Suggerimenti per la ventilazione del bagno

Suggerimenti per la ventilazione del bagno

L’effetto positivo delle regolari procedure del bagno sul corpo è inestimabile. Allo stesso tempo, un bagno non è solo salutare, è anche un passatempo spirituale, riposo e incontri. Tuttavia, tutti i benefici saranno facilmente coperti dalle difficoltà che appariranno sicuramente se non c’è un’efficace ventilazione nella vasca da bagno..

L’importanza del sistema

Anche ai vecchi tempi, gli architetti capivano che la mancanza di aria fresca nella vasca da bagno può causare rapidamente umidità, muffe e spore fungine, che inevitabilmente portano alla distruzione della struttura. Ecco perché, anche nei tempi antichi, i costruttori hanno lasciato piccoli spazi tra i tronchi: hanno contribuito a migliorare lo scambio d’aria e la ventilazione di alta qualità. Al giorno d’oggi, queste tecnologie primitive sono state sostituite da moderni sistemi efficienti che richiedono il dispendio di fatica, denaro e tempo per la progettazione e l’installazione..

Alcuni proprietari di case saltano questa fase del lavoro, ma questo è un errore molto grande, perché dopo un paio d’anni tali edifici diventeranno semplicemente inutilizzabili a causa dell’umidità costantemente elevata e se il bagno viene costruito utilizzando la tecnologia del telaio, la sua durata sarà anche meno. Il primo segno dell’inizio della distruzione sarà un odore di muffa, che sarà più evidente nel momento in cui viene accesa la stufa. Ciò annullerà qualsiasi piacere dalla procedura. Essere in un tale bagno turco non è solo spiacevole, ma anche piuttosto pericoloso per la vita e la salute, poiché il monossido di carbonio si accumula nell’aria, spore di funghi e muffe, che provocano lo sviluppo di pericolose malattie del sistema broncopolmonare.

Un’efficace ventilazione nella vasca da bagno deve certamente soddisfare i requisiti di base e i principi di sicurezza:

  • Corretta ridistribuzione delle masse d’aria. Come sai dal corso di fisica della scuola, le masse d’aria ad alta temperatura si precipitano e quelle fredde, al contrario, scendono. Pertanto, i flussi dovrebbero essere diretti in modo che le gambe non si congelino e ci sia una temperatura confortevole sui lettini..
  • Mantenimento di un livello di riscaldamento preimpostato nel bagno turco. La ventilazione non deve in nessun caso interferire con la funzionalità del bagno turco, ovvero il raffreddamento ad aria è inaccettabile.
  • Applicazione di materiali impermeabili. Per la sistemazione dei bagni turchi e l’organizzazione della ventilazione in essi, è necessario utilizzare materiali resistenti all’umidità e alle alte temperature..

La principale difficoltà nella creazione di un efficace sistema di ricambio d’aria è che affronta il compito di rimuovere rapidamente l’aria calda umida da tutte le parti del bagno, ma allo stesso tempo è necessario impedire che la temperatura nel bagno turco caldo diminuisca, quindi i sistemi moderni, di regola, utilizzano l’installazione di cappe che non consentono di soffiare aria fredda dalla strada. La presenza di tali sistemi è di fondamentale importanza per gli edifici dotati di forni a combustibile solido ea gas, poiché tali schemi richiedono una grande quantità di ossigeno per mantenere il processo di combustione..

Come funziona?

La ventilazione di alta qualità in un bagno turco consiste nella ventilazione e nell’asciugatura completa di tutte le aree funzionali, nonché di pareti, pavimenti, soffitta e l’intera area del tetto. Le aperture di scarico in soffitta sono realizzate sotto forma di piccole finestre, nonché aeratori o intradossi: ciò dipende in gran parte dalla versione del tetto e dai materiali di fabbricazione. Se l’edificio è isolato, viene inoltre montato un controreticolo, che consente di ottenere la ventilazione tra lo strato di materiale isolante termico e altri strati della torta del tetto. Viene anche installato per ventilare le strutture murarie, cosa molto importante per prevenire la formazione di condensa nella vasca..

