Quale piastrella scegliere per la cucina

Affinché la piastrella della cucina possa durare il più a lungo possibile, è necessario assumere un atteggiamento responsabile nei confronti del processo di selezione e installazione. In questo articolo scoprirai a quali qualità di piastrelle dovresti prestare attenzione per non essere confuso quando scegli.

7foto

Vantaggi e svantaggi

Per molto tempo, le piastrelle di ceramica sono state considerate l’opzione più popolare per il rivestimento della cucina. La durata è considerata il suo principale vantaggio. Le buone piastrelle di ceramica dureranno una generazione con la cura adeguata. È abbastanza resistente. Ciò è particolarmente importante in cucina, dove la maggior parte dei membri della famiglia trascorre molto tempo..

Le piastrelle di ceramica resistono a carichi elevati grazie alla loro resistenza. Inoltre, è resistente al fuoco. Ciò significa che anche se si verifica una situazione pericolosa in cucina, le piastrelle di ceramica non verranno gravemente danneggiate. E resisterà normalmente all’atmosfera di lavoro con le sue alte temperature. Questa superficie è completamente atossica. Pertanto, la sua installazione non danneggia in alcun modo l’ambiente..

Non si può non notare un tale vantaggio come un vasto assortimento. Oggi c’è una vasta selezione di piastrelle di ceramica con diverse trame e colori. Allo stesso tempo, puoi raccogliere tessere di qualsiasi categoria di prezzo..

Tuttavia, come qualsiasi altro materiale, le piastrelle di ceramica hanno i loro svantaggi. Prima di tutto, vale la pena notare che è abbastanza difficile posarlo. Pertanto, spesso devi cercare l’aiuto di specialisti..

A proposito, si consiglia di posarlo su un pavimento e pareti perfettamente piani. Il fatto è che quando ci sono spazi tra le singole piastre, può rompersi quando ci cadono oggetti pesanti. Ciò aumenta il costo della ristrutturazione della cucina..

Le piastrelle di ceramica sono il materiale che non sempre riesce a fornire un adeguato isolamento acustico. Tuttavia, questo viene risolto utilizzando un semplice rivestimento insonorizzante. Se hai intenzione di posare una tale piastrella sul pavimento, devi prendere in considerazione uno svantaggio come la freddezza della superficie..

Selezione in base alle zone

Diversi tipi di piastrelle di ceramica vengono utilizzati per decorare la cucina. Per le pareti di una grande cucina, è meglio scegliere piastrelle lucide. Una tale superficie sembra piuttosto interessante, ma a causa della lucentezza lucida, lo spazio della cucina diminuisce visivamente.

Nelle cucine minuscole, è molto più razionale utilizzare piastrelle opache. Il rivestimento di colore chiaro correttamente selezionato, al contrario, rende la cucina più spaziosa..

Le piastrelle vengono spesso utilizzate anche per creare i cosiddetti grembiuli. Anche se tutte le pareti della cucina sono decorate con carta da parati, un grembiule fatto di piastrelle di ceramica completerà bene lo spazio, la cosa principale qui è scegliere colori e motivi adatti.

La piastrella per il grembiule non dovrebbe solo essere scelta correttamente, ma anche posata correttamente. Il fatto è che le fughe delle piastrelle si sporcano molto facilmente. Pertanto, vale la pena scegliere piastrelle di grandi dimensioni e posarle saldamente, completandole con malta. Inoltre, non è necessario scegliere piastrelle decorate con tutti i tipi di motivi: esse, come le cuciture tra le piastrelle, intasano il grasso e tutti i tipi di sporco della cucina..

Un’interessante soluzione stilistica è l’utilizzo di piastrelle in ceramica dello stesso stile sia per il backsplash che per il piano di lavoro. Questa combinazione sembra molto organica..

Inoltre, le piastrelle di ceramica vengono spesso scelte come pavimento in cucina. In questo caso si presta maggiore attenzione alle caratteristiche tecniche: resistenza all’usura e robustezza. L’opzione migliore sono le piastrelle con una superficie opaca. Il colore dovrebbe idealmente essere scuro o variegato. Questo nasconderà tutti i tipi di inquinamento..

Colori

La scelta del colore delle piastrelle dipende in gran parte dalle caratteristiche della stanza stessa. In un piccolo angolo cottura, è più razionale utilizzare piastrelle di colore chiaro, che espandono visivamente lo spazio. Tuttavia, i colori chiari non sono i più pratici, quindi il bianco e altri colori troppo chiari dovrebbero essere abbandonati, dando la preferenza alle tonalità pastello.

I toni più scuri funzionano bene in cucine spaziose o monolocali in cui lo spazio di cottura è combinato con il soggiorno. È meglio scegliere una piastrella come un rivestimento per pavimenti: in questo modo risparmierai molto tempo nella pulizia..

Anche vari colori vivaci saranno abbastanza appropriati. Scegli i tuoi colori preferiti e combinali con altre tonalità nella tua cucina. Piastrelle lucide in colori vivaci e saturi staranno bene in una cucina high-tech e bellissime piastrelle opache in una stanza realizzata per la Provenza.

È anche importante che le piastrelle che scegli si adattino all’interno della cucina. Dovrebbe essere combinato con tutti gli altri dettagli dello spazio cucina: un grembiule, un piano di lavoro e un set da cucina. Allo stesso tempo, la piastrella può essere combinata a colori con tutti gli altri dettagli o essere una sorta di accento di colore brillante. Ad esempio, in una cucina monocromatica, le piastrelle decorate con motivi interessanti o un grembiule a tutti gli effetti sembreranno organiche..