Tatuaggi di serpenti giapponesi: simbolismo del tatuaggio Hebi e idee di design

Peony è un’appassionata di tatuaggi tatuati che ama studiare e discutere la storia e i significati del tatuaggio. I temi giapponesi sono i suoi preferiti.

Il serpente è un rettile affascinante ma agghiacciante, spesso visto come un simbolo a sangue freddo, sia letteralmente che figurativamente. In Giappone, anche l’Hebi (serpente) è un popolare soggetto per tatuaggi. Scopri perché, cosa significa simbolicamente e trai ispirazione dalla galleria di bellissimi disegni di tatuaggi di serpenti.

Tatuaggio giapponese di serpente e namakubi (testa mozzata)

Tatuaggio giapponese di serpente e namakubi (testa mozzata)

Hebi Irezumi – Tatuaggi di serpente giapponese

In giapponese Hebi significa serpente. Nella maggior parte dei casi, l’astuto serpente nel mondo occidentale di solito portava con sé associazioni negative, come il serpente nel libro della Genesi, che aveva ingannato Eva facendogli mangiare il frutto proibito dall’albero della conoscenza; o Medusa, l’incantevole bellezza con la testa piena di vipere velenose per capelli.

Qui si parla esclusivamente del serpente orientale, come si vede in molte belle e temibili arte del tatuaggio giapponese e cosa significano per la gente del Giappone e dell’Asia.

Serpente giapponese e kiku/crisantemo di Stu Pagdin

Serpente giapponese e kiku/crisantemo di Stu Pagdin

Serpenti come simboli del tatuaggio di buona fortuna

Nel Giappone dei tempi antichi, si dice spesso che se dovessi incontrare un serpente, specialmente uno bianco, sarai benedetto con buona fortuna, tuttavia, imbattersi in un serpente morto è un pessimo presagio.

Fino ad oggi, molte persone che vivono nelle periferie o nelle campagne del Giappone non scacciano o uccideranno un serpente se ne trovano uno nel loro cortile (in particolare l’Aodaisho, un serpente di ratto giapponese non velenoso), credendo che sia sia un essere sacro e un alleato, che uccide ratti e topi che altrimenti rovinerebbero i loro raccolti e i loro mezzi di sopravvivenza.

I serpenti sono considerati religiosamente un animale di buon auspicio in Giappone. Vedrai “serpenti” di paglia (paglia intrecciata per assomigliare a uno) legati attorno alle porte torii all’ingresso dei santuari.

Significati del tatuaggio del serpente giapponese: rinascita e cambiamento

Torna nell’antico Giappone, dove la conoscenza della Biologia are'Per quanto profondo sia oggi, le persone erano stupite di come un hebi potesse mutare e liberarsi della pelle, perdesse tutto, compresi i suoi cappucci per gli occhi! I serpenti sono quindi considerati l’ultima incarnazione della rinascita, del rinnovamento e della trasformazione totale. Alcuni hanno anche visto questo ciclo rigenerativo costante come una rappresentazione della vita eterna.

L'est incontra l'ovest: un tatuaggio tradizionale americano con onde giapponesi

L’est incontra l’ovest: un tatuaggio tradizionale americano con onde giapponesi

Serpenti e il tatuaggio di Hannya

Il serpente è strettamente legato a un’altra icona del tatuaggio giapponese molto popolare, l’Hannya. Si dice che Hannya sia una donna angosciata, le cui intense emozioni hanno preso il sopravvento, le hanno contorto il viso in una orribile forma serpentina e l’hanno spinta nel regno demoniaco.

Per approfondire il significato dei tatuaggi Hannya e trarre ispirazione dal design, leggi questo articolo: Tatuaggi Hannya giapponesi: origini, significati & Idee

Tatuaggi dell’anno del serpente – Zodiaco giapponese

Nel sistema zodiacale giapponese (Juunishi), ogni anno è guidato da un animale con 12 animali diversi che rappresentano un ciclo. Si ripete dopo ogni ciclo, a partire dal primo animale ancora una volta (Ratto: Nezumi).

Juunishi è stato adattato dal sistema zodiacale cinese (Shēng xiào) con l’eccezione che il capodanno giapponese viene celebrato secondo il calendario gregoriano (1 gennaio) mentre i cinesi seguono il calendario lunare (di solito verso la fine di gennaio a metà febbraio).

Si dice che le persone ereditino alcune delle qualità e dei tratti dello zodiaco sotto cui sono nate. L’Hebi arriva in sesta posizione in Juunishi, inoltre, diversi anni del serpente cadono sotto diversi “elementi” – se sei nato sotto l’anno del serpente, questo potrebbe essere qualcosa che potresti incorporare nel tuo disegno del tatuaggio del serpente.

Ornamento serpente in ceramica giapponese.

Ornamento serpente in ceramica giapponese.

