Divano in pelle per la cucina

I mobili in pelle sono sempre stati popolari. Oggi esiste una selezione abbastanza ampia di prodotti realizzati con questo materiale, diversi per forma, colore e altri parametri. Pertanto, diventa facile scegliere i mobili per qualsiasi stanza dell’appartamento..

Anche in cucina, un divano in pelle starà bene. Dopotutto, la pelle non è solo un materiale che sembra elegante, ma ti servirà anche per molti anni..

9foto

Visualizzazioni

  1. Standard. Modello per circa quattro o cinque persone con dissuasori aggiuntivi che solitamente vengono forniti con il kit. Questi divani sono progettati per una cucina di medie dimensioni. I modelli angolari più costosi possono avere ripiani per riporre oggetti e persino un minibar.
  2. Mini. Il divano è più piccolo del solito di due o tre posti. Ideale per cucine piccole, compatte e piccole.
  3. Semicircolare. Progettati per cucine spaziose e occupano molto spazio, per cui sono più costosi. Considerato più d’élite e di alta qualità di tutti gli altri.
  4. dispiegamento. Di norma, questi sono divani da cucina ad angolo e stanno solo guadagnando popolarità. Un letto supplementare è comodo per ospiti inattesi. Ma non è consigliabile dormire regolarmente su un divano del genere, poiché è morbido e tu o i tuoi cari potreste avere problemi alla schiena..

Svantaggi e vantaggi

La pelle è stata a lungo considerata un segno di alto rango, ma al momento dell’acquisto, poche persone pensano ad altre caratteristiche. Diamo un’occhiata a cosa ottieni se acquisti un divano in pelle per la cucina..

Professionisti:

  1. Materiale nobile, fa fermare lo sguardo su se stesso, dona gusto e stile all’ambiente;
  2. È durevole e forte, oltre che resistente all’usura, quindi può servirti per molto tempo;
  3. Prendersi cura di lui è facile come sgusciare le pere.

Svantaggi:

  1. I prodotti in pelle di bassa qualità possono usurarsi e rompersi molto rapidamente;
  2. Prezzo. I mobili in pelle sono molte volte più costosi dei suoi omologhi realizzati in ecopelle e altra similpelle;
  3. Con una scelta di colori e forme, tutti si riducono ai classici, quindi anche la tua cucina dovrebbe essere in questo stile in modo che il divano sembri appropriato..

Cura

La pelle è uno dei materiali più facili da curare. La cosa peggiore che può accaderle è la perdita di elasticità. Ciò è dovuto all’essiccazione delle sostanze grasse direttamente nel materiale stesso. Ma, poiché questo processo è lento, è facile prevenirlo se ti prendi cura della tappezzeria..

Per fare ciò, vale la pena acquistare un lubrificante stearico e pulire la superficie del divano con una spugna circa una volta ogni tre mesi. Allora i tuoi mobili ti serviranno molto più a lungo. Altrimenti, la pelle non richiede altre cure..

Peculiarità

Qualsiasi materiale in pelle ha rughe e irregolarità: questo parla solo della sua naturalezza e non è considerato un difetto. Dopotutto, questi segni sono apparsi sulla pelle dell’animale per tutta la sua vita..

Ecco alcuni altri indizi che non sono considerati difettosi:

  1. nervatura. Queste sono tracce di vasi sanguigni. Solitamente lo schienale, la zona sotto il divano o le pareti laterali sono realizzati con tale materiale;
  2. Namin. Rughe o pieghe che rendono la pelle più morbida. Sono spesso utilizzati per cuscini e schienali;
  3. Le fruste sono strisce scure sul materiale. Usato solo per schienale o spazio per le gambe;
  4. Zaminy. Piccole pieghe, che tappezzano lo schienale e gli zar;
  5. Segni di nascita. Segni di diverse dimensioni, più scuri del tono della pelle. Sono utilizzati per il rivestimento di cuscini, schienali, braccioli e sedili..

Sfortunatamente, oggi ci sono molti commercianti che spacciano per pelle mobili in similpelle di bassa qualità ed è quasi impossibile vedere la differenza. L’inganno si rivela solo durante l’operazione.