Ma per la migliore asciugatura dei pavimenti, viene utilizzato un sistema di ventilazione a raffica o viene predisposto un pavimento ventilato. Tali opzioni dovrebbero essere previste anche nella fase di pianificazione dei lavori di costruzione. Per fare ciò, posare un pavimento ruvido e versare il calcestruzzo ad angolo, quindi posare le tavole in modo tale che vi siano piccoli spazi tra loro, attraverso i quali viene rimossa l’umidità eccessiva.

Va notato che assolutamente tutti i bagni hanno bisogno di ventilazione: un bagno turco, un lavandino, un bagno e altre stanze. Affinché la ventilazione sia più efficace, è necessario selezionare in anticipo un tale schema che corrisponda alle caratteristiche del bagno e alle condizioni del suo funzionamento..

I costruttori esperti non consigliano di realizzare sistemi di ventilazione complessi e raccomandano di dare la preferenza ai metodi più semplici e familiari., che può essere adatto per ogni singolo caso. Qui, l’affermazione che più semplice è, meglio è vera al 100% e, in termini di costo, questa opzione sarà molto più economica..

Il principio della ventilazione si basa sulle leggi della fisica. Di norma, in tali stanze vengono ritagliate 2 finestre: una di esse è responsabile della fornitura di aria fresca esterna e la seconda consente la fuoriuscita dell’esterno surriscaldato e umido. Da come queste finestre si trovano l’una rispetto all’altra, dipende in gran parte da quale zona del complesso e con quale intensità penetrerà l’aria riscaldata dal focolare, poiché si muove sotto l’influenza di masse d’aria fredda provenienti dalla strada. Ciò spiega il fatto che in alcuni bagni, invece di una singola uscita, ne vengono tagliati due, il che consente di reindirizzare i flussi di calore nella direzione desiderata..

Di fondamentale importanza sono anche le dimensioni delle finestre, così come la disponibilità della possibilità di regolazione totale o parziale del lume. Per fare ciò, su di essi sono fissati speciali fermi, che consentono di coprire eventuali slot aperti..

È molto importante effettuare i calcoli corretti della finestra, tenendo conto delle dimensioni della stanza. Se le finestre sono troppo grandi, il bagno turco semplicemente non sarà in grado di riscaldarsi alla temperatura richiesta e dovrà spendere più elettricità. E se le finestre risultano troppo piccole, l’intensità del flusso sarà ridotta e potrebbe verificarsi una completa sovrasaturazione dell’aria con il vapore acqueo..

La dimensione e la posizione delle finestre di ventilazione influiscono principalmente sull’ingresso e sulla miscelazione uniforme dell’aria, nonché sulla sua rimozione da una stanza surriscaldata. Per quanto riguarda la distribuzione non uniforme delle temperature nelle diverse parti del bagno turco, questo fenomeno non può essere completamente evitato, ma è possibile garantire che l’effetto sia invisibile ai visitatori del bagno turco e della lavanderia e non provochi alcun disagio ..

Visualizzazioni

La ventilazione di alta qualità dei bagni prolunga la vita del bagno turco fino a 50 anni e anche di più. La variante del sistema di ventilazione in ciascun caso viene selezionata individualmente ed è in gran parte determinata dalla posizione dell’edificio e dai materiali utilizzati nella sua costruzione. Tutte le opzioni di ventilazione sviluppate fino ad oggi, secondo il principio di funzionamento di base, sono suddivise in naturale, forzata e anche combinata.

Ventilazione naturale presuppone che il ricambio d’aria avvenga grazie al flusso senza ostacoli dei flussi dall’esterno, alla loro miscelazione con gli strati d’aria dei locali accoppiati e alla rimozione dei rifiuti attraverso appositi fori.

Costretto il sistema si basa sull’utilizzo di ventilatori. Di norma, sono installati sul cofano e molto meno spesso sull’afflusso. Di solito, i ventilatori sono installati non solo nel bagno turco, ma anche nella lavanderia e nel bagno..

Opzione combinata, come suggerisce il nome, comprende elementi di ventilazione naturale e forzata.