Si dice che le “persone serpente” siano molto misteriose, intuitive, sagge e in possesso di buona fortuna. Tuttavia, possono prendere le sconfitte e i fallimenti in modo forte e molto personale. Sono spesso accomodanti, al punto che loro're così freddo a tutto ciò che potrebbe essere frainteso come "pigrizia"!

Se il tuo anno di nascita cade su uno dei seguenti, sei nato nell’anno del serpente.

Elementi

? Fuoco = Marte: premuroso, attivo, gode dell’attenzione

? Acqua = Mercurio: Ordinato, ha un gusto raffinato

? Legna = Giove: Creativo, vivace, sentimentale

? Oro = Venere: Determinato, coraggioso, fiducioso

? terra = Saturno: Calmo, forte autocontrollo

ELEMENTO ANNO

10 febbraio 1929 – 29 gennaio 1930

Serpente di terra (土)

27 gennaio 1941 – 14 febbraio 1942

Serpente d’oro (金)

14 febbraio 1953 – 02 febbraio 1954

Serpente d’acqua (水)

02 febbraio 1965 – 20 gennaio 1966

Serpente di legno (木)

18 febbraio 1977 – 06 febbraio 1978

Serpente di fuoco (火)

06 febbraio 1989 – 26 gennaio 1990

Serpente di terra (土)

24 gennaio 2001 – 11 febbraio 2002

Serpente d’oro (金)

10 febbraio 2013 – 30 gennaio 2014

Serpente d’acqua (水)

29 gennaio 2025 – 16 febbraio 2026

Serpente di legno (木)

Tatuaggio Benzaiten con serpente bianco di Jonathan William Mattice.

Tatuaggio Benzaiten con serpente bianco di Jonathan William Mattice.

Dea Benzaiten e i suoi serpenti fortunati

Proprio come Inari Okami ha i messaggeri Kitsune (volpe); Benzaiten aveva serpenti, draghi e naga serpentini (semidei). Nel buddismo giapponese, Benzaiten – noto anche come Benten – è una dea dell’acqua, il suo dominio divino comprende tutto ciò che scorre o è fluido, che include: ricchezza, arti (musica, poesia, parola), saggezza, femminilità e, naturalmente, acqua (fiumi, laghi, mari).

Il suo controllo sull’acqua significava anche che era una divinità spesso pregata per porre fine a disastri naturali come siccità e inondazioni. Si dice anche che la sua autorità sull’acqua estenda il suo controllo sui draghi (che risiedono sott’acqua) e sui serpenti (che storicamente si trovavano vicino a laghi e fiumi in Giappone).

È una delle sette divinità fortunate (shichifukujin; 七福神) e la sua controparte indù è la dea Sarasvatī. Benten è spesso visto cavalcare un drago con un biwa (strumento: un liuto giapponese a collo corto) e avere serpenti bianchi come suoi messaggeri. Con serpenti bianchi o draghi sono il suo avatar, può quindi essere vista manifestarsi come entrambi. In alcune sculture, Benten ha un copricapo di serpente e la sua associazione con i serpenti la rende una divinità a cui la gente prega per prosperità e abbondanza.

Lava i tuoi soldi con Zeniarai-mizu (銭洗水 acqua per lavare i soldi) e fai in modo che i tuoi soldi attirino più soldi!

Lava i tuoi soldi con Zeniarai-mizu (銭洗水 acqua per lavare i soldi) e fai in modo che i tuoi soldi attirino più soldi!

Alcuni giapponesi tengono una pelle di serpente (o un frammento di essa) nei loro portafogli come un incantesimo di prosperità, credendo che attiri denaro.

Tatuaggio serpente giapponese di Dmitriy Samohin.

Tatuaggio serpente giapponese di Dmitriy Samohin.

Tatuaggio serpente con samurai scheletro di Greggletron

Tatuaggio serpente con samurai scheletro di Greggletron

Colori del tatuaggio del serpente e loro significato

Alcuni colori in Giappone hanno le loro radici radicate nella tradizione; potresti scegliere un colore da includere nel tuo hebi irezumi per esprimere determinati significati associati o scoprire il simbolismo corrispondente nel tuo tatuaggio di serpente stabilito.

  • Nero (kuro, 黒): Formalità, dignità e saggezza. È un colore indossato sulle vesti dei monaci buddisti e sui kimono che portano lo stemma di famiglia.

    Un altro esempio è la cintura nera nel Karate (arti marziali giapponesi) dove significa esperienza (oltre che resistenza e disciplina tra le altre cose) mentre la cintura bianca è la prima cintura che otterrai che potrebbe ricollegarla al significato di "primizie", purezza inesperta o incontaminata.

