5 domande di sicurezza da porre al tuo artista prima di farsi un tatuaggio

Sono un avido opportunista, imprenditore, collaboratore di vita, multi-tasker, creatore di guai e jill di tutti i mestieri.

5 domande-di-sicurezza-da-fare-al-tuo-artista-prima-di-tatuarsi

Segno del tatuaggio elettrico

Cosa dovresti chiedere al tuo tatuatore sull’igiene

I veri tatuatori professionisti, indipendentemente da dove si trovino, prendono sul serio i servizi igienico-sanitari. Questo, secondo me, è ciò che separa veramente i professionisti dai dilettanti e dai truffatori. Un artista che prende a cuore il suo lavoro farà tutto il possibile per assicurarti di tatuarti nel modo più sicuro e pulito possibile. quello non't implica necessariamente che ti tatueranno con vera abilità artistica, ma almeno, hanno vinto'per non lasciarti con un tatuaggio contaminato.

5 domande-di-sicurezza-da-fare-al-tuo-artista-prima-di-tatuarsi

tatuare

1. Con quale marca di inchiostro lavori??

Ci sono così tante diverse marche di inchiostro là fuori, e quelle che sono più convenienti, o anche le più brillanti e vibranti, non sono sempre le più sterili o addirittura sterilizzate.

È interessante notare che lo era't fino a poco tempo fa la sterilità dell’inchiostro del tatuaggio era persino un problema. Il CDC ha finito per trattare con diversi clienti che avevano sviluppato complicate complicazioni dermatologiche dopo essere stati tatuati in negozi che non utilizzavano inchiostri sterili. Dopo questi incidenti, sono stati condotti diversi piccoli studi e si è scoperto che quasi tutti gli inchiostri tradizionali non erano sterilizzati e la maggior parte di essi non era premiscelata, il che significa che gli artisti erano anche responsabili della miscelazione di tutti i propri colori. Il problema con questo è che non solo hai una fonte di infezione dall’inchiostro non sterilizzato, ma poi hai un’altra fonte di infezione da qualsiasi artista che usa qualsiasi cosa tranne l’acqua di osmosi inversa che è stata sterilizzata..

Infezioni come queste possono facilmente diventare complicazioni potenzialmente letali, anche se rare. Esso'è la tua scelta alla fine, ma sapendo se tu o no'essere a rischio di eruzioni cutanee o peggio vale sicuramente la pena indagare.

5 domande-di-sicurezza-da-fare-al-tuo-artista-prima-di-tatuarsi

Mani tatuate

2. Come igienizzare la tua attrezzatura??

Questa è una domanda estremamente importante, in quanto può aumentare o diminuire le possibilità di contrarre malattie trasmesse per via ematica. Ci sono un sacco di artisti dilettanti e di negozi che non disinfettano adeguatamente le loro attrezzature. Molto di questo è dovuto alla mancanza di istruzione, ma come molti apprendisti tatuatori ti diranno, ci sono molti artisti là fuori che sono troppo a corto di mano o troppo pigri. Succede.

Tuttavia, quando arrivi pieno di un arsenale di domande logiche e di facile risposta per il tuo artista prima di essere inchiostrato, puoi riconoscere e allontanarti da qualsiasi artista non professionale che sia't utilizzando tecniche igienico-sanitarie adeguate.

Ora, quando fai questa domanda, tu'ricontrolla per assicurarti che il tuo artista utilizzi quante più attrezzature usa e getta possibile e, cosa più importante, che utilizzi un’autoclave. Assicurati che lo siano't partendo dal presupposto che con una quantità sufficiente di candeggina, tutto morirà. Sì, ci sono pochissimi metodi selezionati per igienizzare le attrezzature per tatuaggi senza un’autoclave (di cui parleremo di più in un altro articolo), ma pochi tatuatori professionisti e istruiti li usano: usano un’autoclave. Per fortuna, autoclavi piccole ma perfettamente accettabili sono disponibili per pochissimi soldi ed è'non è difficile essere istruiti sull’uso corretto. Quindi, se non altro, il tuo artista dovrebbe averne uno ed essere in grado di darti una descrizione di base di come usano la loro autoclave.

5 domande-di-sicurezza-da-fare-al-tuo-artista-prima-di-tatuarsi

Tatuaggio Di Cavallo

3. Quando scadono gli aghi??

assistente'Non permettere mai a nessun artista di farla franca dicendoti che ricevono sempre nuovi aghi e non'Non usare mai una scadenza passata, a meno che non ti mostrino la loro attuale scorta di aghi. È n't molto comune che un artista utilizzi aghi scaduti, dal momento che sono così convenienti da acquistare, ma è successo. L’affare più grande con questo avvenimento è una questione di costruire fiducia e rispetto con il tuo artista più che sicurezza. Anche se ovviamente c’è ancora un rischio per la sicurezza qui, come un ago che lo ha superato'la scadenza di s non è più in un pacchetto protettivo. L’intero motivo per cui i produttori utilizzano le date di scadenza è per prevenire ulteriori fonti di infezione, qualcosa che ogni professionista prende sul serio.

