Puoi farti un tatuaggio se hai la psoriasi?

Kawika Chann scrive per TatRing da più di 6 anni e si occupa di psoriasi dall’età di 33 anni.

Tatuaggi e psoriasi

Tatuaggi e psoriasi

di mysiana via flickr.com CC BY – SA 2.0

Per molti malati di psoriasi, sai chi sei là fuori, alcuni compiti o commissioni che sembrano essere all’ordine del giorno per altri sono eventi che causano disagio e, a volte, imbarazzo.

Cose come tagliarsi i capelli o addirittura presentarsi dal dottore's ufficio per un appuntamento sono eventi strazianti e che inducono ansia. Devi già sopportare gli sguardi dei bambini così innocenti e meravigliati, ma gli adulti che ti guardano con una mente misurata per vedere se tu'sono in condizioni peggiori di loro: "Wow, pensavo che la mia psoriasi fosse brutta… ".

Psoriasi in un negozio di tatuaggi: puoi farti un tatuaggio?

Avanti veloce in un negozio di tatuaggi dove potrebbero non esserci sempre le persone più amichevoli o più sensibili. La risposta breve alla domanda se puoi tatuarti se hai la psoriasi è: Dipende dal tatuatore (e dal medico). Tuttavia, è'non sono gli stessi tatuatori che potrebbero allontanarti a causa della tua malattia della pelle; probabilmente saranno altri clienti che non lo faranno'Non so o non capisco nulla della tua condizione della pelle.

I seguenti argomenti ti aiuteranno a capire di più sul mondo della psoriasi e dei tatuaggi, insieme agli artisti con cui dovrai interagire.

  • Quali sono le cause della psoriasi?
  • Cosa può scatenare un’epidemia di psoriasi?
  • Trattare con la psoriasi
  • Perché i tatuatori potrebbero rifiutare i malati di psoriasi?
  • Come si sentono i medici riguardo alla psoriasi e ai tatuaggi

La psoriasi non è contagiosa.

La psoriasi non è contagiosa.

di mysiana CC BY – SA 2.0

Quali sono le cause della psoriasi?

La psoriasi è divertente; può apparire all’improvviso e, non appena inizia, può scomparire. Questo può accadere e ripresentarsi più e più volte per tutta la vita.

La psoriasi è una condizione autoimmune in cui il sistema immunitario attacca erroneamente le cellule della pelle sane. Distrugge le cellule della pelle mentre, allo stesso tempo, altre cellule della pelle cercano di ringiovanire; questo accade rapidamente e si ripete più e più volte fino a quando strati su strati di pelle morta iniziano a salire in superficie. Potresti facilmente staccare uno strato di pelle secca senza alcuno sforzo e il giorno dopo staccarne un altro.

La psoriasi non è contagiosa e non può essere trasmessa da una persona all’altra. La psoriasi è molto comune ed è più comune di quanto si possa pensare. Può svilupparsi già all’età di 15 anni e fino a 35 anni: ho sviluppato la mia condizione dopo aver rasato la testa all’età di 33 anni. Il mio cuoio capelluto è stato traumatizzato dopo aver usato ripetutamente il rasoio su una zona difficile da raggiungere del mio cranio . Nel giro di poche settimane, proprio in quella zona, sono spuntati i primi segni di una condizione di psoriasi.

Cosa può scatenare un’epidemia di psoriasi?

Se hai la psoriasi, è molto importante sapere quali sono i fattori scatenanti per il tuo corpo. se non'non so qual è il tuo corpo's trigger sono, tieni un diario per scoprirlo. Per aiutarti nel tuo cammino, sopra troverai i trigger più comuni.

I fattori scatenanti della psoriasiEpidemie di psoriasiRimedio

Fatica

Di gran lunga la causa più accusata di epidemie di psoriasi

Yoga, meditazione, rilassamento, tecniche di respirazione profonda

Lesione

Qualsiasi ferita minore, puntura d’insetto, graffio da rasoio, ecc.

