimento riscaldato ad acqua con le tue mani

Il riscaldamento a pavimento con acqua è una soluzione piuttosto interessante. Ma se vuoi installarli da solo, senza ricorrere all’aiuto di professionisti e senza spendere soldi per i loro servizi, dovrai studiare a fondo l’argomento e imparare tutte le sottigliezze. Dovresti conoscere sia i principi di connessione che la metodologia per organizzare la base. Anche lo styling dovrà essere eseguito utilizzando una tecnologia speciale..

Design

Ci sono molte varietà di pavimento ad acqua calda sul mercato. È prodotto da decine di produttori leader. Ma indipendentemente dalla marca e dal modello specifici componenti obbligatori sono:

  • caldaia che riscalda l’acqua;
  • pompa che pompa l’acqua;
  • valvole a sfera (sono installate all’ingresso della caldaia);
  • tubi;
  • un dispositivo collettore che ti consente di impostare e regolare il riscaldamento dei pavimenti a tua discrezione;
  • raccordi mediante i quali viene montato il percorso principale, a partire dal riscaldatore, e anche i tubi sono collegati ai collettori.

Ciascuno di questi elementi costitutivi ha le sue caratteristiche. Quindi, i tubi devono essere realizzati in polipropilene con uno strato di rinforzo in fibra di vetro, altrimenti c’è un alto rischio di eccessiva espansione a caldo. Il polietilene ha una minore espansione termica. Allo stesso tempo, il diametro ottimale del tubo va da 1,6 a 2 cm.Al momento dell’acquisto, scopri se possono resistere a una pressione di 10 bar quando si pompa acqua riscaldata a 95 gradi.

Il collettore, con l’aiuto del quale l’acqua entra nella tubazione, è talvolta chiamato splitter. Uno di questi dispositivi seleziona l’acqua calda lungo i circuiti di riscaldamento e l’altro la raccoglie dopo aver attraversato l’intero sistema. Entrambi i dispositivi sono collocati all’interno di un armadio collettore. Le prestazioni di alta qualità del gruppo di raccolta includono anche:

  • valvole;
  • prese d’aria;
  • dispositivi che regolano il consumo di acqua;
  • unità per il drenaggio accelerato di liquidi in una situazione critica.

Un collettore con una valvola di intercettazione non è pratico, quindi è meglio scegliere opzioni dotate di sistemi di controllo che forniscano un cambiamento graduale del flusso del liquido di raffreddamento in un particolare circuito.

La lunghezza esatta e la distanza di installazione durante l’installazione dei tubi vengono calcolate individualmente per tutte le stanze (stanze). Non ci sono standard uniformi qui. Se non ti senti abbastanza preparato per l’autocalcolo utilizzando software specializzato, utilizza i servizi delle organizzazioni di progettazione. I progettisti dovranno sapere qual è la dimensione della stanza, quanto potente sarà installata la caldaia, di cosa sono fatte le pareti della casa (appartamento), quali sono le proprietà dei soffitti e delle pareti divisorie. Si deve tener conto del tipo di rivestimento del pavimento, del dispositivo dello strato isolante e del diametro dei tubi..

Il progetto dovrebbe indicare non solo qual è la lunghezza del tubo, ma anche la fase di installazione e il percorso di posa razionale. Inoltre, vengono calcolate le perdite di calore, la resistenza idraulica (deve essere rigorosamente la stessa in ogni circuito). Non è consigliabile utilizzare contorni grandi (100 m e oltre).

È meglio dividere ciascuno di essi in diversi più piccoli.. Tutti i contorni sono rigorosamente un tubo, pertanto sono vietati giunti e giunti durante la posa in un massetto. Verande, mansarde e logge sono riscaldate con opzione separata dalle stanze adiacenti.

Ricorda che i tubi devono essere posati a partire dalle pareti esterne e l’uniformità della riduzione del riscaldamento si ottiene grazie allo schema “serpente”.

Nelle stanze dove ci sono solo pareti interne, la struttura del riscaldamento a pavimento dovrebbe essere a spirale, diretta dai confini della stanza al suo centro. In questo caso, viene mantenuto un doppio passo tra ogni coppia di giri..

Per tua informazione: dovresti selezionare e acquistare un collezionista solo dopo, come verrà calcolato il numero di contorni e le loro caratteristiche. La soluzione più semplice, con le sole valvole di isolamento, è relativamente economica, ma la mancanza di opzioni di regolazione flessibili causerà molti inconvenienti. L’altro estremo da evitare è un costoso collettore dotato di servocomandi e premiscelatori..

Tale attrezzatura in una casa o appartamento privato è completamente superflua, ad eccezione dei cottage giganti. Nel decidere quale caldaia installare fatevi guidare innanzitutto dalla sua potenza, che, anche operando in regime di massima progettazione, dovrebbe avere una riserva di almeno il 15%.