Bastu è lo schema più popolare tra quelli popolari. Prevede la formazione di un piccolo foro con valvola regolabile, che agisce sull’afflusso e solitamente si trova dietro o sotto il forno..

Come elementi aggiuntivi sopra la stufa, sono dotate di prese d’aria, che sono controllate da un chiavistello e una valvola: è attraverso di esse che l’aria entra dall’esterno attraverso le prese d’aria dal sottosuolo. Solitamente l’apertura di tale cassetta rimane chiusa per un certo periodo, tuttavia, non appena si rende necessario ridurre il livello di umidità nella vasca, si aprono entrambe le valvole di scarico. Questo schema potrebbe essere considerato ideale, se non per alcuni dei suoi limiti. Sfortunatamente, non è adatto in ogni caso, quindi, in alcune situazioni, l’installazione di un sistema di scarico diventa un’opzione di ventilazione più preferibile – per questo, una ventola è collegata alla parte inferiore della scatola. Se lo installi nell’ingresso dietro la stufa, puoi ottenere il tipo di ventilazione dell’ingresso.

C’è un altro schema che viene spesso utilizzato nei bagni turchi: con esso, l’aria umida surriscaldata viene rimossa dal bagno turco attraverso le aperture superiore e inferiore dotate di valvole e l’aria fresca viene fornita attraverso le prese d’aria nel pavimento sotto il focolare. Dall’esterno dell’edificio, tali aperture sono collegate tra loro da uno speciale condotto di ventilazione. Meno spesso viene fornita una cappa aspirante nei bagni, in cui è presente un solo canale per l’ingresso dei getti d’aria e uno per la loro rimozione, mentre entrambi sono dotati alla stessa altezza dal piano del pavimento: uno si trova dietro la stufa, e il secondo è opposto sulla parete opposta. Questo sistema richiede l’installazione obbligatoria di ventilazione forzata..

Il metodo più infruttuoso prevede la disposizione sia dell’afflusso che dello scarico su un lato opposto al focolare. In un tale sistema, l’aria fresca che entra dalla strada si fa strada verso la stufa e, durante il suo movimento, urta i piedi di quelli che si alzano. Pertanto, viene creata una bozza, che riduce significativamente il livello di comfort dall’essere nel bagno turco. Tuttavia, tale disposizione si verifica abbastanza spesso anche quando non esiste la possibilità tecnica di praticare fori da diversi lati della stanza..

Materiali (modifica)

La scelta del sistema di ventilazione per un bagno è largamente influenzata dal tipo di struttura e dal materiale con cui è realizzata. Se il bagno è dotato di un edificio separato, è abbastanza semplice pianificare e installare il tipo di ventilazione preferito. Ma se il bagno ha un muro comune con i soggiorni, la ventilazione deve essere presa con particolare attenzione per prevenire il ristagno e il decadimento del muro.

Il sistema di ventilazione nei bagni del secondo tipo può essere solo forzato, cioè deve necessariamente includere un ventilatore, che contribuirà all’efficace asciugatura del muro. La ventilazione del bagno può essere collegata agli elementi della ventilazione generale della casa o uscire autonomamente. I condotti di ventilazione negli edifici a telaio sono attrezzati direttamente nelle pareti e successivamente portati sul tetto o anche più in alto. Per il massimo flusso d’aria, le prese d’aria funzionali sono montate nella fondazione o è installata una valvola di ventilazione.

La particolarità degli edifici che utilizzano il metodo del telaio è tale che le pareti al loro interno sono ricoperte da un gran numero di strati termoisolanti, il che esclude completamente la possibilità di organizzare la ventilazione naturale. Ecco perché l’opzione migliore qui sarebbe quella di creare un sistema di alimentazione e ventilazione di scarico. Affinché il ricambio d’aria sia della massima qualità, viene utilizzata la creazione di due canali: uno è posizionato vicino al pavimento e integrato con un ventilatore, viene utilizzato per l’afflusso e il secondo serve per rimuovere l’aria di scarico – è montato un po’ più in alto. Le aperture di tali fori sono chiuse con ammortizzatori..

