Lavare le tende

Lavare le tende

Ogni casalinga moderna deve periodicamente affrontare un compito come lavare le tende. Con il giusto approccio, i prodotti in tessuto possono essere puliti rapidamente e facilmente dallo sporco e riportati al loro aspetto originale. Oggi esistono molti modi efficaci per accelerare il processo di lavaggio. Va notato che il metodo di lavorazione scelto dipende direttamente dal materiale delle tende..

Materiali vari

Oggi i produttori producono un gran numero di tende da un’ampia varietà di materiali. Ogni tessuto ha determinate proprietà, e quindi la scelta del metodo di lavaggio deve essere affrontata in modo responsabile.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla pulizia delle tende in nylon e dei prodotti in organza. I tulle realizzati con questi materiali sono spesso usati per la decorazione delle finestre. Sia il nylon che l’organza soccombono rapidamente allo sporco. Le tende realizzate con questi materiali vanno lavate a mano con un detergente delicato..

I prodotti velo richiedono un approccio non meno attento. Questo materiale si presta rapidamente a danni se lavorato in lavatrice, quindi questo metodo dovrebbe essere immediatamente escluso. Il blu o l’amido sono spesso usati per pulire il tulle..

Per la progettazione di interni moderni, vengono spesso utilizzate tende in mussola o in corda. In apparenza, questi prodotti assomigliano a una tenda senza peso. Quando si tratta di pulire le tende, è meglio lavarle a mano. Va notato che questa opzione è adatta anche per tessuti con perline di vetro..

Si prega di notare che le tende a filamento si aggrovigliano facilmente durante la lavorazione.. Ecco perché si consiglia di legare i fili prima di iniziare il lavaggio..

Le tende jacquard e taffetà possono essere lavate in lavatrice o lavate a mano. Questi materiali non temono il contatto con l’acqua. Ma è meglio non usare la funzione Spin. Questo può influenzare negativamente i tessuti e portare alla loro deformazione. Ma i prodotti in velluto, rispetto ai tipi precedenti, sono piuttosto stravaganti..

Quando si utilizza una macchina domestica, i prodotti in filo devono essere inseriti in una borsa speciale. La modalità delicata è adatta per il lavaggio..

Dopo aver terminato il trattamento, è necessario appendere le tende sul cornicione. I fili vengono sciolti e raddrizzati su tutta la larghezza dell’apertura della finestra.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla pulizia delle tende in chiffon e lino. Rispetto ad altri tipi, questi prodotti hanno maggiori probabilità di sporcarsi e assorbire odori sgradevoli. Si consiglia di immergere i tessuti prima del lavaggio. Questo è particolarmente vero per le tende di lino. I suoi prodotti possono essere lavati in sicurezza con una lavatrice.

Le costruzioni di finestre in bambù e legno richiedono una manutenzione parsimoniosa. Questi capi non devono mai essere lavati. Un metodo di lavaggio a secco è adatto per rimuovere sporco e polvere. Gli stessi punti si applicano a modelli così popolari come Blackout e pieghettati.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata agli elementi di fissaggio. Ad esempio, gli articoli con ganci e anelli devono essere rimossi dall’asta per tende prima della pulizia. Lo stesso punto vale per i modelli con occhielli e tende, per i quali viene utilizzato il bandeau per decorare..

Come sbiancare?

Spesso le casalinghe moderne si chiedono come sbiancare rapidamente e facilmente le tende a casa. Fortunatamente, ci sono molti metodi semplici per aiutarti con questo problema. L’opzione più comune è utilizzare speciali composti sbiancanti domestici. Tali prodotti puliscono delicatamente il tulle dallo sporco, preservandone la bellezza e l’aspetto candido..

Tieni presente che i prodotti che scegli non devono contenere ingredienti aggressivi nella loro composizione. In caso contrario, il tessuto delicato si deformerà.

Inoltre, è possibile utilizzare altre opzioni per lo sbiancamento. Ad esempio, le casalinghe moderne spesso rimuovono lo sporco dal tulle usando un normale verde brillante. Lo strumento viene utilizzato per preparare una soluzione. Va notato che il processo di lavaggio stesso non richiede molto tempo e il prodotto assume l’aspetto e la freschezza originali..

Sale, soda, aceto

Per lo sbiancamento domiciliare, si consiglia di utilizzare sale normale. Molte donne notano che questo metodo è uno dei migliori e il processo stesso non differisce nella durata..

Il sale viene utilizzato per preparare una soluzione:

  • Per fare ciò, aggiungere il prodotto (7 cucchiai. L.) Ad acqua calda (9 l.). Inoltre, la composizione deve contenere polvere (50 g).
  • Tutti i componenti sono accuratamente miscelati e attendere che si raffreddino completamente..
  • Quindi devi mettere il tulle nell’acqua. Il tessuto viene lasciato nel contenitore per diverse ore (dalle 5 alle 12).
  • Trascorso questo tempo, l’acqua sporca viene scaricata.
  • Il tulle deve essere nuovamente lavato in lavatrice. Il lavaggio a mano va bene per i tessuti delicati.