Per garantire la miscelazione del fluido termovettore caldo e freddo, vengono utilizzati miscelatori termostatici. Sono a due vie (le strutture accoppiate sono posizionate sui tubi di alimentazione e ritorno) e a tre vie (con l’aggiunta di un azionamento elettrico, sono montate sull’uscita della caldaia). Prenditi cura della presenza di un servoazionamento, un termostato: gli investimenti in questi dispositivi sono giustificati dal fatto che sarà più conveniente utilizzare il sistema. I servi sono posizionati sui pettini di alimentazione dell’acqua.

I termostati meccanici sono relativamente semplici e affidabili nell’uso, quindi sono facili da usare anche per le persone poco esperte di tecnologia. I controller elettronici sono un po ‘più complicati e se hai bisogno di regolare in modo flessibile i parametri operativi del pavimento caldo, dovrai acquistare un dispositivo programmabile.

Dopo aver risolto in termini generali il dispositivo e la configurazione dell’apparecchiatura di riscaldamento a pavimento, ora vediamo come funziona. Dalla caldaia (in rari casi da un portasciugamani riscaldato), l’acqua entra nella tubazione. Passando attraverso la valvola termostatica, le cede una certa quantità di calore. Al raggiungimento di una certa temperatura, la valvola avvia il processo di miscelazione dell’acqua prelevata dal tubo di ritorno. A tale scopo viene aperta una valvola a due o tre vie, installata prima della pompa di circolazione (all’interno di un apposito ponticello).

Il liquido miscelato, passando attraverso la pompa di circolazione, va a toccare il termostato, che alla fine impartisce i comandi di apertura e chiusura dell’alimentazione del refrigerante dal circuito di ritorno al circuito principale. Grazie a tale schema, la temperatura dell’acqua viene mantenuta nell’intervallo di valori specificato e viene istantaneamente corretta quando si discosta da essa. Quindi l’acqua va nel collettore di distribuzione (ma solo in un locale ampio, dove c’è la necessità di distribuire il liquido di raffreddamento lungo più circuiti per poi pomparlo in senso opposto).

Installazione del riscaldamento a pavimento in più stanze contemporaneamente, installare un collettore che regoli la temperatura. Ciò è necessario non solo perché ognuno ha bisogno del proprio grado di riscaldamento, ma anche perché non è possibile mantenere la lunghezza del circuito completamente identica. La regolazione è particolarmente utile se una delle stanze è interna e l’altra ha pareti esterne..

I termostati possono misurare il riscaldamento dell’aria nella stanza o la temperatura del rivestimento del pavimento. Concentrati su ciò che è importante per te e non confondere questi due tipi.

Assicurarsi che ci sia un bypass nell’impianto di riscaldamento. Ti consentirà di mantenere l’attrezzatura in perfetto ordine, se improvvisamente l’alimentazione idrica a tutti i circuiti viene interrotta contemporaneamente..

Vantaggi e svantaggi

Pavimento termoisolato ad acqua economico. Una bassa temperatura del liquido di raffreddamento (non superiore a 50 gradi) ridurrà il consumo di corrente di una caldaia elettrica del 20% (rispetto al riscaldamento con radiatori). Anche il riscaldamento omogeneo dell’intera area dell’abitazione con una distribuzione della temperatura fisiologicamente confortevole (22 gradi sul pavimento stesso, 18 gradi a livello del viso) può essere considerato un lato positivo. La posizione nascosta del sistema di riscaldamento esclude completamente ustioni e lesioni meccaniche a diretto contatto con esso e il liquido di raffreddamento, il che è particolarmente importante se ci sono bambini in casa.

È anche un pavimento d’acqua sicuro serve a lungo. L’installazione correttamente eseguita e la corretta selezione dei componenti consentono di utilizzare il sistema per 30-40 anni. Purtroppo ci sono anche degli svantaggi. Ad esempio, la maggiore complessità dell’installazione (se non si comprende abbastanza il problema o non si dispone dell’esperienza necessaria, contattare i professionisti o scegliere l’opzione elettrica). Un’installazione errata non solo ridurrà l’efficienza del riscaldamento, ma aumenterà anche il rischio di perdite..

Se, per errori di installazione, normale usura, o per qualsiasi altro problema, inizia a fuoriuscire acqua, sarà necessario smontare il pavimento, smontare la struttura riscaldante, cambiarla in tutto o in parte e solo dopo ricollegarla . Infine, negli edifici residenziali privati ​​non sarà possibile utilizzare i pavimenti ad acqua come uniche fonti di calore..