Mantieni le tue ferite pulite e coperte per guarire velocemente.

farmaci

Beta bloccanti, farmaci per la malaria, ecc.

Chiedi sempre al tuo medico le tue attuali condizioni e farmaci prima di prescriverne di nuovi.

Secchezza

La pelle secca e screpolata è un terreno fertile perfetto per un focolaio.

Bevi molti liquidi (non siamo mai adeguatamente idratati) e usa una crema idratante di qualità.

Esposizione al sole

Troppo sole può effettivamente causare un focolaio e le scottature non lo fanno'aiuto.

Il trucco è trovare l’equilibrio: 15 minuti di luce solare al giorno fanno bene alla RDA di vitamina D, lavora da lì alla tua esposizione.

Malattia

Infezioni virali, delle vie respiratorie superiori e mal di gola possono influenzare il sistema immunitario e causare un’epidemia.

Lavati spesso le mani, fai esercizio e mantieni forte il tuo sistema immunitario.

Hai la psoriasi??

La psoriasi può colpire tra i 15 ei 35 anni.

La psoriasi può colpire tra i 15 ei 35 anni.

di mysiana via flickr.com CC BY – SA 2.0

Trattare con la psoriasi

Esistono diversi tipi di psoriasi e hanno anche un aspetto leggermente diverso l’uno dall’altro. Il denominatore più comune è che tutti 'pelle'—in altre parole, di solito c’è molta pelle che viene spinta in superficie. L’altro è che i cerotti della psoriasi sono spesso rossi o bianchi/argento.

Sebbene la psoriasi possa scomparire e riapparire molte volte nel corso della vita, ci sono sempre cose che puoi fare per controllare meglio la tua condizione. Il primo passo è parlare con il tuo medico e lavorare con loro verso un risultato senza farmaci. Questo non è sempre possibile, ma è l’obiettivo finale: i farmaci che contengono steroidi non sono nel tuo corpo'è il miglior interesse.

Combinazione di farmaci e approcci naturali

Prova ad alternare le tue medicine con approcci più naturali. Una volta che hai vissuto con la tua condizione, avrai una migliore comprensione del tuo corpo e saprai come reagisce il tuo corpo a determinati farmaci e determinati rimedi naturali. Includi esercizio e qualsiasi forma di meditazione o rilassamento per aiutarti a costruire difese contro lo stress.

Parla con il tuo medico dei nuovi sviluppi

Un’ultima nota: ci sono sempre sviluppi e trattamenti per la psoriasi. Se tu're come me, ho preso le mie medicine che durano per quasi due anni. In questo periodo ho vinto'Non vedo il mio dermatologo a causa del costo, ma lo farò quando avrò bisogno di un nuovo 'sceneggiatura'. Quando li rivedrò, potrebbero esserci nuovi sviluppi e trattamenti che potrebbero voler provare.

Sii il tuo difensore della salute e collabora con il tuo medico per trovare il miglior trattamento per te. Fai sempre le domande che hai formulato prima dell’appuntamento e chiedi sempre che tipo di rimedi naturali hanno funzionato per alcuni dei medici'altri pazienti.

I tatuatori sono orgogliosi del lavoro che svolgono, ma chi soffre di psoriasi potrebbe essere sfortunato con alcuni artisti.

I tatuatori sono orgogliosi del lavoro che fanno, ma chi soffre di psoriasi potrebbe essere sfortunato con alcuni artisti.

di wolfgangfoto via flickr.com CC BY – ND 2.0

Perché un tatuatore potrebbe rifiutare un malato di psoriasi?

Sì, potresti essere allontanato da un tatuatore a causa della tua condizione della pelle, ma gli sfoghi di psoriasi lo sono't l’unica cosa che gli artisti stanno cercando. Alcuni negozi si rifiutano di fare tatuaggi in qualsiasi area della pelle che potrebbe non essere sana, sia che si tratti's una ferita della pelle aperta o un’area infetta di 'XYZ' disturbo della pelle.