Puoi anche usare l’aceto per rinfrescare il tessuto. Il risciacquo in una soluzione con questo prodotto contribuirà a rendere il tulle bianco come la neve. Il suo utilizzo aiuterà il prodotto e si asciugherà senza rughe..

Per sbiancare il vecchio tulle, puoi fare una soluzione con la soda. La polvere (50 g) viene aggiunta all’acqua (4-5 L). Mescolare leggermente la miscela, quindi aggiungere la soda (1 cucchiaio. L.). Il tulle viene messo a bagno in una bacinella per 20-30 minuti.

dall’ottusità

Sbiancare le tende con il blu aiuterà a sbarazzarsi dell’ottusità. Va notato che questo metodo è adatto sia per la lavorazione meccanica che manuale. Quindi, nel primo caso, devi mettere il tessuto nel tamburo e versare la polvere nello scomparto. Invece di un brillantante, devi usare il blu. 1 tappo è sufficiente per una tenda.

Per quanto riguarda il lavaggio delle mani, in questo caso si usa il blu per preparare la soluzione. In acqua (8-10 litri), è necessario diluire una piccola quantità di prodotto (1/2 cucchiaino). Si prega di notare che il blu deve dissolversi completamente nel liquido, altrimenti le macchie rimarranno sul tessuto. Il materiale deve essere accuratamente lavorato in una soluzione e risciacquato con acqua pulita.

Inoltre, per rendere il tulle bianco come la neve, puoi usare ammoniaca e perossido di idrogeno.. Questi prodotti fanno un ottimo lavoro con l’ottusità. Per preparare la soluzione, l’acqua viene riscaldata a 60 gradi, dopodiché vengono aggiunti un cucchiaio di ammoniaca e 10 ml di perossido. Il materiale dovrebbe essere nel bacino per circa mezz’ora..

Dal giallo

Il permanganato di potassio aiuterà a sbarazzarsi del giallo del tulle a casa. Per creare una soluzione, è necessario utilizzare sapone da bucato (100 g), precedentemente grattugiato:

  • La massa risultante viene aggiunta all’acqua calda.
  • Sciogliere il permanganato di potassio in un contenitore separato. Esaminare il vetro per i sedimenti.
  • Quindi il permanganato di potassio viene versato in una bacinella con sapone.
  • Il tulle bianco viene lasciato nella soluzione per 20-30 minuti, dopodiché viene lavato nel solito modo..

Se il materiale è diventato troppo giallo, puoi usare il metodo di bollitura. Sciogliere il detersivo in acqua, quindi mettere il tulle in un contenitore. Il contenuto viene messo a fuoco e fatto bollire. Fai bollire il tessuto per 60 minuti. Non dimenticare di mescolare durante la digestione.

Per macchie di grasso

Spesso le tende e le tende vengono utilizzate per decorare le finestre della cucina. Ma a causa della cottura costante, sul tessuto si depositano macchie di grasso, che sono piuttosto problematiche da lavare.. Se ti trovi di fronte a un problema simile, ci sono alcuni semplici modi in cui puoi usarlo:

  • Una delle migliori opzioni è utilizzare la soluzione salina sopra menzionata..
  • Non è raro che le tende della cucina vengano lavate con candeggina insieme alla polvere..
  • Un cucchiaio di aceto aggiunto all’acqua aiuterà a rimuovere le macchie ostinate. Le tende vengono lavate a mano, poiché la lavorazione a macchina non è in grado di eliminare completamente le macchie dal tessuto.

  • La candeggina all’ossigeno può essere utilizzata per rimuovere le tracce di grasso. Questo strumento fa un lavoro eccellente non solo con le macchie, ma anche con il grigiore e il giallo..
  • Un’altra buona pratica è quella di utilizzare detersivo per piatti. Un cucchiaio di detersivo viene aggiunto al gel, dopo di che i componenti vengono diluiti in acqua. Le tende devono essere abbassate nella soluzione per 15-20 minuti..

L’opzione più semplice e più comune è usare il sapone da bucato. Il tulle viene strofinato con esso e poi lasciato per un po’ nella bacinella..

dalla fuliggine

La fuliggine è la più difficile da rimuovere dalle tende e quindi il processo di pulizia richiede molto tempo. Si prega di notare che il tessuto non deve essere trattato con agenti forti o acqua calda. Ciò rende il processo di rimozione della fuliggine ancora più complicato, ma esistono ancora diversi metodi che possono semplificare l’attività..

Quindi, per prima cosa, il tessuto deve essere immerso in una ciotola di acqua tiepida. Per rimuovere la fuliggine, viene utilizzato il normale sapone da bucato. Si consiglia di trattare le macchie forti con il gel per piatti. Il prodotto viene nuovamente ammollato in una ciotola di acqua tiepida, aggiungendo sale. Ci vogliono dalle 7 alle 10 ore per immergere il tulle.