Il riscaldamento di lunga durata (decine di ore) non può essere considerato uno svantaggio: tanto più un’inerzia termica significativa consentirà al pavimento di riscaldare stabilmente l’aria anche con interruzioni di breve durata. Preparati che la posa di un pavimento ad acqua (anche con le tue mani) sarà significativamente più costosa rispetto all’installazione della sua versione elettrica. Alcuni materiali in termini di 1 mq possono costare almeno 1.500 rubli. Quando una squadra è coinvolta, dovrà pagare almeno.

Un buon risultato si ottiene se il pavimento è rialzato di almeno 10 cm. I costi sono legati anche all’installazione di sistemi di controllo, cassette collettori e valvole di sfogo aria.

Dove viene utilizzato??

Un tale sistema di riscaldamento in un appartamento può essere utilizzato solo teoricamente. Gli ostacoli tecnici sono molto seri. Il fatto è che è estremamente pericoloso e semplicemente vietato alimentare la tubazione con acqua calda già pronta, e il riscaldamento speciale dell’acqua fredda è costoso e difficile. Inoltre, eventuali sistemi efficienti sono ingombranti e pesanti, cioè occupano una parte considerevole dell’altezza della stanza, esercitando un carico significativo sulla superficie del pavimento e dei soffitti..

In una casa in legno privata, i carichi termici sui singoli circuiti, se differiscono, sono insignificanti. Pertanto, valutare attentamente se vale la pena installare sistemi di controllo automatico costosi e complessi in una piccola casa. Un grande cottage o una casa con stanze non riscaldate è un’altra questione.

È del tutto possibile mettere un pavimento ad acqua in una casa di legno, ma la sua installazione ha un’importante differenza: a causa della fondazione che è leggera al limite, dovrai abbandonare l’uso di cemento pesante o miscele di cemento e sabbia. È più corretto usare lo styling in polistirolo a secco. È stato appositamente progettato per le abitazioni a telaio. Considera che affinché l’effetto termico sia massimo, dovrai pensare a un buon isolamento delle pareti esterne, che solitamente vengono rese sottili.

Il sistema di riscaldamento a pavimento ad acqua ha le sue specifiche anche nel bagno. Se è installato in un appartamento, ti consigliamo di ottenere consigli da un’organizzazione di progettazione, nonché di formare e registrare un progetto ufficiale e ottenere il consenso dai vicini. Si consiglia di alimentare il circuito con un mezzo di riscaldamento da un portasciugamani riscaldato e le valvole a due vie all’ingresso non ridurranno la temperatura dell’acqua sotto e sopra il montante. Indipendentemente dal fatto che tu abbia bisogno di riscaldare il bagno in un appartamento o in una casa privata, prestare la massima attenzione all’impermeabilizzazione. Vale la pena spendere soldi per un tipo speciale di film o euroruberoid.

La base viene colata utilizzando argilla espansa o ghiaia fine. Per escludere la comparsa di irregolarità, è necessario installare i beacon. Si prega di notare che non è possibile camminare sui rivestimenti dei bagni riempiti con massetto per 5-6 giorni. In questo caso, dovrai bagnare regolarmente la superficie, altrimenti potrebbe rompersi. Poiché un raro costruttore sarà in grado di realizzare autonomamente una miscela di cemento (che non sarà coperta da un intricato schema di crepe nei prossimi anni), è meglio acquistare una composizione completamente pronta nel negozio. E fai esperimenti un’altra volta, pensando al design di un bagno riscaldato, per esempio.

Strumenti per il lavoro

Nel processo di installazione di pavimenti riscaldati ad acqua, è necessario utilizzare 18 strumenti diversi. Avrai sicuramente bisogno di:

  • Smerigliatrice angolare;
  • trapano elettrico;
  • Cacciavite;
  • asciugacapelli da costruzione.

Dagli strumenti manuali avrai bisogno di:

  • forbici;
  • sega ordinaria;
  • sega per metallo;
  • coltello da lavoro;
  • martello;
  • po;
  • vice;
  • pinze;
  • file.

Il lavoro con i rivestimenti viene eseguito con una spatola e un pennello. Devi misurare le dimensioni richieste con un metro a nastro e un righello, ma oltre a loro, avrai anche bisogno di una rete abrasiva o di carta vetrata.

Oltre agli strumenti, avrai anche bisogno di materiali:

  • per l’isolamento termico, vengono spesso utilizzati tappetini in lamina di polistirene espanso o lastre dello stesso materiale, lavorate per estrusione;
  • il nastro autoadesivo smorzante deve avere uno spessore compreso tra 0,5 e 1 cm. I tubi sono fissati mediante staffe, strisce di montaggio, archi girevoli e alcune altre parti.