  • Bianco (shiro, ): Purezza e santità. Strettamente legato alla religione (pellegrinaggi, riti) e alle cerimonie sacre (matrimoni, funerali). Possono essere visti in oggetti religiosi come lo scintoista di carta benedicente shintoista chiamato Shide (紙垂) che è attaccato all’estremità di una bacchetta e passato su persone, cose o persino proprietà da consacrare.
  • Rosso (alias, 赤): Il rosso rappresenta forza, vitalità e potenza, come implica il disco rosso nella bandiera giapponese. Ai samurai del periodo della guerra civile piaceva anche indossare il rosso, o più in particolare, avere foderi rossi per le spade dei samurai.

    Nella religione, il rosso era visto come un colore di protezione dal male e dai disastri. Molte porte torii al di fuori dei santuari shintoisti sono vestite di rosso.

  • Indaco o Japan Blue (ao, 青): Un colore protettivo Il vero indaco, prodotto naturalmente senza prodotti chimici e direttamente dalla pianta giapponese di indaco, si chiama Japan Blue. Erano usati da nobili e samurai, ma in seguito divennero ampiamente indossati.

    I tessuti tinti indaco erano preferiti dai samurai poiché il tessuto trattato aveva molte qualità benefiche; includevano essere antibatterici, quindi mantenere pulite le ferite, erano più rigidi, resistenti agli odori, resistenti allo sporco e punti bonus per essere ignifughi (fino a 1500 ° F o 815° C) – erano anche indossati dai vigili del fuoco nel corso della giornata.

  • Viola (murasaki, ): Il colore della regalità. Risalendo all’antico Giappone, dove la gerarchia sociale divideva le persone in classi o sistemi di rango, il viola era il colore esclusivo dei funzionari di più alto rango e della famiglia imperiale. A chiunque altro era proibito indossare qualcosa di questo colore. Nel teatro noh, solo i costumi di imperatori e dei erano raffigurati in viola.

    La tintura necessaria per colorare i tessuti di viola era storicamente costosa poiché le piante utilizzate nell’estrazione della tintura erano difficili da coltivare. Consolidandolo ulteriormente come un colore unico per la classe superiore.

  • Verde (midori, ): Giovinezza, energia e vitalità. Simboleggia la primavera (stagione) e la formazione di nuovi inizi e il fiorire della vita vegetale.
  • Giallo (ki, 黄): Coraggio, ricchezza e longevità. Durante il Giappone medievale, i guerrieri indossavano crisantemi gialli come pegno di lealtà all’imperatore e alla famiglia reale, in quanto tale, era anche visto come un colore che rappresentava il coraggio.

Idee per il design del tatuaggio del serpente giapponese

Tatuaggio serpente blu con kiku (crisantemo giapponese) e fiamme

Tatuaggio serpente blu con kiku (crisantemo giapponese) e fiamme

Elementi di design del tatuaggio del serpente giapponese e cosa significano

I tatuaggi di serpenti giapponesi non sono quasi mai solo Hebi, di solito sono decorati con altri elementi per creare una mini storia visiva. Alcune idee da aggiungere al tuo Hebi irezumi sono:

  • Maremoti: I serpenti in Giappone si trovano storicamente vicino a laghi e fiumi e sono strettamente imparentati con la dea dell’acqua, Bentaizen. Le onde rappresentano il flusso, il movimento, la forza e, soprattutto, la vita. Proprio come la marea, la vita è un ciclo continuo di tirare e tirare, salire e scendere. Esso'È un promemoria che nulla è costante, le brutte situazioni alla fine andranno per il meglio. E che le cose belle possono essere perse in un istante se non fai tesoro del momento.
  • Namakubi (teste mozzate): In segno di intimidazione e memento mori (“ricordati che anche tu morirai”). La decapitazione e la caccia alle teste erano una tradizione intrisa di suicidi e guerre rituali giapponesi. Durante l’era shogunistica, le teste dei guerrieri o dei capi nemici sconfitti venivano spesso riportate come trofeo e segno di vittoria. Erano anche un potente simbolo che anche i più grandi possono cadere e nessuno può sfuggire alla morte.
  • Cranio: Il teschio è una rappresentazione degli inferi e/o di una vita demoniaca. Tuttavia, è anche un simbolismo positivo del ciclo di vita e si lega bene al fatto che i serpenti sono visti come un costante promemoria della vita, della morte e del risveglio..

© 2019 Peonia

Commenti

Peonia (autore) il 13 febbraio 2020:

@ Mary Braddy – Grazie, felice che ti sia sentito così!

Mary Braddy da Orangeburg l’11 febbraio 2020:

bell’articolo con ottime informazioni

Peonia (autore) il 09 novembre 2019:

@ Firesnake – Io'Sono così felice che il mio articolo ti abbia aiutato a prendere questa decisione, felice inchiostro!

Firesnake il 06 novembre 2019:

Ero bloccato con il colore da ottenere dal mio tatuaggio di serpente, grazie per l’elenco di associazioni di colori super utile!! E ora so che io'sono un serpente di fuoco, molto carino.