Lampada Edison

Oggi l’illuminazione artificiale è in ogni casa. Le lampadine non sono un bene di lusso, ma una necessità. Oltre alla loro funzione diretta: illuminare la stanza, sono già diventati per noi un oggetto interno, con l’aiuto del quale possiamo enfatizzare questo o quello stile. Con l’aiuto delle lampade, puoi creare intere composizioni luminose, creare illuminazione multilivello, creare figure luminose.

Le lampade Edison stanno vivendo una rinascita, tornando ad essere popolari. Sono entrati di moda, dopo aver subito cambiamenti colossali nel loro design, forma, colore e potere di illuminazione. I migliori designer li preferiscono per interni semi-antichi, in stile “loft”. Le lampade vintage sembrano molto insolite, originali, accattivanti. La varietà e l’ampia selezione di lampade retrò possono soddisfare qualsiasi gusto, anche il più capriccioso. Ma non dimentichiamo che una volta non esistevano affatto e i migliori scienziati e inventori di tutto il mondo hanno cercato di capire come creare una fonte di luce artificiale..

Un po’ di storia

Si ritiene che Thomas Alva Edison abbia inventato la prima lampadina alimentata dall’elettricità. Il suo dispositivo funzionava grazie a un filo di carbone all’interno. Ma questa lampadina è apparsa un po’ più tardi rispetto ai suoi primi prototipi..

Prima di Edison, molti inventori hanno cercato di creare una fonte di luce artificiale. Non si sa esattamente chi l’abbia inventato. Sono state create lampadine, di varie dimensioni e forma, alimentate da fili di bambù, carbone di legna e platino. La maggior parte di queste lampade è stata ufficialmente riconosciuta e brevettata..

Tra tutti questi scienziati, solo Edison è diventato famoso.. Sebbene la sua lampadina non sia diventata la prima, era la più accessibile, semplice ed economica da usare. Prima dell’avvento della lampadina Edison, sono stati effettuati molti esperimenti. Per molti anni, gli inventori hanno cercato di migliorare questo meccanismo: hanno creato lampade basate su vari materiali che conducono corrente, hanno cambiato i principi del meccanismo. Ma questo non ha portato risultati significativi..

Le prime lampadine sono state inventate molto tempo fa, ma il problema del bagliore di breve durata era ancora rilevante. Nel 1878, Edison si chiese come risolvere questo problema. Fece molti esperimenti, provando diversi materiali come un filamento. Dopo circa seimila esperimenti, inventa una lampadina che funziona quaranta ore sui carboni di bambù. Ben presto, le lampadine Edison divennero popolari in tutto il mondo, spingendo tutti gli altri dispositivi al secondo posto..

Quando Edison era impegnato nell’invenzione della sua lampada a incandescenza, prestò molta attenzione non solo al principio stesso del suo funzionamento, ma anche al design dell’intero dispositivo. Ha inventato la base a vite, la presa, il fusibile, il contatore, l’interruttore e il generatore elettrico. La maggior parte di questo è ancora in uso in tutto il mondo..

Per rendere la luce artificiale disponibile a tutti, Edison iniziò a vendere le sue lampadine a un prezzo molto basso per $ 1. Sognava che, al livello della sua invenzione, anche le candele di cera sarebbero diventate costose. La produzione è stata presto automatizzata, il che ha abbassato ulteriormente il prezzo a 22 centesimi. Le lampadine Edison sono diventate disponibili per tutti, senza eccezioni.

Negli anni ’90 del XIX secolo, l’inventore russo Lodygin riuscì ad aumentare il periodo di luminescenza delle lampade, scegliendo come base metalli refrattari.

Nel 1910 furono completati tutti i lavori per migliorare le lampade. Erano usati da persone di tutto il mondo. Tuttavia, non è stato possibile riconoscere inequivocabilmente qualche inventore come il primo nella creazione della lampada. Molti scienziati di diversi paesi del mondo hanno lavorato all’invenzione del meccanismo della lampada a incandescenza e al suo miglioramento. E solo i loro sforzi congiunti hanno portato al fatto che ora tutti gli appartamenti, le case e le strade hanno l’illuminazione elettrica..

Caratteristica di design

La lampada di Edison funziona sulla base di un filamento di tungsteno al suo interno. Questi thread possono assumere molte forme. Le lampade hanno una base E27 standard, ma alcuni produttori producono basi B22 e B14. Questi dispositivi hanno una bassa emissione di luce. Solo il 5% dell’energia consumata dalla lampada viene spesa per l’illuminazione, il resto dell’elettricità va al riscaldamento.