Preparazione della base

Il vecchio massetto secondo la tecnologia deve essere completamente eliminato in modo da esporre il sormonto di base. Livellare immediatamente la superficie del pavimento se lo scostamento dall’orizzontale supera 1 cm. Se rimangono crepe, scheggiature e crepe dopo aver rimosso il vecchio rivestimento del pavimento, utilizzare una miscela livellante di cemento o gesso. Inoltre, assicurandosi che non rimangano polvere, sporco e detriti sulla superficie, viene posizionato uno strato di impermeabilizzazione sopra di esso.

Il perimetro della base è occupato da un nastro smorzatore, che aiuterà a compensare l’espansione termica del rivestimento del pavimento principale durante il riscaldamento. È importante tenere conto del fatto che quando ci sono più contorni contemporaneamente, il nastro deve essere inserito negli intervalli dei contorni vicini l’uno all’altro..

Per ridurre la perdita di calore improduttiva, dovrai isolare ulteriormente il pavimento. Solo in rari casi è inizialmente pronto in questo senso. La scelta del materiale di isolamento termico è determinata dalle seguenti considerazioni:

  • se il pavimento caldo funge solo da assistente al sistema di riscaldamento principale, puoi limitarti al polietilene espanso con uno strato di pellicola riflettente;
  • quando l’appartamento si trova sopra le parti riscaldate dell’edificio, è necessario utilizzare schiuma di polistirene estruso con uno spessore di 2-5 cm o sostituti non meno durevoli;
  • negli appartamenti situati sopra un seminterrato freddo è necessaria una protezione più seria: viene versata argilla espansa e viene posato il polistirene espanso con uno strato totale di 5 cm o più.

I produttori moderni offrono materiali isolanti speciali per pavimenti caldi. Un lato di tali riscaldatori ha canali per l’installazione di tubazioni. Si consiglia di utilizzare lana minerale, polistirolo espanso e stuoie speciali. Per rafforzare lo strato del massetto, viene utilizzata una struttura a rete di rinforzo a cui è possibile fissare i tubi. Il loro fissaggio è provvisto di fascette in plastica, quindi non sono necessarie fascette di fissaggio e clip speciali. Quando la base è pronta, non ha senso aspettare qualcos’altro: è ora di iniziare a installare l’impianto di riscaldamento a pavimento stesso.

Montaggio

Schema di collegamento

L’installazione di un riscaldamento a pavimento ad acqua inizia sempre con l’installazione di un armadio collettore. Lo mettono in modo tale che la distanza dalle condutture che vanno da e verso tutte le stanze sia approssimativamente uguale. Puoi nascondere un armadio dall’aspetto sgradevole incorporandolo nel muro (i muri portanti non sono adatti per questo). Si prega di notare che il cassetto si trova sopra il pavimento caldo, altrimenti l’uscita dell’aria sarà bloccata.

In un sistema moderno (con rare eccezioni), la circolazione è fornita da apparecchiature di pompaggio. La pompa installata all’interno della caldaia è sufficiente per pompare acqua su un’area di 150 mq, anche se l’edificio è a due piani. Se l’area totale dell’edificio è maggiore, sarà sicuramente necessario installare pompe aggiuntive con funzioni avanzate..

Per poter effettuare la manutenzione dell’impianto di riscaldamento senza scaricare l’acqua, l’ingresso e l’uscita della caldaia sono dotati di valvole di intercettazione. Usandoli, puoi scollegare il riscaldatore per la riparazione e la manutenzione in qualsiasi momento conveniente. In presenza di due o più armadi collettori, la linea di alimentazione principale è dotata di uno sdoppiatore, immediatamente dietro il quale sono presenti gli adattatori di restringimento.

Il collegamento delle tubazioni al collettore prevede l’utilizzo di raccordi a compressione o dispositivi Eurocono. Se necessario, è possibile far passare tali tubi attraverso le pareti, chiuderli su tutti i lati con uno strato isolante di polietilene espanso. Quando tutte le parti sono riposte e ogni unità è collegata al posto giusto, il sistema deve essere testato. Dopo aver fornito acqua alle tubazioni, queste vengono mantenute ad una pressione di 5 o 6 bar per 24 ore (a seconda del valore di esercizio di progetto). Se tale controllo non ha portato alla comparsa di estensioni visivamente evidenti, è possibile procedere in sicurezza al versamento dello strato di cemento.

È consentito riempire il massetto solo quando si fornisce fluido alla pressione prevista. Il tempo di asciugatura alla preparazione è di almeno 4 settimane (in condizioni ideali). Se le piastrelle vengono posate sopra, il massetto dovrebbe avere uno spessore di 30-50 mm e i tubi sono distribuiti a una distanza di 100-150 mm l’uno dall’altro. Il mancato rispetto di queste regole, anche se il collegamento di tutti gli elementi è corretto, porterà a un riscaldamento non uniforme di diverse parti della superficie..