Nei bagni, costruiti con blocchi di gas e blocchi di schiuma, in relazione alle caratteristiche individuali del materiale, sono dotati di condotti dell’aria zincati. Per fare questo, acquistano tubi già pronti, alcuni addirittura li realizzano da semplici tubi di fognatura. Alcuni artigiani creano da soli un condotto di ventilazione da foglie zincate, avendo precedentemente dato loro la configurazione necessaria e sigillando in modo affidabile i giunti. Di norma, in tali edifici, i condotti dell’aria sono posati sulle pareti laterali..

Il modo più semplice è organizzare la ventilazione in una classica sauna russa in legno. Ha senso dotare qui un sistema di estrazione naturale. Se il legno è traspirante, si formano degli spazi tra i tronchi dal pavimento al bordo inferiore e le finestre sono fornite in tutte le stanze del bagno, non saranno necessarie ulteriori strutture di ventilazione. Tuttavia, spesso si pone il problema di creare proporzioni ottimali tra l’aria che entra dall’esterno e l’aria che esce. Per prevenire correnti d’aria e non “riscaldare la strada”, gli esperti raccomandano di isolare bene lo stabilimento balneare e dotare i piccoli fori di valvole speciali all’interno del materiale termoisolante, che servono per il flusso in entrata e in uscita..

Negli edifici in legno, viene spesso utilizzato il metodo della ventilazione a raffica, in cui tutte le finestre e le porte vengono aperte contemporaneamente..

Gli edifici in muratura inizialmente non prevedono la possibilità di ricambio d’aria, pertanto qui è assolutamente escluso ogni scarico naturale. Per questo motivo, la ventilazione dovrebbe essere pianificata anche nella fase di elaborazione di un progetto di costruzione. Allo stesso tempo, è importante sapere esattamente quanti bagnanti eseguiranno le procedure del bagno. Se lo stabilimento balneare viene costruito per una piccola famiglia, puoi semplicemente organizzare un piccolo ingresso vicino alla stufa e un’uscita di scarico sotto il soffitto, e se la struttura è focalizzata su una grande azienda, allora dovresti dare la preferenza alle opzioni forzate.

Come farsi?

Per creare condizioni confortevoli nel bagno turco e negli altri bagni, è necessario dotare correttamente il sistema di ventilazione. È possibile eseguirlo nella vasca da bagno sia da soli che con l’assistenza di specialisti. Ciò richiederà un progetto di lavoro, materiali e strumenti, nonché un piccolo sforzo e tempo..

Ciò che è necessario?

È necessaria la preparazione per l’installazione di condotti di ventilazione nella vasca da bagno. Il lavoro avrà bisogno di componenti:

  • diverse valvole di ventilazione;
  • valvola a saracinesca;
  • griglia metallica;
  • zanzariera;
  • scatola di ventilazione;
  • condotto d’aria corrugato;
  • igrometro;
  • fan;

  • termometro;
  • scotch metallizzato;
  • morsetto;
  • schiuma di montaggio;
  • sigillante;
  • elementi di fissaggio;
  • rivestimenti decorativi per affrontare le aperture di ingresso e uscita.

A proposito, questi ultimi sono ampiamente rappresentati in qualsiasi negozio in una varietà di colori e trame, quindi ottenere l’opzione migliore non sarà un problema. Le valvole di ventilazione sono installate sulle aperture di scarico e di alimentazione. Possono variare per forma, dimensione e materiale di fabbricazione. Le valvole a saracinesca vengono utilizzate per aprire o chiudere rapidamente le aperture. Sono realizzati con un’ampia varietà di materiali e alcuni artigiani li realizzano persino con le proprie mani e, in termini di resistenza e forza di fissaggio, non sono in alcun modo inferiori alle opzioni del negozio..

Un reticolo con una griglia, come nelle case normali, è necessario per creare una barriera contro insetti e roditori, la cui presenza è altamente indesiderabile sia in casa che nel bagno. Molto spesso sono realizzati in metallo, ma ci sono opzioni in plastica resistente al calore.