4. Hai una certificazione attuale sugli agenti patogeni trasmessi dal sangue??

Non solo vuoi chiedere se il tuo artista è istruito e certificato nella scienza della prevenzione degli agenti patogeni a trasmissione ematica, vuoi chiedere di vedere la loro certificazione, anche se il loro stato o paese non't richiedono loro di avere uno. Esso'è una certificazione estremamente facile ed economica da ricevere e che l’istruzione può salvarti la pelle e la vita. Purtroppo, è'è altrettanto facile dire che hai la certificazione quando non lo fai't, quindi non'Non mollare finché non te lo mostrano. Fidati di me, qualsiasi artista professionista sarà orgoglioso di mostrartelo.

5 domande-di-sicurezza-da-fare-al-tuo-artista-prima-di-tatuarsi

Involucro di plastica

5. Con quali istruzioni per l’assistenza ai clienti mandi a casa i tuoi clienti??

Questo è un altro aspetto importante da considerare prima di inchiostrare, poiché la cura post-vendita è fondamentale per tenere lontane le infezioni e mantenere il tatuaggio luminoso e vibrante il più a lungo possibile. Esistono anche molti metodi per la cura successiva, la maggior parte dei quali praticabili, ma alcuni sono obsoleti e non sono ideali per proteggere la pelle o il tatuaggio.

Prima di tutto, assicurati di non farlo't entrare in un tatuaggio con un artista che usa ancora l’involucro di plastica per coprire il tatuaggio una volta che è'è completato. Questo era un metodo estremamente popolare per la cura del tatuaggio, perché creava una solida barriera contro i tuoi vestiti e qualsiasi altra cosa su cui potresti sfregare mentre torni a casa. Il problema è che i ricercatori hanno scoperto che l’involucro di plastica aumenta effettivamente il rischio di contrarre un’infezione, perché crea un terreno fertile per eventuali batteri o altri agenti patogeni con cui potresti essere entrato in contatto in studio. E sì, mentre la maggior parte degli artisti professionisti è bravissima a garantire che i loro studi siano privi di agenti patogeni e batteri, questo non lo fa't significa che ogni artista è al top del suo gioco di risanamento. Se una pulizia è stata saltata dopo che l’ultimo cliente è andato in bagno e quel cliente ha avuto qualche tipo di infezione, e poi hai usato il bagno e hai toccato il tuo nuovo tatuaggio (lo facciamo tutti!), potresti essere nei guai per alcuni infezioni piuttosto brutte. Poi lì'Sono i rischi invisibili che affronti tornando a casa. L’involucro di plastica potrebbe creare una forte barriera, ma non è così'Non ci vuole molto prima che la plastica la perda'si attacca e si allunga e viene perso prima delle prime due ore.

Il punto è questo'Non è solo un ottimo metodo con le conoscenze che abbiamo ora. Potrebbe essere un piccolo rischio, ma è'Di solito sono le piccole cose che ci mettono nei guai, non le cose grandi. Quindi, invece di andare a casa con un involucro di plastica, trova un artista che usi bende di garza di grado medico o un’altra copertura di grado medico che assorba il sangue, il plasma e altri fluidi corporei che seguiranno il tuo tatuaggio. Ciò manterrà il tuo tatuaggio asciutto e creerà meno terreno fertile per le infezioni.

Oltre a ciò con cui il tuo artista avvolge il tuo nuovo tatuaggio, vuoi anche scoprire cosa ti consiglia di usare per mantenere il tuo tatuaggio a un ritmo sano. Questo non è't tanto una questione di sicurezza, quanto di assicurarsi che il tuo tatuaggio sembri ancora nuovo quando guarisce. UN&D è ancora un uso popolare di unguento nell’assistenza post-vendita, ma c’è molto dibattito sull’uso, poiché tende ad allontanare l’inchiostro da un tatuaggio fresco. questo significa che'è buono per una sana guarigione, non così buono per l’arte. La neosporina è considerata un grande no-no nel mondo professionale, ed è spesso usata solo dai dilettanti, poiché estrae sicuramente l’inchiostro dal tuo nuovo tatuaggio. Le lozioni sono ugualmente disprezzate, in quanto possono effettivamente impedire una corretta guarigione e seccare troppo la pelle.

Invece, vuoi cercare unguenti creati appositamente per la cura del tatuaggio. Ce ne sono molti là fuori, quindi assicurati di leggere le etichette. Detto questo, Hemp-Ez Tattoo è altamente raccomandato, così come Tattoo Goo.

Osserva il tuo artista al lavoro

Un’altra buona misura preventiva che puoi usare facilmente è guardare il tuo artista lavorare, anche se lo fa's solo per pochi minuti. Cosa tu'la cosa più importante è vedere che stanno usando un adeguato lavaggio delle mani, guanti monouso per uso medico, aghi nuovi non aperti, ecc..

Questo contenuto è accurato e fedele al meglio delle conoscenze dell’autore e non intende sostituire la consulenza formale e personalizzata di un professionista qualificato.

Commenti

mamma-tee il 20 luglio 2017:

Il tuo commento sulle lozioni è fuorviante. Finché usi una lozione semplice e inodore senza alcool, andrà bene. Personalmente l’olio di cocco funziona meglio per me. Tutti'Il corpo di s è diverso, quindi ciò che funziona per uno potrebbe non funzionare per un altro.