Sotto laminato o linoleum, il massetto può essere più sottile. Quindi una rete di rinforzo aiuta a compensare la diminuzione della sua forza. Se il riscaldamento a pavimento è posizionato sotto il laminato, non è necessario installare l’isolamento termico, altrimenti l’efficienza energetica del riscaldamento sarà ridotta..

I giunti di restringimento sono necessariamente dotati nel massetto se:

  • la superficie della stanza supera i 30 mq;
  • c’è almeno una parete più lunga di 8 m;
  • la lunghezza è inferiore al 50 o superiore al 200% della larghezza della stanza;
  • la configurazione è complessa e bizzarra.

Per la progettazione di massetti, è consentito utilizzare una miscela cemento-sabbia a base di cemento Portland (almeno M-400 e, ancora meglio, utilizzare M-500). Quando si utilizza calcestruzzo già pronto, il suo grado dovrebbe essere M-350 e superiore. Oltre a posare il nastro dell’ammortizzatore, la rete di rinforzo viene divisa dove passa la cucitura. Lo spessore di ogni cucitura è di 1 cm e la parte superiore è trattata con un sigillante. Quando si passano i tubi in questi luoghi devono essere posizionati solo nel tubo corrugato esterno.

L’avvio dei pavimenti ad acqua dovrebbe avvenire all’inizio del primo freddo. Si ricorda che l’inerzia termica del rivestimento del pavimento è elevata e solo dopo alcuni giorni, quando sarà superata, si creeranno le condizioni ottimali..

Non collegare il riscaldamento a pavimento alla batteria (così come al sistema di riscaldamento centralizzato e di fornitura di acqua calda esistente)! Ciò non solo causerà sanzioni da parte degli organismi statali di regolamentazione, ma porterà anche all’interruzione del normale funzionamento dei sistemi comunali.. Assicurati di installare una caldaia per il riscaldamento autonomo, che diventerà la fonte di acqua calda nel sistema. Oltre alla regolazione manuale, il pavimento riscaldato può essere controllato tramite un servoazionamento e un sensore o l’automazione meteorologica.

Poiché il sistema deve avere componenti di controllo e regolazione, deve essere collegato all’elettricità. Il riscaldamento a pavimento in stanze diverse può essere controllato da un termostato solo se la conduttività termica del rivestimento del pavimento coincide completamente. Tale schema richiede lunghezze di contorno uguali o leggermente diverse. I termostati possono essere collegati alle reti elettriche direttamente o tramite un RCD, il che è molto più sicuro.

Per la posa dei cavi di alimentazione, viene utilizzato uno stroboscopio nel muro o un’ulteriore corrugazione protettiva.

Va tenuto presente che al momento della prima connessione le macchine devono essere in posizione “off”. Guarda attentamente quale filo a quale fase dovrebbe essere collegato. Uno schema di installazione alternativo (senza massetto di cemento) verrà smontato un po’ più avanti. Per ora, diciamo solo che le sue opzioni principali sono posizionare i tubi in scanalature di polistirene espanso o in scanalature di legno. È ora di vedere come verranno posati i tubi del pavimento riscaldato ad acqua.

Tecnologia di posa

La moderna tecnologia per l’installazione del riscaldamento a pavimento prevede la posa di tubi con profili di fissaggio speciali. I profili stessi sono fissati alla base con tasselli o viti. Il vantaggio di questa soluzione è che il profilo viene fornito con i morsetti durante la produzione. Non è necessario misurare attentamente il passaggio da un ciclo all’altro ed eseguire il suo accurato calcolo. Un’opzione più semplice è il fissaggio su fascette di plastica, premute contro la struttura di rinforzo.

Tuttavia, la semplicità di un tale schema richiede l’eliminazione della forza di trazione non necessaria. Assicurati che il ciclo sia libero. La bobina di tubi viene svolta con cura e non immediatamente, ma direttamente nel processo di lavoro. Le istruzioni del produttore impongono sempre che la curvatura sia dolce b lungo il raggio più piccolo possibile. Quando si utilizzano strutture in polietilene, il più delle volte è 5 diametri di tubo. Non pizzicare il prodotto se appare una striscia biancastra., poiché ciò significa la comparsa di una piega, che successivamente si rompe facilmente e porta all’allagamento.

L’installazione secondo lo schema “chiocciola” o “spirale” è consigliata per ambienti di grandi dimensioni e rende il riscaldamento più uniforme. Il classico “serpente” si manifesta al meglio in ambienti piccoli, e se si vuole fornire calore al rivestimento del pavimento in un ambiente di medie dimensioni è consigliabile preferire il “doppio serpente”, in cui i tubi caldo e ritorno sono paralleli.