La scatola, di regola, è fissata dalla parete esterna, ma se non c’è possibilità tecnica per questo, viene semplicemente posata lungo la parte superiore. Questa disposizione è tipica per gli edifici in cemento cellulare. Alcune persone creano una scatola da sole usando tubi corrugati. Tieni presente che le opzioni in plastica non sono adatte per i bagni turchi, poiché la maggior parte dei tipi di plastica inizia a deformarsi sotto l’influenza delle alte temperature..

Il ventilatore nel bagno turco viene utilizzato sia per fornire che per rimuovere l’aria di scarico. È ottimale se funziona in una stanza solo in una direzione generale. Tale dispositivo dovrebbe essere acquistato in una versione resistente al calore, appositamente realizzata per saune e bagni finlandesi. Termo e igrometro servono per rendere il più pratico possibile l’uso della vasca. Ad esempio, negli impianti con ventilazione forzata, spesso vengono installati sensori di temperatura che analizzano il reale stato dell’aria e, a seconda delle sue prestazioni, aprono il rubinetto di mandata o avviano la cappa..

Layout durante la costruzione di un bagno turco

È ottimale se l’intero sistema di ventilazione è pensato in anticipo, anche nella fase di progettazione dell’edificio. Per scegliere il design più adatto, vale la pena concentrarsi su alcune delle sfumature del lavoro di installazione. Il sistema di ventilazione, di regola, viene posato durante la fase di costruzione del bagno, è in questo momento che vengono posati tutti i canali necessari e si formano le aperture in cui verranno successivamente murate o alle quali verranno fissate. Le finestre regolabili stesse vengono fissate solo dopo che la decorazione del complesso è stata completata..

Tutte le aperture di ventilazione di solito hanno le stesse dimensioni, mentre se il compito è aumentare il grado di deflusso dell’aria, la finestra di scarico è leggermente più grande della finestra di alimentazione, ma in nessun caso è il contrario. La formazione di un foro di scarico con un diametro inferiore a quello di alimentazione è severamente vietata, poiché una tale progettazione può rappresentare una minaccia per la vita e la salute degli utenti..

Nel sistema dovrebbero essere assolutamente previsti ammortizzatori e ammortizzatori, e questi ultimi sono considerati l’opzione più preferibile, poiché consentono di chiudere i fori con la massima tenuta senza la formazione di spazi vuoti. Anche le serrande regolabili sono importanti perché il flusso d’aria dipende non solo dalle dimensioni della finestra, ma anche dalla stagione.. In inverno, quando prevalgono temperature negative fuori dalla finestra, le masse d’aria fredda penetrano più intensamente nello stabilimento balneare, motivo per cui nel periodo autunno-inverno le finestre sono parzialmente aperte, ritardando così l’afflusso di grandi volumi di masse d’aria gelata.

Per quanto riguarda la finestra di ventilazione, la dimensione della sua sezione trasversale viene calcolata in base al volume del bagno turco. Convenzionalmente è stato adottato uno standard, secondo il quale l’area della finestra deve corrispondere a 24 cm2 per ogni metro cubo di spazio. Se i calcoli vengono eseguiti con violazioni e deviazioni in una direzione o nell’altra, la stanza sarà troppo ventilata o viceversa..

Anche in fase di progettazione della vasca va ricordato che le finestre di ventilazione non devono essere posizionate esattamente l’una di fronte all’altra allo stesso livello. In questo caso, le masse d’aria calda non avranno una circolazione normale e non saranno in grado di coprire tutte le aree di riscaldamento richieste. Le aperture di scarico devono essere posizionate leggermente al di sotto del soffitto. Ciò è dovuto al fatto che l’aria calda sale verso l’alto. Se c’è un’uscita per i flussi d’aria surriscaldati nel sistema, vengono effettivamente rimossi verso l’esterno e se le aperture sono basse, l’aria di scarico non può trovare un posto per la rimozione e il microclima generale nella stanza diventa scomodo.

