Come realizzare un divano con le tue mani?

Il divano negli appartamenti moderni è un elemento di design essenziale. Spesso i negozi al dettaglio fanno pagare un prezzo esorbitante per mobili di buona qualità che si abbinano agli interni per colore e forma. Fare un divano con le tue mani è molto più economico e la sua produzione non causerà difficoltà.

Materiali usati

A seconda del modello desiderato del mobile creato, del luogo in cui verrà installato in futuro e del suo scopo, è possibile scegliere materiali completamente diversi. Per realizzare un semplice divano, puoi utilizzare diversi pallet o pallet di legno.. I mobili da loro sono realizzati in modo semplice, economico e oggi è solo all’apice della sua popolarità.. Basta integrare il divano pallet risultante con morbidi cuscini e si trasformerà in un eccellente luogo di riposo per una stanza in stile loft o diventerà un mobile insostituibile per l’installazione sulla veranda di una casa di campagna.

Il materiale per la fabbricazione di un’altra delle opzioni più semplici ed economiche per un divano fatto in casa può essere il cartone più comune.. Vecchie scatole di cartone, ad esempio, da elettrodomestici, pezzi di cartone rilegato, cartone ondulato: tutto può andare in affari. La principale differenza tra un tale divano sarà che in questo modello non verrà utilizzato un singolo chiodo e vite, le parti del divano saranno fissate insieme con l’aiuto della colla per legno. Poiché il cartone è abbastanza facile da tagliare, puoi ottenere mobili di qualsiasi forma e dimensione. Inoltre, una tale struttura peserà meno di un divano su una struttura in legno a tutti gli effetti..

Le tavole di legno come materiale aprono un enorme campo alla creatività. Da loro puoi creare un divano pieghevole a tutti gli effetti con qualsiasi meccanismo selezionato, realizzare sia una versione senza cornice che mobili su una robusta struttura in legno, creare un comodo letto per dormire o semplicemente un luogo per riunioni con gli amici. L’abbondanza di tipi di legno offerti in vendita nei negozi specializzati e lo spessore delle tavole utilizzate consente di regolare il peso del prodotto finito, la sua resistenza e le caratteristiche funzionali. Interessanti modelli non standard di mobili per il relax possono anche essere realizzati in legno. Quindi, puoi facilmente fare oscillare un divano sospeso. Può essere un’ottima opzione, ad esempio, per un gazebo o una veranda. L’oscillazione lenta e i cuscini morbidi creeranno un effetto rilassante e daranno una vera pausa dai problemi di pressatura.

Puoi anche realizzare un mobile completamente nuovo ripristinando una vecchia cornice. La levigatura e l’impregnazione del legno con una soluzione speciale aiuterà a rinnovare il vecchio materiale in legno e a creare le basi per un progetto futuro..

Oltre al materiale per la struttura, a seconda del modello realizzato, potrebbe essere necessario altro materiale per il rivestimento. Qui vengono in soccorso materiali di rivestimento densi, che vengono spesso utilizzati per la produzione di mobili imbottiti. La scelta sarà determinata dal design degli interni, dalla cifra che il maestro sarà pronto a stanziare per i materiali e le funzioni assegnate al divano..

Materiali di rivestimento più popolari:

  • Pelle – uno dei materiali più resistenti e durevoli, conferisce raffinatezza e solidità ai mobili realizzati, tuttavia ha un costo elevato e richiede strumenti speciali per collegare le parti.
  • Ecopelle – un materiale che ha tutti i vantaggi della vera pelle, tra i vantaggi si possono individuare un minor costo e una più ampia gamma di colori.
  • similpelle – l’analogo più economico della pelle, abbastanza resistente, ecologico ed elegante. Tra gli svantaggi c’è la paura di danni meccanici..
  • Ciniglia – tessuto confortevole per artigiani che non hanno molta esperienza nel cucito, poiché non si allunga né scivola, ma allo stesso tempo ha un alto grado di resistenza all’usura.
  • Velours – materiale morbido e piacevole al tatto, si riferisce anche a materiali che sono convenienti per il cucito, tuttavia presenta anche uno svantaggio significativo – le macchie sono difficili da rimuovere da tale tessuto ed è molto lunatico da curare.
  • Arazzo – tessuto a doppia faccia denso e resistente con un motivo. Puoi acquistarlo in qualsiasi negozio di tessuti, ma devi ricordare che un divano con tale rivestimento non tollera la luce solare diretta, poiché il tessuto si brucia abbastanza rapidamente.
  • Jacquard – materiale resistente e morbido al tatto che ricorda la seta. Ha una lucentezza caratteristica. Quando si sceglie, è necessario tenere presente che durante la cucitura, il materiale può scivolare e sarà necessario fare uno sforzo per rendere il prodotto bello e pulito.