Qualunque sia il metodo scelto, cerca di ridurre il numero di giunti tra i tubi, nonché il numero dei loro giri. Tali aree, nonostante tutta la perfezione della tecnologia moderna e l’attenta esecuzione da parte dei professionisti, aumentano notevolmente la minaccia di perdite. Idealmente, i collegamenti dovrebbero essere effettuati solo all’ingresso e all’uscita della caldaia..

Giunti su curve e curve sono rigorosamente inaccettabili. Fissaggio dei tubi posati al massetto, posizionare gli elementi di contenimento su ogni metro.

Per il collegamento dei tubi, oltre alle opzioni sopra elencate, esistono anche tali dispositivi:

  • morsetto di attrazione in poliammide (2 pezzi per metro);
  • filo d’acciaio (consumo simile);
  • cucitrice e 2 pinze per metro;
  • binari di fissaggio, o strisce a base di PVC;
  • stuoie di polistirolo;
  • piastre di diffusione in alluminio.

Le regole di funzionamento indicano che, indipendentemente dal metodo di tenuta dei tubi, il loro fissaggio è fornito da reti con una cella quadrata di 15×15 mm, il diametro del filo è massimo di 0,5 cm fattore umano, ma anche remoto.

La scelta finale dell’opzione di installazione dovrebbe avvenire tenendo conto delle proprietà private dei locali e della funzionalità delle loro singole parti. Il sistema “serpente” è progettato per fornire acqua inizialmente alla zona fredda, e solo successivamente a tutto il resto del pavimento, ad esempio.

Quando il massetto sotto il laminato o il linoleum è più sottile del solito, viene posizionata un’ulteriore rete di rinforzo direttamente sotto di esso sopra il circuito del tubo di riscaldamento.

Come farlo bene senza un massetto di cemento?

Una lunga attesa (circa un mese o anche di più se le condizioni meteo sono sfavorevoli) non piace a tutti. Al posto di un massetto in cemento è possibile utilizzare un rivestimento per pavimenti. Una volta posati i tubi, sarà necessario formare un supporto per il pavimento finito. Se c’è un laminato sopra, usa cartone e schiuma di polietilene. Anche il versamento sotto le piastrelle è facoltativo. Per esso, così come per il linoleum, viene preparata una struttura speciale a base di pannelli di particelle di cemento.

Un pavimento ad acqua calda su un pavimento in legno è montato utilizzando piastre di distribuzione in alluminio. Le tavole vengono preparate preliminarmente, in cui si formano le scanalature necessarie. Puoi realizzare la superficie più piatta del bagno con le tue mani se sui tubi vengono posati pannelli di truciolato, compensato o fibra di gesso. Controllare sempre con attenzione se questi materiali sono conformi alle norme sanitarie..

È possibile collegare un pavimento di acqua calda senza massetto posando i tubi sia tra i tronchi che sulla superficie del sottofondo. La variante modulare (blocchi di legno con scanalature fresate) può essere sostituita da un listello, in cui il foglio di compensato è ricoperto da listelli. Gli intervalli tra loro sono per l’installazione di tubi. La posa tra i tronchi richiede necessariamente l’utilizzo di impermeabilizzanti, isolanti, lastre riflettenti con fori per il passaggio dei tubi, i tubi stessi, un foglio di compensato e il rivestimento finale.

L’imposizione sulla pavimentazione implica anche il posizionamento dell’isolamento nelle rotture dei tronchi sopra l’impermeabilizzazione e sopra vengono posizionati compensato o assi di legno. Sfumatura: levigare le tavole in modo che appaiano i canali per la posa dei tubi. Lo strato riflettente è costituito da un foglio fissato alle schede mediante graffette. I tubi nei canali sono tenuti da sottili piastre metalliche poste sopra, le piastre stesse sono anche attaccate alle tavole.

Invece delle schede, puoi utilizzare tappetini in polistirolo di dimensioni standard 1×0,5 m, attaccati l’uno all’altro con un dispositivo di fissaggio nel formato “lucchetto”.

Mantenere sempre (indipendentemente dal metodo di installazione del riscaldamento a pavimento) una distanza di 0,1 m dalla parete, poiché ciò smorzerà notevolmente l’effetto dell’espansione termica dei materiali del pavimento. Un rivestimento idrofobo viene posizionato sul ponte o sui travetti. Solo dopo arriva il turno della formazione del pavimento finito..

Oltre alle due opzioni descritte per la formazione di un pavimento riscaldato senza massetto, è consentito utilizzare un substrato in schiuma o legno, truciolato. I pavimenti leggeri e relativamente sottili sono più costosi e non molto resistenti, ma sono consigliati per l’uso:

  • se necessario stendere un nuovo rivestimento su quello vecchio senza smontare;
  • se l’altezza dell’abitazione è limitata;
  • se la velocità di installazione è fondamentale per te;
  • se è impossibile organizzare correttamente la consegna del calcestruzzo;
  • se il pavimento è in legno;
  • se la struttura è alta e il carico non può essere superato.