Separatamente, dovrebbe essere fornita la ventilazione del pavimento, poiché a contatto costante con l’acqua, le superfici in legno perdono le loro prestazioni dopo 3-5 anni, quindi ci sono requisiti importanti per un pavimento ventilato:

  • per formare la possibilità di un flusso nella fondazione, è necessario costruire piccole prese d’aria;
  • il pavimento deve essere posato in modo tale che vi siano spazi vuoti fino a un centimetro tra le tavole;
  • il pavimento finito deve essere posato senza fallo sopra il livello del ventilatore, il che contribuisce al fatto che il forno inizia a funzionare come cappa aggiuntiva;
  • dopo aver eseguito le procedure del bagno, dovresti lasciare la porta d’ingresso completamente aperta fino a quando il pavimento non si asciuga.

Per quanto riguarda lo spogliatoio, è più facile organizzare la ventilazione qui, poiché non c’è contatto diretto con l’acqua in una stanza del genere. Di norma, qui si forma un metodo di ventilazione combinato o naturale, quando l’aria fresca entra attraverso il condotto di alimentazione e viene rimossa utilizzando il meccanismo di scarico del bagno turco, dove entra sotto l’azione di un ventilatore..

Inoltre, è consentito installare qui ventilatori, che potrebbero richiedere il collegamento a una corrente elettrica e l’uscita in strada..

Organizziamo una cappa in una vasca già costruita

Anche gli architetti antichi, lontani dalle leggi della fisica, inventarono un metodo di ventilazione, che si basava sulla creazione di tiraggio naturale. A seconda di come veniva riscaldato il bagno – in bianco o nero, dipendeva anche da dove veniva scaricata l’aria riscaldata. Nel primo caso, la stufa non funzionava durante lo svapo diretto, quindi per la ventilazione sono state utilizzate finestre e porte aperte. Lo schema bianco prevede la costruzione di un camino. Come già accennato, gli elementi principali del sistema di ricambio dell’aria dovrebbero essere posati anche in fase di costruzione, tuttavia, ci sono opzioni quando diventa necessario dotare una cappa di aspirazione in un edificio già costruito..

Per fare ciò, è necessario praticare dei fori nei muri e integrarli con tappi speciali. Un foro viene praticato nell’area della fornace che soffia, e il secondo – vicino al soffitto sul lato opposto. Naturalmente, questo è più facile da fare se la sauna è costruita con tronchi. Se l’edificio è costruito in cemento cellulare, e ancor più in mattoni, sarà molto più problematico formare fori e dotare la cappa, poiché nel processo di tale lavoro è possibile rompere l’integrità delle pareti nel posto sbagliato, e il rischio di distruzione del bagno nel suo insieme è piuttosto alto. Ecco perché non dovresti fare la ventilazione da solo nei bagni già operati. Affida questi lavori a professionisti che hanno le competenze necessarie e gli strumenti speciali. Ma se sei ancora determinato a fare tutto da solo, studia la guida passo passo.

Raccomandazioni

In conclusione, va notato ancora una volta che i principi di base per creare un sistema di ventilazione efficace dipendono in gran parte dalle dimensioni della vasca e dai materiali con cui sono realizzati. Tuttavia, in ogni caso, ci sono una serie di requisiti che devono essere osservati indipendentemente dai parametri specificati. Ogni bagno turco deve avere almeno due fori. Uno è utilizzato per l’afflusso, il secondo per la rimozione delle masse d’aria. Se si progetta in anticipo una cappa in uno stabilimento balneare in costruzione, si possono evitare seri problemi con l’installazione del sistema di ventilazione, che possono causare disturbi al ricambio d’aria nella zona del vapore..

È assolutamente inaccettabile che la ventilazione installata crei i seguenti problemi:

  • violato la soglia di umidità richiesta nel complesso termale e il regime di temperatura;
  • ridistribuire in modo inefficace i flussi di aria fresca e di espulsione – il fresco è consentito solo in prossimità del pavimento e verso il soffitto il grado di riscaldamento deve necessariamente aumentare in modo che sui ripiani rimanga una temperatura sufficientemente elevata;
  • lasciato pericoloso per la vita e la salute anidride carbonica.

Per una panoramica della corretta ventilazione nella vasca, vedere il seguente video.