L’altro motivo di rifiuto può essere puramente orgoglio professionale e cortesia. Se conosci tatuatori, almeno quelli che sono bravi, hanno una reputazione che devono difendere. Se non sono a loro agio a lavorare su un design che non conoscono, lo passeranno a un artista nel negozio che è. Gli artisti sono molto orgogliosi di mostrare il loro lavoro, soprattutto quando esce bene.

La psoriasi può influenzare l’aspetto di un tatuaggio

Il problema con la psoriasi è che, se si sviluppa all’interno del tatuaggio, può causare lo sbiadimento, lo scolorimento o addirittura la scomparsa del tatuaggio dalla pelle dell’individuo. Per un artista, questo può essere inaccettabile. Per alcuni, devono ritoccare l’area; per altri, l’artista può ritenere che ciò non sia possibile. L’opzione per riparare i tatuaggi che hanno contratto la psoriasi dipende interamente dall’artista stesso. Quelli che hanno vinto'Non correre il rischio di non essere in grado di riparare un tatuaggio ti allontanerà.

Tatuaggi e la tua pelle

I medici sono divisi quando si tratta di tatuaggi e pazienti affetti da psoriasi.

I medici sono divisi quando si tratta di tatuaggi e pazienti affetti da psoriasi.

di Damon Sacks via flickr.com CC BY – ND 2.0

Cosa pensano i medici della psoriasi e dei tatuaggi

Sembra esserci una differenza nel modo in cui i medici guardano i tatuaggi e le persone che li vogliono. Da un lato, i medici capiscono che la psoriasi può svilupparsi in un’area della pelle che ha subito qualsiasi tipo di trauma. Ciò significa che se scuoi la tibia su un angolo di un mobile di casa, quella particolare ferita potrebbe trasformarsi in psoriasi.

La psoriasi si sviluppa nelle aree tatuate??

Poiché la psoriasi si sviluppa con un trauma alla pelle, la puntura dell’ago iniziale e continua si qualificherebbe sicuramente come trauma in un’area in cui viene eseguito il tatuaggio. Detto questo, ovunque si trovi un tatuaggio sul tuo corpo, la psoriasi può svilupparsi. A volte lo fa e a volte no't—non ci sono studi pubblicati in quest’area.

D’altra parte, a volte non si verificano nuove aree di rottura della psoriasi indipendentemente dal posizionamento del tatuaggio. Ci sono medici che lasciano la decisione di farsi un tatuaggio interamente al paziente stesso, a patto che il paziente capisca che c’è la possibilità che la psoriasi si sviluppi nell’area tatuata.

La mia opinione

A mio parere personale, ci sono medici che sono contro i tatuaggi e medici che sono indulgenti con l’individuo'decisione di s.

  • I medici che sono contro i tatuaggi si preoccupano principalmente della possibilità di ulteriori scoppi di psoriasi.
  • I medici che sono di più 'pro-tatuaggio' non negano necessariamente che i tatuaggi possano causare un’eruzione di psoriasi, ma credono che i tatuaggi siano molto importanti per alcune persone.
  • Ancora altri medici credono che se le persone vogliono un tatuaggio, lo otterranno indipendentemente dal fatto che il medico dia l’okay.

Questo contenuto è accurato e fedele al meglio delle conoscenze dell’autore e non sostituisce diagnosi, prognosi, trattamento, prescrizione e/o consigli dietetici da parte di un professionista sanitario autorizzato. Farmaci, integratori e rimedi naturali possono avere effetti collaterali pericolosi. In caso di gravidanza o allattamento, consultare un fornitore qualificato su base individuale. Cerca aiuto immediato se stai vivendo un’emergenza medica.

Raccontami della tua esperienza…

Kawika Chann (autore) da Northwest, Hawaii, Anykine place il 06 giugno 2014:

Grazie per il tuo commento G-sleeves – sì, l’ho trovato interessante anche durante la ricerca, specialmente dal punto di vista degli artisti stessi. Di norma, la maggior parte degli artisti che sono stati in giro sanno cos’è la psoriasi e gli effetti che possono o meno accadere al loro lavoro. Alcuni lo faranno, altri vincono't it'Dipende davvero dagli artisti. L’unica cosa che farei è dire all’artista che hai la psoriasi, lui/lei ti farà sapere a che punto sono con essa. I bravi artisti avranno già esperienza con la psoriasi, ma come ho detto nell’articolo, alcuni saranno d’accordo, altri rifiuteranno. La pace. Kawi.

