Piccolo lavello da cucina

Nella comprensione della maggioranza, una cucina moderna deve necessariamente avere un enorme lavello in acciaio per due o anche tre scomparti. E, in effetti, ora tali unità sono in voga, ma un lavandino grande è buono solo se le sue dimensioni non sono un problema per la stanza. In una cucina angusta, non dovresti ingombrare uno spazio già scarso con mobili non necessari, devi usare razionalmente ogni metro quadrato, scegliendo un set compatto e un piccolo lavandino.

7foto

Caratteristiche e vantaggi

Nonostante le sue ridotte dimensioni, il piccolo aiutante da cucina viene utilizzato tutti i giorni in tutte le case. È conveniente lavare i piatti, scongelare la carne, sbucciare le verdure e il pesce. Se il lavandino ha un’ala piccola, puoi metterci sopra i piatti sporchi o stendere utensili da cucina già puliti per drenare l’acqua. In questo modo il piano di lavoro sarà sempre asciutto e pulito..

Oltre all’ala, i lavelli moderni sono spesso integrati con vari accessori: scolapasta, taglieri, asciugapiatti, valvole automatiche, cestelli e tutti i tipi di supporti. Grazie alla presenza di parti così convenienti, puoi creare un angolo di lavoro multifunzionale e bello..

svantaggi

C’è solo un inconveniente di un piccolo lavandino: la spaziosità. Per una famiglia numerosa, questa opzione non funzionerà, poiché ci sarà una grave mancanza di spazio per una grande quantità di piatti sporchi..

I progettisti consigliano nelle cucine piccole di installare una lavastoviglie o di montare un piccolo lavandino nell’angolo, solo in questo caso potrebbe essere necessario trasferire i tubi del sistema fognario. Inoltre, due o più persone non si adatteranno alla zona d’angolo e non sarà molto conveniente per le persone di bassa statura utilizzare un tale lavandino, poiché la “zona morta” per loro diventerà inaccessibile e dovranno allungarsi avanti tutto il tempo, di conseguenza, un carico aggiuntivo sulla parte bassa della schiena.

Materiali di esecuzione

I lavelli moderni stupiscono i clienti con la loro varietà. La scelta non è solo una vasta gamma di forme, dimensioni, ma anche il materiale per la fabbricazione di questo tipo di prodotto..

Di norma, gli esperti dividono i lavelli da cucina nei seguenti gruppi:

  1. creato utilizzando acciaio inossidabile;
  2. prodotti da granito, ceramica, vetro.

Molti acquirenti credono che il lavello della cucina dovrebbe essere solo in acciaio inossidabile. Tale fiducia è giustificata, perché i prodotti realizzati con questo materiale si distinguono per il loro bell’aspetto, la versatilità e hanno indicatori di prestazioni elevate. Tali apparecchiature possono essere utilizzate per anni. Inoltre, i modelli in acciaio inossidabile sono economici..

Sono possibili anche altre opzioni per realizzare lavelli da cucina. Ad esempio, i materiali compositi non sono molto inferiori all’acciaio inossidabile. I prodotti realizzati con queste materie prime sono altrettanto attraenti e piacevoli da usare. Quarzo, materiali sintetici solidi, rame, granito: tutte queste sono materie prime da cui vengono creati veri capolavori di prodotti sanitari..

Dimensioni e profondità della ciotola

Solo l’area della cucina e le preferenze personali dei suoi proprietari influiscono sulle dimensioni del lavandino. Il più piccolo ha parametri di 30 cm x 35 cm, ci sono dispositivi con una larghezza di 40 cm Un lavello con più ciotole non si adatta a una cucina di piccole dimensioni, quindi la scelta è ovvia, un piccolo lavello per la cucina è l’unica opzione. Ed è meglio se lei sta in un angolo.

Oltre alle dimensioni del guscio, anche la sua profondità è importante. Un lavandino troppo profondo per le persone alte sarà una vera punizione, perché dovranno chinarsi tutto il tempo, mentre i piatti alti non si adatteranno a una ciotola poco profonda e anche gli spruzzi d’acqua costanti sul muro diventeranno un problema.

Gli esperti sono convinti che la profondità di 15-18 cm sia la più corretta: sia la padrona di casa è comoda e il lavandino è più che spazioso..

Forma e varietà

I lavelli da cucina possono esistere in una forma tradizionale: rotondi, quadrati, rettangolari o ovali, e hanno anche un aspetto stravagante, fortunatamente, le moderne tecnologie di produzione e le materie prime consentono di ricreare le idee più audaci dei designer.

La forma ha un impatto significativo sul comfort e sulla praticità. Ad esempio, le unità rotonde sono spesso più spaziose rispetto ai lavelli di altre forme, inoltre, si adattano perfettamente all’interno, non violano l’armonia dello stile scelto..

Oltre alla forma e alle dimensioni, è molto importante decidere il tipo di lavello. Cosa sarà – mortasa o fattura?

I lavelli da infilare sono installati in un foro pre-preparato nel piano di lavoro, cioè sono “tagliati”. Di solito vengono utilizzati in stanze con un lungo piano d’appoggio comune. È possibile montare tali modelli sopra o sotto il coperchio dell’auricolare o allo stesso livello con esso. La scelta dipende dal modello del prodotto e dai desideri del proprietario della casa.

I lavelli sopraelevati sono posizionati sopra i mobili. Sono montati su un supporto da pavimento, sostituendo così in qualche modo il piano di lavoro. Di norma, tali dispositivi vengono scelti per i set da cucina composti da più armadietti..

Sottigliezze di acquisto

Quando acquisti sanitari da cucina, come qualsiasi altro prodotto, devi essere estremamente attento, perché oltre ai prodotti certificati, i venditori senza scrupoli vendono anche prodotti senza licenza di dubbia qualità. Pertanto, è meglio fare un acquisto così importante solo nei punti vendita autorizzati. Allo stesso tempo, sarà utile verificare con il venditore se ha tutti i documenti necessari per la merce..

È meglio acquistare produttori di fiducia, il cui lavoro è testato nel tempo..

Devi anche prestare attenzione ai pezzi di ricambio, che ci siano o meno. Se non ce ne sono, molto probabilmente, i prodotti non hanno nulla a che fare con marchi eminenti..

Un criterio importante per la scelta di un lavello da cucina è la possibilità di utilizzare il servizio di garanzia. Questo periodo, ogni produttore indica a sua discrezione, e inizia dal primo minuto dell’acquisto del prodotto. Prima di pagare per l’articolo desiderato, è necessario scoprire quali casi sono considerati garanzia. Ad esempio, il servizio gratuito può essere previsto solo quando sono stati identificati difetti di fabbricazione o di materie prime durante l’uso del prodotto. Se l’acquirente ha sostituito da solo le parti originali, il produttore non si assume alcuna responsabilità e la riparazione del malfunzionamento che si è verificato dovrà essere eseguita a proprie spese..

7foto