Al giorno d’oggi, le lampade progettate per il vecchio, ma funzionanti secondo le moderne tecnologie LED: le lampadine a diodi sono molto popolari. Funzionano non sulla base di un filamento, ma su un sottile diodo a emissione di luce, che consente di risparmiare fino a 10 volte sul consumo di elettricità. Tali lampade sono utilizzate per decorare stanze in stile retrò. Ogni consumatore, dopo aver studiato tutti i pro ei contro, potrà scegliere le lampade per le proprie esigenze individuali..

Le lampade Edison in stile retrò sono progettate per essere utilizzate in qualsiasi ambiente per le reti standard più comuni. La loro temperatura di colore è molto calda – circa 2200 K (per le lampade a incandescenza standard è 2700-2850 K) Tali lampade non brillano molto intensamente, quindi sono spesso utilizzate come decorative. Creano un’atmosfera molto accogliente dei vecchi tempi..

Per fornire un’illuminazione sufficiente per la stanza, vengono solitamente utilizzate diverse di queste lampadine. Questa nuova tecnica di design ha guadagnato una grande popolarità e viene sempre più utilizzata nella progettazione di interni retrò. Viene spesso utilizzato per decorare hotel, ristoranti, caffè e negozi..

Le lampadine Edison alimentate da LED hanno una caratteristica distintiva – il loro indice di resa cromatica è piuttosto elevato – 95 CRI, mentre la resa cromatica di altri apparecchi a LED è 80 CRI. Ciò suggerisce che quando si utilizzano tali lampade, i colori degli oggetti intorno a noi non vengono distorti..

Va tenuto presente che le lampade vintage Edison, alimentate da un filamento incandescente e non da un LED, durano poco e sono costose in termini di consumo di energia elettrica. Possono servire non più di 2500 ore. Lampadine LED Edison – 15.000 ore. Inoltre, consumano molta meno elettricità, quindi in termini di vantaggi sono l’opzione migliore. Rispetto alle tradizionali lampadine a LED, che hanno una durata di 50.000 ore, perdono in questo contesto. Questa differenza di durata è dovuta al fatto che il LED all’interno delle lampade Edison ha una forma a filamento, molto sottile e fragile. Questo design è soggetto a surriscaldamento..

Dignità

Le lampade Edison hanno diversi vantaggi:

  • Non contengono la sostanza nociva: il mercurio, a differenza delle lampade a risparmio energetico;
  • Riproduzione dei colori ad un livello molto alto, i colori degli oggetti circostanti non sono distorti;
  • Per utilizzare le lampade Edison non sono necessari trasformatori, a differenza delle lampade a LED;
  • Il filamento può essere realizzato sotto forma di forme bizzarre, che aiutano a creare un’atmosfera originale e un’illuminazione unica della stanza;

  • Per collegare una lampada Edison, avrai bisogno di raccordi standard e una presa;
  • La lampada può essere realizzata in varie forme e dimensioni;
  • Le lampade retrò creano un interno esclusivo, permettendoti di allontanarti dagli stereotipi accettati in materia di illuminazione della stanza;
  • La potenza del bagliore può essere regolata con un dimmer, che consente di creare un’atmosfera intima unica.

Le lampade Edison sono molto popolari e richieste, tuttavia, presentano anche una serie di svantaggi:

  • Tali lampade non dureranno a lungo – non più di 3500 ore;
  • La superficie della lampada diventa molto calda, il che la rende molto fragile;
  • Le lampade vintage sono piuttosto costose al giorno d’oggi;
  • Le lampade retrò hanno un elevato consumo energetico.

Specifiche

Le lampade Edison hanno caratteristiche, inerente a tutte le lampade di questo tipo:

  • Affinché una tale lampadina funzioni, la potenza di rete richiesta è di 220 Volt;
  • Temperatura colore 2700 K, che definisce la luce calda (gialla o bianca);
  • Tali lampade sono diverse in termini di consumo energetico di elettricità (25-100 W).

Le lampadine a LED Edison durano molto più a lungo: 20.000-30.000 ore. La quantità di energia che consumano è molto inferiore e brillano molto più luminosi..

Tra i paesi che producono lampadine retrò ci sono la Svizzera (Richi Light AG), l’Olanda (Calex) e la Cina (Uniel). La qualità di quest’ultimo non è in alcun modo inferiore ai concorrenti e i prezzi sono notevolmente inferiori.