Quando si sceglie un materiale, vale anche la pena considerare come verrà cucita la tappezzeria. Se hai intenzione di cucire la fodera su una normale macchina da cucire e non su una industriale, è più appropriato scegliere materiali in tessuto più sottili. Quando si fissano parti in pelle o similpelle spessa per mobili su una macchina che non è progettata per materiali pesanti, c’è il rischio che la macchina non le cuci o addirittura si rompa.

Un divano fatto in casa, se l’idea lo suggerisce, dovrebbe avere una seduta morbida e confortevole. Per fare questo, hai bisogno di un materiale speciale – riempitivo. Nella sua capacità è possibile utilizzare:

  • Gommapiuma – uno degli stucchi per mobili più morbidi, inoltre, ha un costo contenuto ed è acquistabile nei negozi al dettaglio.
  • Schiuma di poliuretano o schiuma di poliuretano – un parente della gommapiuma, tuttavia, ha una struttura più densa, e quindi i mobili con imbottitura in schiuma di poliuretano sono piuttosto resistenti.
  • Sintepon – materiale sintetico bianco morbido, usato più spesso come isolante o come modo economico per ammorbidire la superficie.
  • battuta – imbottitura morbida con un alto contenuto di cotone, e quindi è un materiale altamente traspirante.

Inoltre, è possibile installare un blocco a molla all’interno del sedile del divano, che prolungherà la durata e migliorerà le qualità funzionali dei mobili. Le molle per un tale blocco possono essere dipendenti e fissate l’una all’altra secondo il principio di un serpente, oppure possono essere indipendenti – in questa versione, ogni molla esiste separatamente e ha una propria copertura individuale.

Se si prevede di rendere scorrevole il divano, è indispensabile acquistare un meccanismo di layout.. Esistono dei seguenti tipi:

  • “prenotare”;
  • “Eurolibro”;
  • tic tac;
  • “fisarmonica”;
  • "srotolare";
  • “Delfino”;
  • “Corrado”.

Inoltre, è necessario fare scorta di viti autofilettanti, colla per legno, che incollerà facilmente e saldamente il telaio in legno, avrai sicuramente bisogno di fili spessi per cucire i dettagli della tappezzeria.

Tra gli strumenti, diventeranno utili un seghetto alternativo, un cacciavite, una cucitrice per mobili e un coltello affilato per tagliare la gommapiuma.

Come farlo a casa?

Qualsiasi progetto autocostruito deve iniziare con un’idea: scegliere un modello e determinare gli scopi per cui verrà utilizzato questo mobile. Se il divano è previsto per essere utilizzato come letto principale o aggiuntivo, è meglio optare per un modello scorrevole, a questo proposito, è necessario occuparsi dell’acquisto di un meccanismo di layout, scegliendo un materiale di rivestimento più denso e di alta qualità, oltre a utilizzare un vero e proprio blocco a molla alla base dei mobili. Se un divano fatto in casa viene utilizzato esclusivamente per sedersi o come elemento di arredo di un cottage estivo, una casetta da giardino o si trova su una terrazza, puoi sperimentare i materiali sia del rivestimento che, in linea di principio, dell’intero divano. Divani massicci da un bar, attuali da pallet, insoliti da cartone, con o senza braccioli: qualsiasi opzione può essere appropriata e creata con successo con le tue mani.