Oltre ad alleggerire la struttura, il sistema di riscaldamento a pavimento senza massetto ha un altro indiscutibile vantaggio: è più facile da riparare. Anche i tubi migliori, posati correttamente e maneggiati con cura, possono scoppiare improvvisamente. Se si desidera ancora utilizzare un massetto a tutti gli effetti, ma non attendere 28 giorni per l’asciugatura completa, vale la pena applicarlo miscele semisecche. Gli additivi speciali in essi contenuti consentono di ridurre la quantità di acqua richiesta, ma il costo di tali materiali da costruzione è superiore rispetto a una versione più semplice..

Si ricorda che l’installazione del riscaldamento a pavimento senza massetto è consentita solo se il dislivello del pavimento è di 0,2 cm per ogni 2 mq di superficie. Se è meno uniforme, lo strato costrittivo, anche se il più sottile, deve ancora essere creato..

Possibili errori

Anche gli esperti artigiani domestici, che per la prima volta intraprendono l’installazione del riscaldamento a pavimento, possono commettere gravi errori. Spesso il massetto di cemento essiccato è coperto da una rete di crepe. Le ragioni di questo difetto sono varie.. Puoi evitare la sua comparsa se:

  • prendersi cura della densità ottimale dell’isolamento;
  • realizzare cuciture di restringimento di alta qualità;
  • non sopravvalutare lo spessore del massetto consigliato;
  • non cercare di asciugarlo troppo velocemente, accelerare il normale processo di indurimento;
  • compattare accuratamente la soluzione e osservare rigorosamente le proporzioni durante la sua formazione;
  • aggiungere plastificanti secondo la ricetta.

La densità minima dell’isolamento è di 35 kg per metro cubo.Per evitare che il calcestruzzo si asciughi troppo rapidamente, sarà utile coprirlo con un film di polietilene..

Eliminare gli errori di assemblaggio del 95% (tranne quelli causati da incuria, fretta e difetti di fabbricazione) aiuterà elaborare progetti di schizzo. Dopo aver riflettuto sull’implementazione del sistema, “vedendolo” su un foglio di carta, è possibile rilevare in anticipo le carenze ed evitare la loro manifestazione. È meglio segnare sullo schizzo le aree di posizionamento dei mobili e altri luoghi in cui per qualche motivo il circuito con il liquido di raffreddamento non dovrebbe passare.

L’intera area da riscaldare è suddivisa in sezioni di 15 mq ciascuna. In qualsiasi sito, il passo di installazione della tubazione è di 10 cm Un errore comune è che le persone non pensano in tempo a quale parete è meglio installare il collettore o lo avvicinano troppo ad alcuni circuiti di riscaldamento, allontanandolo da altri . Scegli la giusta fonte di calore che si collega al riscaldamento a pavimento.

Una vita confortevole è assicurata a una temperatura del liquido di raffreddamento da 40 a 45 gradi, che consente di riscaldare il pavimento fino a 26-30 gradi. Tale riscaldamento è fornito da caldaie a condensazione, mentre altri dispositivi di riscaldamento non sono in grado di riscaldare l’acqua a meno di 60 gradi..

Non mettere mai uno strato termoisolante sopra un pavimento caldo e non usare tappeti all’interno., perché queste soluzioni peggioreranno solo la qualità del riscaldamento. Ricorda che l’isolamento termico in polistirene è denso e non è in grado di correggere la rugosità del massetto grezzo, quindi fin dai primi passaggi devi fare tutto nel modo più accurato possibile. Per quanto riguarda lo spessore del polistirolo, contrariamente alle raccomandazioni della maggior parte dei produttori, non è necessario resistere a 10 cm (di norma, anche sui primi piani sono sufficienti 8 cm).

Sopra lo strato di isolamento termico, non dovresti solo stendere una pellicola riflettente (questo è un errore), ma dovrebbe essere steso in modo uniforme e avvolto dietro il polistirolo attorno ai bordi. Il materiale inferiore stesso dovrebbe essere premuto più strettamente contro le pareti attraverso il nastro dell’ammortizzatore. Non incollare le parti insieme, poiché sono destinate a uno scopo completamente diverso. Può essere dannoso per la salute..

È più corretto ungere i bordi dei blocchi con la colla. Un altro errore che si incontra spesso nel lavoro di non professionisti e “shabashnik” è la diversa rientranza dei tubi dalle pareti. I veri artigiani lo fanno almeno 100 mm e uniforme in tutte le stanze.