Accessori di connessione vintage

Oggi sempre più persone preferiscono lo stile retrò nel design dei locali. Può essere un normale appartamento o un luogo pubblico: un ristorante, un bar, un hotel o un negozio. Per decorare gli interni in questo stile, è necessario occuparsi dell’illuminazione, che si inserisca armoniosamente nel concetto generale dello stile. Le lampade Edison, che stanno vivendo una nuova ondata di popolarità, sono le più adatte a questo compito..

Grazie alle diverse forme del filamento di tungsteno e delle lampadine stesse, i designer possono sperimentare l’illuminazione, creando nuove composizioni. Le lampadine Edison possono essere installate in lampadari, paralumi o utilizzate come lampade indipendenti, perfette per lo stile industriale o loft. Tuttavia, non devi essere un designer professionista per aggiungere questa luce retrò al tuo arredamento. È facile farlo da soli.

Per collegare una lampadina Edison, avrai bisogno di:

  1. La lampada stessa;
  2. Corda o filo stilizzato;
  3. Cartuccia e altri accessori.

Le lampadine vintage sono disponibili in una vasta gamma. Possono variare in dimensione, forma e forma che il filamento di tungsteno assume al loro interno. Le lampade retrò aggiungono un’illuminazione calda, morbida e gialla alla stanza. Per collegarli, devi solo collegare l’elettricità con una tensione di 220 volt. Tali lampade non devono essere collegate a trasformatori, a differenza, ad esempio, delle lampade a LED..

Le lampadine Edison variano notevolmente in wattaggio, che varia nell’intervallo di 8-90 watt. Quelli più piccoli vengono utilizzati per illuminare un piccolo spazio, ad esempio sopra un tavolo, combinandoli con l’uso dell’illuminazione generale della stanza. Queste lampade non abbagliano gli occhi. In essi, puoi vedere chiaramente le forme bizzarre del filo, che incanta e attira l’occhio. Questo bagliore ricorda un tramonto o una fiamma di candela, che aiuta a rilassarsi e sintonizzarsi sul riposo..

È necessario un filo per collegare la lampada all’elettricità. Per adattarlo all’interno, è necessario sceglierlo in base allo stile della stanza. La lampada Edison e il design del filo decorativo si adattano a molti stili.

Se la stanza dovrebbe essere semi-antica, puoi passare al design del cablaggio, come negli appartamenti sovietici. Diversi decenni fa, i cavi non venivano mai infilati nel muro, erano sempre in vista. Spesso non c’era un filo che correva lungo il muro, ma diversi, intrecciati insieme. A volte veniva utilizzata una speciale treccia tessile per la decorazione. Gli amanti dello stile retrò possono facilmente trovare una tale treccia nei negozi moderni, dove è presentata in una vasta gamma di trame e colori..

I fili non solo possono essere visibili all’occhio e correre lungo il muro, possono essere appesi deliberatamente casualmente al soffitto, intrecciati, appesi a forma di ghirlanda o fascio.

La terza parte per il collegamento di una lampadina Edison è una presa. Al giorno d’oggi ci sono molti diversi modelli di cartucce. Molto spesso questo è un attributo dello stile vintage, che è realizzato in metallo invecchiato di vari colori..

Per completare lo stile retrò, oggi puoi facilmente raccogliere prese vintage, interruttori e altri componenti elettrici per tutti i gusti. Per assemblare l’intero circuito elettrico, è meglio contattare un master che possa collegare e collegare tutti i collegamenti senza problemi..

Design e dimensioni

Le lampade Edison possono variare nelle dimensioni della base e sono E27, B22 ed E14. La loro forma può essere molto varia: la classica, familiare a tutti, a forma di pera, grandi fiaschi rotondi con un diametro fino a 25 cm, tubi lunghi fino a 28 cm, la forma può espandersi e contrarsi verso la fine, essere ovale. Inoltre, ci sono forme speciali: quadrata, trapezoidale e persino pentagonale a forma di diamante. Le lampade a forma di cilindro sono molto popolari. Una tale scelta funge da regalo eccellente per le persone con un buon gusto per il design, che amano la selezione di accessori per gli interni..

Le lampade possono differire nella forma dei filamenti di tungsteno all’interno, che sono:

  • tornante;
  • frondoso;
  • Spirale;
  • spina di pesce;
  • A forma di gabbia di scoiattolo;
  • A forma di anello.