Quindi, quando viene selezionato il tipo del futuro divano, viene indicato il suo scopo, viene disegnato il piano generale, vengono delineate le dimensioni, è possibile procedere all’acquisto dei materiali e creare direttamente il desiderato.

La creazione del divano fai-da-te prevede i seguenti passaggi:

  • selezione e acquisto dei materiali;
  • creare uno scheletro;
  • tappezzeria.

Naturalmente, a seconda del tipo di costruzione scelta, le azioni possono essere modificate, aggiunte o completamente escluse..

Dai pallet

Quindi, per realizzare un divano dai pallet, è necessario il set minimo di materiali e strumenti. Avrai bisogno di diversi pallet, se lo desideri, possono essere levigati e verniciati nel colore desiderato, un cacciavite, viti autofilettanti e un seghetto alternativo, oltre a materiale per cuscini che fungerà da schienale e sedile morbidi per un tale divano. Per i braccioli è necessario tagliare le parti esterne dei bancali con inserti in legno di grosso spessore. Queste parti corte devono essere impilate l’una sull’altra e fissate con viti, dopodiché i braccioli già pronti devono essere fissati alla base già preparata. L’opzione migliore è 3 tagli, impilati uno sopra l’altro, ma se lo si desidera, il loro numero può essere modificato, il che aiuterà a raggiungere l’altezza desiderata dei braccioli.

Alla base può esserci un pallet o più interconnessi con viti, la scelta dipenderà dalle dimensioni che si prevede di ricevere il divano alla fine.

Inoltre, dalla gommapiuma o da altro materiale selezionato, è necessario ritagliare due rettangoli con un coltello affilato alle dimensioni del sedile del futuro divano. Dopo che la gommapiuma è stata tagliata con successo, è necessario iniziare a coprire il sedile. Ci sono diversi modi qui: la tappezzeria può essere cucita con una macchina da scrivere o a mano, nonché fissata con una cucitrice per mobili. Le stesse manipolazioni devono essere ripetute quando si realizzano cuscini in schiuma per lo schienale del divano..

Se il divano starà contro il muro, la sua produzione può essere completata qui, ma se non si intende appoggiare il divano contro il muro, lo schienale deve essere fissato al telaio finito. Per fare ciò, è necessario prendere uno o due pallet in più, a seconda della quantità utilizzata per realizzare il sedile, e avvitarlo con viti autofilettanti e un cacciavite allo schienale del divano, quindi installare i cuscini in posizione e divertirsi l’aggiornamento degli interni fatti in casa.

“libro” fatto in casa

Questa è un’opzione più difficile da produrre, che richiede più materiali, tempo e fatica. È necessario iniziare la produzione determinando le dimensioni esatte del futuro elemento interno, per comodità devono essere annotate su uno schizzo preparato in anticipo.. Inoltre, è necessario fare scorta di materiali, sarà necessario:

  • tavole di 25-30 mm di spessore per la fabbricazione del telaio;
  • rivestire di legno;
  • gommapiuma;
  • winterizer sintetico o battuta;
  • tessuto da tappezzeria;
  • compensato;
  • gambe per il divano;
  • meccanismo per il divano;
  • doghe in legno;
  • colla;
  • viti autofilettanti;
  • punti metallici per cucitrice per mobili.

Oltre ai materiali di cui sopra, è necessario fare scorta di un determinato set di strumenti. Quindi, avrai bisogno di:

  • seghetto alternativo o seghetto;
  • cucitrice per mobili;
  • Cacciavite;
  • roulette;
  • matita.

Quando hai tutti i materiali e gli strumenti elencati, puoi iniziare a produrre. Questa produzione comporta una quantità abbastanza grande di immondizia e polvere, quindi tutto il lavoro viene svolto al meglio in un giardino, in strada o in un garage..