Pertanto, non è consigliabile acquistare mobili da aziende poco conosciute, anche se a un prezzo inferiore. È meglio non correre rischi e dare soldi extra per un fornitore fidato.

Colore

Da ora appaiono sempre più colori diversi, quindi, se lo desideri, puoi scegliere qualsiasi colore che ti piace. Con un divano del genere, non puoi preoccuparti dello sporco, perché è facile da pulire, quindi tutto dipende dal design della tua cucina..

Si consiglia di scegliere divani in colori discreti, soprattutto se l’interno ha già colori vivaci. I colori bianco o coffe-au-lait sono sempre dei classici. I mobili multicolori si abbineranno alle pareti di un colore calmo. Ad esempio, se la gamma principale è bianca, un mobile rosso apparirà fresco e interessante..

Per una cucina molto piccola, i mobili luminosi non sono molto adatti. Si distingue un po’ e non in senso positivo. In una piccola stanza, è importante che i mobili si adattino bene all’interno e non attirino l’attenzione. Più spaziosa è la cucina, più audaci puoi prendere decisioni sul colore..

Installazione

Qualunque sia la dimensione della tua cucina, il divano si posiziona meglio contro una parete. Quindi occupa meno spazio e sembra più organico negli interni circostanti. I divani angolari sono una buona soluzione. Sembrano più compatti, ma allo stesso tempo possono essere installati in qualsiasi angolo o vicino alla finestra e appariranno eleganti e belli.

I divani incorporati sono una salvezza per una piccola cucina. Di norma, sono realizzati su ordinazione e, di conseguenza, le loro dimensioni sono selezionate per l’interno della tua cucina particolare. Di conseguenza, i mobili si adattano perfettamente e la cucina sembra un tutt’uno. Gli svantaggi di questa installazione includono la mancanza di mobilità e il prezzo piuttosto elevato dovuto all’installazione individuale..

L’installazione del divano al centro della cucina o lontano dal muro è possibile solo in stanze spaziose. Di norma, indipendentemente da dove è installato, questo mobile è combinato con un tavolo da pranzo..

Portafoto

Non importa quanto sia senza pretese la pelle, la vita del divano dipende, tra le altre cose, dal telaio. Nello specifico per questa tipologia di mobili, i telai sono realizzati di due tipologie:

  • Legno massiccio. Di norma – dalle conifere, ad esempio, il pino. Tale cornice sarà poco costosa. Ci sono anche opzioni più costose, come quercia, noce o frassino, dureranno più a lungo, ma costeranno molto di più. La media d’oro è una cornice di betulla, che costerà meno della quercia, ma non sarà in alcun modo inferiore in termini di qualità;
  • Da truciolare laminato. Tali mobili raramente servono più di cinque anni. È molto più pesante di quello del massiccio e ha paura dell’acqua.

riempitivo

  1. I divani economici, di regola, hanno un riempitivo economico: la gommapiuma. In media, serve da tre a cinque anni, dopodiché inizia a cedere..
  2. La schiuma di poliuretano costerà di più, ma questo riempitivo è più ecologico e dura molto più a lungo. Di norma, è lui che viene aggiunto ai costosi divani in pelle..
  3. Il riempimento in lattice è molto raro. Questo materiale è il più costoso e viene utilizzato principalmente all’estero..

Modelli

  1. Il modello Etude è un divano angolare con meccanismo pieghevole “delfino”. Sembra molto elegante e discreto. Per una cucina di medie dimensioni.
  2. Il modello Troy è un piccolo angolo accogliente realizzato in truciolare laminato e similpelle. Ha un prezzo contenuto ed è adatto a qualsiasi cucina, anche la più piccola.
  3. Il divano ad angolo colibrì è realizzato in ecopelle e imbottito in poliuretano. Sembra fresco e interessante. Di norma, questo modello ha un ricco numero di colori..
  4. Molti modelli Lotus hanno ripiani integrati nel divano. Il prezzo dipende in gran parte dal design e dai materiali utilizzati..
  5. Il divano ad angolo Salvador bianco e nero è un mobile spazioso che invita a se stesso con il comfort esterno. Sembra molto elegante e bello, i rigorosi colori in bianco e nero gli conferiscono efficienza.