Le lampade Edison possono avere più di un filamento di tungsteno nel loro design. Diversi fili intrecciati tra loro è una soluzione di design che attira l’attenzione e rende la lampada molto originale. Il loro numero non influisce sul potere di luminescenza, tuttavia, può influire sul prezzo della lampadina..

Al giorno d’oggi sono in voga i bulbi di vetro argentati o dorati, ma sono popolari anche i soliti bulbi ambrati. Tali lampade possono essere utilizzate non solo nelle stanze in stile retrò, ma anche nelle classiche opzioni interne..

Caratteristiche di funzionamento

Come tutti gli apparecchi alimentati dall’elettricità, le lampadine Edison richiedono determinate regole durante l’utilizzo e il collegamento..

  • Durante la connessione, è necessario utilizzare solo cartucce dotate di certificato di conformità a GOST;
  • Non puoi spegnere le lampade riscaldate, devi aspettare che si raffreddino completamente;
  • Non dovresti semplicemente accendere e spegnere la luce quando lavori con le lampadine Edison. Le oscillazioni correnti dovute all’utilizzo dell’interruttore consumeranno le lampade e influiranno sulla loro durata;
  • Se la lampada viene utilizzata in un dispositivo portatile, può essere spostata da un posto all’altro solo quando è spenta. Qualsiasi vibrazione durante il funzionamento può causare danni al meccanismo..

Applicazioni all’interno

Qualche decennio fa, una normale lampada appesa al soffitto era un segno della povertà o della ristrutturazione di una casa. Ora una tale scelta di una lampada mette in risalto il buon gusto del proprietario, poiché tale illuminazione sembra molto elegante. Tali lampade possono essere trovate in appartamenti di lusso o cottage di campagna, decorati in stile retrò o “loft”.

Il diverso scopo dell’apparecchio di illuminazione influisce sulla scelta del suo aspetto. L’illuminazione può essere generale per l’intera stanza o progettata per illuminare una piccola area..

Se la stanza dovrebbe essere applique sul muro, possono essere sostituite con lampade a forma di candele. Le candele con un bagliore giallo appariranno particolarmente impressionanti..

Per illuminare piccole aree, ad esempio vicino a un letto o una poltrona, dove è conveniente fare lavori manuali o leggere libri, le lampade possono essere appese al soffitto (il più delle volte in un’unica quantità). Per tali scopi, è meglio scegliere dispositivi di forma rotonda. I fili possono essere decorati con corde multicolori o corde spesse grossolane. Ciò aggiungerà completezza al design degli interni..

Per illuminare una stanza grande, invece di un lampadario, è meglio utilizzare più lampadine contemporaneamente come fonte di luce comune. Possono appendere casualmente al soffitto o essere raccolti in un mazzo. Più lampadine vengono utilizzate, meno potenza possono essere.

Le lampade retrò possono servire non solo al loro scopo diretto: illuminare una stanza, ma anche essere un elemento per decorare una stanza per una vacanza: un matrimonio o un capodanno. In questo caso, possono essere appesi come una ghirlanda decorativa di lampade. Il loro caldo bagliore darà sicuramente un’atmosfera di magia, festa e comfort. Pertanto, puoi decorare qualsiasi stanza, sia all’interno che all’esterno, appendendo una ghirlanda in giardino, sulla facciata dell’edificio. Un gazebo decorato con ghirlande di lampade a incandescenza sembrerà particolarmente impressionante e romantico..

Le lampade possono essere utilizzate non solo in modo indipendente, ma anche installate in lampade e paralumi. Le stesse lampade retrò sembrano molto belle, sono un pezzo di arredamento indipendente. Se hai intenzione di appendere una lampada, è meglio sceglierla in modo che non distolga l’attenzione dalle forme bizzarre della lampada o dal filamento incandescente..

Le lampade vintage ispirano gli artigiani a creare per loro le lampade più inaspettate. Molto spesso vengono utilizzati materiali che enfatizzerebbero lo spirito dell’antichità e il comfort nella stanza: legno, metallo.

Le lampade retrò creano un’atmosfera unica nella stanza. La loro diversità ti consente di creare un interno unico e creativo. Tali lampade non passeranno mai inosservate e ammirevoli. Tornano di moda ancora e ancora, subendo ogni volta cambiamenti e assumendo nuove forme e dimensioni. La cosa principale è non aver paura di sperimentare e provare soluzioni audaci..

Puoi scoprire come realizzare un lampadario in stile retrò con le tue mani guardando il video qui sotto..