Il primo passo è assemblare il telaio della futura scatola per la biancheria, per questo è necessario assemblare un rettangolo dalle assi della lunghezza richiesta (la lunghezza della scatola è di 30 cm, meno della lunghezza finale del divano insieme con i braccioli). Dopo aver assemblato il telaio principale, è necessario rinforzarlo con doghe trasversali, come base, un foglio di compensato è fissato al fondo del telaio mediante viti autofilettanti. Da tavole della stessa lunghezza, è necessario assemblare altri due rettangoli con doghe di rinforzo trasversali: questi saranno i telai del sedile e dello schienale del futuro divano. È necessario fissare le doghe di legno a questi telai con un cacciavite: la base per il futuro materasso. Va ricordato che tutte le lamelle devono essere posizionate ad uguale distanza l’una dall’altra..

La fase successiva è la produzione di braccioli. Quattro braccioli della dimensione e della forma selezionate sono ritagliati in compensato, quindi viene installata una barra lungo il perimetro per rafforzare la struttura in due copie, dopodiché le due forme rimanenti vengono fissate sulla barra. Inoltre, le singole parti del telaio del divano sono assemblate in un tutt’uno, nella stessa fase è collegato uno speciale meccanismo di layout.

Ci sono alcune semplici regole per aiutarti a costruire:

  • Nello stato aperto, la distanza tra lo schienale e il sedile del divano non deve essere inferiore a 1 cm;
  • In una struttura piegata, il sedile non deve in nessun caso sporgere oltre i braccioli fissati..

Inoltre, il telaio finito viene incollato con gommapiuma, che deve essere scelta in base alle preferenze personali, poiché esiste una struttura e uno spessore del materiale diversi. Dopo la gommapiuma per una maggiore resistenza e rendere i mobili morbidi, il telaio è rivestito con imbottitura in poliestere o ovatta. In questa fase inizia la parte più creativa del lavoro. Usando una macchina da cucire, è necessario cucire una fodera da un tessuto da tappezzeria. Tali coperture sono solitamente cucite per adattarsi alle dimensioni delle parti del divano e indossate, il restringimento si verifica con l’aiuto di cerniere.

Un’alternativa a questo metodo consiste nell’indirizzare il tessuto del rivestimento direttamente al telaio utilizzando graffette e una cucitrice per mobili. Questo metodo consente di attaccare il tessuto esattamente lungo il telaio con meno tempo. Il divano-libro è pronto. Non resta che installarlo nel punto più prominente della stanza, magari anche erigendo per esso un apposito podio, perché una cosa fatta a mano dovrebbe suscitare l’orgoglio degli abitanti e l’invidia di chi non ha un tale complemento d’arredo esclusivo.

Nuovi mobili dal vecchio

Quando a casa c’è un divano vecchio, tutto esaurito e scomodo, ma preferito, che è un peccato buttare via, puoi crearci un nuovo mobile. Per prima cosa devi rimuovere il vecchio rivestimento, con attenzione per non strapparlo, perché in futuro diventerà un modello per uno nuovo. Quindi, rimuovere il riempitivo dal telaio (gommapiuma, PPU o qualsiasi altro), se l’ormeggio si trova sul blocco a molla, quindi rimuoverlo.

Pulisci i resti del vecchio stucco dal telaio e carteggia con una carta vetrata: il telaio è già completamente nuovo. Segue la sostituzione delle molle, se richiesta dal modello di divano.

Dopo che il nuovo blocco a molla ha preso il suo posto, è necessario riportare il ripieno sul divano: il telaio è incollato con fogli di schiuma delle dimensioni richieste. La fase finale della trasformazione sarà lo stendardo del divano con nuovo materiale. Per fare ciò, è necessario ritagliare il materiale secondo il vecchio modello, cucire le parti, applicare la copertura finita sul pezzo e sparare con una cucitrice per mobili. Se lo desideri, puoi completare la novità con morbidi cuscini realizzati in tessuto adatto.

Dove posizionare?

Il posizionamento di un divano fatto in casa è determinato da diversi fattori, quali:

  • Stile della stanza;
  • Caratteristiche funzionali del mobile stesso;
  • Preferenze di gusto dell’ospite.