Hub Greensleeves dall’Essex, Regno Unito, il 5 giugno 2014:

Ciao Kawi. Questo è un articolo interessante e informativo, sia nei suoi commenti generali (in particolare sulle cause scatenanti e sui possibili rimedi di un focolaio di psoriasi) sia sul problema più specifico di tatuaggi e psoriasi.

sebbene io'Non sono personalmente un malato, ho avuto una ragazza che lo è, quindi sono sicuro che qualsiasi articolo come questo che sparge la voce e condivide consigli, deve essere accolto favorevolmente. Votato.

Kawika Chann (autore) da Northwest, Hawaii, Anykine place il 24 maggio 2013:

Ciao Bobski, è sempre bello avere un buon gruppo di supporto. Inoltre, un artista che ha familiarità con la tua condizione sarebbe fantastico! Grazie per il tuo commento. La pace. Kawi.

Kawika Chann (autore) da Northwest, Hawaii, Anykine place il 24 maggio 2013:

Grazie tartaruga per il tuo commento – ci sono molti tatuatori là fuori che hanno già molta familiarità con la psoriasi e, per alcuni di loro, è solo un’altra tela bianca su cui possono creare. Non è'Per metterli in fase un po’… poi, ce ne sono altri che per scopi artistici diminuiranno. La pace. Kawi.

Kawika Chann (autore) da Northwest, Hawaii, Anykine place il 24 maggio 2013:

Aloha Joe, come sempre grazie per il tuo commento – sono appena tornato nel nord-ovest – it'fa freddo qui… comunque, penso che sia'è più una lotta per l’artista che per il malato di psoriasi – immagino che finché entrambe le parti conoscono i fatti,'va tutto bene. Mahalo Bruddah. La pace. Kawi.

Bobby dal Regno Unito il 23 maggio 2013:

Non ho mai pensato di farmi un tatuaggio per coprire/mascherare la psoriasi. io non'Non ce l’ho io, ma il mio partner lo fa. Ho almeno una certa comprensione di come può influire su di te giorno per giorno. Esso'è interessante vedere come i diversi medici e artisti reagiscono all’individuo'è la condizione della pelle ma immagino che sia'è proprio come qualsiasi altra cosa davvero. Se sei determinato a fare qualcosa, allora'Dovrai solo trovare il giusto team di persone per supportarti nella tua decisione.

TartarugaCane il 22 maggio 2013:

Ottimo post su un argomento unico e interessante. Divertente, sono andato alla convention del tatuaggio di Philly qualche mese fa e non ho mai pensato a questo problema. La prossima volta che vado io'dovrò tenerlo a mente. Grazie per il post. Votato e fantastico

Odisseo hawaiano dallo stato del sud-est di Washington il 22 maggio 2013:

Howzit, Kawi!

Sì, brah, questo è stato davvero interessante a causa del dilemma che il tatuatore potrebbe affrontare se lui o no…'s prolungare o addirittura contribuire alla malattia fornendo esteticamente una presentazione artistica. Grazie per la condivisione, Kawi! Aloha!

Joe

Kawika Chann (autore) da Northwest, Hawaii, Anykine place il 22 maggio 2013:

Ciao Ezechia, grazie per il tuo commento. Le donne nella foto hanno la psoriasi guttata – questa particolare psoriasi appare in piccole gocce qua e là di rosso o argento a scaglie con la pelle. Aspetto molto simile, ma a un esame più attento, ci sono differenze tra i due. È bello sentirti Ezechia. La pace. Kawi.

Ezechia dal Giappone il 21 maggio 2013:

Interessante, molto facilmente confuso con l’eczema che può avere un aspetto simile.