Anche tale lavorazione non è sempre in grado di rimuovere la fuliggine dalle tende in chiffon e nylon. In questo caso, è meglio utilizzare candeggine delicate speciali o contattare i servizi di lavaggio a secco..

Quante volte puoi pulire??

Per quanto riguarda la frequenza di lavaggio di tende e tende, in questo caso tutto dipende dal tipo di tessuto. Anche i fattori esterni sono di grande importanza: la posizione e la quantità di polvere depositata. In genere, gli esperti medici raccomandano di elaborare i prodotti 3-4 volte l’anno. Ciò è necessario affinché una grande quantità di polvere non si accumuli all’interno delle pieghe del materiale..

Ma se le tende sono cucite da un materiale denso che è particolarmente stravagante, non è consigliabile ripetere questo processo troppo spesso.. Un’ottima alternativa alla lavorazione meccanica o manuale sarà l’uso del lavaggio a secco.. Puoi rimuovere la polvere da materiali densi con un aspirapolvere o una spazzola..

Per quanto riguarda il tulle, si consiglia di lavare questi prodotti più spesso, una volta ogni 2 mesi. Ciò è particolarmente vero per le tende che adornano le finestre della cucina..

Se vuoi controllare i prodotti per la polvere, puoi farlo semplicemente: devi scuotere il tessuto. Quando una nuvola appare nell’aria, è necessario lavare le tende o il tulle. I tessuti sintetici vengono lavorati al meglio in una lavatrice automatica, ma i materiali naturali dovranno essere armeggiati manualmente.

Temperatura ottimale

Un fattore importante per un lavaggio efficace è il regime di temperatura. Per un certo tipo di tessuto, è necessario selezionare diversi indicatori. Ad esempio, per lavare organza, seta e velo è necessaria una temperatura di 30 gradi, poiché questi tessuti sono piuttosto estrosi, scegli un ciclo di lavaggio delicato.

Ma le tende acriliche e le tende in viscosa sono ben pulite in acqua con una temperatura di 30-40 gradi. Si prega di notare che il processo utilizza solo quei prodotti progettati per pulire materiali sottili.

Per le tende acriliche, gli esperti raccomandano di scegliere condizionatori speciali, poiché sotto l’influenza della luce solare, il tessuto perde le sue proprietà.

Per quanto riguarda i prodotti in lino e cotone, per loro è necessario scegliere una temperatura da 40 a 60 gradi. Vale la pena notare che le normali polveri vengono utilizzate per pulire tende e tende, poiché i materiali non appartengono alla categoria dei tessuti delicati..

Un’opzione universale è il taffetà, che può essere facilmente lavorato sia a macchina che a mano. Inoltre, il materiale non ha paura dell’acqua calda. Ma è comunque meglio abbandonare il programma “Spin”.

Come stirare correttamente?

Per cominciare, va detto che la stiratura non è un prerequisito per tutti i tipi di tessuto. Tuttavia, dopo tale elaborazione, i prodotti acquisiscono un aspetto più curato. Ad esempio, si consiglia di stirare i modelli realizzati in organza e chiffon solo dalla parte sbagliata. Ciò è dovuto al fatto che dopo il trattamento termico il tessuto si restringe.

Ma i prodotti in cotone non hanno paura nemmeno di un ferro caldo.. Questi tessuti possono essere maneggiati anche con garze umide. Lo stesso punto vale per il lino. Ma fai attenzione al fatto che i tessuti hanno bisogno di umidità sufficiente.

Puoi anche stirare rapidamente un velo di plastica. Come nel caso precedente, si consiglia di inumidire leggermente il tessuto. Ma i prodotti in poliestere si stirano meglio a temperature minime. Sarà sufficiente un indicatore di 150 gradi. Va notato che tali tende vengono lavorate solo dopo la completa asciugatura.

Puoi lisciare il prodotto sul peso senza ferro usando un piroscafo. Questo dispositivo è comodo e altamente funzionale. Va notato che il trattamento a vapore caldo è adatto anche per tessuti delicati..

Cosa fare se le tende sono abbassate?

Accade spesso che il tessuto si restringa dopo il lavaggio. È piuttosto difficile far fronte a un problema del genere, poiché non ci sono troppe soluzioni. Uno dei modi principali è usare il vapore. Puoi trattare le tende con lo stesso piroscafo. Ma il dispositivo viene applicato subito dopo il lavaggio.

In altri casi, è necessario aggiungere la lunghezza all’articolo. Una buona opzione sarebbe quella di utilizzare pizzi o bei pezzi che miglioreranno l’aspetto del prodotto..

Per evitare che il tessuto si restringa dopo il lavaggio, è necessario familiarizzare in anticipo con le caratteristiche di lavorazione di ciascun tipo di materiale e tenere conto della temperatura alla quale può essere lavato..

Per informazioni su come lavare correttamente le tende, vedere il prossimo video..