Quindi, il divano pallet, che è così importante oggi, si adatterà perfettamente su un balcone o una terrazza, un comodo sedile elegante farà rivivere l’interno e vorrai trascorrere più serate in esso, avvolto in una coperta e contemplando le stelle nel cielo. Inoltre, tali divani possono diventare un punto culminante di una stanza in stile Loft..

Un’altalena per divano in legno fai-da-te può essere posizionata in un gazebo in campagna, devi solo ricordare che poiché sarà influenzata da fattori naturali, il legno utilizzato per la produzione deve essere trattato con una speciale impregnazione protettiva. I divani pieghevoli autocostruiti a grandezza naturale con scatole di lino possono essere collocati in una camera da letto o in una casetta da giardino, devi solo scegliere un materiale di rivestimento adatto per renderlo armonioso all’interno della stanza.

I semplici divani non pieghevoli senza cornice saranno un’opzione eccellente per la cucina o il soggiorno, soprattutto se un divano del genere ha una forma angolare. Qui è necessario prestare particolare attenzione alla selezione del tessuto: non dovrebbe assorbire gli odori ed essere pignoli per la pulizia. Puoi anche trattare il rivestimento con uno speciale rivestimento che respinge l’acqua e riduce l’infiammabilità del materiale. Inoltre, nella camera degli ospiti o sulla loggia, puoi posizionare mobili realizzati con le tue mani in cartone. Tuttavia, vale la pena ricordare che tali modelli sono sensibili all’umidità e non accettano la pulizia a umido o l’ingresso di liquidi su di essi..

Tuttavia, se il divano è già fatto a mano, non è assolutamente necessario nasconderlo, è coraggiosamente necessario posizionarlo nel punto più visibile della stanza, se, naturalmente, durante la creazione sono stati utilizzati materiali che sono adatto per l’interno generale della stanza..

Parere di esperti

Prima di tutto, è necessario sviluppare un progetto dettagliato del futuro divano. La determinazione delle dimensioni complessive, l’altezza esatta dello schienale, i braccioli, la profondità del sedile e altri elementi importanti dovrebbero essere riflessi sul piano. Sarebbe fantastico se esistesse sia in forma scritta che elettronica. Quando si determinano le dimensioni, è necessario ricordare che, ad esempio, l’altezza dell’area salotto dipende direttamente dalla posizione dei mobili e che gli angoli della cucina sono generalmente leggermente più alti di quei mobili che vengono utilizzati per il relax. Una volta che il progetto è stato sviluppato, si può prestare attenzione ai materiali. Per creare una cornice, gli esperti consigliano di prestare attenzione alle travi di legno o alle sezioni di un tubo per mobili profilato. Con esso, il telaio risulterà ancora più resistente e il divano durerà a lungo..

Se per il riempimento interno è stata scelta la gommapiuma, è necessario scegliere tagli non sciolti e sufficientemente spessi. Lo spessore, ideale per i mobili fatti in casa, parte da 15 cm, altrimenti la gommapiuma dovrà essere sostituita troppo velocemente, per cui dovrai smontare l’intera struttura. La stessa regola vale per il restauro di mobili antichi. Per quanto riguarda l’alterazione di vecchi mobili, qui la parola d’ordine principale sarà che il divano deve essere fotografato prima dello smontaggio, inoltre, le foto del processo di smontaggio stesso saranno utili: questa semplice azione aiuterà in futuro a assemblare un nuovo oggetto simile , e non indovinare cosa e dove è attaccato.

Se l’idea di assemblare un divano da solo viene per la prima volta e non c’è esperienza in questo, non dovresti inseguire strutture complesse, è meglio iniziare con le forme diritte più semplici. E per sentire il legno, gli strumenti e il tessuto, è meglio iniziare con uno sgabello normale, per così dire, per testare la forza su di esso. Dopotutto, è meglio se succede qualcosa per rifare una forma più piccola rispetto a mobili di grandi dimensioni..

Per sapere come realizzare un divano con le tue mani, guarda il prossimo video..