Se è necessario non solo posare i tubi, ma anche organizzare il giro della tubazione, è imperativo piegare manualmente la struttura in metallo-plastica (e non con l’aiuto di molle e altri strumenti ausiliari). Si prega di notare che la rete di rinforzo non deve toccare la superficie dei tubi, poiché questo è considerato un errore grave. I contorni sottoposti a contrazione ed espansione termica spingeranno costantemente la rete e presto si deformerà e si guasterà.

Consulenza professionale

Secondo gli esperti, nelle parti più fredde della stanza è necessario compattare la fase di posa del “serpente” a 0,1 m.Prima di tutto, questo viene fatto posando un pavimento caldo vicino alle pareti esterne. Non tentare di riscaldare più di 40 metri quadrati di pavimento con un circuito. Vale anche la pena organizzare circuiti separati per stanze vicine con diverse condizioni di temperatura. L’installazione di tubi in metallo-plastica sotto un massetto è preferibile all’installazione di una tubazione realizzata con altri materiali. La temperatura del liquido di raffreddamento dovrebbe aumentare sistematicamente con l’uscita al livello desiderato 70-72 ore dopo la connessione.

Il miglior punto di installazione per la pompa è il tubo di ritorno appena prima della caldaia. Molto spesso, i vasi di espansione sono montati nella sezione più alta del circuito, tuttavia, i sistemi a membrana chiusa possono essere eseguiti in qualsiasi altro modo. Se stai alimentando una caldaia a gas dalla conduttura principale e non dalle bombole, dovresti ottenere l’approvazione delle autorità locali. Solo il personale appositamente formato che lavora in organizzazioni autorizzate dovrebbe essere coinvolto nel lavoro..

I loop da un singolo tubo con una sezione trasversale di 1,6, 1,7 o 2 cm hanno un rischio minimo di perdite ai giunti.

La temperatura media dei pavimenti dei locali residenziali è di 26 gradi secondo gli standard attuali e in quei luoghi in cui le persone visitano periodicamente ed è richiesto un regime termico speciale, è di 31 gradi. La differenza massima consentita nel riscaldamento delle singole parti del pavimento e dei rivestimenti in stanze diverse è di 10 gradi.

Affinché la resa termica sia ottimale e non costringa l’impianto a funzionare oltre misura, è necessario livellare accuratamente il pavimento.

Non sono ammesse deviazioni dal piano superiori a 5 mm. La loro presenza porta a un riempimento eccessivo dei circuiti con aria e un funzionamento instabile e inefficace del riscaldamento. Le funzioni di vapore e impermeabilizzazione sono spesso svolte da film di polietilene, e il suo spessore minimo è di 0,02 cm, altrimenti non sarà possibile garantire la protezione completa dell’isolante dall’umidità.

Il film deve essere posato con una sovrapposizione fino a 100 mm e i suoi bordi sono tenuti da nastro adesivo, che viene utilizzato per coprire l’intersezione tra pavimento e pareti. Quando tutti gli strati inferiori sono stati posati e anche i tubi stessi sono stati installati, devono essere testati a pressione in modi diversi, a seconda del materiale. Pertanto, le strutture metallo-plastiche devono essere sottoposte ad una pressione interna di 6 bar per 24 ore. Prima di questo, i circuiti vengono riempiti al 100% con acqua, l’aria viene scaricata fino in fondo attraverso i rubinetti di scarico.

C’è un’altra opzione: il liquido di raffreddamento viene riempito, la sua temperatura viene portata a 80 gradi, viene mantenuta così per 30 minuti, dopodiché, mantenendo la pressione di pressione, viene posato un massetto di cemento.

Se la tubazione è in XLPE, sarà necessario aggiungere acqua riducendo la pressione, quindi ripetere il test dopo 30 minuti. Quindi aspettano 90 minuti, ripristinano la pressione precedente e lasciano soli i circuiti di riscaldamento per 24 ore. Al termine di questa pausa la caduta di pressione deve essere al massimo di 1,5 bar.

Dopo aver installato e ispezionato tutte le parti e gli accessori delle tubazioni, scattare una fotografia della loro posizione e scrivere una descrizione con riferimento ai punti di riferimento. Successivamente, se è necessario effettuare riparazioni sul pavimento caldo, tali informazioni semplificheranno e accelereranno notevolmente il lavoro..

Quando è necessario riscaldare un’area molto piccola (l’area intorno a un divano, poltrona, tavolo e altri mobili, ad esempio), sono preferibili rotoli flessibili con tubi di plastica incorporati. La tecnologia consente di tagliare la parte desiderata del rotolo, piegandola con qualsiasi angolazione: l’importante è che i canali per il passaggio del liquido rimangano intatti.

Il rispetto di questi punti ti consentirà di ottenere il completo successo nell’installazione di un pavimento caldo e di goderne il funzionamento stabile per diversi decenni..

Per informazioni su come realizzare un pavimento riscaldato ad acqua con le tue mani, guarda il prossimo video.